username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
(1) 2 3 4 ... 610 »
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 22 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 22/3/2017 19:52:26 (4 letture)

Approvati dal Senato i decreti su sostegno e istruzione professionale

R. Palermo - Mercoledì, 22 Marzo 2017

Si è concluso da poco presso la Commissione Cultura del Senato l'esame degli ultimi due schemi di decreti applicativi della legge 107 che restavano ancora in sospeso.

Il decreto più atteso era certamente quello su inclusione e sostegno.
La relatrice Francesca Puglisi ha presenato un parere favorevole con diverse osservazioni e condizioni che è stato approvato, nonostante il voto contrario delle opposizioni.
Analogo esito ha avuto il decreto sull'istruzione professionale.
Adesso la parola passa al Governo che dovrà approvare i testi definitivi degli 8 provvedimenti entro il prossimo 17 aprile.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : dalla delegazione Gilda al Miur - incontro del 21 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 21/3/2017 23:00:00 (11 letture)

Incontro MIUR-OOSS di martedì 21 marzo 2017

dalla delegazione Gilda

Oggi si è tenuto al MIUR un incontro tecnico per un primo esame della bozza di Circolare per il rinnovo delle Graduatorie d'Istituto dei docenti di II e III fascia e per la definizione dei moduli delle domande di mobilità dei licei musicali.
Sia per la Circolare che per i moduli i lavori sono ancora in corso, quindi quando avremo i testi definitivi ve li invieremo con sollecitudine.
A margine abbiamo chiesto della mobilità, in particolare se ci fosse un’ipotesi di termini e scadenze. Il dott. Bonelli ci ha detto che l’ipotesi di CCNI è stata inviata da poco all’IGOP e alla Funzione pubblica e che quando il CCNI tornerà certificato convocheranno le OOSS per la firma definitiva. Fino a quel momento non è possibile fare previsioni di termini e scadenze.
Ancora più oscura è la sorte della famosa chiamata per competenze e dei relativi criteri per “limitare la discrezionalità del Dirigente scolastico”: sia da parte del MIUR che degli altri sindacati c’è silenzio assoluto.
Siamo riusciti a strappare una demo sulle domande da presentare con istanze online per la prossima settimana.

La Delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Mobilità : da "La tecnica della scuola" del 21 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 21/3/2017 16:11:34 (29 letture)

Quali sono le sedi su cui puntare per il trasferimento?

Lucio Ficara - Martedì, 21 Marzo 2017


Una delle richieste più frequenti sulla mobilità 2017/2018 è: ” Come si possono individuare le 5 scuole in cui puntare per ottenere un trasferimento?”.
Come è spiegato nel comma 1 dell’art.8 dell’ipotesi di CCNI sulla mobilità 2017/2018 , i posti disponibili al fine di ottenere una probabile mobilità sono definiti dalle effettive vacanze risultanti all’inizio dell’anno scolastico per il quale si effettuano i movimenti, determinatesi a seguito di variazioni di stato giuridico del personale (es.: dimissioni, collocamento a riposo, decadenza, etc.) e sui posti disponibili dell’organico dell’autonomia comunicati a cura dell’ufficio territorialmente competente al sistema informativo nei termini che saranno fissati dalle apposite disposizioni ministeriali.
Quindi si aumentano le probabilità di successo di un trasferimento se si scelgono scuole in cui sono certi posti disponibili per i pensionamenti e per un noto aumento dell’organico dell’autonomia.
Infatti sono disponibili le cattedre ed i posti, istituiti ex novo per l’organico dell’autonomia di ciascun anno scolastico e sprovvisti di personale titolare. Sono altresì disponibili le cattedre ed i posti che si rendono vacanti per effetto dei movimenti in uscita, fatta salva la sistemazione del soprannumerario della provincia.

segue ...

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3055 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 20 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 20/3/2017 14:08:15 (24 letture)

Il fallimento dell'alternanza scuola lavoro: sfruttamento e disorganizzazione, anche al Nord

Fabrizio De Angelis - Lunedì, 20 Marzo 2017


Non c’è niente da fare: l’Alternanza Scuola Lavoro per il momento si è trasformata in molti casi nell’ennesima occasione persa.
Abbiamo già riportato casi in cui i progetti si siano rivelati vincenti e produttivi, ma è innegabile che siano stati tantissimi i percorsi che, tramite le denunce di insegnanti e studenti, abbiano trasformato quello che doveva essere un’esperienza formativa in mero sfruttamento.

E per una volta, l’Italia non sembra divisa in due in merito alla questione, visto che le lamentele di studenti sfruttati e non formati arrivano non solo dal Sud Italia, ma anche dalle regioni centro settentrionali.
La Rete degli Studenti Medi, si legge su Il Fatto Quotidiano, che raggruppa le associazioni delle scuole superiori attive in ogni città italiana, ha lanciato, sulla piattaforma www.alternanzagiusta.it, un questionario per monitorare l’alternanza scuola-lavoro e un numero verde, 800 194 952, a cui possono rivolgersi gli studenti.

segue ...





Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5663 bytes | Commenti?
Normativa : da "Regolarità e trasparenza nella scuola"
Inviato da admin_CUSMA il 20/3/2017 2:04:40 (12 letture)

Le visite specialistiche non devono rientrare nei 3 giorni di permesso per motivi personali

di Aldo Domenico Ficara - 19 marzo 2017

I permessi che il contratto ha previsto ad altro scopo (motivi personali o di famiglia), così come i permessi brevi o le ferie, non vanno obbligatoriamente utilizzati per giustificare assenze che hanno a che fare con la prevenzione della salute o con la malattia. A tal riguardo il Tar afferma che la legge ha previsto per l’effettuazione di visite mediche, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici il diritto a fruire di permessi retribuiti quando tali visite non siano immediatamente riconducibili a malattia. Dunque la legge ha introdotto una nuova fattispecie di permesso retribuito ed ha stabilito come lo stesso debba essere giustificato. Pertanto questi permessi retribuiti non devono rientrare nei limiti quantitativi previsti dai contratti per tutte le altre tipologie di permesso e per altro scopo ( ad esempio quelli per “motivi personali”, 3 soli giorni l’anno per gli Ata e 3 + 6 di ferie per i docenti nella scuola, art. 15 c. 2 del CCNL/07). Dunque si tratta di permessi aggiuntivi, cosi come sono da tempo aggiuntivi altri permessi previsti da specifiche norme di legge (ad esempio per la donazione del sangue).

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : da "La tecnica della scuola" del 20 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 20/3/2017 0:56:51 (37 letture)

Open in new window
Permessi 104, fruizione ad ore ma il giorno della settimana va cambiato
Alessandro Giuliani - Lunedì, 20 Marzo 2017

L’Aran chiarisce che è corretta la fruizione "oraria" dei tre giorni di permesso mensile previsti dalla Legge 104 del 1992: quindi, o si prendono tre giorni o 18 ore.
Il chiarimento è contenuto in un vademecum per risolvere i dubbi sollevati dalle amministrazioni pubbliche in fatto di permessi retribuiti.
L'Agenzia che si occupa di pubblico ha inserito questo e altri "orientamenti", derivanti dall’applicazione della normativa adottata per anni, in una "raccolta sistematica" ora pubblicata sul suo sito internet.
Si va dai permessi familiari a quelli per motivi di studio, passando, appunto, per la Legge 104 del 1992 sulla tutela dei disabili e di chi li assiste.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3393 bytes | Commenti?
Stampa : da OggiScuola.it del 18 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 18/3/2017 23:44:16 (168 letture)

Open in new window
Scene da un collegio docenti, l’esilarante racconto di un insegnante

di Riccardo Lestini, docente

Il più grande delirio organizzato dell’universo scolastico è il Collegio Docenti, ovvero quella riunione plenaria di tutto il corpo docente dell’Istituto che si tiene periodicamente nello spazio più ampio dell’edificio (aula magna, palestra o auditorium).


La scenografia di solito è in stile teatro elisabettiano, ovvero tra l’ultra minimalista e il neutro assoluto, ma di grande impatto simbolico: pedana rialzata con tavolo lungo e rettangolare dove al centro siede il preside dotato di microfono che funziona, mentre alla destra e alla sinistra siedono il vicario e i più stretti collaboratori dotati di microfoni che a volte funzionano a volte no. Abbandonato in un angolo, il microfono “gelato” per gli interventi dei docenti, che non funziona mai. Alle loro spalle uno schermo che proietta le slides dell’ordine del giorno, le sintesi dei punti principali e i testi di importanti documenti da leggere, di solito riportati in corpo così minuscolo che anche l’ingrandimento sullo schermo li rende indecifrabili. Davanti, la platea dei docenti, abbandonati in seggiole – se si tratta di aula magna o palestra – disposte a suon di bestemmie da forzuti bidelli tra l’ultima ora e le quattordici e cinquanta.

segue ...

Rango: 9.00 (4 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 16568 bytes | Commenti?
Aggiornamento professionale : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Rimini
Inviato da admin_CUSMA il 18/3/2017 18:49:21 (25 letture)

Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Rimini, 18 marzo 2017

Riconoscimento iniziative di formazione per il personale della scuola promosse da Enti e Associazioni a livello provinciale per l’anno scolastico 2017-2018 (Direttiva n. 170/2016)

____________________________________________

Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche statali della provincia di ogni ordine e grado
- Ai Coordinatori didattici delle istituzioni scolastiche paritarie della provincia di ogni ordine e grado
- All’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna Direzione Generale Ufficio III
- Ai Dirigenti degli Uffici di Ambito territoriale della regione
- Agli Enti / Associazioni interessati
- Alle OO.SS. Comparto Scuola
Loro sedi


A corredo della presente nota, vi sono N 1 allegato di cui 1 ottenuto per scansione degli originali.
Trattasi di copie informatiche degli originali cartacei “tenuti” presso questo ’Ufficio.
La presente sottoscrizione ne attesta la conformità.

Oggetto: Riconoscimento iniziative di formazione per il personale della scuola promosse da Enti ed Associazioni
a livello provinciale per l’anno scolastico 2017-2018 – Direttiva n. 170/2016


IL DIRIGENTE
Visti: gli artt. da 63 a 67 del CCNL - Comparto Scuola, quadriennio giuridico 2006/2009;
Viste: la Direttiva Ministeriale n. 170 del 21 marzo 2016, avente per oggetto “Accreditamento Enti di formazione”;
la nota MIUR prot. n. 19702 del 19 luglio 2016, avente per oggetto “Direttiva n. 170/2016 –
Prime istruzioni operative concernenti le procedure previste per i Soggetti che offrono formazione per il personale della scuola. Indicazioni attuative”;
la nota dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna - Ufficio III - prot. n. 14762 del 23 settembre 2016 avente per oggetto “Riconoscimento attività di formazione rivolte al personale della scuola ai sensi della Direttiva Ministeriale n. 170/2016. Criteri applicativi
regionali: scadenza 15 ottobre 2016”;
la Nota di questo Ufficio prot. n. 4862 del 3 ottobre 2016, avente per oggetto “Istanza riconoscimento attività di formazione per l'a.s. 2017-2018 rivolte al personale della scuola ai sensi della Direttiva Ministeriale n. 170/2016 per attività a carattere provinciale o
interprovinciale (comunque entro l'ambito regionale): scadenza 15 ottobre 2016";
le istanze pervenute entro la data del 15 ottobre 2016;
Considerato che le domande presentate rispettano i requisiti formali previsti dalla normativa vigente,
accertati dalla Commissione all’uopo istituita con Disposto prot. n. 276 del 30-01-2017;

DISPONE

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6547 bytes | Commenti?
Attività sindacale : vittoria Gilda ...
Inviato da admin_CUSMA il 21/3/2017 23:40:00 (41 letture)

Open in new window
ALGORITMO MOBILITA' - VITTORIA DEL SINDACATO GILDA!


Mobilità docenti 2016/2017: il TAR ordina al Miur il rilascio dell’algoritmo sul ricorso Gilda.

martedì 21 marzo 2017


È di poche ore fa la sentenza emessa dal Tar del Lazio che condanna il Miur all’ostensione del famoso “algoritmo” di calcolo che ha gestito il software relativo ai trasferimenti interprovinciali del personale docente sulla mobilità 2016, che ha deciso la sorte professionale di numerosi docenti coinvolti.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3185 bytes | Commenti?
Formazione : da "La tecnica della scuola" del 20 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 21/3/2017 16:38:12 (20 letture)

Piano formazione: si attendono chiarimenti dal Miur

R. Palermo - Lunedì, 20 Marzo 2017

Reti di scuole e ruolo delle scuole polo sono questioni problematiche del Piano nazionale di formazione.
Dell'argomento si è discusso nei giorni scorsi, ma senza nessun esito concreto, in un incontro fra sindacati e tecnici del Ministero.
I sindacati - hanno ribadito la loro posizione sugli aspetti salienti del piano.
Intanto, secondo le organizzazioni sindacali le scuole non avrebbero nessun obbligo di aderire alle reti, pena una grave lesione della loro autonomia.
Inoltre è stato ribadito che la formazione del personale va assicurata a tutti i docenti e ata a prescindere dall’adesione della propria scuola alla rete di scopo o di ambito. Si tratta di un punto nodale perchè per il momento gli uffici regionali hanno dato indicazioni diverse: lo stanziamento, in quasi tutte le regioni, è stato assegnato alle scuole polo che dovranno gestire in prima persona il piano di attività per tutto il territorio, con le difficoltà organizzative facilmente prevedibili.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2333 bytes | Commenti?
ATA : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 20/3/2017 17:20:00 (27 letture)

Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì, 20.03.2017

Indizione dei concorsi per titoli personale ATA. Indizione concorsi nell'anno scolastico 2016/2017. Graduatorie a.s. 2017/2018.


Si tramette la nota relativa all’oggetto per la pubblicazione all’albo e la maggiore diffusione possibile.

Sul sito dello scrivente Ufficio, oltre alla nota allegata, sono pubblicati anche i bandi relativi alle qualifiche previste per questa provincia, i modelli di domanda e i relativi allegati e la nota del MIUR prot. n. 8654 del 28/2/2017.
___________________________________________

AI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA PROVINCIA
LORO SEDI
ALLE OO.SS. LORO SEDI
ALL’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER
L’EMILIA ROMAGNA - DIREZIONE GENERALE
- Ufficio I - BOLOGNA


Oggetto: Indizione e svolgimento dei concorsi per titoli per l’accesso ai ruoli provinciali, relativi ai profili professionali dell’area A e B del personale, tecnico, amministrativo e ausiliario, ai sensi dell’art. 554 del D.Lvo. 16.04.1994, n. 297 ed in base all’O.M. n. 21 del 23 febbraio 2009. Graduatorie a.s. 2017/2018.

Si informa che il Direttore Generale Regionale per l’Emilia-Romagna, con Circolare Regionale prot. n. 4605 del 17/03/2017, ha fissato per il giorno 20 marzo 2017 la
data di pubblicazione dei bandi di concorso indicati in oggetto.
Per quanto concerne questa Provincia, i bandi dei concorsi per titoli riguardano i seguenti profili professionali del personale A.T.A. della Scuola:
AREA A
Profilo Collaboratore Scolastico Decr. Prot. n. 115 del 15/03/2017
AREA AS
Profilo. Addetto alle aziende Agrarie Decr. Prot. n. 113 del 15/03/2017
AREA B
Profilo Assistente Amministrativo Decr. Prot. n. 112 del 15/03/2017
Profilo Assistente Tecnico Decr. Prot. n. 114 del 15/03/2017
Profilo Cuoco Decr. Prot. n. 116 del 15/03/2017
Profilo Guardarobiere Decr. Prot. n. 117 del 15/03/2017
Profilo Infermiere Decr. Prot. n. 118 del 15/03/2017

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6594 bytes | Commenti?
Comunicati : da "La tecnica della scuola" del 20 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 20/3/2017 14:04:48 (24 letture)

Tfa sostegno: le date dei test spostate a data da destinarsi

Lara La Gatta - Lunedì, 20 Marzo 2017


Non si svolgeranno più il 19 e 20 aprile, come previsto dal D.M. 10 mazo 2017, le prove selettive per l'accesso ai corsi di specializzazione per le attività di sostegno.

Il Miur ha infatti trasmesso alle Universtità e al Cineca il decreto del 17 marzo, con il quale comunica che le date previste per i test verranno spostate e quindi gli Atenei sono invitati a sospendere la pubblicazione dei relativi bandi.
"Bene ha fatto i MIUR a sospendere il DM 141 sui corsi di specializzazione per il sostegno, invitando le Università a non procedere all’emanazione dei bandi in attesa di ulteriori comunicazioni! ha dichiarato Maddalena Gissi, segretaria generale Cisl Scuola. "Che ci sia qualcosa da rivedere ci sembra più che evidente, e non può trattarsi solo delle date di svolgimento dei test di ammissione: troppi gli squilibri nel numero di accessi previsti dai diversi Atenei, una situazione incomprensibile e insostenibile, come abbiamo già denunciato".

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2042 bytes | Commenti?
Mobilità : da "La tecnica della scuola" del 19 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 20/3/2017 1:04:55 (27 letture)

Come vengono esaminate le preferenze della mobilità 2017/2018?

Lucio Ficara - Domenica, 19 Marzo 2017

Nella domanda di mobilità 2017/2018 la scelta delle preferenze delle scuole, degli ambiti e anche delle province, può essere determinate.

La scelta delle preferenze puntuali di singole scuole è limitata ad un massimo di cinque istituzioni scolastiche. Infatti nel comma 1 dell’art.6 dell’ipotesi di CCNI mobilità 2017/2018 è scritto che ciascun docente potrà esprimere con un’unica domanda fino a quindici preferenze di cui al massimo cinque scuole, sia di ambiti diversi che del proprio ambito, sia per la mobilità provinciale che per quella interprovinciale, in tale ultimo caso sarà possibile esprimere anche codici sintetici delle province.
Scegliere cinque scuole piuttosto che altre cinque, potrebbe fare la differenza per ottenere il trasferimento e per mantenere oppure conquistare la titolarità su scuola.
Per capire come vengono esaminate le preferenze è utile conoscere il comma 2 dell’art.6 del suddetto contratto integrativo della mobilità, in cui è spiegato che la mobilità all’interno della provincia precede quella interprovinciale, secondo quanto disciplinato dall’allegato 1 riguardante l’ordine delle operazioni nei trasferimenti e nei passaggi del personale docente ed educativo. In tale norma è anche specificato che le preferenze espresse nella domanda sono esaminate nell’ordine riportato in quest’ultima.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3732 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 19 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/3/2017 19:51:06 (13 letture)

Mobilità, precedenze da contratto da rifare: prima il docente che assiste il figlio disabile

Alessandro Giuliani - Domenica, 19 Marzo 2017


Arriva un’altra pronuncia dei giudici a favore dei genitori che assistono figli disabili gravi. La quale potrebbe avere effetti pure sul nuovo contratto sulla mobilità.

A fornirla sono i giudici del Tribunale del lavoro di Genova, che con sentenza depositata lo scorso 14 marzo hanno accolto il ricorso proposto da una docente, genitore di disabile grave ai sensi dell’art.3 comma 3 della L.104/92, la quale lamentava il mancato riconoscimento della precedenza assoluta in sede di operazioni di mobilità.
Condividendo le tesi difensive degli avvocati Dino Caudullo e Mauro Meli, difensori della docente, il tribunale ligure ha ricostruito il quadro normativo della materia, evidenziando che, nel settore scolastico opera una disciplina speciale, contenuta nell’art. 601 del d.lgs. n. 297/94, secondo cui gli artt. 21 e 33 della legge n. 104/92 “si applicano al personale di cui al presente testo unico” e “comportano la precedenza all'atto della nomina in ruolo, dell'assunzione come non di ruolo e in sede di mobilità”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2325 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 18 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 18/3/2017 23:21:03 (40 letture)

Decreti L.107, alle superiori sempre meno ore di italiano, matematica e cultura di base

A. Giuliani - Sabato, 18 Marzo 2017

Negli anni Novanta la prima “sforbiciata”, nel 2008 quella imposta da Tremonti e Gelmini, ora si sta compiendo un altro “ritocco”. Sempre al ribasso.
Stiamo parlando delle ore di didattica "tradizione", delle materie di base, nella scuola superiore, la cui parabola discendente non sembra avere mai fine: perché lo schema di decreto legislativo recante la revisione dei percorsi dell’istruzione professionale, l’Atto 379, prevede una ulteriore potenziale riduzione di ore. A scegliere se adottarla o neno saranno le scuole, o meglio il Collegio dei docenti. Ma la “licenza” per farlo c’è.
Lo spiega l’Usb Scuola, che parla di “disarticolazione del percorso quinquennale in un biennio seguito da un triennio articolato in un terzo un quarto e quinto anno, con 264 ore del biennio” che “potranno essere ‘personalizzate’ (a vantaggio delle discipline professionalizzanti ndr) o anche, dal secondo anno, sostituite da attività di alternanza scuola-lavoro o contratti di apprendistato”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3977 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 610 »

Cerca

Ricerca avanzata

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteMar 2017Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
MiloMcKeri 23/3/2017
Albinoturc 15/3/2017
castronuov 21/11/2016
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016
Matilde_00 28/6/2016
carlasulm 20/6/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale