username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 760 »
Dirigenti scolastici : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 9/10/2020 22:22:45 (7 letture)

Lucia Azzolina, giorni contati? Lo sostiene l'on. Sasso (Lega)

di R. Palermo - 09/10/2020

Il deputato Rossano Sasso della Lega non ha dubbi e afferma:”Giorni contati per la Azzolina, il suo destino politico passa per il Consiglio di Stato”.

La questione, secondo il parlamentare del Carroccio, è legata alle vicende del concorso per dirigenti scolastici: “Giovedì 15 Ottobre – ricorda infatti Sasso – il Consiglio di Stato potrà confermare o meno quanto sentenziato dal Tar Lazio, in merito al concorso per dirigenti scolastici del 2017, quello al quale ha partecipato l’attuale Ministro Azzolina (e anche molti neo dirigenti del nostro territorio), stabilendone l’irregolarità o meno in via definitiva”.

“Il ministro Azzolina – sottolinea il deputato – potrebbe trovarsi nella condizione di dover risolvere politicamente un contenzioso che vede la stessa Azzolina parte in causa, in quanto vincitrice di un concorso che potrebbe risultare falsato”.

“In questo caso – conclude Sasso – la Azzolina si troverebbe davanti ad un plateale conflitto di interessi e dovrebbe scegliere se continuare a fare il Ministro, rinunciando al ruolo da preside, o dimettersi da Ministro e tenersi il ruolo da dirigente scolastico. Delle due ipotesi, l’una: tertium non datur”.

La Lega, insomma, non intende fare nessuno sconto alla Ministra e sta cercando in ogni modo di creare qualche ulteriore problema alla maggioranza di Governo, usando ogni arma a disposizione, dalla mozione di sfiducia già deposita al Senato fino alla denuncia di una ipotetica situazione di conflitto di interesse.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 9/10/2020 22:07:36 (9 letture)

UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì

DSGA – COPERTURA SEDI VACANTI A.S. 2020-21.

Forlì, 9 Ottobre 2020
___________________________________________

IL DIRIGENTE

visto...
considerato ...

D I S P O N E
L’assegnazione dell’incarico di DSGA per l’a.s. 2020/2021 alla dott.ssa CONTI SILVIA, AA non di ruolo inserita nella graduatoria di terza fascia della provincia di Forli’-Cesena.
Considerato che la nomina avviene ad anno scolastico iniziato si invitano gli interessati ad assumere servizio nel minor tempo possibile.
Il Dirigente Scolastico competente, all’atto dell’assunzione, provvederà a stipulare il conseguente contratto.

IL DIRIGENTE
Mario M. Nanni

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 6/10/2020 19:50:00 (41 letture)

Covid scuola, Crisanti contro Azzolina: “I numeri dei contagi sono falsati”.

di F. De Angelis - 06/10/2020

E’ braccio di ferro sul numero dei contagi da coronavirus nelle scuole. In questo caso i duellanti sono da un lato Lucia Azzolina che riporta numeri bassi di incidenza della riapertura scuole sui contagi, dall’altro lato c’è il virologo Andrea Crisanti, che contesta i dati riportati dalla Ministra dell’Istruzione.

In base a quanto riportato da Lucia Azzolina, dal 14 al 26 settembre, il personale docente che risulta contagiato è lo 0,047% del totale (349 casi di positività), si parla dello 0,059% (116 casi) per il personale non docente, mentre per gli studenti la percentuale è dello 0,021% (1.492 casi).

Dati falsati: gli studenti sono spesso asintomatici

Specialmente il numero degli studenti contagiati sarebbe sbagliato secondo Andrea Crisanti, professore ordinario di microbiologia dell’Università di Padova. Nel suo intervento ad Agorà su Rai 3, il virologo ha spiegato: “È chiaro che se noi andiamo a vedere solo la percentuale di studenti che si ammalano prendiamo un dato completamente falsato perché la maggior parte degli studenti non si ammalano, sono asintomatici che possono però portare il virus e infettare“, ha detto Crisanti.
Il virologo in precedenza aveva comunque ritenuto indispensabile analizzare nel dettaglio i dati della riapertura delle scuole nelle prossime settimane: sarà lì, secondo anche altri esperti, che si potrà avere una visione maggiormente significativa sull’impatto dei contagi nelle scuole.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2779 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 6/10/2020 19:30:00 (23 letture)

Open in new window
Stipendi dei docenti italiani fermi, il brutto arriva a fine carriera


I docenti tra i 55 e i 64 anni di età guadagnano in media tra i 30 mila e i 38mila euro lordi, i dirigenti scolastici nella stessa fascia di età 83mila euro :(

di A. Giuliani - 06/10/2020

La differenza dello stipendio di un docente italiano rispetto ad uno europeo si realizza soprattutto a fine carriera, quando, grazie agli aumenti dovuti a meccanismi di incremento automatico (con un’attesa che va tra i 5 gli 8 anni) si concretizza appena con un più del 50%. Mentre in Irlanda, Paesi Bassi e Polonia, gli stipendi tabellari iniziali dei docenti fanno riscontrare un aumento di oltre il 60% già nei primi quindici anni di servizio. Di contro, all’inizio della carriera, gli insegnanti italiani, come quelli francesi, portoghesi e inglesi, ricevono uno stipendio lordo tra i 22 mila e i 28 mila euro all’anno, in linea con la media europea, anche se fortemente al di sotto di quelli dei Paesi nordici (come Danimarca, Germania e Norvegia).

UE: politica da rivedere

I dati sono inseriti nel rapporto annuale del network Eurydice della Commissione Europea sugli stipendi degli insegnanti in occasione della Giornata mondiale degli insegnanti.

“La retribuzione e le prospettive di carriera degli insegnanti dovrebbero essere parte integrante delle politiche per attrarre e trattenere gli insegnanti più qualificati”, ha detto la commissaria Ue per la Ricerca, Mariya Gabriel commentando il rapporto.

Tra il 2018 e il 2019 in Italia ci sono stati solo piccoli aggiustamenti agli stipendi dei docenti, in considerazione del costo della vita.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3364 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 2/10/2020 18:53:21 (24 letture)

Concorso straordinario per l’abilitazione, quando si svolgerà la prova?

di F. De Angelis - 02/10/2020

Sappiamo bene che la prova del concorso straordinario secondaria per l’immissione in ruolo si svolgerà a partire dal 22 ottobre. Molti docenti però chiedono: “e la procedura straordinaria per l’abilitazione all’insegnamento?“

In effetti del concorso straordinario abilitazione non si sa nulla: dopo l’informativa con i sindacati sui concorsi si attendevano novità anche su questo fronte. Novità che però non sono arrivate.

E’ probabile che il Ministero voglia intanto concludere le prove del concorso straordinario per l’immissione in ruolo e successivamente procedere al concorso straordinario abilitante che a questo punto potrebbe coincidere con le prove preselettive dei concorsi ordinari. O forse no.

In cosa consiste la prova del concorso straordinario abilitazione
La prova del concorso straordinario abilitazione prevede 60 domande a risposta multipla a cui rispondere in 60 minuti.

I quesiti sono così suddivisi:

1. competenze disciplinari relative alla classe di concorso: 40 quesiti
2. competenze didattico/metodologiche: 20 quesiti. Per le classi di concorso di lingua straniera la prova scritta si svolge interamente nella lingua stessa.
La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti.

La commissione, pertanto, procede alla compilazione di elenchi non graduati, distinti per classe di concorso, in cui sono inclusi i soggetti che hanno conseguito alla prova il punteggio minimo di 42 punti su 60.

Chi ottiene almeno 42 punti su 60 potrà conseguire l’abilitazione all’insegnamento secondo le condizioni e il percorso indicato nel Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 20 dicembre 2019, n. 159 a decorrere dall’anno scolastico 2020/2021, su tutto il territorio nazionale.

Le domande di partecipazione sono scadute il 15 luglio scorso.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "TecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 1/10/2020 18:30:00 (24 letture)

News ...
Il concorso straordinario diventa un caso politico: siamo vicini a un rinvio?

di Redazione - 01/10/2020


Le date del concorso straordinario sono ufficiali: si parte il 22 ottobre, ma è guerra fra la Ministra Azzolina, i sindacati e gli alleati di Governo.
Già lunedì scorso il Partito democratico per bocca della responsabile scuola Camilla Sgambato aveva chiesto il rinvio.


Anche i sindacati protestano e ieri hanno scritto una lettera a tutti i gruppi parlamentari per chiedere di riesaminare tutto. I sindacati dicono che non ci sono certezze sul fatto che le prove di concorso possano svolgersi in sicurezza.
Sempre ieri, mercoledì, nel corso del question time alla Camera, la Ministra Azzolina ha detto che si sta lavorando per avere non più di 10 concorrenti in ogni aula e quindi non ci saranno problemi.
E dal Ministero dicono anche che per il test di ingresso a Medicina si sono presentati più di 60mila studenti e tutto ha funzionato bene.


Nella nostra diretta web di ieri Bianca Laura Granato (M5S) ha avuto parole molto dure: “Il PD vuol fare fuori la nostra ministra per sostituirla con uno dei loro”.

Parole pesanti che Granato ha ribadito con noi in un momento successivo aggiungendo anche: “Guarda caso, però, nei confronti della loro ministra De Micheli che solo il 1° settembre si è accorta che l’anno scolastico stava iniziando e che bisognava organizzare il trasporto scolastico non hanno detto nulla”.

La situazione, insomma è davvero complicata e a questo punto non si può escludere nulla.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 29/9/2020 14:49:29 (29 letture)

La DaD produce “autistici digitali”. Psichiatri, psicologi e didattica a distanza

di A. Belardinelli - 29/09/2020

«Secondo qualcuno i bimbi fortunati son quelli che hanno l’iPad. Secondo me i bimbi fortunati sono quelli che hanno il Pongo. I bambini hanno bisogno di giocare insieme; e se un Ministro non capisce questo, è meglio che vada al roseto comunale».

Parole infuocate quelle pronunciate sin da maggio dal noto psichiatra Paolo Crepet di fronte alle telecamere de La7. «Un bambino ha bisogno di socialità, di carezze, di esser sgridato e lodato, di prender voti, di giocare a pallone nel cortile. Se non si capisce questo, bisogna rileggere don Milani e Maria Montessori. Avere una classe politica che non capisce questo e che manda metà dei bambini nel solipsismo casalingo per diventare autistici digitali, è una cosa che mi fa orrore! Da 40 anni mi occupo di questi argomenti e mi fa orrore! Noi italiani siamo stati pedagogisti straordinari, e adesso abbiamo dei burocrati che decidono con la monetina: “Tu stai a casa col tuo monitor e tu vieni due o tre orette a scuola”! Ma che mondo è? che governo è? Non m’interessa la politica, m’interessa l’intelligenza, il buonsenso! I ragazzi diventano autistici, perché non usano i sensi! Fidatevi di chi fa questo lavoro!».
L’opinione di Crepet — educatore, opinionista, psichiatra, sociologo nonché saggista, laureato in medicina a Padova nel 1976 e in sociologia a Urbino nel 1980, specializzato in psichiatria a Padova nel 1985 — è particolarmente autorevole.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6116 bytes | Commenti?
Concorsi : da Gilda nazionale
Inviato da admin_CUSMA il 29/9/2020 14:24:54 (27 letture)

da Gilda/FGU Nazionale - 29.09.2020

Dati concorso straordinario (Scuola Infanzia/Primaria) in Emilia Romagna

Regione di destinazione - Tipo posto/ Grado di istruzione - Numero domande
___________________________________________________

EMILIA ROMAGNA Comune MM 2451
EMILIA ROMAGNA Comune SS 3317
EMILIA ROMAGNA Sostegno MM 73
EMILIA ROMAGNA Sostegno SS 68


seguiranno classi di concorso scuole secondarie di I e di II grado.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 9/10/2020 22:20:00 (8 letture)

Igienizzare la cattedra, non è un compito dei docenti, ma una Ds lo impone

di L. Ficara - 09/10/2020


In un Liceo scientifico della Calabria una Dirigente scolastica, convinta di applicare le norme anti Covid, impone ai docenti l’igienizzazione della cattedra ad ogni cambio di ora.

Circolare della Dirigente scolastica
In questo periodo di riapertura delle scuole, ogni Istituto scolastico ha adottato dei regolamenti interni, anche comportamentali, per scongiurare la possibilità di contagio del Coronavirus. Docenti, alunni e personale Ata sono chiamati a igienizzarsi le mani molte volte al giorno, a mantenere il distanziamento e, nel caso non fosse possibile il distanziamento o se fosse necessario sportarsi dentro e fuori l’aula, a garantire l’obbligo dell’uso delle mascherine. Sono regolamentate pure l’entrata a scuola e la relativa uscita, ma la cosa che lascia perplessi, nel caso di una Dirigente scolastica calabrese, è una circolare molto strana e, per certi versi, anche esilarante.

In tale circolare la Ds impone ai docenti, ad ogni cambio di ora e prima di poggiare il proprio materiale da lavoro sulla cattedra, di igienizzare la cattedra con prodotti forniti dalla scuola.

Igienizzare la cattedra non è compito dei docenti
Come è ben specificato nel CCNL scuola 2006/2009 la pulizia degli arredi della classe non spetta al docente ma piuttosto al collaboratore scolastico.

IL collaboratore scolastico, come riportato nella Tabella A allegata al CCNL scuola, esegue, nell’ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica. E’ addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico; di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi; di vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici, di collaborazione con i docenti. Presta ausilio materiale agli alunni portatori di handicap nell’accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all’interno e nell’uscita da esse, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale anche con riferimento alle attività previste dall’art. 46.

Circolare della Ds è illegittima
Per quanto suddetto, la circolare della Dirigente scolastica di questo Liceo scientifico della Calabria, è evidentemente illegittima. I docenti non possono essere obbligati ad igienizzare la cattedra prima di poggiare le proprie carte o borse da lavoro, ma questo compito spetta ai collaboratori scolastici.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da sindacati scuola prov Rimini
Inviato da admin_CUSMA il 9/10/2020 21:30:00 (26 letture)

Open in new window
PROVINCIA DI RIMINI

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SINDACALE

DEI DOCENTI PRECARI e NON

in videoconferenza su zoom.us al seguente link:

https://cgiler.zoom.us/j/94959401103?
pwd=dGo5NEZ6WnlTSWFyMWV2NUhOQlFzUT09
ID riunione: 949 5940 1103
Passcode: precari


LUNEDì 12 OTTOBRE 2020 dalle ore 15.30 alle 17.30

con il seguente Ordine del Giorno:
1. Il punto su le nomine a TD nella provincia di Rimini
2. Mobilitazione nazionale precariato scuola
3. Varie ed eventuali

#RENDIAMO STABILE IL LAVORO
#RENDIAMO SICURE LE SCUOLE


Centralità della scuola per far crescere il paese

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 6/10/2020 19:33:31 (9 letture)

Docenti organico covid non possono essere licenziati. Il testo del maxi-emendamento

di R. Palermo - 06/10/2020

Dopo molte traversie l’emendamento De Petris (Liberi e Uguali) sulla non licenziabilità dei docenti Covid è stato inserito nel maxi-emendamento sul quale il Governo ha deciso di porre la fiducia al Senato.
In aula è in corso il dibattito e la notizia del recepimento della modifica è stata annunciata dalla stessa senatrice Loredana De Petris di LeU che però, riferendosi ad altri emendamenti che non hanno potuto trovare spazio nel testo definitivo del provvedimento, ha sottolineato come ormai, molto spesso, le decisioni del Parlamento siano legate più alle scelte della Ragioneria Generale dello Stato che alla reale volontà politica dei parlamentari.
In attesa di esaminare e commentare nel dettaglio il provvedimento che sta per essere approvato dal Parlamento, pubblichiamo lo stralcio dell’emendamento relativo agli articoli che più direttamente riguardano il sistema scolastico.

CLICCA QUI: https://www.tecnicadellascuola.it/wp-c ... to-1.900-Governo-scuola.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 4/10/2020 19:49:55 (28 letture)

Troppe cattedre ancora scoperte, nomine in dubbio e orari di lezione ridotti: per i sindacati il caos è servito

Di Meglio "GILDA" su Gps: tanti errori nell’assegnazione dei punteggi

di A. Giuliani - 03/10/2020

Le lezioni sono riprese nella maggior parte delle regioni da ormai tre settimane, siamo entrati nel mese ottobre, ma un nutrito numero di supplenze annuali rimane ancora da sottoscrivere.
Lo stesso premier Giuseppe Conte qualche giorno fa, dopo avere ricordato di avere “fatto tutto il liceo con supplenti annuali che non arrivavano prima di dicembre”, ha tenuto a specificare che “quest’anno 40 mila supplenti sono già stati chiamati e altri 40 mila arriveranno nel mese di ottobre”.

In tutto 216 mila supplenze annuali

In realtà gli 80 mila contratti a tempo determinato citati dal presidente del Consiglio sono solo quelli di sostegno in deroga, quindi con scadenza 30 giugno 2021. Secondo i numeri forniti dai sindacati rappresentativi alcuni giorni fa, nel computo delle supplenze vanno annoverati anche i circa 62 mila posti non assegnati con le immissioni in ruolo (erano quasi 85 mila ma ne sono state attuate solo 23 mila), oltre 14 mila posti in organico di fatto ed altri 60 mila docenti Covid (da licenziare qualora scattasse un secondo lockdown). Per un totale di 216 mila cattedre da assegnare.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7641 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 2/10/2020 18:46:08 (20 letture)

Supplenze organico covid, i fondi non bastano: scatta l’allarme

La Gilda: quanti supplenti covid finora?

di F. De Angelis - 02/10/2020

Scatta l’allarme per i supplenti covid: mancherebbero i fondi necessari per coprire tutte le spese relative. Lo segnala la Flc Cgil. Anche la Gilda degli Insegnanti critica sul ridotto numero di supplenti dell’organico di emergenza.

Pochi giorni fa la ministra Azzolina ha detto che entro pochi giorni si concluderanno le assegnazioni delle supplenze, anche quelli dell’organico covid.

Supplenti covid: mancano i fondi

Secondo quanto segnala il sindacato, le scuole non avrebbero i fondi necessari per coprire le spese relative all’organico di supplenti covid: “dalle scuole ci giungono numerose segnalazioni che, dai calcoli fatti per verificare la capienza dei fondi stanziati dal decreto Rilancio (DL 34 del 19 maggio 2020, convertito con modificazioni dalla Legge 77 del 17 luglio 2020, art. 231 bis) per l’istituzione del cosiddetto organico di emergenza COVID“, si legge sul sito del sindacato.

In particolare, i soldi non sarebbero “sufficienti a coprire tutti oneri collegati alle supplenze (ad esempio le ferie, gli eventuali assegni al nucleo familiare) e non garantiscono la copertura di eventuali sostituzioni per lunghi periodi come maternità e congedi parentali, in quanto il budget assegnato per le sostituzioni è molto limitato e non consente sforamenti”.
Ecco perchè, serve un “un provvedimento legislativo, con cui si incrementino le risorse destinate a questa finalità”.

Inoltre, il sindacato guidato da Francesco Sinopoli, ha chiesto al MI di “prevedere una proroga all’utilizzo dei fondi dell’ex art. 231 del DL 34/2020, che erano stati stanziati al fine di sostenere la gestione della ripresa dell’attività didattica (con l’acquisto di beni, servizi e lavori), le cui somme assegnate dovevano essere impegnate dalle scuole entro la data del 30 settembre 2020. Purtroppo, non tutte le scuole, nell’emergenza dell’organizzazione generale del servizio scolastico, sono riuscite ad impiegare per intero questi fondi”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3861 bytes | Commenti?
Reclutamento : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forli
Inviato da admin_CUSMA il 1/10/2020 18:10:00 (20 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì, 01 ott. 2020 - Unità Operativa 4^ - Organici, movimenti e reclutamento del personale docente della scuola secondario di primo e secondo grado

RETTIFICA

Seconda Convocazione per conferimento contratti a T.D. su disponibilità sopraggiunte al 30 settembre - Posti Comuni

IL DIRIGENTE

VISTO il proprio decreto prot. n. 3495 del 30.09.2020 di convocazione per conferimento contratti a T.D. e la relativa pubblicazione di disponibilità;
ACCERTATO che per mero errore materiale sono stati pubblicati come disponibili posti già occupati;
RITENUTO di dover rettificare, in autotutela le disponibilità stesse;

D E C R E T A
Per le motivazioni di cui in premessa che i posti di seguito elencati risultano essere già occupati da aventi titolo, quindi non disponibili.

I.I.S. Pellegrino Artusi A018 18 ore
I.I.S. Pellegrino Artusi B021 11 ore
I.I.S. Pellegrino Artusi B021 8 ore al serale
ITI Marconi A012 18 ore

IL DIRIGENTE
Mario M. Nanni

-------------------------------------------------------------
QUI LA PRECEDENTE COMUNICAZIONE: https://fc.istruzioneer.gov.it/2020/09 ... -tempo-determinato-1-e-2/

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 29/9/2020 14:44:10 (25 letture)

Gps, fumata nera: per gli errori e i punteggi sbagliati nessuna novità (dal Ministero)

di F. De Angelis - 28/09/2020

L’informativa data ai sindacati della scuola dal Ministero dell’Istruzione di lunedì 28 settembre ha riguardato anche le graduatorie provinciali (GPS), che in molti casi stanno generando un caos di difficile gestione.

Bloccare tutto per capire come riparare al danno

Le organizzazioni sindacali, proprio per venire incontro alle difficoltà di diverse province, hanno chiesto un blocco temporaneo del sistema della nomine per capire come intervenire efficacemente: “durante il confronto con l’amministrazione abbiamo chiesto semplicemente di bloccare tutto per qualche giorno e consentire i necessari aggiustamenti per ripartire in sicurezza. Nulla di tutto ciò. I blocchi si stanno realizzando lo stesso solo che sono stati riversati sulla scuole già oberate da mille problemi“, si legge sul sito del sindacato Uil Scuola.

Oggi la situazione è sotto gli occhi di tutti. Bisogna fare una operazione di ‘sanificazione’ come per gli ambienti inquinati. Per fare velocemente si sono fatti migliaia di errori. Bisogna stoppare tutto e fare verifiche profonde o ci saranno problemi a catena. Ci sarebbe bisogno da parte dei vertici del ministero di un po’ di umiltà, ammettere l’errore, correre ai ripari e ripartire nella chiarezza.

Ricordiamo che negli ultimi giorni in alcune province, come quella di Napoli, le graduatorie provinciali sono state ritirate, per poi procedere alle correzioni dei vari errori nei giorni successivi.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 760 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteOtt 2020Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale