username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
(1) 2 3 4 ... 777 »
Comunicati : da "Gilda-FC/RN"
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2021 14:38:03 (8 letture)

Scuola, sospensione delle attività didattiche: una nuova nota sulla possibilità di frequenza in presenza

Le deroghe alla didattica a distanza riguardano esclusivamente alunni con disabilità e bisogni educativi speciali. Si faccia presto per ulteriori misure di sostegno alle famiglie con i figli a casa in didattica a distanza.

domenica, 07/03/2021

Con una nota a firma del Capo di Gabinetto, dott. Luigi Fiorentino (nota 10005 del 7 marzo 2021), il Ministero dell’Istruzione chiarisce che, in condizione di sospensione delle attività in presenza, le uniche deroghe sono garantite agli alunni con disabilità ed a quelli con bisogni educativi speciali per i quali è possibile la didattica a scuola.
Dunque è da intendersi superata la nota 343 del 4 marzo 2021.


Poiché con questo chiarimento il Ministero dell’Istruzione punta l’attenzione sui bisogni degli alunni e non sulle loro condizioni familiari, auspichiamo che dal Governo e dal Parlamento non tardino ad arrivare urgentemente misure di sostegno a tutte le lavoratrici ed i lavoratori con i figli a casa in didattica a distanza, in particolar modo per quelle categorie maggiormente impegnate nelle attività di contrasto all’epidemia.

QUI LA NOTA 10005 DEL 7 MARZO:
https://usr.istruzione.lombardia.gov.i ... EU.0010005.07-03-2021.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Tuttoscuola"
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2021 14:23:59 (14 letture)

Bufera al Ministero dell’istruzione. Il ministro Bianchi corre ai ripari di domenica

C’è da pensare che Bruschi non abbia concordato con il ministro e neanche con il Gabinetto la sua interpretazione, mandando su tutte le furie il ministro Bianchi e infuocando il fine settimana della scuola.

lunedì, 08/03/2021

Mentre venerdì 5 marzo la Regione Lombardia, con una lettera a firma del presidente Fontana e della vice presidente e Assessore al Welfare Letizia Moratti, si rivolgeva addirittura al ministro della Salute Speranza, chiedendo di "conoscere formalmente quali siano i servizi pubblici essenziali richiamati nella nota del Ministero dell’Istruzione n. 1990 del 05 novembre scorso indirizzata ai Dirigenti scolastici", la Regione Emilia-Romagna – dove hanno operato per anni il ministro Bianchi come assessore e il capo dipartimento Versari come direttore dell’Usr – prendeva duramente posizione: "In Emilia-Romagna, nei comuni in zona arancione scuro e in quelli in zona rossa, gli istituti scolastici sono già attivi per garantire attività e lezioni in presenza ad alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali e quando sia necessario l’uso di laboratori. Si tratta delle sole deroghe alla sospensione delle attività in presenza".

"La circolare (del MI, ndr) - fa sapere la Regione - non ha un fondamento giuridico chiaro, dato che il Dpcm parla solo di alunni disabili e con bisogni educativi speciali, né sarebbe attuabile in assenza di alcuna indicazione operativa, che definisca precisamente innanzitutto di quali categorie si parli".

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3782 bytes | Commenti?
Comunicati : da USR Emilia Romagna
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2021 23:05:01 (7 letture)

da USR Emilia Romagna:

Didattica in presenza II grado: indicazioni operative 8 – 20 marzo 2021

Si pubblica nota prot. n. 4130, del 4 marzo 2021, avente ad oggetto: “Attuazione della didattica in presenza nelle scuole secondarie di secondo grado dell’Emilia-Romagna non interessate da specifiche misure restrittive disposte dal Presidente della Regione e dai Sindaci dei Comuni dell’Emilia-Romagna. Indicazioni operative periodo 8 – 20 marzo 2021“.

CLICCA QUI:
https://www.istruzioneer.gov.it/wp-con ... T_IS-dal-8-marzo-2021.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2021 22:46:58 (6 letture)

Open in new window
Figli di medici e infermieri: scuola in presenza secondo la nota Bruschi, ma oggi il Ministero dice di no

di R. Palermo - 07/03/2021

Con una nota diramata poche ore fa il Capo di Gabinetto del Ministero Luigi Fiorentino sembra di fatto smentire la precedente nota 343 del 4 marzo scorso a firma del Capo Dipartimento Max Bruschi.

L’oggetto del contendere riguarda la possibilità di far frequentare in presenza alcune particolari categorie di alunni oltre quelli con disabilità, con DSA e con BES.
Nella nota del 4 marzo, infatti, si dice che va garantita anche “la frequenza scolastica in presenza… degli alunni e studenti figli di personale sanitario o di altre categorie di lavoratori, le cui prestazioni siano ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione, secondo quanto indicato dalla nota 1990/2020, nell’ambito di specifiche, espresse e motivate richieste e … anche in ragione dell’età anagrafica”.
Nella nota odierna firmata dal Capo di Gabinetto Fiorentino la questione dei figli del personale sanitario non viene assolutamente toccata mentre si ribadisce che possono frequentare in presenza solamente gli alunni con disabilità, DSA e BES.
In altre parole non c’è una smentita esplicita delle indicazioni fornite da Max Bruschi ma si fa indirettamente capire che la nota del 4 marzo va interpretata alla luce di questi nuovi chiarimenti.
Ad ogni modo la nota odierna lascia aperta una possibilità: le Regioni possono regolamentare la questione con proprie ordinanze.
In effetti non va trascurato un problema reale: come potranno andare al lavoro medici e infermieri che operano nei reparti Covid ma che hanno anche figli a costretti a casa per la didattica a distanza?

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Esami : da GildaFC/RN
Inviato da admin_CUSMA il 4/3/2021 19:40:00 (10 letture)

Open in new window Maturità 2021, le materie oggetto d’esame indirizzo per indirizzo

di Redazione - 04/03/2021

Sono state rese note oggi le materie oggetto d’esame per le scuole secondarie di secondo grado

Le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi sono state pubblicate oggi insieme alle ordinanze. Ci saranno, ad esempio, Lingua e cultura latina e Lingua e cultura greca per il Liceo classico, Matematica e Fisica per il Liceo scientifico, Lingua e cultura straniera 1 e Lingua e cultura straniera 3 per il liceo linguistico. E ancora, Scienze umane per il Liceo delle Scienze umane, Discipline pittoriche per il Liceo artistico indirizzo arti figurative Grafico-pittorico, Trasformazione dei prodotti e Produzioni vegetali per l'Istituto Tecnico settore tecnologico indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria, articolazione "Produzione e trasformazione dei prodotti", Economia aziendale per l’Istituto tecnico settore economico indirizzo Amministrazione, finanza e marketing, Progettazione multimediale e Laboratori tecnici per l’Istituto tecnico settore tecnologico indirizzo Grafica e comunicazione, Laboratorio di servizi di accoglienza turistica e Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva per l’Istituto professionale indirizzo Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera Articolazione Accoglienza turistica.

QUI L’elenco delle materie indirizzo per indirizzo

Allegato C1 (Materie oggetto dell’elaborato Licei)
https://www.miur.gov.it/documents/2018 ... e3c28d91e?t=1614865422315


Allegato C2 (Materie oggetto dell’elaborato Istituti Tecnici)
https://www.miur.gov.it/documents/2018 ... 95d2e93b6?t=1614865422643


Allegato C3 (Materie oggetto dell’elaborato Istituti Professionali)
https://www.miur.gov.it/documents/2018 ... 0b11bca42?t=1614865420296

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da Ministero Istruzione - DL 17 marzo 2020
Inviato da admin_CUSMA il 4/3/2021 15:40:00 (11 letture)

da Ministero Istruzione:

DL n. 18 del 17 marzo 2020
______________________________________________

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione


3 marzo 2021

- ai Dirigenti Scolastici
e ai Coordinatori Didattici
delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione
- ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
- ai dirigenti titolari degli Uffici scolastici Regionali per l’Umbria, la Basilicata e il Molise
e, p.c., al Sovrintendente Scolastico per la Scuola in lingua italiana di Bolzano
- all’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
all’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine di Bolzano
- al Dirigente del Dipartimento Istruzione e cultura per la Provincia di Trento
- al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle D’Aosta


Oggetto: Decreto - legge 17 marzo 2020, n.18, articolo 26, comma 2 - bis – svolgimento della prestazione lavorativa in modalità agile per il personale in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità, nonché dei lavoratori in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita (lavoratori “fragili”).

Gentili Dirigenti,
dal giorno 1° marzo 2021 non trova più applicazione la norma in oggetto, la quale disponeva che “a decorrere dal 16 ottobre e fino al 31 dicembre 2020 – periodo poi prorogato al 28 febbraio, i lavoratori
fragili di cui al comma 2 svolgono di norma la prestazione lavorativa in modalità agile, anche attraverso l'adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti, o lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto”.
Tuttavia, in materia di misure a vantaggio e a tutela dei lavoratori fragili, l’Amministrazione aveva già a suo tempo diramato specifiche indicazioni procedurali a mezzo della nota 11 settembre 2020, n. 1585, con oggetto: “Circolare interministeriale del Ministero della Salute e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 4 settembre 2020, n. 13 - Indicazioni operative relative alle procedure di competenza del dirigente scolastico riguardo ai lavoratori fragili con contratto a tempo indeterminato e determinato”.
Nel richiamare le disposizioni e le indicazioni procedurali ivi contenute, e nelle more di un eventuale intervento normativo che possa ripristinare la disciplina speciale sopracitata, occorre operare alcuni passaggi procedurali specifici, affinché possano essere contemperati il diritto del lavoratore fragile in relazione al contagio a godere dell’adibizione a diversa mansione lavorativa, unitamente al diritto del personale supplente a permanere in servizio.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5265 bytes | Commenti?
Stampa : da "Il Sole 24 Ore"
Inviato da admin_CUSMA il 2/3/2021 15:50:00 (13 letture)

Rinviato a oggi il Dpcm: il Governo si spacca sulla stretta alla scuola

martedi, 2 marzo 2021

Il Governo si spacca sul nervo scoperto della scuola e rinvia a oggi martedì - il varo dell’atteso Dpcm che dovrebbe prorogare gran parte delle precedenti misure dal 6 marzo al 6 aprile. Ieri i ministri della cabina di regia riuniti dal premier Draghi si sono divisi proprio sul capitolo delle restrizioni per gli istituti scolastici: se è ormai scontato, come ha chiesto anche il Cts, che tutte le scuole (dalla materna in su) chiuderanno nelle zone rosse (locali o regionali) lo scontro è sull’ipotesi di bloccare le lezioni in presenza anche nelle «zone arancioni» con più positivi (il Cts ha fissato una asticella di 250 ogni 100mila abitanti a livello locale) e a rischio varianti. Già oggi diverse parti d’Italia stanno sperimentando l’«arancione scuro» con lo stop alle lezioni in presenza a cui ieri si è unita anche la Lombardia che con una ordinanza del governatore Fontana ha chiuso le scuole (esclusi i nidi) in 50 Comuni tra Cremona, Mantova e Como, Pavia e parte dell’hinterland milanese. Con la proroga delle misure anche a Brescia. Anche la sindaca di Ancona ieri ha chiuso tutte le scuole fino al 14 marzo.

Ieri i ministri i ministri Roberto Speranza (Salute) , Dario Franceschini (Beni culturali), Stefano Patuanelli (Politiche agricole), nonché il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, si sarebbero schierati per la linea della massima prudenza sottolineando però anche i paradossi del Dpcm: per la linea rigorista non ha senso allontanare il contagio dalle classi e permettere ai ragazzi magari di assembrarsi nelle vie dello shopping e dei centri commerciali che resterebbero aperti nelle zone arancioni, ma l’ala degli aperturisti batte sul tasto dell’economia. La decisione per ora resta in stand by, e oggi la cabina di regia si aggiornerà per poi un nuovo passaggio con le Regioni prima della firma del Dpcm.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4938 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 2/3/2021 15:24:24 (8 letture)

Decreto Milleproroghe in Gazzetta Ufficiale

di Redazione - 02/03/2021

Il testo del decreto-legge 31 dicembre 2020, n. 183, Milleproroghe è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dopo l’approvazione in Parlamento.

Le novità più importanti per la scuola (come spiegato nel video qui sotto) riguardano:

- il bando di concorso per il reclutamento degli insegnanti di religione cattolica;
- il concorso da dirigente tecnico;
- la valutazione degli apprendimenti, periodica e finale;
- l’assunzione nel profilo di collaboratore scolastico del personale delle imprese già impegnate nella pulizia delle scuole;
- le graduatorie comunali del personale scolastico, educativo e ausiliario.

QUI TROVI IL TESTO DEFINITIVO COMPLETO:
https://www.gazzettaufficiale.it/atto/ ... 1259&elenco30giorni=false

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Tuttoscuola"
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2021 14:29:44 (12 letture)

Bufera al Ministero dell’istruzione. La nota Bruschi diventa un caso politico

Tutto nasce dalla nota del capo dipartimento uscente Max Bruschi di giovedì 4 marzo, che ha acceso un week end di fuoco a tutti i livelli nel mondo dell’istruzione.

lunedì, 08/03/2021

"Mio marito è commerciante all’ingrosso di bevande, io educatrice di nido, pertanto chiediamo che nostra figlia segua in presenza le lezioni". "Lavoro in un’azienda che raccoglie rifiuti e mio marito è proprietario di un bar, nostro figlio ha diritto a venire a scuola?". "Lavoriamo nel commercio, io impiegata commessa e mio marito magazziniere presso un’azienda sanitaria: è possibile far partecipare nostro figlio alla didattica in presenza?". "Lavoro in un’azienda che raccoglie i rifiuti e mio marito è proprietario di bar: rientriamo nella normativa?". Anche chi lavora come commessa in un supermercato se lo è chiesto e ha rivolto la domanda alla scuola del figlio.
Da venerdì 5 marzo le scuole italiane sono subissate da richieste di questo tipo, mentre tantissimi genitori dei 5,7 milioni di alunni per i quali è stata prevista la didattica a distanza si chiedono se possono mandare i figli a scuola o se da lunedì devono organizzare soluzioni alternative.
Tutto nasce dalla nota del capo dipartimento uscente Max Bruschi datata giovedì 4 marzo, che ha acceso un week end di fuoco a tutti i livelli nel mondo dell’istruzione.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4483 bytes | Commenti?
Comunicati : 8 marzo festa della donna
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2021 23:30:00 (6 letture)

Open in new window





















Le donne sono i veri architetti della nostra società. Auguri alle docenti e a tutte le donne.

Gilda degli Insegnanti/FGU di Forlì-Cesena e Rimini

Cesena, lunedì 8 marzo 2021

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Salute : Vaccini personale scolastico
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2021 22:57:59 (5 letture)

Open in new windowda Ministero della salute:

Vaccini personale scolastico: dati aggiornati al 7 marzo 2021 ore 12

Emilia-Romagna: 29.149 vaccini (Astra Zeneca*) somministrati al personale scolastico

(*) Il vaccino AstraZeneca, pare abbia una efficacia maggiore (attorno all’80%), rispetto al 60% scarso sinora indicato, ed è utile anche per gli over 55. Inoltre, in caso di contagio da Covid, permette in altissima percentuale di scongiurare il ricovero e la terapia intensiva. Sono gli esiti confortanti che stanno provenendo in questi giorni dai medici che hanno assistito i lavoratori della scuola (nel Lazio, Piemonte, Campania, Puglia, Emilia Romagna, Toscana e altre Regioni) in queste prime settimane di somministrazione del vaccino anti-Covid.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 5/3/2021 19:49:36 (11 letture)

Permessi vaccino Covid docenti e ATA: ecco come richiederli

di L. Ficara - 05/03/2021

Il piano dei vaccini per insegnanti e personale Ata è stato avviato, ma, a quanto è dato sapere, cammina a rilento. Solamente una minima percentuale del personale scolastico ha, per adesso ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca. La seconda dose è prevista tra tre mesi, quindi si prevede che tutti gli insegnanti e il personale Ata potranno terminare le vaccinazioni, rivendo le due dosi, non prima dell’autunno 2021.

Permessi vaccini e trattenuta Brunetta

Riguardo il problema dei vaccini per insegnanti e personale Ata, interviene l’on. Vittoria Casa del M5S e Presidente della Commissione Cultura della Camera dei deputati, con un’interrogazione parlamentare sui permessi docenti e la trattenuta Brunetta.

“In questi giorni sono stata contattata e sollecitata da molti docenti e personale ATA in merito ai permessi usufruiti per effettuare il vaccino. Non essendo una fattispecie specifica, il personale scolastico è infatti costretto a ricorrere ai permessi retribuiti o alle ferie per poter fare la vaccinazione anti Covid-19. Nel caso del personale supplente perfino a permessi non retribuiti”.

“In aggiunta a questo – dichiara la parlamentare – nel caso di assenza per malattia per effetti collaterali dovuti alla somministrazione del vaccino, scatta in base alla normativa vigente l’applicazione della cosiddetta ‘trattenuta Brunetta‘, ovvero un decremento stipendiale. Ho dunque presentato al Ministro dell’Istruzione un’interrogazione per sollecitare l’introduzione di un permesso ad hoc per il vaccino e per disciplinare i giorni di assenza dovuti alle eventuali conseguenze senza intaccare la retribuzione”.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Corriere Romagna.it" ed Forlì-Cesena
Inviato da admin_CUSMA il 4/3/2021 16:00:00 (13 letture)

COVID 19: Notizie flash da "Corriere Romagna Forlì-Cesena" 4 marzo 2021

Forlì: ULTIMO GIORNO IN CLASSE. STUDENTI A CASA DA OGGI
" La scuola e noi ragazzi abbiamo fatto il possibile per continuare a frequentare le lezioni in presenza".
Da oggi il ritorno alla DaD è più che una certezza per gli studenti delle scuole superiori del forlivese, ad eccezione delle classi quinte e per gli alunni con bisogni speciali.
In una settimana 530 contagi, i nuovi positivi salgono al 7,2%

Cesena: Tamponi e norme in contraddizione. Contro la DaD arriva il ricorso al TAR.
Genitori preparano la richiesta al Tribunale Amministrativo dopo l'ingresso in zona arancione (scuro).

E intanto secondo il presidente della Regione Bonaccini, rischiamo la "zona rossa", l'arancione non basta più.

LA MAPPA DEL CONTAGIO

provincia di Forlì-Cesena

totale: 22.640 - deceduti 629
dal 1 ottobre 2020: 20.148 + 296 di ieri - deceduti 433 +5 di ieri
ora in terapia intensiva: 12 + 2 di ieri.


provincia di Rimini

totale: 25.377 - deceduti 764
dal 1 ottobre 2020: 22.559 + 241 di ieri - deceduti 523 (invariato)
ora in terapia intensiva: 20 + 3 di ieri.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi - AziendaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 2/3/2021 15:52:53 (10 letture)

IL VINCOLO DEI 5 ANNI È A RISCHIO

di C. Forte - 2.03.2021

Nei prossimi giorni, probabilmente già domani, il ministero dell’istruzione presenterà ai sindacati una bozza di intesa per rimuovere l’obbligo di permanenza quinquennale nella sede di prima destinazione per i neo immessi in ruolo. È quanto è emerso all’esito di un incontro in videoconferenza, che si è tenuto ieri tra i rappresentanti del ministero e i segretari generali dei sindacati firmatari del contratto di lavoro della scuola, Gilda-Unams, Flc-Cgil, Cisl scuola, Uil scuola, e Snals. Dunque, si è aperto uno spiraglio per risolvere la questione del divieto di accesso alla mobilità introdotto da due disposizioni emanate nel 2018 e nel 2019.

La prima dispone che i docenti che sono stati immessi in ruolo a far data dal 1° settembre 2019 per effetto dello scorrimento della graduatoria del concorso indetto con il decreto 85/18 non possano partecipare alla mobilità per l’anno 2019/2020 e per i successivi 4 anni: 2020/21; 2021/22; 2022/23; 2023/24 (si veda l’articolo 13, comma 3, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, come modificato dalla legge 30 dicembre 2018, n. 145 art. 1, comma 792, lettera m), 3). La seconda prevede che i docenti immessi in ruolo con effetti a far data dal 1° settembre 2020 in poi, non possono chiedere il trasferimento, il passaggio, l’assegnazione provvisoria e l’utilizzazione per 5 anni scolastici.

Il vincolo non si applica a chi è in esubero oppure diventa perdente posto. Idem per i titolari dei benefici previsti dalla legge 104/92, a patto che i requisiti per averne titolo siano insorti dopo la data di presentazione delle domande di partecipazione al concorso (per effetto del quale sia stata disposta l’immissione in ruolo) o di aggiornamento delle graduatorie a esaurimento (dalle quali si è stati tratti per l’immissione in ruolo) (si veda l’articolo 1, comma 17-octies del decreto-legge 126/2019 convertito con legge 159/2019).

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5526 bytes | Commenti?
Comunicati : da USR Emilia Romagna
Inviato da admin_CUSMA il 2/3/2021 15:40:00 (11 letture)

USR Emilia Romagna

Conferimento incarico di Coordinatore regionale della funzione ispettiva tecnica

Bologna, 1 Marzo 2021

Si pubblica nota a firma del Direttore Generale Stefano Versari prot. n. 3886 del 1.02.02021, concernente il conferimento dell’incarico di Coordinatore della funzione ispettiva tecnica, di consulenza, studio e ricerca presso l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna
----------------------------------------------------------------------

- Ai Dirigenti e al Personale degli Uffici per funzione e per ambito territoriale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna
- Ai Rappresentanti delle OO.SS. regionali Area e Comparto Istruzione e ricerca e Funzioni centrali


Oggetto: Conferimento incarico di Coordinatore regionale della funzione ispettiva tecnica presso l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna

Secondo le indicazioni del Decreto Ministeriale 28 dicembre 2017, n. 1046, “Atto di indirizzo per l’esercizio della funzione ispettiva tecnica”, è stato conferito l’incarico dirigenziale di Coordinatore regionale della funzione ispettiva tecnica, di consulenza, studio e ricerca, presso questo Ufficio Scolastico Regionale.
L’incarico di che trattasi - in corso di invio agli organi di controllo - è stato conferito al dirigente tecnico di ruolo Davoli Paolo (dirigente ad interim dell'Ufficio X – Ambito Territoriale di Ravenna), che lo espleterà a decorrere dal 1 marzo 2021.

Il Direttore Generale
Stefano Versari

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
(1) 2 3 4 ... 777 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteMar 2021Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale