username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
(1) 2 3 4 ... 600 »
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 21 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 21/1/2017 19:30:00 (7 letture)

Open in new window
ARRIVA IL TUTOR CHE METTE IN CONTATTO SCUOLE E IMPRESE

di Fabrizio De Angelis, 21 gennaio 2017


L’alternanza scuola lavoro è uno dei capisaldi della legge 107/2015 e anche dopo la delega approvata dal Consiglio dei Ministri in tema valutazione esce ulteriormente rafforzata.
Tuttavia le scuole dopo il primo anno scolastico, pur apprezzando l’iniziativa, non hanno mostrato entusiasmo e già più volte abbiamo detto che il sistema stenta a decollare. Probabilente col tempo si riusciranno ad ottenere dei risultati importanti.

Ad ogni modo, uno dei problemi segnalati è la scarsa comunicazione fra scuole e imprese che non permettono ai neodiplomati di poter spendere il proprio titolo e le proprie competenze forse perché non sufficientemente guidati l’ultimo anno di scuola superiore.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3169 bytes | Commenti?
Stampa : da "Corriere Romagna" del 21 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 21/1/2017 14:50:00 (9 letture)

Open in new window
Cesena 21 gennaio 2017: Scuole decise (in provincia) le future sedi


SCELTA FORMALIZZATA NEI GIORNI SCORSI IN PROVINCIA. LICEI E ISTITUTI TECNICI SEPARATI IN DUE ZONE. Polo Cubo (classico e linguistico) e Righi (scientifico) con succursali. Itg spostato (presso l'ITE Serra) con una idea futura.

Cesena. ha ricevuto il sigillo ufficiale della provincia la nuova "mappa" delle scuole superiori cesenati che troverà attuazione alla ripartenza delle lezioni (settembre 2017).

E' stato approvato all'unanimità l'altro ieri, attraverso una delibera urgente in concomitanza con la prima riunione del neo eletto consiglio provinciale, lo schema proposto da Monica Rossi: raggruppare i tre licei in zona stazione e gli istituti tecnici (escluso l'agrario Garibaldi), nelle vicinanze dell'Hotel Casali (dove sono attualmente l'ITE Serra e l'ITI Pascal, ai quali si aggiungerà da settembre l'ITG Da Vinci).

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : news dal patronato Acli (convenzionato Gilda).
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2017 20:40:00 (13 letture)

Open in new window
Il patronato Acli è convenzionato con GILDA/FGU


La Newsletter del Patronato Acli - numero 02 del 18 gennaio 2017

News...


Pensioni 2017: un altro anno a rivalutazione zero

L’INPS ha emanato la circolare relativa al rinnovo 2017 delle pensioni e delle indennità.
Rispetto al 2016 aumentano solo le indennità degli invalidi civili (accompagnamento e comunicazione) e nella misura del 1,35%.
Tutte le altre prestazioni hanno rivalutazione pari a zero....

Lavoratori precoci in pensione da maggio 2017, ma non tutti!

Finalmente dal prossimo maggio 2017 i lavoratori “precoci” appartenenti al sistema previdenziale retributivo (iscritti ad una forma di previdenza obbligatoria prima del 1/1/1996), dopo anni di attesa, di annunci e varie proposte di legge, possono andare in pensione con requisiti ridotti......

Lavori usuranti: novità per la pensione

Il nuovo anno si apre con importanti novità per i lavoratori addetti alle attività usuranti. La legge di Bilancio per il 2017 ha introdotto modifiche al DLgs n.67 del 2011 finalizzate a garantire migliori condizioni per il pensionamento...

Pensioni comparto scuola: 23 gennaio 2017 nuova data per presentare dimissioni

Il personale del comparto scuola a tempo indeterminato dovrà presentare la domanda di dimissioni per la cessazione dal servizio entro il 31/08/2017. Lo ha stabilito, come ogni anno, il MIUR con il decreto 941 del 1/12/2016...

Pensione di reversibilità e unioni civili

Lo scorso 3 settembre ho contratto unione civile con il mio compagno di sempre, Bruno. Lui però ha subito un tragico incidente stradale ed è morto il 28 novembre u.s.. Bruno era in pensione da un paio di anni, non è mai stato sposato e non ha figli. Posso ottenere la pensione di reversibilità?...


news... Scuola: Domande di pensione: termine prorogato al 23 gennaio

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 19 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2017 19:49:45 (23 letture)

Open in new window
Nuovo reclutamento docenti "sottopagato"

Deleghe L.107/15, arrivano i contratti di formazione: a chi vince il concorso docente 400 euro lordi mensili

Alessandro Giuliani - Giovedì, 19 Gennaio 2017


C’è sempre una prima volta. Anche per la scuola, dove col decreto attuativo sul nuovo reclutamento previsto dalla Legge 107/15 arrivano i contratti di formazione iniziale.

A prevederlo è la relazione illustrativa al decreto attuativo della “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione” previsto dal comma 181, lettera b), dell’unico articolo che compone la riforma denominata “Buona Scuola”, che entrerà a regime comunque solo nel 2020/21.
Leggendo la relazione, risulta innanzitutto che “i vincitori del concorso sottoscrivono un contratto triennale retribuito di formazione iniziale e tirocinio con l'Ufficio scolastico regionale a cui afferisce l'ambito”.
Si prevede una retribuzione crescente del contrattista nel corso del triennio, che dipenderà anche dalla quantità di “attività di supplenza nel secondo e nel terzo anno” e dall'impegno didattico cui ogni contrattista sarà sottoposto.

segue...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5565 bytes | Commenti?
Stampa : da OggiScuola.it del 18 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 18/1/2017 22:36:57 (43 letture)

Sostegno scolastico, la riforma che non piace agli insegnanti

Non c’è ancora nulla di certo ma la riforma del sostegno scolastico fa già molto discutere: 20 mila insegnanti per 234 mila studenti che non accettano le proposte dell’ex ministro Giannini (sostenute dal suo successore, Valeria Fedeli). Due i punti più criticati: il «profilo di funzionamento» e la figura del docente di sostegno.

VIA LA “DIAGNOSI FUNZIONALE”


Innanzitutto, gli insegnanti non digeriscono il “profilo di funzionamento” previsto dalla riforma che dovrebbe servire a definire il numero di ore di assistenza per ogni studente. In pratica significa che non è la gravità della disabilità a definire i bisogni dell’alunno ma il suo funzionamento, per cui se un ragazzo viene ritenuto capace di stare in classe senza aiuto, lo si lascia solo. E si riducono le ore di assistenza.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2914 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 18 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 18/1/2017 21:57:25 (21 letture)

Open in new window
Deleghe L.107/15, studenti alla maturità professionale dopo 4 anni di formazione regionale

A. Giuliani - Mercoledì, 18 Gennaio 2017

Dal 2018 cambia l’organizzazione degli istituti professionali, ma si potrà ancora acquisire la maturità frequentando solo il biennio finale di scuola statale.
E forse anche uno solo l'ultimo anno. Dopo aver frequentato un centro di formazione professionale riconosciuto dalla Regione, nei tre anni successivi alla licenza media, lo studente avrà facoltà di iscriversi al quarto superiore pubblico della stessa tipologia di corso.
Lo prevede lo schema di decreto legislativo sulla “revisione dei percorsi dell’istruzione professionale, nel rispetto dell’articolo 117 della Costituzione, nonché raccordo con i percorsi dell’istruzione e formazione professionale” approvato in via preliminare dal Governo e giunto da poco presso le commissioni parlamentari.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4776 bytes | Commenti?
Innovazione : da OrizzonteScuola.it - 17 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/1/2017 16:13:00 (36 letture)

Open in new window
Riforma sostegno, le ore da assegnare agli alunni non saranno decise dalla scuola ma dal Git dell’ambito

di redazione

Addio a gruppi di lavoro sull’handicap delle singole scuole. Il colpo di spugna arriva nel DDL approvato dal Consiglio dei Ministri questo sabato.

Il testo è approdato in Parlamento, in VII Commissione cultura alla Camera. In esso viene riformulato il modo di assegnare le ore di sostegno agli studenti.

Esse saranno decise dai Git (gruppi di inclusione territoriale) formati da dirigenti tecnici, presidi e docenti.

I Git sono istituiti per ogni ambito e decideranno anche per i disturbi specifici d’apprendimento.

Inoltre, per avere la disabilità certificata, le famiglie dovranno fare domanda all’Inps e una commissione verificherà il disagio per poi effettuare la valutazione funzionale.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 17 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/1/2017 15:40:00 (98 letture)

Open in new window
Ecco i testi degli 8 decreti applicativi della legge 107

R. Palermo - Martedì, 17 Gennaio 2017


I testi degli otto decreti legislativi approvati dal Consiglio dei Ministri il 14 gennaio scorso sono finalmente disponibili.

A partire dalle prossime ore proporremo una analisi di ciascun provvedimento, per il momento segnaliamo ai nostri lettori l'elenco degi 8 atti sui quali la Commissione Cultura della Camera dovrà esprimere il proprio parere entro il 17 marzo. Se entro quella data la Commissione non sarà riuscita a formulare le proprie osservazioni, il Governo potrà procedere in ogni caso ad emanare il testo definitivo del decreto.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3122 bytes | Commenti?
Comunicati : da "La tecnica della scuola" del 21 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 21/1/2017 14:58:08 (31 letture)

Open in new window
Visite fiscali e nuovi orari

P. Almirante - Sabato, 21 Gennaio 2017


Ci sono novità sulle visite fiscali dei dipendenti, quindi anche per il personale che opera nella scuola. Andiamo a vedere quali sono.
Per visita fiscale si intende l'accertamento sanitario, cioè una visita medica, che viene effettuata da parte di un medico dell'Inps nei confronti del lavoratore, quando è assente per malattia: il medico può essere mandato direttamente dall'Inps, a campione, per i lavoratori privati, oppure a spese del datore di lavoro, o, ancora, dall'amministrazione presso cui lavora il dipendente pubblico.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5504 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 20 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 20/1/2017 21:03:54 (34 letture)

Open in new window
"Caos Scuola", l'inchiesta di PresaDiretta con Tecnica della Scuola

Andrea Carlino - Venerdì, 20 Gennaio 2017

Terzo appuntamento del nuovo ciclo di puntate di PresaDiretta, l'approfondimento giornalistico di Rai 3 a cura di Riccardo Iacona. Lunedì alle 21.15 si parlerà di scuola.
Oltre 2,5 milioni di studenti hanno cambiato insegnante o quasi 1 su 3 ha cambiato scuola. Le telecamere del programma televisivo sono entrate in alcune scuole italiane per analizzare le ricadute della Legge 107/2015 su studenti, famiglie e soprattutto docenti che sono stati prima costretti ad andare al Nord e dopo aver preso servizio ed iniziato l’anno scolastico hanno ottenuto l’assegnazione provvisoria nelle province di residenza. Un caso senza precedenti nella scuola italiana.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2165 bytes | Commenti?
Reclutamento : da OrizzonteScuola.it - 19 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2017 20:00:55 (39 letture)

Addio supplenze da Graduatoria d’Istituto, saranno affidate ai tirocinanti durante il corso di formazione. Come funzionerà

di redazione


Addio supplenze da Graduatoria d’Istituto? Se non saranno apportate modifiche al testo di riforma sembra proprio che scompariranno quasi del tutto.
Concorso a cattedra 2020: 255 mila partecipanti per 22 mila posti. Vincitori avranno stipendio di 400 euro mensili
Infatti, ricordiamo che il Consiglio dei Ministri ha emanato un decreto legge (già inviato al Parlamento) con il quale si riforma il percorso di formazione e reclutamento dei docenti.
I docenti, in possesso di laura magistrale, dovranno vincere un concorso per poi accedere ad un corso di formazione triennale che avverrà tramite contratto di formazione.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2361 bytes | Commenti?
Comunicati : da USR Emilia Romagna - 19 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2017 19:30:00 (18 letture)

da USR Emilia Romagna - Bologna, 19.01.2017

Valorizzazione professionale docenti dati a.s. 2015/2016

Si comunica alle S.V. che in data 18/01/2017 è stato pubblicato sul sito dell' USR per L'Emilia Romagna, la nota 851 e in allegato il report "VALORIZZAZIONE PROFESSIONALE DOCENTI: definizione dei criteri di valorizzazione professionale docenti e modalità di utilizzo del bonus da parte delle scuole statali".

Cordiali saluti
L. Casarosa
____________________________________________

Si pubblica la nota 851/2017 e in allegato il report sulla “Definizione dei criteri di valorizzazione professionale dei docenti e modalità di utilizzo del bonus da parte delle scuole statali dell’Emilia Romagna. A.S. 2015/16”.

Ai Dirigenti delle scuole statali dell’Emilia Romagna
di ogni ordine e grado - LORO SEDI
Ai Dirigenti Amministrativi e Tecnici
dell’Ufficio Scolastico per l’Emilia Romagna - SEDE
Ai Rappresentanti delle OO.SS. regionali Comparto scuola
Alle OO.SS. del Comparto area V della Dirigenza Scolastica dell’Emilia Romagna


Oggetto: Definizione dei criteri di valorizzazione professionale docenti e modalità di utilizzazione del bonus. Anno scolastico 2015/2016.

Nell’ambito della valorizzazione del merito del personale docente, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha avviato un monitoraggio per osservare come le scuole si erano orientate in vista della distribuzione del bonus nel primo anno scolastico
2015/2016. Il monitoraggio prevedeva, entro il 31 agosto 2016, la compilazione di tre schede: la prima sulle modalità di costituzione dei Comitati di valutazione; la seconda sulla definizione dei criteri per la valorizzazione del merito; la terza sulle modalità di distribuzione del cosiddetto bonus.
Avendo gli Istituti dell’Emilia Romagna partecipato al monitoraggio nazionale in misura elevatissima (97%), l’Ufficio scrivente ha pertanto ritenuto di elaborare i dati relativi alla scheda 2 e 3, messi a disposizione dall’Amministrazione Centrale, al fine di dettagliare
l’analisi a livello regionale.
Gli esiti dell’analisi condotta, contenuti nel documento allegato, costituiscono un primo contributo ad una necessaria riflessione in merito all’applicazione di questa innovazione normativa nelle scuole statali della regione.

Il Direttore Generale
Stefano Versari

...segue

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7256 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 17 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 18/1/2017 22:20:00 (31 letture)

Open in new window
Deleghe L.107/15, alla maturità anche con insufficienze gravi: basterà la media del 6

A. Giuliani - Martedì, 17 Gennaio 2017

Con il passare delle ore, emergono altre novità nei decreti applicativi della L.107/15 approvati in via preliminare dal CdM e giunti alla Camera poche ore fa.
Una delle norme che farà discutere è contenuta nello “Schema di decreto legislativo recante norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato”: quella che riguarda l’ammissione alla nuova maturità, ed in particolare alla possibilità di essere ammessi anche portandosi sul “groppone” una o più insufficienze. Anche gravi.
Oltre alla partecipazione di almeno il 75% delle ore di lezione (che conferma quanto avviene oggi), lo svolgimento della prova Invalsi e delle ore di alternanza scuola-lavoro (entrambi introdotte come obbligatorie per la prima volta), c’è un passaggio rilevante nella bozza di testo, sinora passato inosservato pur andando ad introdurre una novità davvero importante: si tratta, c’è scritto al punto d) del comma 2 art. 15 ('Ammissione del candidati interni') del decreto approvato sabato scorso dal Governo, che per svolgere gli Esami di Stato conclusivi delle superiori, servirà non più la sufficienza almeno in tutte le discipline, ma che la “votazione media non risulti inferiore ai sei decimi compreso il voto di comportamento”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4339 bytes | Commenti?
Riforme : da ItaliaOggi - Azienda scuola del 17 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/1/2017 17:22:33 (65 letture)

Valutazione, dal 2018 indietro tutta

Addio al quizzone, la prova invalsi fuori dagli esami

di E. Micucci - 17/01/2017


Per gli esami di stato la Buona Scuola ingrana la retromarcia. Con balzo di 20 anni per la maturità e di 10 anni per la licenza media. Le delega su valutazione, certificazione delle competenze ed esami di Stato, appena approvata dal Consiglio dei ministri, ritorna al passato con una controriforma delle prove d'esame, che entrerà in vigore a giugno 2018. Alla maturità si tornerà alle prove previste prima che la legge n. 425 del 1997 introdusse il meccanismo attuale. Si avranno solo due prove scritte nazionali, una prima che accerterà la padronanza della lingua italiana e una seconda su discipline caratterizzanti l'indirizzo di studi, e un colloquio orale. Addio al quizzone, la temutissima terza prova scritta. E alle superiori, anche se la prova Invalsi all'ultimo anno delle superiori debutterà proprio nel 2018, ma al di fuori dell'esame di stato. Se non confluirà nel voto finale di diploma, tuttavia sarà un requisito per l'ammissione all'esame e il suo punteggio sarà riportato nella documentazione allegata al diploma.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3512 bytes | Commenti?
Comunicati : da "La tecnica della scuola" del 17 gennaio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/1/2017 15:50:00 (60 letture)

Open in new window
Attenti a cosa acquistate con la carta docente

Lara La Gatta Martedì, 17 Gennaio 2017

Non tutti gli acquisti sono ammessi con i 500 euro che il Miur mette a disposizione dei docenti di ruolo (anche part-time) per l’autoaggiornamento.
L’importo è assegnato anche ai docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all'estero, delle scuole militari.
Rispetto all’anno scorso, in cui il bonus è stato inserito in busta paga, da quest’anno le spese devono essere effettuate generando dei buoni attraverso il sito Carta del docente (servono le credenziali SPID per accedere). Fanno eccezione le spese sostenute entro il 30 novembre 2016.
Precisando che gli acquisti possono essere effettuati solo presso i rivenditori ed enti di formazione accreditati sul portale, cosa esattamente si può acquistare?
Il Miur ha chiarito che la carta può essere utilizzata per l'acquisto di:
libri e testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all'aggiornamento professionale;
hardware e software;
iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca;
iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
titoli per l'ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
iniziative coerenti con le attività individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015 (Buona Scuola).

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7655 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 600 »

Cerca

Ricerca avanzata

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteGen 2017Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
castronuov 21/11/2016
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016
Matilde_00 28/6/2016
carlasulm 20/6/2016
peppe 28/2/2016
Alessio 30/1/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale