username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
(1) 2 3 4 ... 604 »
Comunicati : Interrogazione parlamentare
Inviato da admin_CUSMA il 20/2/2017 15:40:00 (8 letture)

Open in new window
Interrogazione parlamentare al Miur - (Senato), su presunti "compensi esagerati" assegnati ai collaboratori del ds, a carico del FIS

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-07007

Atto n. 4-07007

Pubblicato il 15 febbraio 2017, nella seduta n. 763


CIAMPOLILLO , BUCCARELLA - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. -
Premesso che:
il comma 329 dell'articolo 1 della legge n. 190 del 2014 (legge di stabilità per il 2015) ha abrogato l'articolo 459 (come modificato dall'art. 19 del decreto-legge n. 98 del 2011, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 111 del 2011) del decreto legislativo n. 297 del 1994, e ha rinviato la disciplina dell'istituto dell'esonero o del semi esonero dall'insegnamento, di cui può beneficiare il vicario o collaboratore del dirigente scolastico, alla legge di riforma della scuola, legge n.107 del 2015;
con la nota n. 1875 del 3 settembre 2015, il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ha autorizzato le scuole per l'anno accademico 2015/2016 a procedere alle nomine dei vicari con esonero o semi esonero e alle relative sostituzioni, in attesa del completamento della fase C, secondo le procedure previste dal menzionato art. 459 del decreto legislativo n. 297 del 1994;

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 8540 bytes | Commenti?
Stampa : da "OggiScuola.it" del 18 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/2/2017 19:30:00 (40 letture)

Open in new window
Docenti denunciano: “I ds ci obbligano a mettere voti alti, il motivo è nella legge 107”

Oggiscuola, 18.2.2017


– E’ una denuncia forte quella che arriva da una docente siciliana che su Facebook ha lanciato una vera e propria bomba sui dirigenti scolastici. Nel post, infatti, scrive che i presidi dispotici sono soliti inveire contro gli insegnanti che mettono insufficienze agli alunni nel corso del primo quadrimestre. Un fatto che, seppur gravissimo, non sembra aver scosso i colleghi più di tanto. Pare, infatti, che questa sia una pratica molto diffusa.

“In alcune scuole – scrive – sono stati convocati consigli di classe straordinari. Sotto accusa gli insegnanti che devono giustificare i volti bassi e che dopo dure reprimende per non aver saputo motivare i ragazzi ne saputo adottare strategie didattiche efficaci, dovranno rimodulare i programmi per i discenti in difficoltà e riempire decine e decine di moduli online dove segnalare le carenze riscontrate”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2183 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 18 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/2/2017 18:45:24 (17 letture)

Decreti della legge 107: inizia (a rilento) il dibattito in Parlamento

Reginaldo Palermo - Sabato, 18 Febbraio 2017

Prende avvio nei prossimi giorni nelle Commissioni parlamentari il dibattito sugli schemi dei decreti legislativi previsti dalla legge 107.

Esaminando con attenzione gli ordini del giorni delle commissioni Cultura di Camera e Senato non tutto torna.
Al Senato, per esempio, sono richiamati 7 degli 8 decreti: manca infatti quello sulle scuole italiane all'estero di cui si parlerà invece martedì 21 alle 12,30 in Commissione Cultura della Camera.
Peraltro va anche detto che al Senato sono previste in settimana solamente due sedute: martedì 21 alle ore 15 e mercoledì 22 alle ore 16
Alla Camera martedì 21, subito dopo l'esame del decreto sulle scuole all'estero, si lavorerà sul provvedimento in materia di reclutamento.
Sempre alla Camera, mercoledì 22 prenderà avvio il dibattito su altri 4 decreti: istruzione professionale, diritto allo studio, cultura umanistica e valutazione.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1710 bytes | Commenti?
Comunicati : da OrizzonteScuola.it - 17 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/2/2017 22:50:00 (74 letture)

Mobilità docenti 2017: elenco sovrannumerari per provincia e classe di concorso e titolari su provincia

di redazione 17.02.2017


Nell’ambito delle operazioni propedeutiche alla mobilità del personale docente per l’a.s. 2017/18 mettiamo a disposizione dei nostri lettori due file:
- uno contenente il numero dei sovrannumerari per ogni classe di concorso, distinto per provincia e
- l’altro dei titolari, sempre per classe di concorso, dei titolari su provincia.
In base all’art.6 comma 9, infatti, “Prima di eseguire la mobilità, si procede alla assegnazione dell’ambito di partenza nei confronti di tutti gli insegnanti comunque già di ruolo ed attualmente in attesa di sede ad eccezione del personale immesso in ruolo su sede provvisoria e del personale immesso in ruolo ai sensi dell’art 1 comma 98 lettere b) e c) della legge 107/15 che non ha ottenuto la titolarità su ambito territoriale. Pertanto il personale titolare su provincia o comunque privo di sede, prima dell’inizio delle operazioni e comunque entro la data prevista dall’OM che annualmente regola le operazioni di mobilità, deve essere assegnato a domanda o d’ufficio ad un ambito territoriale, anche in soprannumero , per consentire a quest’ultimo la partecipazione ai trasferimenti. In caso di assegnazione d’ufficio si attribuisce l’ambito corrispondente alla scuola di servizio se ubicata nella provincia di titolarità, diversamente quello corrispondente all’ultima scuola di titolarità o il primo ambito della provincia”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2453 bytes | Commenti?
Graduatorie : miur> adempimenti successivi inserimento grad. ist. DDG dell' 11/01/ 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/2/2017 22:10:00 (10 letture)

MIUR: adempimenti successivi inserimento graduatoria di istituto - DDG dell' 11/01/ 2017

Giovedì 16 Febbraio 2017

Nota prot 6792 del 16-02-2017 - Graduatorie di istituto personale docente ed educativo. D.D.G. n. 3 dell’11 gennaio 2017. Apertura funzioni POLIS per l’inserimento del titolo di specializzazione per il sostegno e per la scelta delle sedi (mod. B). Presentazione del modello B1 per i Licei musicali e coreutici

Allegati:

File

- (MIUR.AOODGPER.REGISTRO_UFFICIALE(U).0006792.16-022017[1]
- (Modello_5_febbraio2017.pdf)Modello_5_febbraio2017
- (Modello_B1_Finestre_.pdf)Modello_B1_Finestre_
- Modello_B_Finestre_febbraio2017
- Nota sedi V finestra-signed

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 17 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/2/2017 21:28:18 (19 letture)

Open in new window
Alternanza scuola-lavoro, le aziende rifiutano gli stage. Farli d’estate? Fedeli: si può

Alessandro Giuliani - Venerdì, 17 Febbraio 2017

Nelle scuole superiori sta presentando più di qualche problema il potenziamento delle attività scuola-lavoro previste dal comma 33 della Buona Scuola.
Soprattutto nei licei e al Sud, gli istituti trovano difficoltà ad organizzare gli stage. Anche quando le aziende sono disponibili ad accogliere gli studenti, i tutor scolastici fanno spesso fatica a trovare una sede. Perché i periodi richiesti delle scuole si accavallano: il “posto” risulta quindi occupato.
Ecco, che allora spunta l’idea di spostare le date di svolgimento del periodo di formazione in “loco”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4078 bytes | Commenti?
Attività sindacale : dalla delegazione Gilda al Miur - incontro del 16 febbraio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 16/2/2017 23:04:03 (11 letture)

dalla delegazione Gilda al Miur

RESOCONTO INCONTRO MIUR 16 FEBBRAIO SU AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ISTITUTO

Si è svolto stamani presso la Direzione Generale del Personale del MIUR un incontro avente per oggetto l’informativa sull’aggiornamento della II e III fascia delle graduatorie di istituto.
La dottoressa Valentina Alonzo ha comunicato alle OO.SS. che, essendo stato rinviato l’aggiornamento delle GaE al 2018/19, le graduatorie di I fascia resteranno bloccate, mentre si procederà all’aggiornamento di quelle di II e III fascia.
Con l’aggiornamento sarà possibile modificare l’elenco delle sedi precedentemente scelte, gli insegnamenti richiesti e i relativi punteggi.
Al momento non ci è stata fornita alcuna bozza del D.M. e delle tabelle allegate.
La nostra delegazione ha chiesto che venga riconosciuto un punteggio a coloro che, pur avendo superato le prove concorsuali, non sono stati inseriti in graduatoria di merito in quanto non rientranti nel 10% previsto.
Si è chiesto inoltre che per i docenti di strumento musicale il MIUR specifichi nel D.M. che la tabella da utilizzare sia la numero 3 allegata al D.M. delle GaE al fine di evitare difformità di valutazione tra le scuole.
Il prossimo incontro sull’argomento è previsto nella prima settimana di marzo.

La delegazione GILDA

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Il fatto quotidiano" del 16 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 16/2/2017 22:43:12 (40 letture)

Open in new window
I presidi più pazzi del mondo

di Alex Corlazzoli – Il Fatto Quotidiano – 16 febbraio 2017


Scuola che vai, preside che trovi. Dalle multe al “ballo fascista”

Il “bestiario” – Circolari stravaganti o vessatorie, sessismo e richieste di video allegati ai curricula dei prof: quante ne fanno i capi d’istituto.
Sarà che l’autonomia scolastica li fa sentire manager, sarà che i presidi hanno sempre fatto come credevano ma l’antologia delle stravaganze dei capi d’istituto si arricchisce quasi ogni giorno di nuovi episodi. C’è chi inventa il “Gran ballo in epoca fascista” e chi pretende il video allegato ai curricula dei docenti, chi ridacchia mimando il palpeggiamento del fondo schiena di una studentessa e chi impone multe salate a chi occupa o pagamenti non dovuti per far quadrare i conti. Da ultima la dirigente dell’istituto “Micheli” di Roma, Anna Maria Altieri, passerà alla storia per l’iniziativa del “Gran Ballo in Epoca Fascista” organizzato per gli scolari della media “Alessi” il primo aprile. [segue …]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2541 bytes | Commenti?
Attività sindacale : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 20/2/2017 15:00:00 (2 letture)

Uat di Forlì-Cesena Rimini sede di Forlì, 20 feb. 2017

Convocazione per lunedì 27/2/2017 delle OOSS


Si trasmette la nota prot.740 del 20/2/2017 relativa all’oggetto.

Cordiali saluti
_____________________________________________

MIUR.AOOCSAFO.REGISTRO UFFICIALE(U).0000740.20-02-2017


Alle Organizzazioni Sindacali
Comparto Scuola
Loro Sedi


Oggetto: Convocazione


Le SS.LL. sono invitate ad un incontro presso questi uffici in Forlì, viale Salinatore 24, il giorno 27 febbraio p.v. alle ore 9,30 per esaminare e trattare i seguenti punti all’ordine del giorno:

1. Informativa operazioni mobilità personale docente a.s. 2017/18;
2. Informativa organico unico dell’autonomia personale docente;
3. Varie ed eventuali.

Il Dirigente
Giuseppe Pedrielli

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 18 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/2/2017 19:23:16 (23 letture)

Organici e posti di potenziamento: Nessuno potrà avere certezze

Lucio Ficara - Sabato, 18 Febbraio 2017


Pensare che i posti di potenziamento che sono una parte dell’organico dell’autonomia rimangano invariati per un triennio, è un errore di valutazione.

Infatti nessuna certezza può esserci sulla piena e totale conferma dei posti di potenziamento assegnati alle singole istituzioni scolastichenel 2016/2017 anche per il prossimo anno scolastico. Infatti nella nota Miur sugli organici per l’anno scolastico 2017/2018 ci sarà scritto che i Direttori degli Uffici scolastici regionali, previa informativa alle Organizzazioni sindacali, potranno operare compensazioni tra le dotazioni organiche dei vari gradi e articolazioni di istruzione, compresa la scuola dell'infanzia.
L’unica certezza è che il numero totale dei posti di potenziamento previsti dalla tabella 1 allegata alla legge 107/2015 verrà rispettato anche per l’anno scolastico 2017/2018 e che si andranno a tutelare i docenti titolari nelle rispettive autonomie scolastiche, ma non è assolutamente certo che ogni istituzione scolastica avrà confermate le stesse classe di concorso o gli stessi equilibri di organico fra indirizzi diversi.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3224 bytes | Commenti?
Graduatorie : è tempo di graduatorie interne di istituto
Inviato da admin_CUSMA il 18/2/2017 18:30:00 (23 letture)

Open in new window
Graduatoria interna di istituto: calcolo preruolo, servizio, precedenze ed esigenze di famiglia con esempi. Modelli domanda.

di redazione - febbraio 2017

Ricordiamo che per quest’anno sono 3 in particolare le novità rispetto al passato:

1. Graduatoria unica che comprenderà i docenti titolari di scuola e i docenti titolari di ambito;

2. Anche il neo immesso in ruolo a settembre 2016 sarà graduato nell’attuale sede di servizio in quanto potrebbe essere dichiarato perdente posto;

3. Negli istituti di I e II grado ai fini della formulazione della graduatoria non si farà piu la distinzione di “sedi associate” o di “diversi organici” (con alcune eccezioni).

Particolare attenzione si è quindi data alle novità e poi al calcolo del pre ruolo, della continuità del servizio, nonché delle precedenze e delle esigenze di famiglia sottolineando le differenze che intercorrono tra il calcolo da effettuare nel trasferimento a domanda e quello relativo invece alle graduatorie interne di istituto.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 17/2/2017 22:27:44 (11 letture)

Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì, 15.02.2017

Personale docente –Graduatorie di circolo e di istituto


MIUR.AOOCSAFO.REGISTRO UFFICIALE(U).0000629.15-02-2017

Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche statali della provincia
LORO SEDI
e p.c. Alle OO.SS. Scuola della Provincia
LORO SEDI


Oggetto: Personale docente –Graduatorie di circolo e di istituto

Pervengono segnalazioni a questo ufficio, in riferimento all’oggetto, di contratti a tempo determinato stipulati
attingendo dalle domande di messa a disposizione.
A questo proposito giova ricordare che per le assunzioni da “messa a disposizione” vigono le stesse identiche regole che vigono per il personale inserito in graduatoria di circolo e di istituto e pertanto:
1) i titoli di accesso sono quelli tassativamente elencati all’art. 2 del Decreto Ministeriale 22 maggio 2014,
n.353. In particolare si ribadisce e si sottolinea quanto riportato al comma 1 – punto 7) del predetto articolo
per cui “Il titolo conseguito nei corsi sperimentali dell’istituto magistrale è valido purché corrisponda al
diploma di “Maturità magistrale”, secondo l’indicazione contenuta nel decreto ministeriale istitutivo dei corsi
medesimi”. In tali casi è pertanto necessario verificare con la scuola che ha rilasciato il titolo.
2) anche per queste vige il vincolo obbligatorio della presentazione ad una sola provincia. La nota MIUR prot.
24306 del 1/9/2016 lo ribadisce espressamente, se pure con riferimento ai posti di sostegno “ . Le domande
di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti in
alcuna graduatoria di istituto e per una sola provincia da dichiarare espressamente nell’istanza e, qualora
pervengano più istanze, i dirigenti scolastici daranno precedenza ai docenti abilitati. In ogni caso, le
domande di messa disposizione rese in autocertificazione ai sensi del DPR 445/00, eventualmente integrate se già presentate, devono contenere tutte le dichiarazioni necessarie per consentire la verifica puntuale dei suddetti requisiti da parte dei dirigenti scolastici, “ Se tale regola vale sia per coloro che sono in graduatoria di istituto sia per le messe a disposizione del sostegno, parimenti deve essere applicata anche alle messe a disposizione per posto comune.
Si invitano pertanto le SS.LL. a porre la massima cura nel vigilare per il rispetto delle suddette disposizioni.

Il Dirigente

f.to dott. Giuseppe Pedrielli

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 17 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/2/2017 21:35:16 (36 letture)

Open in new window
Flop per la Carta del Docente: il 60% dei prof non ha speso i 500 euro

Andrea Carlino - Venerdì, 17 Febbraio 2017


Nemmeno il 50% degli insegnanti ha attivato la Card del docente, se rovesciassimo il discorso potremmo dire che la maggiore dei prof (il 60%) non ha ancora speso i 500 euro per l'aggiornamento.
I dati, resi noti da "Repubblica" certificano una situazione che già si era delineata da tempo. Il meccanismo per l'accredito dei 500 euro è farraginoso (e non sempre va a buon fine). Inoltre sono ci sono difficoltà (come più volte la stessa Tecnica della Scuola ha evidenziato) anche per gli stessi enti nel registrarsi sul portale.
I 380 milioni previsti da "La Buona Scuola" per acquisto di hardware, software, libri e corsi di aggiornamento non hanno sortito l'effetto sperato. Ad oggi sono "solo" 305mila i docenti che hanno acquistato un'identità digitale: il 40% dei 762mila.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2096 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 17 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/2/2017 21:20:18 (57 letture)

l docente rifiuta il cambio di orario perché lo ritiene illegittimo

Lucio Ficara - Venerdì, 17 Febbraio 2017

Un professore di matematica di un liceo scientifico, si presenta in classe per fare lezione, come da suo orario scolastico, ma trova una sorpresa.
La classe è stata dirottata, per decisione della Dirigente scolastica e non del Consiglio di classe, a seguire un convegno in aula magna, quindi salta l’ora di matematica e il docente privo di classe è invitato, con un pizzino scritto dalla vicaria, a svolgere un’ora di supplenza in un’altra classe.
Il docente contrariato dall’assenza illegittima della classe e dal fatto di non essere stato avvisato in tempo di questo cambiamento di orario, si rifiuta di andare nell’altra classe e chiede immediatamente un ordine di servizio in cui venga chiarito il motivo dell’inaspettato cambio di orario. La vicaria della scuola sostiene di essere delegata alle sostituzioni dei docenti e che il foglietto in cui è scritta la classe dove il docente di matematica si deve recare, equivale a tutti gli effetti ad un ordine di servizio da eseguire immediatamente. La vicaria inoltre sostiene che il non eseguire la supplenza indicata nel foglietto, potrebbe comportare per il docente non obbediente una sanzione disciplinare per il mancato ordine di servizio.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3803 bytes | Commenti?
Stampa : da "Repubblica.it" 16 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 16/2/2017 22:50:00 (23 letture)

“I precari della scuola sono di serie B”

La denuncia dei sindacati: la riforma Madia assume dopo tre anni, i supplenti (della scuola) invece saranno licenziati se entro il 2019 non avranno l’immissione in ruolo. “Una disparità che va corretta, intervenga il governo”

di S. Intravia - 16/02/2017

Due pesi e due misure o, se preferite, precari di serie A e precari di serie B. Secondo il piano Madia, per eliminare in tempi ristretti il precariato della Pubblica amministrazione basteranno tre anni di lavoro a tempo determinato anche non continuativo (e avere superato un pubblico concorso) per accedere ad una procedura che riserverà la metà dei posti disponibili al personale interno con contratti di lavoro flessibile: i precari, appunto. Gli stessi anni, tre, che basteranno ad un supplente della scuola per essere licenziato, anziché essere assunto, se entro il 2018/2019 non arriverà l’immissione in ruolo. [...]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3931 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 604 »

Cerca

Ricerca avanzata

Prossimi eventi
  (continua) - 21:30
Direzione provinciale

Calendario
Mese PrecedenteFeb 2017Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
castronuov 21/11/2016
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016
Matilde_00 28/6/2016
carlasulm 20/6/2016
peppe 28/2/2016
Alessio 30/1/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale