username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSU 2018
RSU2018


Nel 2018 si andrà a nuove elezioni. Un grazie di cuore a tutte le colleghe e i colleghi che in questi ultimi tre anni e in tutti quelli precedenti si sono candidati per la GILDA-UNAMS, sono stati eletti e hanno combattuto sfide impegnative e non facili per i valori istituzionali che sostengono la scuola statale e il ruolo dei docenti, perseguiti da sempre dalla nostra Associazione. Ancora una volta la Gilda chiede ai colleghi di candidarsi, di fare propaganda e di votare per le liste GILDA-UNAMS. Leggi tutto...
« 1 (2) 3 4 5 ... 662 »
Stampa : da "corriere.it" del 15.02.2018
Inviato da admin_CUSMA il 15/2/2018 16:40:00 (22 letture)

Open in new window
Piacenza, studente di prima media manda la prof in ospedale

L’insegnante è stata ricoverata al pronto soccorso con una prognosi di 7 giorni. L’alunno l’ha colpita ripetutamente a un braccio. "Forte preoccupazione viene espressa dal sindacato dei professori GILDA".

di Redazione Scuola 15 febbraio 2018


Un altro episodio di violenza contro un insegnante dopo quello gravissimo della professoressa di Caserta sfregiata dal suo alunno solo perché voleva interrogarlo e quello, anche peggiore, del papà di Foggia che ha preso a calci un vice preside colpevole di aver rimproverato il figlio all’uscita da scuola. Questa volta è successo in provincia di Piacenza dove una professoressa è stata colpita ripetutamente a un braccio da uno studente di prima media. Ricoverata al pronto soccorso ne è uscita con una prognosi di sette giorni. Il ragazzino - di cui colpisce in questo caso anche la giovane età - è stato sospeso con obbligo di frequenza e la scuola ha presentato una denuncia per infortunio sul lavoro e una segnalazione ai servizi sociali. La notizia è stata pubblicata oggi dal quotidiano Libertà - forse anche in seguito al clamore dei fatti accaduti nelle ultime due settimane - ma l’episodio risale al 30 gennaio scorso. «E’ la punta dell’iceberg di una situazione molto difficile - ha spiegato la preside della scuola media della Val Nure -.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3645 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 14 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 14/2/2018 22:19:31 (17 letture)

Concorso docenti abilitati, domande dal 20 febbraio al 22 marzo

di Redazione - 14/02/2018


Con la nota 8900 del 14 febbraio, il Miur ha dato indicazioni sulla consistenza delle graduatorie ad esaurimento e dei concorsi 2016.

In attesa della pubblicazione del bando ricordiamo che venerdì scorso è stato pubblicato il regolamento del concorso (DM 995/17).

Si fa seguito alla nota di questa Direzione generale, prot. n. 8208 del 12 febbraio u.s., con la quale venivano trasmessi il DM n. 984 del 14.12.2017 e il DM n. 995 del 15.12.2017 per comunicare, in attesa della imminente pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale, le azioni preliminari da porre in essere, al fine di fornire ai candidati utili elementi per la scelta della regione, dal momento che il bando, com’è noto alle SS.LL., non può prevedere il contingente dei posti per cui gli stessi presenteranno domanda.
Infatti, l’articolo 3, comma 2 del DM n. 995/2017, dando attuazione all’art. 17, comma 2, lettera b) del D.lvo n. 59/2017, prevede che i posti da destinare, ogni anno, alla procedura in oggetto siano quelli residui dopo le immissioni in ruolo da Gae e da GM (art. 17, comma 2, lettera a) del D.lvo n. 59) e quindi, ovviamente, quantificabili per ciascuna classe di concorso/tipo posto, solo a conclusione di dette operazioni da parte di codesti Uffici.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2738 bytes | Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi - AziendaScuola" del 13 feb. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 13/2/2018 22:50:00 (13 letture)

Open in new window
Trasferimenti solo ogni tre anni

Il blocco non vale per gli insegnanti titolari di ambito

di Carlo Forte - 13.02.2018


I docenti che otterranno il trasferimento o il passaggio nella sede richiesta, acquisendone la titolarità, non potranno presentare domanda di trasferimento o passaggio per i tre anni successivi. La preclusione non vale per i titolari su ambito che abbiano ottenuto un incarico triennale su sede, che potranno continuare a partecipare, anno per anno, alla mobilità a domanda ai fini dell'attribuzione di una sede di titolarità. Ma quando la otterranno, dovranno rimanere in tale sede per tre anni prima di riacquisire il diritto a partecipare alla mobilità a domanda (trasferimenti e passaggi). Lo prevede il comma 4, dell'articolo 22, dell'ipotesi di contratto collettivo nazionale della scuola, siglata il 9 febbraio scorso dai rappresentanti dell'agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (Aran) e i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil (Snals e Gilda non lo hanno firmato). Il nuovo contratto prevede che la contrattazione integrativa sulla mobilità si svolgerà con cadenza triennale (e non più annualmente come è accaduto fino ad oggi). E in tale sede saranno pattuite le procedure e i criteri generali per la mobilità professionale e territoriale, fatte salve le disposizioni di legge.
----------------------------------------------------------------

Potenziamento da dividere tra tutti i docenti titolari
di Marco Nobilio - 13.02.2018

I docenti continueranno a svolgere lo stesso monte ore di lezione previsto dal contratto del 2007: 25 ore settimanali i docenti di scuola dell'infanzia, 24 ore settimanali i docenti di scuola primaria, 18 ore settimanali i docenti della scuola secondaria di I e II grado. Ma se nell'organico sono [...]
----------------------------------------------------------------

Gilda: aumenti risibili (le ragioni del NO)

di Rino Di Meglio* *coordinatore Gilda degli insegnanti

La modalità con cui si è giunti alla sottoscrizione del contratto Scuola, Università Ricerca e Afam, è stata, a dir poco singolare: dopo pochissime ed inconcludenti riunioni, nel giro di una notte si è arrivati alla conclusione, in una situazione kafkiana che ha [...]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Concorsi : ecco il concorso docenti 2018 in GU
Inviato da admin_CUSMA il 12/2/2018 21:50:00 (17 letture)

Open in new window
Concorso docenti 2018, in G.U. il Regolamento con le modalità di espletamento delle prove

Cesena - 12/02/2018


Nella G.U. Serie Generale n.33 del 9/2/2018 è stato pubblicato il D.M. 15 dicembre 2017 recante “Modalità di espletamento della procedura concorsuale di cui all’art. 17, comma 2, lettera b), e commi 3, 4, 5 e 6, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento o di specializzazione all’insegnamento di sostegno per i medesimi gradi di istruzione”.

Il concorso si articolerà in una prova orale di natura didattico-metodologica, nella successiva valutazione dei titoli e in un percorso annuale.

Presentazione domande

Le domande per i docenti interessati si potranno presentare telematicamente dalle 9.00 del 20 febbraio prossimo fino alle 23.59 del 22 marzo giovedì.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4048 bytes | Commenti?
Indagini : da Gilda forlì-cesena e rimini
Inviato da admin_CUSMA il 12/2/2018 15:53:58 (9 letture)

ISCRIZIONE ALUNNI PER L'ANNO SCOLASTICO 2018/19 E CONFRONTO CON IL CORRENTE ANNO (dati USR Emilia Romagna).

IL NUMERO DI DOMANDE RISPETTO ALL’ANNO SCOLASTICO PRECEDENTE


Nel precedente anno scolastico in Emilia-Romagna le domande erano state 111.560.

Di seguito il confronto tra i due anni scolastici.
Tabella 4 – Confronto dati regionali ultimi due anni scolastici

Provincia A.s. 2017/18 * A.s. 2018/19 **


Bologna 24.007 23.782
Ferrara 7.950 7.770
Forlì-Cesena 10.710 10.432
Modena 19.065 19.160
Parma 10.879 10.897
Piacenza 6.987 6.964
Ravenna 9.517 9.422
Reggio Emilia 14.003 14.124
Rimini 8.442 8.319

Totale Regionale 111.560 110.870

* Dati aggiornati al 07/02/2017 ** Dati aggiornati al 06/02/2018

Dal confronto del numero di iscrizioni per ordine di scuola, si conferma la scuola Primaria come l’ordine di scuola che ha inciso nel decremento regionale delle iscrizioni per l’a.s. 2018/19. Nella Scuola Secondaria, invece, si registra un aumento, seppur di piccola entità,
del numero di iscrizioni al primo anno rispetto all’a.s. 2017/18.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 11 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/2/2018 22:50:00 (77 letture)

Open in new window
Contratto, (prima sorpresa) il bonus “merito” non cambierà. Miur: criteri immutati

di A. Giuliani - 11/02/2018

È durata pochi giorni la presunta “luna di miele” tra amministrazione e sindacati maggioritari. Nel pomeriggio di domenica 11 febbraio è giunta in redazione una piccata sottolineatura da parte del ministero dell’Istruzione sul presunto ridimensionamento del bonus merito da 200 milioni di euro annui introdotto dal comma 126 della Legge 107/15. Il bonus “merito”, in pratica, non cambierà; anzi, per il Miur non solo i criteri rimangono immutati, ma gli importi in futuro potrebbero addirittura crescere .

E i destinatari di tale specifica, sono soprattutto i sindacati firmatari di contratto, quindi i Confederali, che a turno avevano fatto intendere di aver mandato una bella “spallata” ad uno dei punti cardine della Buona Scuola.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4569 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 10 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/2/2018 13:16:00 (83 letture)

Contratto scuola: grande soddisfazione per il governo, ben poca per i docenti

di Anna Maria Bellesia - 10/02/2018

Bel colpo per il governo, alla vigilia del voto, aver chiuso anche il rinnovo del contratto Scuola. Ma i docenti cosa ci guadagnano?

Molto soddisfatte le ministre Fedeli e Madia. Ma può dirsi altrettanto per la categoria forse più bistrattata di tutto il pubblico impiego?

Gli aumenti tanto decantati arriveranno in busta paga al netto dimezzati, e non è detto che il bonus degli 80 euro continui ad essere percepito da tutti coloro che ne beneficiavano prima dell’ “aumento”. Certamente una fascia di personale resterà beffata, solo gli stipendi più bassi sono al sicuro.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3341 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 10 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 10/2/2018 16:15:33 (48 letture)

Open in new window
Non si fanno mai i rinnovi contrattuali in campagna elettorale

di Gianni Zen - 10/02/2018

Non si fanno mai i rinnovi contrattuali in campagna elettorale.

Per ovvi motivi, perché da un lato c’è una sorta di gioco di rimessa, nella speranza che, con qualche concessione, vi sia qualche voto in più per il partito di governo, e dall’altra, perché, appunto, si legittima l’idea che il tema della formazione delle giovani generazioni, cioè del presente e futuro di un Paese, non sia una priorità, ma solo un voto di scambio.

Eppure, sono dieci anni che si attendeva il rinnovo contrattuale, ma sapendo che anzitutto questo rinnovo avrebbe dovuto essere funzionale alla valorizzazione delle professionalità in relazione al valore, appunto, della formazione, quindi all’effettivo “servizio pubblico”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1645 bytes | Commenti?
Stampa : da "lacnews24.it" del 14 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 15/2/2018 16:30:00 (20 letture)

Open in new window
Istruzione, Gratteri: «Troppi “caproni” laureati. La colpa è della politica»

Il procuratore di Catanzaro nel corso della rassegna “Legal Economy”: «Oggi c’è una scuola sempre più blanda». Discussione incentrata anche sulla legalizzazione delle droghe leggere e sul rapporto ndrangheta - massoneria


di Redazione - mercoledì 14 febbraio 2018


«I governi che si sono succeduti negli ultimi decenni hanno investito sempre meno in istruzione» e questo «è un male per la nostra nazione». È quanto affermato dal procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, nel corso della rassegna "Legal Economy", promossa dall'Istituto tecnico commerciale "Grimaldi Pacioli" del capoluogo calabrese.
«Parlo di istruzione prima che di cultura - ha proseguito – perché l'istruzione è la prima cosa, fornendo ai ragazzi gli strumenti per apprendere. Oggi vedo che c'è una scuola sempre più blanda, piu' leggera, oppure assistiamo a tanti "caproni" che si laureano in legge anche perche' c'è un sistema che assegna i contributi alle Università in base al numero degli iscritti. Questo - ha spiegato Gratteri - e' un male per la nostra nazione, soprattutto rispetto a tante altre nazioni. È colpa soprattutto della politica: sia chiaro, non sto salvando nessuno negli ultimi 25 anni».

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2911 bytes | Commenti?
Aggiornamento professionale : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 13/2/2018 23:00:00 (62 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì, 13 febbraio 2018

APE SOCIALE - Cessazioni dal servizio del personale scolastico e dei Dirigenti Scolastici


dal MIUR
MIUR.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE(U).0007673.08-02-2018

Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI
Al Dipartimento Istruzione
della Provincia Autonoma di
TRENTO
Alla Sovrintendenza Scolastica
della Provincia Autonoma di
BOLZANO
All’Intendenza Scolastica
perla Scuola in Lingua Tedesca
BOLZANO
All’Intendenza Scolastica per
le Scuole delle Località Ladine
BOLZANO
Alla Regione Autonoma della Valle d’Aosta
Ass. Istruzione e Cultura
Direzione Personale Scolastico
AOSTA
e, p.c.
Al Dipartimento per il sistema educativo di
istruzione e formazione


Oggetto: Ape sociale. Cessazioni dal servizio del personale scolastico e dei dirigenti scolastici. Indicazioni operative.

Si fa seguito alla nota prot.50436 del 23 novembre 2017 per fornire indicazioni sulle cessazioni dal servizio del personale docente, ATA e dirigente scolastico destinatario di comunicazioni relative al
riconoscimento dell’APE sociale.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3070 bytes | Commenti?
Elezioni : agevolazione per gli elettori fuori sede
Inviato da admin_CUSMA il 13/2/2018 22:20:00 (6 letture)

Open in new window
Elezioni 4 marzo 2018, tutte le agevolazioni di viaggio per gli elettori fuori sede

Cesena, 13 febbraio 2018


Nella circolare n. 13/2018 del Ministero dell’Interno sono riportati i dettagli sulle tariffe agevolate di viaggio per chi si recherà a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale.

Le agevolazioni tariffarie riguardano i viaggi ferroviari, via mare, autostradali e con il mezzo aereo.

Per quanto riguarda, ad esempio, i viaggi con Trenitalia, sono rilasciati biglietti nominativi esclusivamente per viaggi di andata e ritorno in seconda classe e livello Standard dei Frecciarossa, con le seguenti
riduzioni:

60% del prezzo del biglietto sui treni regionali;
70% del prezzo Base per i treni di media-lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, IntercityNotte e Espressi) e per il servizio cuccette.

Sono previste anche delle agevolazioni autostradali, ma per i soli elettori residenti all’estero. L’Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori (A.I.S.C.A.T.) ha infatti reso noto che le Concessionarie autostradali aderiranno alla richiesta di gratuità del pedaggio, sia per il viaggio di raggiungimento del seggio sia per quello di ritorno.

Per tutte le agevolazioni vedesi qui la circolare 13/2018

- http://dait.interno.gov.it/documenti/ ... 3-servelet-06-02-2018.pdf

e la circolare n. 3/2018 per i compensi ai componenti del seggio

- http://dait.interno.gov.it/documenti/ ... 003-finloc-16-01-2018.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 12 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 12/2/2018 21:33:08 (66 letture)

Open in new window
Contratto scuola e bonus premiale: un capolavoro da azzeccagarbugli

di R. Palermo - 12/02/2018


Quello che venerdì scorso, poche ore dopo la firma del contratto scuola, era un sospetto adesso è una certezza: la soluzione che è stata individuata nel contratto per il “bonus premiale” apre la strada al contenzioso a livello di istituzione scolastica.

La posizione della Ministra


Nella giornata di domenica, infatti, la ministra Fedeli aveva precisato che l’accordo “prevede che le scuole contrattino i criteri generali per la determinazione dei compensi previsti dal cosiddetto bonus dei docenti; quindi non i criteri valutativi, ma i criteri per la determinazione del suo ammontare: ad esempio, il dirigente scolastico e la parte sindacale potranno convenire, in sede di trattativa, di prevedere un valore economico minimo o massimo per il premio individuale”.

“Resta ferma – sottolineava Fedeli – la procedura prevista dalle legge 107 del 2015 per la determinazione dei criteri per la valutazione (è previsto un apposito comitato per la valutazione) che non sono soggetti a contrattazione, nonché la competenza del dirigente per l’individuazione dei docenti meritevoli”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4055 bytes | Commenti?
Reclutamento : da Ufficio Scolastico regionale Emilia Romagna - Feb. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 12/2/2018 15:46:56 (29 letture)

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'EMILIA ROMAGNA Febbraio 2018

AVVISO

PUBBLICAZIONE STATO DELLE NOMINE CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO DALLE GRADUATORIE DEI CONCORSI EX DD.DD.GG. n. 105, 106 E 107/2016.
E’ PUBBLICATO L’ELENCO DEGLI ULTIMI NOMINATI DEL CONCORSO IN EPIGRAFE, A SEGUITO DELLE OPERAZIONI RELATIVE ALL’A.S. 2017/18.

Il Direttore Generale
Stefano Versari
______________________________________________

DOCENTI SCUOLA DELL'INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA - SECONDARIA I E II GRADO - SOSTEGNO

POSIZIONE DELL'ULTIMO DOCENTE NOMINATO A.S. 2017/18

CLASSE CONCORSO - POSIZIONE ULTIMO NOMINATO - PUNTI - N. TOTALE CANDIDATI IN GRADUATORIA
_______________________________________________

INFANZIA D.D.G. 105/2016 - 202 - 75,20 - 413
PRIMARIA D.D.G. 105/2016 - 512 - 68,60 - 757


segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5277 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 10 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/2/2018 18:30:00 (47 letture)

Open in new window La mancetta

Contratto scuola, successo o marchetta pre-elettorale?

di A. G. - 10/02/2018

Dove sta la verità sul contratto della scuola stipulato di buona mattina il 9 febbraio? Il mondo della politica non aiuta di certo a comprendere come stanno le cose. Perché si va dalle reazioni entusiaste ai commenti più critici. Così il rinnovo contrattuale di categoria, atteso dal 2010 da quasi un milione e 200mila dipendenti, diventa mero oggetto di discussione dei tanti politici impegnati nelle elezioni politiche di inizio marzo.

Un successo per Governo e PD, di tuttaltro parere i partiti di opposizione e i sindacati non firmatari GILDA in testa.


“Dopo dieci anni il Governo decide proprio oggi, a poche settimane dal voto, di firmare il contratto della scuola. Sarebbe una bella notizia, peccato che stiamo parlando ancora di cifre molto, ma molto, lontane da quelli che sono i livelli di retribuzione europea”, dice la senatrice Alessia Petraglia, candidata al Senato per Liberi e Uguali (Toscana1 e Veneto1) a proposito dell’annunciato rinnovo.

“Gli stipendi degli insegnanti italiani, per il lavoro e le responsabilità – continua l’esponente di LeU – continuano ad essere notevolmente al di sotto della media europea. Il Pd e la ministra continuano a non dismettere la pessima pratica del bonus premiale”, visto che si mantiene “in vita l’idea della retribuzione come concessione più che diritto”.

A sospettare che non sia causale avere rinnovato il contratto “proprio sotto scadenza elettorale” è la responsabile nazionale scuola di Sinistra Italiana Claudia Pratelli, candidata di Liberi e Uguali.

“Dopo dieci anni ci saremmo almeno aspettati aumenti contrattuali robusti – continua- E invece no, i salari restano al di sotto di quelli dei colleghi europei e della funzione che queste lavoratrici e questi lavoratori svolgono”.

“La buona notizia – per Pratelli – è che inizia a sgretolarsi la legge 107. Sostanzialmente smontato, nel contratto, il bonus del merito, la mancia nelle mani dei presidi per premiare gli amici e punire gli insubordinati, uno dei cardini della legge 107, sintesi estrema del modello autoritario e aziendalistico imposto da quella legge”.

“Ora il Governo suona la grancassa, ma la verità – conclude Pratelli – è che questo contratto ha sconfessato le sue politiche”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4574 bytes | Commenti?
Comunicati : da Gilda Fc/Rn del 10 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/2/2018 13:00:00 (11 letture)

Open in new window
Contratto scuola sindacati preoccupati per il dissenso, ma convinti della scelta di aver firmato

di Redazione - 10/02/2018

Al termine di due giornate di passione, dopo aver subito aspre critiche motivate, i segretari nazionali di Cgil, Cisl e Uil (Confederali) escono con un comunicato con cui si dichiarano del tutto convinti (beati loro) di aver fatto la cosa migliore firmando quel contratto scuola.

Tra i fautori dell’accordo sul rinnovo contrattuale, non potevano mancare i rappresentanti del governo in carica. Come il sottosegretario all’Istruzione PD, Vito De Filippo (che ha sostituito Faraone) ex presidente della regione Basilicata, secondo il quale per “raggiungere l’obiettivo del rinnovo e siamo andati anche oltre, garantendo alle lavoratrici e ai lavoratori aumenti superiori a quelli previsti e perseguendo una valorizzazione delle professionalità che è fondamentale per quanti operano nel settore della conoscenza”. (siamo sicuri ?)
Non condivisibile affatto il giudizio dell'altro sottosegretario Toccafondi (Civica Popolare) difensore strenuo della contestatissima legge 107 la cd buona scuola.

Rango: 2.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Commenti?
« 1 (2) 3 4 5 ... 662 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteFeb 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale