username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Sondaggio
Scuola News
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 732 »
Mobilità : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 12/3/2020 16:51:03 (17 letture)

News ... Mobilità 2020, probabile rinvio delle date di presentazione dell’istanza

di Lucio Ficara - 12/03/2020

Dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito “pandemia” la situazione del contagio del coronavirus, al Miur, la Ministra Lucia Azzolina, starebbe valutando di procrastinare la pubblicazione dell’Ordinanza Ministeriale della mobilità 2020/2021 e le relative date di presentazione delle istanze di mobilità.

Mercoledì 11 marzo 2020 i sindacati, unitariamente e con spirito costruttivo, avevano fatto pervenire al Miur la richiesta di un significativo rinvio delle date di presentazione delle istanze di mobilità 2020/2021.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Tuttoscuola.com"
Inviato da admin_CUSMA il 11/3/2020 22:00:00 (18 letture)

Open in new window
Coronavirus, Azzolina: ‘Ampliato il pacchetto degli hardware acquistabili con la Carta del docente’

mercoledì 11 marzo 2020

Da domani e fino al 31 marzo 2020 sarà possibile acquistare con la Carta del docente anche webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili. Lo annuncia la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina spiegando che “l’intervento di ampliamento degli hardware acquistabili con la Carta ha l’obiettivo di sostenere l’aggiornamento professionale degli insegnanti per migliorare l’organizzazione delle diverse forme di didattica a distanza in questo momento di emergenza. Questa è solo una delle misure che stiamo mettendo in atto per supportare le azioni che scuole e docenti stanno attivando, in queste ore, per garantire il diritto allo studio dei nostri ragazzi. Rinnovo il mio più profondo ringraziamento a tutta la comunità scolastica per il grande lavoro che sta facendo”.

Sul sito della Carta sono state aggiornate anche le FAQ relative ai beni acquistabili.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/3/2020 12:52:11 (23 letture)

Coronavirus, spostamenti in tutta Italia e autocertificazione: ecco come funziona

di A.C. - 10/03/2020

Il governo estende a tutte le Regioni le misure già attive in Lombardia e in altre 14 province e relative all’emergenza Coronavirus. Queste misure, varate con un decreto nella notte tra sabato e domenica, prevedono il divieto di spostamento se non per “comprovati motivi di lavoro” oppure “gravi esigenze familiari o sanitarie”.
Open in new window

Quindi, da oggi, martedì 10 marzo, in tutto il territorio nazionale sono valide le seguenti misure:

a) evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo, nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;

b) ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5 gradi centrigradi;) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante;

c) divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus;

segue su "leggi tutto" ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 11810 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellacuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/3/2020 12:30:00 (26 letture)

Scuole chiuse per il coronavirus, ulteriori istruzioni operative del Miur

di A.C. - 10/03/2020

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato ulteriori disposizioni operative alla luce degli ultimi provvedimenti governativi.

CLICCA QUI per scaricare il documento:

https://imm.tecnicadellascuola.it/wp-c ... 0323.10-03-2020.pdf-1.pdf

La nota n.323 del 10 marzo 2020 risponde, in modo particolare, agli interrogativi sul personale Ata.

Per il ministero dell’Istruzione, i DPCM, attuativi del DL n. 6/2020, perseguono l’obiettivo di limitare allo stretto necessario lo spostamento delle persone al fine di contenere la diffusione dell’epidemia Covid-19.

Per cui ogni accortezza che si indirizzi in questa direzione non solo è lecita e legittima, ma è anzi doverosa.

Occorre innanzitutto precisare che il personale ATA in distacco o comando presso gli uffici dell’amministrazione, si riferisce al Dirigente della struttura di riferimento.

Ferma restando la necessità di assicurare il regolare funzionamento dell’istituzione scolastica, nella condizione di sospensione delle attività didattiche in presenza, ciascun Dirigente scolastico concede il lavoro agile al personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ove possibile rispetto alle mansioni) delle istituzioni scolastiche e, in analogia, ai docenti utilizzati nelle mansioni del personale amministrativo perché inidonei all’insegnamento.

È comunque da disporsi l’adozione di misure volte a garantire il mantenimento dell’attività essenziale delle istituzioni scolastiche.

segue su "leggitutto" ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4567 bytes | Commenti?
Comunicati : ultim'ora 20.45 venerdì 9 marzo
Inviato da admin_CUSMA il 9/3/2020 22:10:00 (11 letture)

News ... Il Presidente del Consiglio Conte annuncia l'inasprimento delle misure, regole uguali per tutti

Le restrizioni estese in tutta l’Italia: «Spostamenti solo per comprovati motivi di salute o lavoro».

Il premier Conte: "Tutta Italia diventa zona protetta, misure stringenti per fermare il virus. Non c'è più tempo"

Attività didattica sospesa in ogni ordine e grado di scuole in tutta italia fino al 3 aprile.


Cesena, 9 marzo 2020 - ore 20.45

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "IlSole24Ore"
Inviato da admin_CUSMA il 9/3/2020 20:10:00 (16 letture)

SCUOLA, SMART WORKING ANCHE PER LE SEGRETERIE. COME SARÀ LA DIDATTICA A DISTANZA

di E. Bruno - 9 marzo 2020

Arriva la task force per la didattica a distanza delle scuole. Un po’ per dare seguito al lavoro dei giorni scorsi, un po’ perché la riapertura degli istituti scolastici si allontana di ora in ora, il ministero dell’Istruzione spinge l’acceleratore sulla necessità delle scuole di utilizzare l’e-learning per annullare la distanza fisica con i ragazzi a causa della sospensione delle lezioni dovuta all’emergenza coronavirus. Al tempo stesso, per limitare gli accessi negli edifici scolastici, arrivano nuove disposizioni su smart working nelle segreterie e riunione degli organi collegiali. A prevederle è una nuova circolare del ministero dell’Istruzione.

segue su "leggitutto"...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3883 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 9/3/2020 19:55:02 (21 letture)

Coronavirus e scuole chiuse: tre scenari per il rientro

di A.C. - 09/03/2020

L’emergenza coronavirus continua e le misure promulgate dal governo, nella notte tra sabato 7 e domenica 8, hanno reso la situazione particolarmente complessa anche per la scuola.

Mercoledì 4, non senza polemiche, il governo ha sospeso l’attività didattica fino al 15 marzo, ma già qualche giorno fa sembrava chiaro che lo stop potesse essere prolungato, almeno di altre due settimane.

Il rientro a scuola potrebbe essere posticipato, non solo in Lombardia e nelle 14 province, al 6 aprile (lunedì). Dunque più di un mese lontano da scuole per studenti e personale scolastico. La misura potrebbe essere ufficializzata mercoledì 11 marzo.

In realtà lo stop potrebbe essere perfino più lungo.

I tecnici del Miur stanno ipotizzando diversi scenari e navigano a vista considerato anche l’imprevedibilità dell’evoluzione dell’emergenza sanitaria.

segue su "leggitutto"

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1904 bytes | Commenti?
Stampa : da "TecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 4/3/2020 17:50:00 (22 letture)

Open in new window
News ... Coronavirus, scuole e università chiuse in tutta Italia fino a metà marzo

di A.C. - 04/03/2020

Il governo, secondo quanto riporta l’Ansa, ha deciso per la chiusura di tutte le scuole e gli atenei da domani, giovedì 5 marzo, fino a metà marzo per gli effetti del coronavirus.

Questo è quanto emerso dalla riunione tra il premier Giuseppe Conte e i ministri a Palazzo Chigi.

Al termine dell’incontro ha parlato il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina che ha precisato che la decisione non è ancora ufficiale, ma potrebbe arrivare nelle prossime ore.

Il governo, per la decisione di chiudere scuole e università che scatterà da domani, si è affidato al parere della commissione scientifica che già ieri aveva consigliato la chiusura per un mese degli eventi sportivi in tutto il Paese.

"Il governo sta valutando la chiusura delle scuole per una quindicina di giorni, ma con la possibilità di prolungarla per un mese. Una situazione di emergenza in cui si valutano diverse ipotesi: dal 6 politico (subito, però, allontanata dal ministro Azzolina) fino al posticipo dell’anno scolastico al 30 giugno".

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 12/3/2020 16:44:27 (27 letture)

Didattica a distanza, le proteste della Gilda degli Insegnanti. Anna Ascani: “Il DPCM dice che il ds attiva la DAD”.

di R. Palermo - 12/03/2020

Protesta la Gilda degli insegnanti per come molti dirigenti scolastici stanno gestendo l’emergenza e la didattica a distanza.

Afferma infatti il coordinatore nazionale Rino Di Meglio: “La maggior parte dei docenti italiani, pur se nei limiti dettati dalle tecnologie e dalle competenze digitali di ciascuno di loro e dei propri studenti, si sta adoperando attraverso la didattica a distanza per continuare a svolgere le lezioni. Riteniamo importante sottolineare, però, che modi, tempi e metodi impiegati nell’attuazione della didattica a distanza devono essere lasciati alla discrezionalità dei singoli docenti, nel rispetto della libertà d’insegnamento sancita dall’articolo 33 della nostra Costituzione”.

“La libertà d’insegnamento costituzionalmente garantita – aggiunge ancora Di Meglio – è ribadita anche dal Ministero dell’Istruzione nella nota dell’8 marzo scorso in cui si legge che ‘a seconda delle piattaforme utilizzate, vi è una varietà di strumenti a disposizione. Si ricorda, peraltro che la normativa vigente (Dpr 122/2009, D.lgs 62/2017), al di là dei momenti formalizzati relativi agli scrutini e agli esami di Stato, lascia la dimensione docimologica ai docenti, senza istruire particolari protocolli che sono più fonte di tradizione che normativa’. L’emergenza che stiamo affrontando impone a ciascuno di fare responsabilmente la propria parte, evitando contrapposizioni e sfoggi muscolari che in questo momento non possono che nuocere alla scuola”.

segue su "leggi tutto"

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2800 bytes | Commenti?
Stampa : da "guerrediRete"
Inviato da admin_CUSMA il 11/3/2020 21:44:39 (27 letture)

Strumenti per la scuola a distanza
CORONAVIRUS E LA SFIDA PER LA SCUOLA ITALIANA“È il momento di agire”


a cura di Carola Frediani - 8 marzo 2020

Purtroppo il coronavirus ci ha messo di fronte anche alle difficoltà della scuola italiana, che per ora appare impreparata ad affrontare un’improvvisa e indubbiamente inaspettata necessità di formazione a distanza.

Il punto è che la formazione a distanza e l’uso di strumenti digitali per l’insegnamento non si improvvisano e che, se lasciati a se stessi, molti insegnanti e molte scuole faticano a organizzarsi, anche quando c’è la volontà (ma a volte si incrociano anche vecchie resistenze).
Così ci sono insegnanti che girano i compiti sui gruppi Whatsapp, altri che non riescono a concordare coi colleghi gli strumenti da usare, riunioni docenti che si tengono al bar come carbonari (sono racconti o esperienze che mi sono arrivate direttamente), e poi studenti che non si presentano online, o semplicemente non ci riescono, e magari hanno anche l’ansia da collegamento (come racconta questo simpatico articolo di Tecnica della scuola). Siamo in piena arte di arrangiarsi, ma senza l’energia e l’inventiva tradizionalmente associate all’espressione (ovviamente, ci sono le eccezioni virtuose di cui si è per altro scritto sui giornali). Anche perché, scrive Il Post, “in Italia solo il 20 per cento degli insegnanti ha seguito corsi formativi in materia di alfabetizzazione digitale”. E se il 40 per cento è interessato a imparare a farlo, c’è ancora un 40 per cento contrario.
Forse ci vorrebbe in questo momento un coordinamento più deciso e chiaro dall’alto, indicazioni più precise su come gestire la situazione, un supporto tecnico agli insegnanti e dirigenti, e la capacità di individuare sistemi multipli e inclusivi (se uno studente non riesce a usare uno strumento specifico, avere strategie di backup; questo vale specie per i più piccoli che sono meno autonomi e necessitano la presenza di genitori/nonni/babysitter digitalizzati, ma anche per aree con divario digitale). Ma non si può andare avanti un mese (e, realisticamente, anche di più) girando solo compiti da fare.

segue su "leggi tutto" ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 8459 bytes | Commenti?
Comunicati : da "USR Emilia Romagna"
Inviato da admin_CUSMA il 10/3/2020 12:40:00 (18 letture)

Ufficio scolastico regionale per l'Emilia-Romagna
Ministero dell'Istruzione


Webinar: tecnologie Microsoft a supporto della didattica a distanza

Bologna, 10 Marzo 2020

Preso atto delle indicazioni del Ministero dell’Istruzione per la didattica a distanza https://www.istruzione.it/coronavirus/didattica-a-distanza.html, e visto il Protocollo di intesa tra Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia–Romagna, Microsoft srl e Lenovo Education prot. 7567 15 aprile 2019, il Servizio Marconi TSI di questo Ufficio Scolastico Regionale, al fine di favorire le istituzioni scolastiche nella progettazione di attività didattiche a distanza attraverso l’utilizzo di strumenti innovativi disponibili in forma gratuita, partecipa al webinar “Microsoft Teams – Nuove soluzioni di didattica digitale a distanza, al fine di supportare le Istituzioni scolastiche nella pianificazione di attività didattiche a distanza attraverso l’utilizzo di tecnologie Microsoft inclusive e accessibili disponibili in forma gratuita” che si terrà mercoledì 11 marzo 2020 alle ore 14.45

Gli interessati potranno seguire il webinar all’indirizzo: https://aka.ms/AA7m06g

Questo il programma del web-evento:

Ore 14.45 Inizio della diretta
Introduzione e saluti:
Giuseppe della Pietra – Microsoft Education
Roberto Bondi – Servizio Marconi TSI – USR Emilia-Romagna

Ore 15.00
Virginia Alberti, docente presso ITIS B. Castelli Brescia sugli
“Applicativi Office 365, disponibili gratuitamente, a supporto della didattica a distanza.

Ore 16.00 Question Time

Ore 16.15- Conclusione e saluti.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da "USR Emilia Romagna"
Inviato da admin_CUSMA il 10/3/2020 12:30:00 (12 letture)

Open in new window





COVID-19 Istruzioni operative personale ATA – Nota Capo Dipartimento 10.03.2020

Bologna, 10 Marzo 2020

Emergenza Coronavirus – Nota Capo Dipartimento Istruzione del 10 marzo 2020: Importanti istruzioni operative riguardanti il personale ATA

Allegati

m_pi.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(I).0003901.10-03-2020 • 251 kB • 93 click10.03.2020

CLICCA QUI: http://istruzioneer.gov.it/wp-content ... EI.0003901.10-03-2020.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 9/3/2020 20:30:00 (12 letture)

Open in new window
Coronavirus, lezioni fino ai primi di luglio e maturità a settembre: l’idea è di Pino Turi (Uil), “siamo in guerra”

di A.G. - 09/03/2020


Recuperare le giornate di lezioni perse per via della chiusura dovuta al Coronavirus, andando a scuola tutto il mese di giugno ed anche una parte di luglio: a proporlo, spiegando che però servirebbe una legge, è Pino Turi, segretario generale della Uil Scuola.

“Per posticipare la fine dell’anno serve una legge”

Tra le soluzioni che si possono immaginare per salvare la validità dell’anno scolastico c’è la proroga della fine delle lezioni: “tutto giugno e parte di luglio può essere utilizzato per fare lezione – ha detto il sindacalista confederale, interpellato dall’Ansa -, quindi ci può essere un allungamento dell’anno scolastico e gli esami di maturità potrebbero pure essere fatti a settembre, ma ci vuole una legge per fare tutto questo”.

Secondo questa teoria (proposta UIL), gli esami di terza media, invece, si svolgerebbero tra fine giugno ed inizio luglio.

Rango: 4.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 9/3/2020 20:09:43 (16 letture)

Scuole chiuse, cosa si prevede per i collaboratori scolastici?

di F. De Angelis - 09/03/2020

Come devono comportarsi i collaboratori scolastici in questi giorni di scuole chiuse a causa del coronavirus?

Nella serata di domenica 8 marzo il Miur ha diramato delle istruzioni operative per il personale della scuola in merito alle chiusure e sospensioni delle attività didattiche.

Collaboratori scolastici: cosa devono fare in questo periodo di sospensione attività didattiche

Il Ministero spiega che, per quanto riguarda il personale Ata di segreteria, ci si deve attenere alle indicazioni precedenti sul lavoro agile.
La nota dell’8 marzo specifica come bisogna comportarsi invece per quanto riguarda i collaboratori scolastici.

Considerata la sospensione delle lezioni prevista dal DPCM, l’emergenza in atto e la necessità di contenere il più possibile gli spostamenti fisici delle persone per ragioni lavorative e viste le mansioni previste per questo profilo dal CCNL, il dirigente scolastico, una volta verificata l’avvenuta pulizia degli ambienti scolastici, organizzerà il servizio solo per ulteriori prestazioni necessarie non correlate alla presenza di allievi, attivando i contingenti minimi stabiliti nei contratti integrativi di istituto ai sensi della legge 146/90.

In questo quadro verrà informata la RSU e si procederà attraverso turnazioni del personale tenendo presente, comunque, condizioni di salute, cura dei figli a seguito della contrazione dei servizi di asili nido e scuola dell’infanzia, condizioni di pendolarismo per i residenti fuori del comune sede di servizio, dipendenti che raggiungono la sede di lavoro con utilizzo dei mezzi pubblici.

segue su "leggitutto" ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3069 bytes | Commenti?
Mobilità : da "LaTecnicadellaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 6/3/2020 22:21:11 (25 letture)

Open in new window
Mobilità 2020, a breve saranno noti i tempi di presentazione delle istanze (Presentazione domande dalla prossima settimana?)

di L. Ficara - 06/03/2020

Ieri giovedì 5 marzo, nell’incontro tra la Ministra Lucia Azzolina, il Capo Dipartimento Marco Bruschi e i sindacati, per trattare tempi e modi di produzione della domanda di mobilità 2020/2021, è stato annunciato che a breve ci sarà l’avvio della presentazione delle domande.

Incontro mobilità 2020, negativo per i sindacati

L’esito dell’incontro è stato definito negativo dai sindacati presenti al tavolo, perché la Ministra Lucia Azzolina avrebbe deciso di utilizzare direttamente e rapidamente il mezzo dell’Ordinanza Ministeriale, piuttosto che riaprire il tavolo negoziale per consentire a tutti i docenti, di non essere soggetti a vincoli e blocchi della mobilità. Per cui le novità della legge 126/2019 non saranno oggetto di contrattazione, ma resteranno molto probabilmente i blocchi quinquennali e triennali della mobilità per alcune categorie di docenti.

Appare quindi chiaro, anche se la certezza si avrà con la pubblicazione dell’Ordinanza Ministeriale sulla mobilità 2020/2021, che il vincolo di permanenza per cinque anni (compreso quello in corso) per i docenti neo-immessi in ruolo nel 2019/20 da graduatoria di merito del concorso DDG 85/2018 (e successivo DM 631/2019) sarà applicato con la prossima domanda di mobilità.

segue su "leggitutto"

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2684 bytes | Commenti?
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 732 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteMar 2020Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019
Angelarosa 16/1/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale