username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Sondaggio
Sei favorevole alla regionalizzazione della scuola?
No
Non saprei
Non ho ancora approfondito l'argomento
« 1 ... 680 681 682 (683) 684 685 686 ... 713 »
Mobilità : dalla nostra delegazione - Mobilità 2010-2011: proseguono gli incontri al MIUR.
Inviato da admin_CUSMA il 11/11/2009 20:40:00 (596 letture)

Mobilità 2010-2011: proseguono gli incontri al MIUR.

Roma 10.11.2009 - Come in precedenza preannunciato, durante l' incontro odierno si è effettuata la manutenzione del testo relativa ai primi 7 articoli del CCNI precedente.

La dott.ssa Palermo, dirigente della mobilità del MIUR, ha consegnato alle OO.SS. i tabulati relativi alla mobilità 2009/10 suddivisa per province, gradi d' istruzione ed ordini di scuole ed ha presentato il testo di un articolo che, in applicazione di una direttiva dell'U.E., prevede che vengano riconosciuti i servizi prestati nelle scuole di ogni ordine e grado, statali o riconosciute, di paesi appartenenti all'UE, che sono equiparati ai corrispondenti servizi prestati nelle scuole italiane anche prima dell' ingresso dello stato nell'UE (L. 101/08). Tali servizi saranno valutabili purchè certificati dall' autorità diplomatica italiana nello Stato estero. Un'apposita commissione dovrebbe essere istituita presso gli UU.SS.RR. per dichiararne la corrispondenza con i servizi prestati nelle scuole italiane.

Su questo punto la nostra delegazione ha proposto di valutare esclusivamente il servizio delle scuole statali, altrimenti si dovranno rivedere tutte le tipologie di servizi prestati nelle scuole non statali italiane, in quanto è impensabile il riconoscimento di servizi esteri e non di quelli italiani prestati alle medesime condizioni, ma attualmente non valutati. La proposta d'istituire una commissione regionale abilitata a riconoscere la corrispondenza di tali servizi a quelli prestati in Italia lascia perplessa la FGU, in particolare per la ristrettezza dei tempi che rischiano di far slittare la tempistica della mobilità.

Questi gli altri punti salienti dell’incontro di oggi:

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2907 bytes | Commenti?
Stampa : da italiaOggi - Azienda Scuola: Inutile il Tar, la Gelmini si salva
Inviato da admin_CUSMA il 10/11/2009 18:38:34 (587 letture)

Inutile il Tar, la Gelmini si salva

di A. Ricciardi

Il arrivo il sì definitivo al decreto su precari e graduatorie, congelato il commissariamento
Un buco nell'acqua anche l'ultima sentenza sui 7 mila docenti

Alla fine sarà fatica sprecata anche l'ultima ordinanza del Tar Lazio, quella che nei giorni scorsi, su ricorso dell'associazione Anief, ha condannato il ministro dell'istruzione, Mariastella Gelmini, a inserire nelle graduatorie dei docenti -a pettine, in base al punteggio maturato, e non più coda- circa 7 mila precari. Un vero boomerang che, sommato agli effetti dell'analoga decisione degli inizi di ottobre (aveva riguardato circa 300 docenti), avrebbe portato a stravolgere gli incarichi già assegnati ai supplenti e a commissariare la stessa Gelmini.
Fatica sprecata perché entro questa settimana, al massimo la prossima, il senato licenzierà senza modifiche il cosiddetto decreto salva-precari. Già approvato alla camera, il decreto legge (134/2009) sarà convertito in legge con anticipo rispetto alla scadenza del 24 novembre. segue......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3421 bytes | Commenti?
Riforme : La riforma Gelmini alle superiori. Tagli agli Istituti Tecnici e Professionali - Forlì che cosa perde?
Inviato da admin_CUSMA il 9/11/2009 19:50:00 (647 letture)

Forlì 9.11.2009 - La riforma Gelmini alle superiori. Tagli agli Istituti Tecnici e Professionali - Forlì che cosa perde?
Appello dell'assessore provinciale Baravelli "C'è bisogno di buonsenso".
Soltanto nella riunione a Bologna presso l'USR del prossimo 20 novembre si riuscirà ad avere la mappa precisa delle proposte che dal Miur sono state ipotizzate alle Regioni, per raccogliere un importante parere tecnico a proposito della razionalizzazione delle fasce di studio, numeri degli organici di docenti e personale ata. Al momento si da per certa la penalizzazione degli Istituti Tecnici (ITIS in primis) e anche di quelli professionali.
Nella bozza di riforma, peraltro non ancora definitiva, grazie ai bilanciamenti di scelte in sede regionale si cercherà per il prossimo anno scolastico 2010/11 di perdere il meno possibile. Alcune anticipazioni sul territorio forlivese però ci sono. L'Itis Marconi ad esempio dovrà rinunciare ad almeno tre corsi nei suoi indirizzi. Il G. Saffi manterà l'indirizzo moda e quello chimico biologico, l'ITAER dovrebbe rimanere invariato anche se pare improbabile che nel territorio forlivese rimangano i tre tecnici con i relativi indirizzi. Una certezza c'è già, ovvero i tecnici passeranno dalle attuali 36 a 32 ore. Non si prevedono modifiche per il liceo classico Morgagni, per quello delle scienze umane e per l'artistico che verrà definito con più precisione rispetto alla definizione declinante di Istituto d'arte.
.....seguiranno ulteriori dettagli..............

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : VALDITARA NON SI ARRENDE: L'EMENDAMENTO PRO-PRECARI SARA' RIPRESENTATO
Inviato da admin_CUSMA il 6/11/2009 20:20:55 (571 letture)

VALDITARA NON SI ARRENDE: L'EMENDAMENTO PRO PRECARI SARA' RIPRESENTATO

(ANSA) - ROMA, 5 NOV - "E' opportuno che il governo si impegni nella stesura di un piano pluriennale di assunzioni per risolvere gradualmente il problema del precariato nella scuola. Fino a quando non ci sarà un piano di assorbimento dei precari sarà difficile approvare la riforma fondamentale della scuola italiana ovvero la riforma del reclutamento dei docenti. Oltretutto ai docenti precari proprio il decreto che stiamo approvando al Senato riconosce il diritto di essere assunti". E' quanto ha dichiarato Giuseppe Valditara, parlamentare del Pdl e segretario in commissione Istruzione al Senato, nel corso di un convegno tenutosi oggi a Roma al quale sono intervenuti anche i responsabili nazionali dei principali sindacati del settore.

Valditara ha presentato la sua proposta "finalizzata a incentivare i prepensionamenti dei docenti e non docenti per favorire l'assorbimento nella scuola italiana dei precari inseriti nelle graduatorie ad esaurimento. Un emendamento - ha spiegato il parlamentare del Pdl - che è stato riformulato coinvolgendo anche il personale non docente, e che mi impegnerò a far approvare nel primo provvedimento utile". (ANSA).

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Innovazione : dalla Giunta Regionale Emilia-Romagna: Sette milioni per valorizzare l'autonomia scolastica
Inviato da admin_CUSMA il 5/11/2009 18:58:53 (627 letture)

Sette milioni per valorizzare l'autonomia scolastica

La Regione Emilia-Romagna ha a cuore la sua scuola e stanzia 7 milioni di euro per sostenerla e per valorizzare l’autonomia scolastica.
La Regione Emilia-Romagna ha a cuore la sua scuola e stanzia 7 milioni di euro per sostenerla e per valorizzare l’autonomia scolastica. Questa mattina il presidente della Regione Vasco Errani e l’assessore regionale alla Scuola Giovanni Sedioli hanno convocato i sottoscrittori del “Patto per attraversare la crisi” per sollecitare la collaborazione delle istituzioni e delle parti sociali in difesa del proprio sistema scolastico.
“Con la scelta di investire 7 milioni per progetti delle scuole vogliamo dare un segnale forte e concreto in un momento molto critico – ha detto il presidente Errani - Il taglio orizzontale di insegnanti e fondi sta creando seri problemi agli studenti, alle loro famiglie e a chi nella scuola lavora. La formazione e il sapere sono il nostro futuro e per questo noi vogliamo dare una mano alla scuola, affiancarla nello sforzo che occorre per fare un salto di qualità”.

La Regione, che da tempo supporta le istituzioni scolastiche del proprio territorio come previsto dalla legge regionale 12 del 2003, ha deciso di rafforzare la sua azione proprio a partire dall’anno scolastico appena iniziato, 2009-2010: 4 milioni di euro continueranno ad essere impegnati nelle azioni di servizio al sistema scolastico, in particolare nei confronti di immigrati e handicap, mentre altri 3 milioni di euro vengono stanziati per valorizzare l’autonomia delle scuole e sostenere progetti innovativi nell’ambito di una serie di priorità individuate dalla Regione. Il progetto regionale per la valorizzazione delle autonomie scolastiche è stato sottoposto alla condivisione di Upi, Anci, associazioni imprenditoriali e sindacati.

segue......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5899 bytes | Commenti?
Stampa : da Tuttoscuola - Probabile testo 'blindato' per il dl precari
Inviato da admin_CUSMA il 4/11/2009 11:45:59 (478 letture)

Probabile testo 'blindato' per il dl precari

Maggioranza chiederà che gli emendamenti siano trasformati in ordini gel giorno

Prosegue l'iter di approvazione del decreto legge precari della scuola, con la "blindatura" del testo da parte della maggioranza. In commissione Istruzione, al Senato, infatti, Pdl e Lega puntano a evitare emendamenti e a chiederne la trasformazione in ordini del giorno: il testo sarà in aula solo a metà mese, poco prima della sua scadenza prevista per il prossimo 24 novembre, e non c'è tempo per una terza lettura alla Camera.

È questa la strada scelta dal relatore del dl, il senatore Francesco Bevilacqua (Pdl): "Domani ci sarà ancora discussione generale alla fine proporrò che gli emendamenti, che si possono presentare fino alle 12 del 4 novembre, siano trasformati in ordini del giorno. Nel frattempo, comunque, chiederò al ministro Gelmini di prendere un preciso impegno: gli ordini del giorno che passeranno dovranno essere inseriti in successivi provvedimenti. Il governo dovrà rispettarli".

Con l'opposizione non dovrebbero esserci grossi problemi: l'impasse maggiore, quella rappresentata dal primo comma del dl che superava, di fatto, il valore delle graduatorie, è stata superata alla Camera con una nuova formulazione. Ma la richiesta da parte del governo è precisa: "Il testo va blindato, niente scivoloni". Nessuna modifica in vista, dunque, ma solo ordini del giorno per impegnare il governo a successive azioni. Lo stesso relatore ne ha in mente uno: illustrando il testo ai commissari ha già auspicato che la validità dei suoi contenuti (corsia preferenziale per le supplenze per i precari rimasti senza contratto dopo i tagli, possibilità per questi docenti di avere contratti di lavoro con le Regioni di riferimento) sia "estesa anche all'anno scolastico 2010/2011, onde evitare che l'anno prossimo ci si ritrovi esattamente nelle stesse condizioni".

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Ministero : dalla nostra delegazione - MIUR - INCONTRO SULLA MOBILITA' 2010/11
Inviato da admin_CUSMA il 3/11/2009 23:31:03 (514 letture)

3.10.2009 - MIUR: INCONTRO SULLA MOBILITA' 2010/11

Si è svolto oggi martedi 3 novembre - il previsto incontro finalizzato alla stipula del CCNI concernente la mobilità relativa al prossimo anno scolastico. All' inizio sono stati consegnati alle OO.SS. i dati sintetici complessivi relativi alla mobilità per il corrente anno scolastico: appare evidente che gran parte dei movimenti sono avvenuti d' ufficio o a domanda condizionata e ad onor del vero non si può non riconoscere che buona parte dei trasferimenti e passaggi volontari, seppur catalogati ufficialmente come avvenuti a domanda, sono stati ugualmente determinati da una situazione di esubero che ha incrementato i movimenti. I dati sintetici di cui sopra vi saranno forniti in formato elettronico nella giornata di domani.
Entrati in argomento, si sono affrontate questioni che richiedono la massima attenzione e, quindi, un esame approfondito che sarà effettuato a partire dal prossimo incontro in cui inizierà anche la vera e propria elaborazione del testo.
Dal confronto fra le parti è emersa l' urgenza di rivedere le precedenze riconosciute a chi presta l' assistenza ex L. 104/92 e gli ambiti all' interno dei quali essa va riconosciuta, con lo scopo di porre un freno agli abusi che, quasi sempre contrastano con le legittime aspettative di chi non gode di alcuna precedenza e che quasi sempre, pur in presenza di un punteggio elevato, si vede sbarrare la strada.
Esaminando la mobilità per l'anno in corso si è rilevato che molti docenti della Scuola Primaria, pur in presenza di disponibilità sul sostegno per il quale avevano titolo, hanno preferito rimanere in esubero sul posto comune. Preso atto di quanto sopra si cercherà di porvi rimedio ma, secondo la nostra delegazione, nel rispetto della normativa attualmente vigente che per i trasferimenti ed i passaggi verso il sostegno prevede l' obbligo della permanenza quinquennale.
La nostra delegazione ha ribadito l' indisponibilità della Federazione Gilda Unams a chiudere questo contratto integrativo, senza la convocazione di un tavolo parallelo che definisca gli assetti delle nuove classi di concorso volute dal Ministro e, quindi, degli organici per il prossimo anno scolastico che sicuramente determineranno un notevole esubero di cui la mobilità dovrà farsi carico a causa della prevista soppressione delle classi di concorso A075, AO76 e dei laboratori compresi nelle Tabelle C e D, oltre al consistente ridimensionamento di svariate classi di concorso a causa del taglio immediato imposto ai quadri orari di tutti gli indirizzi presenti negli Istituti Superiori. Sempre su questo punto la nostra delegazione ha nuovamente invitato l' Amministrazione a far slittare di un anno la riforma, onde consentire un esame più approfondito degli esiti conseguenti agli accorpamenti ed alle soppressioni delle classi di concorso.
Il prossimo incontro avverrà comunque nella giornata di martedì 10 novembre.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
ATA : dall'USP di Forlì-Cesena - Personale ATA Procedura per l’attribuzione della 2^ posizione economica
Inviato da admin_CUSMA il 3/11/2009 20:50:00 (2902 letture)

Prot.n. 12844/C.02.c FORLI’, 03 novembre 2009

Oggetto: Personale ATA – Procedura per l’attribuzione della 2^ posizione economica di cui all’art.2, comma 3 della sequenza contrattuale 25 luglio 2008.

Pubblicazione elenchi degli aspiranti.
In riferimento alla procedura in oggetto citata, in data odierna vengono pubblicati gli elenchi degli aspiranti alla prevista prova selettiva.
I candidati che, pur avendo prodotto domanda, non compaiono nei sopraccitati elenchi, possono inoltrare a questo Ufficio apposito reclamo entro 10 giorni dalla data di pubblicazione dei medesimi.
segue elenco .......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5741 bytes | Commenti?
Riforme : da GILDA/FGU Nazionale - Regolamenti su Licei, Tecnici e Professionali: audizione presso la VII Commissione
Inviato da admin_CUSMA il 11/11/2009 19:20:00 (626 letture)

Regolamenti su Licei, Tecnici e Professionali: audizione presso la VII Commissione istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport del Senato della Repubblica.

10.11.2009 - Dopo l’audizione avuta alla Camera la scorsa settimana, si è tenuta oggi l'audizione parlamentare presso la VII Commissione Cultura del Senato sugli schemi di regolamento per il riordino dei Licei, degli Istituti tecnici e degli Istituti professionali.
La Federazione Gilda Unams, nell'esprimere il suo parere, ha chiesto di rinviare l’attuazione della Riforma delle secondarie superiori. segue.......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3734 bytes | Commenti?
Stampa : da Tuttoscuola - Gelmini incinta. Necessario un viceministro?
Inviato da admin_CUSMA il 10/11/2009 18:31:57 (587 letture)

Gelmini incinta. Necessario un viceministro?

La notizia che a primavera sarà mamma l'ha data lei stessa in una dichiarazione al Giornale.

Il ministro Gelmini attende un figlio per il prossimo marzo; a gennaio prevede il matrimonio.

A memoria non si ricordano altri ministri donne della storia repubblicana che abbiano avuto figli durante l'incarico ministeriale.

La Gelmini ha dichiarato che non rinuncerà ai suoi impegni ministeriali, anche se intende essere una brava mamma.

Il problema della sua eventuale momentanea sostituzione, comunque, prima o poi si porrà e potrebbe comportare la nomina di un viceministro, anche in considerazione del fatto che già oggi, rispetto a quanto avvenuto da sempre, il Miur soffre di una carenza strutturale del livello politico, in quanto il ministro è affiancato da un solo sottosegretario.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Precari : Questione graduatorie - pettine o coda? Il caos impera
Inviato da admin_CUSMA il 8/11/2009 19:10:00 (742 letture)

8.11.2009 - da La Stampa
Un commissario deciderà il futuro dei prof precari
Graduatorie da rifare, si comincia nel Lazio.
I docenti sono più di settemila in 28 province


Si chiama Luciano Cannerozzi, è un dirigente della Funzione Pubblica, e da domani sarà lui a occuparsi dell’inserimento nelle graduatorie provinciali di un centinaio di insegnanti. E’ il commissario nominato un mese fa dal Tar del Lazio accogliendo un ricorso che metteva da parte il ministero dell’Istruzione e gli conferiva pieni poteri per inserire i professori a pettine in base al punteggio ottenuto indipendentemente dalla provincia di provenienza e non in coda privilegiando chi è già sul territorio come aveva deciso il ministero.
A questo punto da domani sarà il commissario a fornire indicazioni agli Uffici Scolastici Provinciali su come i professori dovranno essere disposti nelle graduatorie. E’ la prima volta che accade ed è solo l’inizio. Il Tar del Lazio ha accolto altri ricorsi disposti dall’Anief, l’associazione di insegnanti in prima linea in questa battaglia, e sono stati decisi altri 13 commissariamenti per inserire a pettine nelle graduatorie 7400 professori in 28 province. Il ministero è stato condannato anche a pagare 65 mila euro di spese di lite. I commissari agiranno, come nel primo ricorso vinto, fra un mese, se nel frattempo le graduatorie non dovessero essere state riviste. Ad essere interessati ai ricorsi potrebbero essere in 150 mila precari secondo alcune stime della Uil.
A nulla sembra essere servito per il momento l’emendamento fatto inserire dal ministro Mariastella Gelmini nel decreto legge sui precari. Il provvedimento è ancora in esame al Senato, dopo essere stato approvato dalla Camera: al ministero sono convinti che, una volta approvato, basterà a rimettere in coda i ricorrenti e mettere fine all’operato del commissario. E di poter ampliare le possibilità di inserimento di chi ne ha diritto, soprattutto nelle province in cui le graduatorie sono meno affollate e di sanare il problema di chi ha scelto una graduatoria provinciale perché residente lì, e di vedersi scavalcare da un trasferimento dell’ultimo momento da parte di un candidato di una provincia diversa.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : dalla federazione Gilda-Unams: Parere alla VII Commissione Cultura e Istruzione della Camera dei Deputati sui Decreti delegati relativi alla riforma della Scuola Secondaria di II grado.
Inviato da admin_CUSMA il 6/11/2009 16:34:26 (418 letture)

Federazione Gilda-Unams - Parere alla VII Commissione Cultura e Istruzione della Camera dei Deputati sui Decreti delegati relativi alla riforma della Scuola Secondaria di II grado.

Le bozze dei Regolamenti sul riordino dei Licei, degli Istituti tecnici e dei Professionali hanno suscito da subito da parte della Gilda –Unams perplessità e preoccupazione, già espresse apertamente e ufficialmente in tutti gli incontri istituzionali a cui essa ha partecipato.
Dubbi non pregiudiziali, ma in relazione al merito delle innovazioni e al metodo con cui è stato seguito l’ iter.
segue.....

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 13115 bytes | Commenti?
Stampa : da Tuttoscuola - Giornata decisiva per i precari. 100 emendamenti per il dl precari al Senato?
Inviato da admin_CUSMA il 5/11/2009 12:24:02 (490 letture)

Giornata decisiva per i precari

Ieri è scaduto il termine in commissione Cultura per gli emendamenti al decreto legge sui precari. Il bilancio è di circa 100 emendamenti, in grande maggioranza di Pd e Idv, ma anche di parlamentari della maggioranza.

Per il Partito democratico parla Antonio Rusconi: "Questo decreto si chiama salva precari, ma in realtà lascia a casa gli insegnanti", per questo "chiediamo il rispetto del piano triennale di assunzioni varato dall'ex governo Prodi, la deducibilità dei costi dei libri di testo, il riconoscimento degli scatti stipendiali ai precari, il recupero di soldi per le scuole dell'infanzia paritarie, il dimezzamento dei tagli".

Ma ci sono emendamenti anche della maggioranza, ben sei sono del relatore Francesco Bevilacqua. Il più importante è quello che punta ad estendere anche al 2010/2011 la validità del dl e a garantire ai presidi vincitori dell'ultimo concorso che non hanno preso servizio la permanenza nelle graduatorie.

La maggioranza vorrebbe trasformare gli emendamenti in ordini del giorno, a patto che il governo poi li rispetti. Ma il Pd non ci sta: "Se i nostri saranno bocciati - annuncia Rusconi - li ripresenteremo anche in aula. Il governo non rispetta mai questi impegni".

Oggi si procede all'analisi degli emendamenti, nelle prossime sedute il voto. I tempi sono stretti, il provvedimento scade il 24 novembre. La maggioranza, se l'opposizione farà ostruzionismo, cercherà con ogni probabilità di blindare testo. Ma quale testo? Molto dipenderà dal confronto parlamentare di oggi.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2301 bytes | Commenti?
Comunicati : da IMGPress - Visite di idoneità psico fisiche per i 10 mila dirigenti scolastici
Inviato da admin_CUSMA il 4/11/2009 11:43:28 (799 letture)

ADRIANO FONTANI, PRESIDENTE COMITATO NAZIONALE ANTI MOBBING SCOLASTICO

Visite di idoneità psico fisiche per i 10 mila dirigenti scolastici

(03/11/2009) - E il Dirigente Scolastico disse alla Professoressa disabile: "Alzati e cammina". Ma lui, a differenza di Cristo, le fece pure un Ordine di Servizio e un Addebito disciplinare perché ella si rifiutava comunque di obbedirgli salendo le scale. E' solo una delle tante storie di follie, abusi, crimini ed illegalità di vario genere che da anni si consumano da parte di troppi Dirigenti Scolastici (DS) affetti da delirio di onnipotenza nell'odierna Scuola Pubblica ormai completamente Feudalizzata da 10 anni di Autonomia (nell'indifferenza quando non con l'attiva complicità delle gerarchie e dell'intera Amministrazione Scolastica). Una delle tante che si sono scambiati docenti ed altri dipendenti della Scuola Pubblica provenienti da Centro, Nord e Sud Italia, membri del nostro Comitato, riunitisi sabato mattina a Roma nei pressi della Stazione Termini per documentare con una casistica sconcertante il tema che si erano dati per l'incontro: "10 ANNI di AUTONOMIA SCOLASTICA (1999-2009): SCUOLA DEMOCRATIZZATA o FEUDALIZZATA? GRIDO D'ALLARME e PUBBLICA DENUNCIA SUL PREOCCUPANTE DEGRADO di LEGALITA', DIRITTO, DEMOCRAZIA, CRESCENTI LIVELLI di OMERTA' INTIMIDAZIONI NELLA SCUOLA PUBBLICA POST-AUTONOMIA!".
segue.......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6788 bytes | Commenti?
Comunicati : Crocifisso/ Corte Ue dice no. Italia ricorre, per Cei è ideologia
Inviato da admin_CUSMA il 3/11/2009 20:58:15 (544 letture)

La sentenza della Corte europea di Strasburgo sul crocifisso che ha stabilito che esporre il crocifisso nelle classi della scuola pubblica è contrario al diritto dei genitori di educare i loro figli secondo le proprie concezioni religiose, e al diritto degli alunni alla libertà di religione "è stata accolta in Vaticano con stupore e rammarico": lo rende noto il portavoce della Santa Sede padre Federico Lombardi, secondo il quale "non è per questa via che si viene attratti ad amare e condividere di più l'idea europea, che come cattolici italiani abbiamo fortemente sostenuto fin dalle sue origini".
segue.......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2177 bytes | Commenti?
« 1 ... 680 681 682 (683) 684 685 686 ... 713 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteLug 2019Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
MARTACOCCO 10/6/2019
jcmontes 7/5/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019
Angelarosa 16/1/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale