username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 769 »
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 8/1/2021 18:34:26 (15 letture)

Concorso straordinario secondaria, apre la piattaforma per la correzione delle prove

di L. La Gatta - 08/01/2021

Dopo gli annunci dei mesi scorsi, finalmente è attiva da oggi, venerdì 8 gennaio, la piattaforma che le commissioni utilizzeranno per la correzione da remoto delle prove del concorso straordinario per docenti della scuola secondaria.

Ricordiamo in proposito che una parte dei docenti non ha ancora svolto le prove, che sono state sospese per vie dell’emergenza Covid.

Con avviso del 7 gennaio il MI ha comunicato che l’individuazione
dei componenti delle commissioni sia registrata al sistema informativo al fine di consentire il rilascio delle firme digitali necessarie alla procedura di correzione. Eventuali variazioni alla composizione delle commissioni dovranno, con immediatezza, essere registrate al sistema per le finalità sopra illustrate.

Durante il processo di correzione, è necessario che tutta la commissione sia collegata in web conference e che il segretario condivida lo schermo durante le varie fasi. Non è possibile avviare la procedura di correzione degli elaborati se tutti i membri della commissione non sono dotati di firma digitale.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2922 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 6/1/2021 20:50:00 (16 letture)

Open in new window - Teresa Bellanova
Crisi di Governo e scuola che non riparte, tensioni dentro la maggioranza

di Lucio Ficara - 06/01/2021

Una dichiarazione della Ministra Teresa Bellanova, riferita proprio alla riapertura della scuola in presenza, fa comprendere bene l’aria che tira dentro la maggioranza che per adesso sostiene il Governo Conte. La Ministra dell’Agricoltura ha riferito di un teatrino avvenuto nell’ultimo Consiglio dei Ministri riguardo la riapertura delle scuole: “Una discussione infinita e un consiglio dei ministri che è iniziato alle 21 ed è finito quasi all’una di notte per discutere se aprire le scuole il 7 o l’11 gennaio“.

Situazione della crisi di Governo

Per adesso la situazione della crisi di Governo è in una situazione di stallo. I due contendenti, il leader di Italia viva e il Premier Conte, sono fermi attendendo l’uno le mosse dell’altro.

Renzi ha solo dichiarato di fare dimettere le sue due attuali Ministre, Bellanova e Bonetti, e il Sottosegretario agli Affari Esteri Ivan Scalfarotto, ma poi non ha messo in atto nessun ritiro dal Governo dei suoi, mentre il Presidente del Consiglio ha dichiarato di andare alla conta in Parlamento, ma per adesso, a Camere chiuse, prende tempo.

segue su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4072 bytes | Commenti?
Stampa : da "Corriere Romagna.it" ed Forlì-Cesena
Inviato da admin_CUSMA il 6/1/2021 15:20:00 (17 letture)

"Noi eravamo pronti" Ma le scuole superiori ripartiranno lunedì 11 gennaio.

Cesena, 6 gennaio - Niente da fare. Il rientro in classe per gli studenti delle scuole superiori viene rimandato all'11 gennaio. Tutto a posto invece per i "colleghi" più piccoli, domani aprono materne (infanzia), elementari (primaria) e medie di I grado. Lunedì il consiglio dei Ministri ha prodotto un decreto legge con il quale si introducono nuove misure restrittive in vigore dal 7 al 15 gennaio.

Cosa dice Bologna

"La scuola in presenza era e resta per noi un obiettivo prioritario". Lo afferma l'assessore regionale alla scuola, la cesenate Paola salomoni. "Per questo - prosegue - non solo siamo pronti a sostenere la ripartenza, ma il nostro piano era già stato definito prima di Natale, con una previsione in presenza in aula per le scuole superiori del 75%. A maggior ragione siamo pronti a farlo l'11 gennaio al 50%".

Non si dica che il problema è organizzativo o legato ai trasporti , perchè qui, in Emilia Romagna, tutto il necessario è stato fatto. Se invece rimane una incertezza legata all'andamento dei contagi, chiediamo che venerdì 8 si faccia definitivamente chiarezza.

Da domani le lezioni alle superiori riprendono con didattica a distanza.

Dal giallo al rosso

Oggi è il 6 gennaio, quindi è un giorno "rosso". Domani 7 gennaio e venerdì 8 il calendario vira al "giallo", quindi i negozi sono aperti fino alle ore 21, cosi come bar pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie (fino alle 18,00). L'asporto è autorizzato fino alle 22. resta in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino. 9 e 10 gennaio due giorni (sabato e domenica) dipinti di "arancione".

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Concorsi : da "Infodocenti.it"
Inviato da admin_CUSMA il 4/1/2021 16:12:15 (14 letture)

Concorso prof di religione, quali tempi per la procedura?

di V. Borgatta - 4 Gennaio 2021

Quali previsioni si possono fare sui tempi del concorso riservato ai docenti di religione?

A metà dicembre è arrivata l’intesa tra Cei ed il ministero dell’istruzione sul concorso riservato ai docenti di religione. Sono passati 17 anni dall’ultimo concorso di questo tipo. Quali previsioni si possono fare sui tempi della procedura?

Differimento del bando

Come molti di voi sapranno, il decreto milleproroghe ha previsto il differimento dei termini per la pubblicazione del bando relativo a questa procedura dal 31 dicembre 2020 alla fine dell’anno successivo. Questo differimento si è reso necessario dal fatto che l’intesa per il concorso è arrivata solo due settimane fa, dopo diversi mesi di negoziati.

Quali tempi?

Impossibile fare una previsione precisa sui tempi in cui si svolgerà la procedura. Visto il passato, i lunghi negoziati e i problemi legati al Covid, difficile che si possa arrivare alla pubblicazione del bando nel giro di pochi mesi. E dopo la pubblicazione del bando bisogna prevedere almeno 3-4 mesi per arrivare alle prime prove del concorso vero e proprio.

Nella migliore delle ipotesi, si arriverà allo svolgimento delle prime prove solo nell’autunno-inverno di quest’anno, ma più probabilmente i docenti di religione dovranno aspettare l’anno prossimo per cimentarsi nella procedura.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "CorrieredellaSera"
Inviato da admin_CUSMA il 3/1/2021 21:02:43 (18 letture)

News ... Covid, nuove misure dopo l'Epifania: la decisione del governo

Il governo ha deciso quali misure anti Covid introdurre in Italia dopo l'Epifania

Al termine di un vertice con i capidelegazione, il governo ha preso una decisione sulle nuove misure anti Covid dopo l’Epifania. Come riferisce il ‘Corriere della Sera’, il 9 e 10 gennaio 2021 l’Italia entrerà in zona arancione: saranno chiusi i bar e i ristoranti e sarà vietato uscire dal proprio Comune. La decisione, presa durante la riunione dei capidelegazione, verrà formalizzata con un’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza.

Il governo ha convocato per oggi, 3 gennaio, le Regioni e alle ore 19 è prevista la riunione del Comitato Tecnico Scientifico.

Si sta valutando il varo di nuove restrizioni per la settimana dal 10 al 15 gennaio 2021.

In alternativa, potrebbe essere anticipato un nuovo Dpcm finalizzato al contenimento dei contagi da Covid-19.

Secondo il ‘Corriere della Sera’ saranno cambiati i parametri di valutazione per le Regioni: con l’Rt a 1 scatterà la zona rossa, con 1,25 si andrà in arancione.

Tra le proposte che saranno esaminate assieme ai presidenti delle Regioni c’è il coprifuoco alle 20.

segue su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2458 bytes | Commenti?
Comunicati : da "Regione Emilia Romagna"
Inviato da admin_CUSMA il 3/1/2021 20:15:35 (16 letture)

regione.emilia-romagna

Coronavirus, quasi 8mila le persone vaccinate in Emilia-Romagna. E da domani (4 gennaio) 50mila a settimana

Oggi domenica 3 gennaio, sono 2.430 le somministrazioni al personale sanitario, operatori e degenti delle CRA. Da marzo via col resto della popolazione, con l'aumento dei vaccini giornalieri

Da domani, lunedì 4 gennaio, la campagna vaccinale entra a regime con 50mila vaccinazioni a settimana, con la definizione puntuale delle somministrazioni eseguite in ogni provincia, dato che verrà comunicato puntualmente ogni giorno.

Entro il 25 gennaio, in Emilia-Romagna arriveranno 220 scatole di vaccino Pfizer-BioNtech; all’interno di ogni confezione ci saranno fino a 1.170 dosi, per un totale di oltre 257.400. Saranno consegnate e distribuite alle Aziende Usl e alle Aziende ospedaliero-universitarie, da Piacenza a Rimini, per questa prima fase della campagna di vaccinazione rivolta al mondo della sanità e delle strutture residenziali per anziani e persone con disabilità.

Dopo il primo arrivo, mercoledì 30 dicembre, in altre quattro distinte giornate saranno completate tutte le consegne del mese di gennaio: lunedì 4, 11, 18 e 25 gennaio.

Gli arrivi delle confezioni di vaccino continueranno anche per il mese di febbraio, per consentire il completamento dei cicli che prevedono la somministrazione di due dosi a distanza di 18-23 giorni l’una dall’altra. E a marzo si partirà con la campagna vaccinale per tutto il resto della popolazione, con l’incremento del numero di vaccini settimanali e giornalieri fatti.

Tutti i punti di consegna regionali hanno celle a temperatura bassissima, -70%, cosiddette “Ult” (ultra low temperature) per consentire la conservazione del vaccino.

Coronavirus, l'aggiornamento: su 14.387 tamponi, sono 1.818 i nuovi positivi, di cui 752 asintomatici. 3.655 guariti e casi attivi in calo (-1.878).
Eseguiti anche 8.499 tamponi rapidi. Il 95% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L'età media nei nuovi positivi è di 46 anni. 41 sono stati i decessi

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da USR Emilia Romagna
Inviato da admin_CUSMA il 2/1/2021 15:40:35 (15 letture)

da USR Emilia Romagna

Programmazione offerta di istruzione e organizzazione rete scolastica 2021/22

23 Dicembre 2020

Si pubblica in allegato il DDG 23 dicembre 2020 n.929 avente ad oggetto “Programmazione territoriale dell’offerta di istruzione e organizzazione della rete scolastica per l’a. s. 2021/22”

Poche le novità per la provincia di Forlì-Cesena e per la provincia di Rimini (allegato B)

CLICCA QUI PER DOCUMENTO E ALLEGATI:
https://www.istruzioneer.gov.it/wp-con ... iR.0000929.23-12-2020.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da GildaFC/RN
Inviato da admin_CUSMA il 30/12/2020 17:40:00 (21 letture)

RIAPERTURA SCUOLE, “50% È ELEMENTO FISSO”: CIRCOLARE GABINETTO INTERNO CON LE INDICAZIONI PER I PREFETTI

di redazione: 30 dicembre 2020

È stata inviata ai prefetti la circolare del capo di Gabinetto del ministero dell’Interno, Bruno Frattasi, che fornisce alcune indicazioni in merito all’applicazione dell’ordinanza del 24 dicembre scorso del ministro della Salute che ha stabilito, dal 7 gennaio al 15 gennaio 2021 l’attività didattica in presenza, con riguardo alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, al 50% degli studenti.

Nella circolare si precisa che la percentuale del 50% rappresenta un elemento fisso, nel senso che la ripresa della didattica in presenza non potrà superare tale limite. Di tanto dovranno essere informati i dirigenti degli ambiti territoriali del ministero dell’Istruzione anche riconvocando i tavoli di coordinamento.

La circolare inoltre richiama la previsione contenuta nell’Intesa sulle “Linee guida per garantire il corretto svolgimento dell’anno scolastico 2020/2021”, che considera il documento operativo prefettizio quale certificazione dei servizi aggiuntivi necessari e ammissibili a finanziamento.

Infine richiama anche la previsione contenuta nello stesso documento secondo la quale le Regioni, ai fini della realizzazione delle operazioni di tracciamento di contagiati in ambito scolastico, potranno concordare indicazioni con i prefetti per assicurare il necessario raccordo con le istituzioni scolastiche, le autorità sanitarie competenti per territorio, le autorità militari e le altre componenti del sistema di Protezione Civile nazionale.

QUI LA CIRCOLARE:
https://www.orizzontescuola.it/wp-cont ... etto_28_dicembre_2020.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Repubblica.it" - ed Bologna
Inviato da admin_CUSMA il 8/1/2021 18:30:00 (20 letture)

Open in new windowEmilia Romagna news Scuola:
Bonaccini rinvia il rientro delle superiori al 25 gennaio. La decisione della giunta regionale

Bologna, 8 gennaio 2021

L’aumento dei contagi spinge la Giunta regionale, riunitasi ancora nel pomeriggio di oggi, a decidere il rinvio al prossimo lunedì 25 gennaio del ritorno alle lezioni in presenza al 50% nelle scuole superiori dell’Emilia-Romagna. Fino al 24 gennaio, quindi, rimarranno aperte - in presenza- materne, elementari e medie, mentre alle superiori le lezioni proseguono al 100% con la didattica a distanza.

“La situazione pandemica certo non migliora, in Emilia-Romagna e nel Paese- afferma l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini - come dimostrano i nuovi dati contenuti nel report settimanale dell’Istituto superiore di sanità e della Cabina di regia, che portano la nostra regione a entrare in fascia di rischio arancione da domenica prossima. E rimangono troppe incertezze rispetto alla possibile evoluzione. La curva epidemiologica sale e con essa anche il livello di saturazione dei reparti di terapia intensiva. Solo nei prossimi giorni, con la verifica dell’impatto delle misure adottate durante le festività, avremo un quadro più chiaro e potranno essere prese ulteriori decisioni. Ora è necessario applicare il principio della massima prudenza e precauzione”.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3208 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 6/1/2021 20:48:17 (13 letture)

Le classi più affollate? In Emilia Romagna e Lombardia

di P. Almirante - 06/01/2021

Secondo un’analisi condotta da Das (Gruppo Generali), compagnia specializzata nella tutela legale per Difesa Scuola, la classifica delle Regioni con classi più affollate sono nell’ordine: Emilia Romagna, Lombardia e Toscana. Ultime Molise, Basilicata e Calabria. La media nazionale è pari a una presenza di 20,34 alunni per classe, con l’Emilia-Romagna che risulta al primo posto con la più alta densità di alunni, pari a 21,86.

Seguono la Lombardia (21,44) e la Toscana (21,24).Le classi meno ‘affollate’ si trovano invece in Molise (17,73), Basilicata (18,06) e Calabria (18,13).

In Lombardia, prosegue l’analisi riportata da Agi, si registra un maggiore affollamento nella scuola primaria con una media di 20,15 alunni per classe che collocano la Regione al secondo posto assoluto in Italia con 412.089 studenti distribuiti in 20.456 classi. Gli altri ordini scolastici fanno rilevare, invece, una densità di studenti più bassa.

segue su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1950 bytes | Commenti?
Comunicati : da "Infodocenti.it"
Inviato da admin_CUSMA il 4/1/2021 16:20:00 (14 letture)

Open in new window
News ... Dal 4 al 25 gennaio partono le iscrizioni per l’a.s. 2021/22

di Guido Ferrari - 4 Gennaio 20210

Dalle ore 8.00 di lunedì 4 gennaio, fino alle ore 20.00 del 25 gennaio è possibile presentare domanda di iscrizione per l’a.s. 2021/22. Le modalità di iscrizione e tutte le indicazioni utili erano state già fornite con una nota del ministero del 12 novembre 2020.

Prima di poter effettutare un’iscrizione è necessario prima accreditarsi o essere in possesso di spid, il portale dedicato dal Ministero è: https://www.istruzione.it/iscrizionionline/

Sono escluse dalla modalità online le iscrizioni relative a:

alle sezioni della scuola dell’infanzia;
alle scuole della Valle d’Aosta e delle Province autonome di Trento e Bolzano;
alle classi terze dei licei artistici e degli istituti tecnici;
al percorso di specializzazione per “Enotecnico” degli istituti tecnici del settore tecnologico a indirizzo “Agraria, agroalimentare e agroindustria”, articolazione “Viticoltura ed enologia”;
ai percorsi di istruzione per gli adulti, ivi compresi quelli attivati presso gli istituti di prevenzione e pena;
agli alunni/studenti in fase di preadozione, per i quali l’iscrizione è effettuata dalla famiglia affidataria direttamente presso l’istituzione scolastica prescelta.
________________________________________________

ore 19,00: Hanno preso il via questa mattina alle 8.00 le iscrizioni online per il prossimo anno scolastico, il 2021/2022.

Il Ministero dell’Istruzione ha comunicato che alle 12.00, quattro ore dopo l’apertura delle funzioni, erano oltre 109.000 (il 18% in più rispetto a un anno fa nello stesso arco temporale) le domande in lavorazione, di cui 83.000 già completate e inoltrate alle scuole da parte delle famiglie.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Infodocenti.it"
Inviato da admin_CUSMA il 4/1/2021 16:10:00 (14 letture)

COVID-19, GILDA INSEGNANTI: SENZA SICUREZZA NO AL RITORNO IN CLASSE IL 7 GENNAIO

Redazione - 4 Gennaio 2021

“Tra i doveri, sanciti dalla legge, che spettano al sindacato c’è anche quello di intervenire affinché siano garantita la sicurezza dei lavoratori".

Ebbene, date le attuali condizioni sanitarie dovute all’andamento della curva epidemiologica e alle misure insufficienti adottate finora, prima fra tutte il sistema di tracciamento dei contagi che è andato in tilt in numerose zone d’Italia, riteniamo che il ritorno in classe giovedì 7 gennaio rappresenti un azzardo. A dichiararlo è Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti.

“Siamo docenti e sappiamo perfettamente che l’unica vera scuola è quella in presenza e siamo i primi a sostenere che la didattica a distanza è una soluzione emergenziale. Ma, data la situazione attuale, non è affatto peregrino il rischio di riaprire le scuole il 7 gennaio e di doverle richiudere dopo pochi giorni”, conclude Di Meglio.

Roma, 4 gennaio 2021
-------------------------------------------------------------------

" Lunedì 18 gennaio scuola in presenza per i ragazzi delle superiori, l’ipotesi dei sindacati"

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da GildaFC/RN
Inviato da admin_CUSMA il 3/1/2021 20:33:23 (15 letture)

News ... SCUOLA: GLI STIPENDI DI GENNAIO

3 gennaio 2021

Stipendi NoiPA, l'importo del cedolino di gennaio 2021 è già visibile: due buone notizie per questo primo mese dell'anno.

Cedolino NoiPA, l’importo degli stipendi di gennaio 2021 è già visibile sul portale per i docenti e il personale ATA di ruolo e per i supplenti annuali e al 30 giugno. Potete vederlo dalla sezione Consultazione Pagamenti. Questo mese, il pagamento sarà anticipato.

L’importo del cedolino NoiPA relativo allo stipendio di gennaio, potrebbe essere più alto del solito, in quanto questo mese non sono presenti le addizionali comunali e regionali. Sarà così anche a febbraio.

L’altra buona notizia è che il pagamento sarà anticipato di un giorno. Lo stipendio NoiPA del mese di gennaio 2021 (rata ordinaria) avrà valuta venerdì 22 gennaio. Questo perché il normale giorno di pagamento della rata ordinaria, il 23, cade di sabato. In questi casi si anticipa al primo giorno feriale utile.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 3/1/2021 20:06:43 (17 letture)

Rientro a scuola, qualche bus in più e lezioni da 50 minuti non bastano: i sindacati vogliono il rinvio

di A. Giuliani - 03/01/2021

Nel Lazio è corsa contro il tempo per far tornare la metà degli studenti in presenza nelle scuole superiori. Eppure, stavolta, rispetto a settembre, si è data la possibilità di fare lezioni da 50 minuti; e si sta agendo anche sul potenziamento degli autobus e dei treni per raggiungere gli istituti: in queste ore, infatti, le aziende di trasporto Cotral e Astral hanno chiuso il bando per l’utilizzo rispettivamente di 220 e 400 bus privati mettendoli anche a disposizione su richiesta degli enti locali. Inoltre, la rete ferroviaria potrà garantire una corsa ogni 10 minuti in ogni direzione nella fascia oraria delle 10 con conseguente trasporto di un cospicuo numero di persone.

I cambiamenti approvati nel Lazio


Si stanno poi attuando le condizioni concordate il 2 gennaio dall’assessore regionale alla Scuola della Regione Lazio Claudio Di Berardino, con i rappresentanti dell’assessorato ai Trasporti della Regione, dell’Usr, delle organizzazioni sindacali di settore.

Tra le disposizioni che si dovrebbe attuare c’è anche quella di invertire le percentuali degli alunni in presenza nei due turni di ingresso: 60% alle 08.00 e 40% alle 10.00 (mentre sinora si era prospettato il contrario).

Tra le conclusioni raggiunte c’è anche quella di un tavolo di lavoro presso la prefettura per la rimodulazione degli orari delle attività produttive e degli Uffici pubblici anche se, soprattutto per questi ultimi, la percentuale di smart working attualmente in vigore del 50-55% è tale da non incidere troppo sui trasporti pubblici ma si sta prendendo in considerazione un ulteriore aumento dello smart working.

segue su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4324 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 2/1/2021 15:02:54 (19 letture)

Open in new window
Rientro 7 gennaio, presidi preoccupati: criticità non superate, rischio salto nel buio

di A. Giuliani - 02/01/2021

Con oltre 20 mila contagi e circa 500 decessi al giorno, il Covid continua a fare paura. E siccome al 7 gennaio mancano una manciata di giorni, cresce lo scetticismo per il rientro a scuola della metà degli alunni delle superiori, così come confermato ad inizio d’anno dai prefetti. Tra coloro che mostrano maggiori perplessità figurano senza dubbio i presidi. E i loro sindacati.

Giannelli (Anp): 50% per tutto gennaio

Secondo Antonello Giannelli, presidente nazionale Anp, riprendere il 7 gennaio per le superiori con il 50% a distanza e al 50% in presenza per la prima settimana e poi al 75% “è irrealistico”.

A colloquio con Corriere della Sera e Stampa, Giannelli ha detto bisognava “pensare a un rimodernamento complessivo degli edifici, ci vuole un piano Marshall per la scuola”. Bisogna “tener conto di tutte le giuste esigenze di docenti e personale. Quindi auspichiamo di continuare al 50% fino alla fine di gennaio”.
Giannelli conferma la situazione a macchia di leopardo. Ci sono province “dove i piani sono stati fatti ascoltando anche la scuola, e le soluzioni funzionano. In altri posti come a Roma, dove non si è ascoltata la scuola, ci sono delle criticità. Ma in linea di principio era una buona idea quella di non fare regole nazionali come in passato valide per tutte le realtà, ma di decidere provincia per provincia come procedere”.

segue su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5397 bytes | Commenti?
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 769 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteGen 2021Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale