username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Open in new window

Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
La sede è aperta LUNEDì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 0541 1566905
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
« 1 (2) 3 4 5 ... 806 »
Graduatorie : da UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 14:09:30 (88 letture)

UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì

riceviamo: DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2022. ELENCHI DEFINITVI

Forlì, 27 dicembre 2021

Buongiorno,
si trasmettono gli elenchi definitivi del personale del comparto scuola beneficiario dei permessi studio per l’anno solare 2022.

Gli stessi sono stati pubblicati in data odierna sul sito di quest’ufficio al seguente link:
https://fc.istruzioneer.gov.it/2021/12 ... nale-comparto-istruzione/

Si prega diffusione al personale interessato.
Saluti.

G. Tuzzolino



Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Il Sole 24 Ore"
Inviato da admin_CUSMA il 23/12/2021 15:40:41 (71 letture)

C’È TEMPO FINO AL 28 GENNAIO PER INDIVIDUARE IL PERCORSO GIUSTO

di E. Bruno e C. Tucci - 22 dicembre 2021

A differenza dello scorso anno, è necessario che la famiglia sia in possesso di una identità digitale: si potrà accedere al sistema utilizzando le credenziali Spid

Per 1,4 milioni di famiglie e studenti è entrata nel vivo la procedura per le iscrizioni online al prossimo anno scolastico, il 2022/23. Da ieri infatti i genitori, collegandosi al portale del ministero dell’Istruzione (www.istruzione.it/iscrizionionline/), potranno accedere al sistema per abilitare la funzione «Iscrizioni on line». Per farlo, tuttavia, a differenza dello scorso anno, è necessario che la famiglia sia in possesso di una identità digitale: si potrà accedere al sistema utilizzando le credenziali Spid (sistema pubblico di identità digitale), Cie (carta di identità elettronica) o Eidas (electronic identification authentication and signature). I genitori o coloro che esercitano la responsabilità genitoriale potranno individuare la scuola d’interesse attraverso il portale «Scuola in Chiaro», messo a disposizione dal ministero per dare informazioni dettagliate su ciascun istituto. Per l’iscrizione vera e propria alle prime classi di primaria, medie e superiori ci sarà tempo dalle ore 8 del 4 gennaio alle ore 20 del 28 gennaio. Per tutti gli studenti delle classi intermedie il passaggio alla classe successiva avviene d’ufficio a cura della scuola.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6762 bytes | Commenti?
Normativa : da Ministero Istruzione
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2021 19:18:16 (52 letture)

news ... OBBLIGO VACCINALE: NUOVA NOTA DAL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE

20.12.2021
______________________________________________

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Il Capo Dipartimento


- Ai Dirigenti e ai Coordinatori didattici delle istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione
e, p.c.
- Ai Direttori generali e Dirigenti titolari degli Uffici scolastici regionali
- Al Sovrintendente Scolastico per la Scuola in lingua italiana di Bolzano
- All'Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
- All’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine di Bolzano
- Al Dirigente del Dipartimento Istruzione della Provincia di Trento
- Al Sovrintendente scolastico per la Regione Valle d'Aosta
- Alle Organizzazioni sindacali area e comparto istruzione e ricerca


Oggetto: Obbligo vaccinale del personale scolastico – Specifica.

A specifica delle indicazioni fornite con nota di questo Dipartimento n. 1927 del 17 dicembre 2021 e al fine di rispondere agli ulteriori quesiti pervenuti, si ribadisce che il decreto legge 26 novembre 2021, n. 172, non prevede deroghe all’obbligo vaccinale per il personale scolastico e
che, dunque, a prescindere dalla vicende contingenti che interessano i singoli rapporti di lavoro, la vaccinazione costituisce per tutto il personale della scuola, anche se assente dal servizio, requisito essenziale per lo svolgimento delle attività lavorative.
In ragione di quanto sopra, le procedure di verifica dell’avvenuta vaccinazione potranno non essere avviate soltanto nei confronti di coloro che non svolgono la propria prestazione di lavoro presso le istituzioni scolastiche perché prestano servizio presso altra amministrazione o ente, oppure perché fruiscono di aspettative o congedi che comportano l'astensione piena e continuativa dalle attività lavorative a scuola (per i motivi di assistenza e/o di cura familiare o per i motivi personali già richiamati nelle precedenti note di questo Dipartimento), oppure perché versano nelle condizioni di infermità, previste dalla normativa vigente e certificate dalle competenti autorità sanitarie, che determinano l’inidoneità temporanea o permanente al lavoro.

IL CAPO DIPARTIMENTO
Stefano Versari

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2021 15:08:15 (51 letture)

Legge di bilancio, ancora ritardi; incertezza sulle misure per la scuola

di R. Palermo - 20/12/2021

La seduta della Commissione Bilancio del Senato prevista per le 11.30 è stata sconvocata.
Si sarebbe dovuti entrare nel vivo dell’esame della manovra finanziaria ma, evidentemente, ci sono ancora questione irrisolte o sulle quali, comunque, non è stato raggiunto un accordo fra le diverse forze politiche.


Per quanto riguarda le misure che riguardano la scuola non dovrebbero esserci problemi sull’incremento delle risorse per la proroga dei contratti Covid del personale Ata e di quelle per la valorizzazione della professionalità docente.
Non è invece ancora chiaro cosa ne sarà delle proposte per la cancellazione dei vincoli alla mobilità, molto attese da decine di migliaia di docenti.
In discussione c’è anche la questione della immissione in ruolo dei docenti specializzati che si trovano nella prima fascia delle GPS: la misura servirebbe a ridurre in modo significativo il numero delle cattedre di sostegno scoperte.
Per il momento la Commissione Bilancio è convocata per le ore 16; una ulteriore seduta è prevista per le 20.30; domattina si va in aula.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 14/12/2021 12:20:00 (74 letture)

Open in new window
Obbligo vaccinale, prof no vax in cerca dello stratagemma o rassegnati alla sospensione

di D. Di Frangia - 14/12/2021

Scatterà domani, 15 dicembre, l’obbligo vaccinale per tutto il personale scolastico. Un provvedimento che va a colpire una piccola fetta di lavoratori, visto che il 94% è già vaccinato. Ma come vedremo, quel 6% risulta abbastanza agguerrito nel non ricevere la somministrazione, a costo di subire danni di non poco conto. Tra sospensioni dello stipendio certe ed escamotage cercati ad arte, ognuno si arrangerà come può.

Come riporta ‘Repubblica’ di oggi, ci sono diverse storie di docenti a caccia dello stratagemma utile per evitare il vaccino. C’è chi è pronta a rimanere senza stipendio sperando poi nel ricorso presentato dal sindacato. Ci sono alcuni comitati che tracciano la strategia: pretendere dal preside una raccomandata di richiesta di regolarizzazione, ritirarla dopo un mese, poi si hanno 5 giorni di tempo per rispondere, altri 20 per presentare la prenotazione del vaccino, più tre per comunicare di averlo fatto.

[segue ...]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2363 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 8/12/2021 22:07:56 (42 letture)

Personale esentato dall’obbligo vaccinale, il Dirigente scolastico dovrà adibirlo ad altre mansioni

di L. La Gatta - 08/12/2021

Dal 15 dicembre entra in vigore l’obbligo vaccinale. Ma ci sono soggetti che, per motivi di salute, non possono essere sottoposti alla vaccinazione.

Per questi, la vaccinazione può essere omessa o differita “in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale, nel rispetto delle circolari del Ministero della salute in materia di esenzione dalla vaccinazione anti SARS-CoV-2”.

La validità e la possibilità di rilascio delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, senza necessità di nuovo rilascio di quelle già emesse, al momento è fissata al 31 dicembre 2021.

In proposito, il MI, con nota del 7 dicembre, ha precisato che, al fine di evitare il rischio di diffusione del contagio, “il dirigente scolastico adibisce detto personale, per il periodo in cui la vaccinazione è omessa o differita, a mansioni anche diverse, senza decurtazione della retribuzione“.

Questo significa che ad esempio un docente esentato dall’obbligo vaccinale non potrà più svolgere la propria funzione, ma dovrà essere spostato ad eseguire altre attività meno rischiose per la salute pubblica. Sarà quindi ritenuto temporaneamente inidoneo allo svolgimento della professione docente, ma idoneo ad altri compiti? Con quali modalità dovrà avvenire lo spostamento ad altre mansioni? Come dovrà essere sostituito il personale in questione? A queste domande la circolare del Ministero non dà risposte.

CIRCOLARE MINISTERIALE SU OBBLIGO VACCINALE
https://www.tecnicadellascuola.it/wp-c ... .0001889.07-12-2021-1.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2021 18:30:00 (61 letture)

Open in new window I candidati non sanno scrivere: e al concorso passano 88 su 1.500

di P. Almirante - 07/12/2021

All’atto della correzione dei compiti per il concorso in magistratura, svoltosi dal 12 al 16 luglio 2021, da 310 posti, su 5.827 candidati hanno consegnato il test 3.797, ma la maggior parte è stata poi bocciata alla prova scritta, con l’amara considerazione che la maggior parte dei candidati, tutti laureati, non sa scrivere.

Anche se le correzioni sono ancora in corso, i numeri parlerebbero chiaro, sottolinea Il Messaggero: “Alla data del 2 dicembre la commissione ha esaminato 1532 buste (ognuna contiene due elaborati) e sono stati definiti idonei solo 88 di questi”.
Il motivo? Gli aspiranti magistrati non sanno scrivere, facendo evidenziare che, oltre alle lacune tecniche, ci sono quelle grammaticali e sintattiche. E dunque la selezione rallenta a causa dell’elevato numero di respinti.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3083 bytes | Commenti?
Comunicati : da sindacati scuola
Inviato da admin_CUSMA il 4/12/2021 19:40:00 (51 letture)

Open in new window



APPELLO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLA SCUOLA AL MONDO DELL’ASSOCIAZIONISMO

FLC CGIL – UIL SCUOLA – SNALS CONFSAL – GILDA UNAMS, preso atto delle risposte del tutto insufficienti contenute nel DDL Bilancio 2022, approvato dal Governo il 28 novembre scorso, hanno indetto lo sciopero generale del personale della scuola per il giorno venerdì 10 dicembre p.v.
Il provvedimento elaborato continua ad ignorare le gravi criticità della scuola pubblica italiana che, pur reiterate nel corso dello stato di agitazione e del tentativo obbligatorio di conciliazione, non hanno prodotto alcun esito.
Sussiste, pertanto, l’esigenza di pretendere un profondo mutamento dei contenuti del Disegno di legge in fase di esame da parte del Parlamento nella parte dedicata alla scuola che, tra le altre cose, è chiamato a reperire non solo le risorse finanziarie necessarie per consentire di rinnovare il CCNL di categoria ormai scaduto, ma anche di adottare le altre misure per affrontare la grave emergenza epidemiologica in atto, dando continuità all’attività didattica in presenza, in sicurezza.
La trattativa contrattuale da aprire con l’ARAN deve rappresentare l’occasione per superare le incursioni legislative nelle materie riservate alla contrattazione, per operare il riallineamento degli istituti giuridici depurandoli definitivamente dalle influenze del processo riformatore condotto con la Legge 107, per procedere alla valorizzazione del personale docente incrementando considerevolmente le risorse finanziarie, definalizzandole, per addivenire alla revisione dell’ordinamento professionale del personale ATA e per superare i vincoli alla mobilità.
In tale ottica devono trovare soluzione le problematiche sollevate sul decongestionamento delle classi sovraffollate, sulla proroga dei contratti di lavoro sull’organico c.d. Covid per tutto il personale scolastico (docenti e ATA), sulla definizione delle procedure in materia di reclutamento di personale per consentire la stabilizzazione del personale precario, includendo in questo anche la condizione dei DSGA ff.
Considerato come le motivazioni poste a base delle rivendicazioni trovano ampia condivisione nelle azioni proposte dall’articolato mondo dell’Associazionismo, le scriventi Organizzazioni Sindacali lanciano un appello alla partecipazione allo sciopero del 10 dicembre p.v., dichiarando la piena disponibilità ad avviare un’azione di confronto in modo da portare a sintesi le diverse rivendicazioni da proporre ai tavoli di trattativa.
Ritengono che le legittime rivendicazioni poste dal mondo della scuola necessitino di un ampio e totale sostegno del suo personale che, aderendo allo sciopero, è chiamato a fornire una risposta in termini di condivisione e di partecipazione

Roma, 03 dicembre 2021

Flc CGIL Francesco Sinopoli
UIL Scuola Rua Giuseppe Turi
SNALS Confsal Elvira Serafini
GILDA Unams Rino Di Meglio

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : da Gilda di FC e RN
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 13:10:22 (100 letture)

Congedi parentali Covid prorogati fino al 31 marzo

Cesena, 27 dicembre 2021

Ai sensi dell’articolo 17, comma 3. Del DL 221/21 (cd decreto Natale) “Le misure di cui all'articolo 9 del decreto-legge 21 ottobre 2021, n. 146, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2021, n. 215, si applicano fino al 31 marzo 2022”. Concretamente vuol dire che la possibilità di fruire del congedo Covid pagato al 50% per il genitore di figlio in quarantena o malato Covid o in Dad (che sarebbe dovuto cessare il 31.12.2021) è stata prorogata fino al 31 marzo prossimo. Il beneficio è previsto per chi ha figli nelle condizioni di cui sopra fino a 14 anni oppure disabili a prescindere dall'età. E' possibile fruire del medesimo congedo anche in caso di figli di età compresa tra i 14 e i 16 anni, ma non è prevista alcuna retribuzione.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da Gilda FC/RN
Inviato da admin_CUSMA il 23/12/2021 15:20:00 (46 letture)

Open in new window












DA GIOVEDI 23 DICEMBRE IL NOSTRO UFFICIO RESTERA' CHIUSO PER LE FESTIVITA' DI FINE ANNO, ARRIVEDERCI NEL 2022.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da "Edscuola"
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2021 15:10:00 (50 letture)

GILDA: OBBLIGO VACCINALE

LUNEDÌ 20 DICEMBRE 2021 da EDSCUOLA

LA NOTA DEL MIUR CREA SOLAMENTE CONFLITTI

La nota del Miur che estende l’obbligo vaccinale al personale assente per malattia o altri motivi è illegittima e crea confusione.

Le note ministeriali possono solo essere applicative delle leggi e non creare ulteriori gravosità per una categoria che si è sottoposta peraltro alla vaccinazione per oltre il 95%.

Abbiamo l’impressione che tanto accanimento serva solo a generare una cortina fumogena per nascondere la mancata capacità di intervenire su spazi, organici e trasporti pubblici.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2852 bytes | Commenti?
Stampa : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2021 14:58:24 (51 letture)

OBBLIGO VACCINALE: ESTESO ANCHE A PERSONALE SCUOLA ASSENTE PER LEGITTIMI MOTIVI. LE ECCEZIONI E IL CASO MALATTIA

di Redazione - 20 dicembre 2021

Obbligo vaccinale per il personale scolastico: il Ministero, con una nota in cui esprime dei PARERI su alcuni aspetti del DL 172/2021 introduce degli elementi di novità rispetto alla precedente nota del 7 dicembre 2021. Il caso del personale coinvolto e il caso della “malattia”.

Obbligo vaccinale a scuola dal 15 dicembre 2021

Riguarda il personale scolastico

- del sistema nazionale di istruzione (quindi scuole statali e paritarie)
delle scuole non paritarie
- dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65
- dei centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA)
- dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale (IeFP)
- dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (ITS)

QUI IL DECRETO LEGGE IN GAZZETTA UFFICIALE [PDF]
https://www.orizzontescuola.it/wp-cont ... eto_GU_Obbligo_Scuola.pdf

E’ stato introdotto a partire dal 15 dicembre 2021 dal decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172 che ha modificato l’art. 4 del decreto-legge 1 aprile 2021, n. 44.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5273 bytes | Commenti?
RSU : da Gilda FC/RN
Inviato da admin_CUSMA il 8/12/2021 22:12:17 (49 letture)

Rinnovo RSU: si vota a inizio aprile 2022

Cesena, 8 dic 2021

Il rinnovo delle RSU nelle pubbliche amministrazioni (e quindi anche nelle scuole) è stato fissato nelle giornate del 5,6 e 7 aprile 2022: lo ha stabilito l’Aran nel corso dell’incontro svoltosi pochi giorni fa con le organizzazione sindacali.

La procedura inizierà di fatto il 1° febbraio con la presentazione delle liste che potrà proseguire fino al 25 febbraio.
Il tutto si concluderà tra l’8 e il 14 aprile con l’affissione dei risultati da parte della Commissione.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : da Ministero Istruzione
Inviato da admin_CUSMA il 8/12/2021 21:50:00 (67 letture)

Decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172. Obbligo vaccinale per il personale della scuola. Suggerimenti operativi (nota 7.12.2021)
_____________________________________________________

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione


- Ai Dirigenti e ai Coordinatori didattici delle Istituzioni scolastiche
del sistema nazionale di istruzione

e, pc - Ai Direttori Generali e Dirigenti titolari degli Uffici scolastici regionali
- Al Sovrintendente Scolastico per la Scuola in lingua italiana di Bolzano
- All’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
- All’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine di Bolzano
- Al Dirigente del Dipartimento Istruzione per la Provincia di Trento
- Al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle D’Aosta
- Alle Organizzazioni sindacali Area e comparto Istruzione e ricerca


Oggetto: Decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172. Obbligo vaccinale per il personale della scuola. Suggerimenti operativi.

Nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, 26 novembre 2021, n. 282, è pubblicato il decreto-legge 26 novembre 2021, n. 1721, allo stato in fase di conversione, che fra gli altri, ai fini del contenimento dell'epidemia da COVID-19, estende l’obbligo vaccinale al
personale della scuola.

L'obbligo vaccinale

L’art. 2 del decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172, infatti - con l’inserimento dell’art. 4-ter nel decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 maggio 2021, n. 76 - a decorrere dal 15 dicembre 2021, introduce l'obbligo vaccinale per il “personale scolastico del sistema nazionale di istruzione, delle scuole non paritarie, dei servizi educativi per l'infanzia di cui all'articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, dei centri provinciali per l'istruzione degli adulti, dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale e dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di
istruzione e formazione tecnica superiore”.
Il contenuto dell’obbligo vaccinale è precisato dall’art. 3-ter del decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44 - pure introdotto dal decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172 - e comprende “il ciclo vaccinale primario e, a far data dal 15 dicembre 2021, la somministrazione della successiva dose di richiamo, da effettuarsi nel rispetto delle
indicazioni e dei termini previsti con circolare del Ministero della salute”. La somministrazione della dose di richiamo2 deve essere effettuata “entro i termini di validità delle certificazioni verdi COVID-19”.
L'adempimento dell’obbligo vaccinale previsto per la prevenzione dell'infezione da SARS-CoV-2 comprende, dunque, il ciclo vaccinale primario (le prime due dosi) e, a far data dal 15 dicembre 2021, la somministrazione della successiva dose di richiamo.
L’intervallo temporale minimo fra il completamento del ciclo vaccinale primario e quella booster è ora di cinque mesi (150 giorni).

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 18655 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2021 18:17:54 (51 letture)

Open in new window
Sciopero scuola, Di Meglio: Tutti in piazza per difendere dignità professionale

di Redazione - 07/12/2021

Dopo l’assemblea della Flc Cgil, si è svolta questa mattina quella della Gilda-Unams. Migliaia di lavoratori della scuola hanno partecipato all’incontro a tre giorni dallo sciopero nazionale proclamato dalle sigle sindacali e che vedrà manifestare anche alcuni comparti della scuola:

“Invito tutto il personale scolastico ad aderire con convinzione allo sciopero del 10 dicembre perché l’elenco di motivi per i quali è stata proclamata questa mobilitazione è molto lungo e riguarda non solo gli aspetti economici, ma anche quelli normativi legati al rinnovo del contratto”. Questo l’appello rivolto da Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Federazione Gilda-Unams.

“La nostra categoria è vittima da anni di un impoverimento costante che grida vendetta – ha sottolineato Di Meglio – soprattutto se consideriamo la forbice retributiva di 350 euro tra i dipendenti della scuola e quelli degli altri settori del pubblico impiego. Se è vero, come sostiene la politica, che la scuola è il motore del Paese, lo si dimostri quando arriva il momento di investire risorse. Dobbiamo lottare per un ottenere un contratto decoroso, perché la dignità professionale passa anche attraverso il giusto riconoscimento economico. Non è un caso che, poco dopo la ripresa delle attività didattiche in presenza, si siano registrati nuovi episodi di aggressioni ai docenti da parte dei genitori che, evidentemente, nutrono una considerazione assai scarsa verso gli insegnanti”.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3459 bytes | Commenti?
« 1 (2) 3 4 5 ... 806 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteMag 2022Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

margof51


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale