username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 803 »
Normativa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 19/10/2021 12:31:21 (20 letture)

Che differenza c’è tra scuola paritaria e scuola privata?

di Redazione - 18/10/2021

Cosa significa scuola paritaria e quale differenza intercorre tra scuole paritarie e scuole private? Lo chiarisce il Ministero dell’Istruzione.

Differenza tra scuole paritarie e scuole private

La legge 62 del 2000 ha stabilito (al comma 7 dell’articolo 1) che, dopo tre anni dalla sua entrata in vigore, le varie tipologie di scuole non statali previste dall’ordinamento allora vigente (autorizzate, legalmente riconosciute, parificate, pareggiate…) sarebbero state ricondotte a due: scuole paritarie e scuole non paritarie.

A seguire i chiarimenti del Mi.

Scuole paritarie
Le scuole paritarie svolgono un servizio pubblico e sono inserite nel sistema nazionale di istruzione. Per gli alunni, la regolare frequenza della scuola paritaria costituisce assolvimento dell’obbligo di istruzione.

Il riconoscimento della parità garantisce:

- l’equiparazione dei diritti e dei doveri degli studenti
- le medesime modalità di svolgimento degli esami di Stato
- l’abilitazione a rilasciare titoli di studio aventi lo stesso valore legale delle scuole statali.

Scuole non paritarie
Le scuole non paritarie sono sempre di natura privata, e sono iscritte in elenchi regionali aggiornati ogni anno, reperibili sul sito internet dell’Ufficio scolastico regionale competente per territorio.

La regolare frequenza della scuola non paritaria da parte degli alunni costituisce assolvimento dell’obbligo di istruzione, ma esse non possono rilasciare titoli di studio aventi valore legale né attestati intermedi o finali con valore di certificazione legale.

Pertanto gli studenti devono sostenere un esame di idoneità al termine di ogni percorso scolastico oppure se vogliono trasferirsi in una scuola statale o paritaria.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Organi Collegiali : da "TecnicadellaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 18/10/2021 17:11:09 (19 letture)

Organi collegiali. Ottobre, tempo di elezioni. Ma i genitori in gran parte assenti

di Anna M. Di Falco - 18/10/2021

Già da alcuni giorni dirigenti e docenti sono impegnati nelle elezioni degli organi collegiali a livello di istituzione scolastica per l’anno scolastico in corso, secondo le indicazioni date dalla Nota Ministeriale prot. n. 24032 dello scorso 6 ottobre, che a sua volta fa riferimento alle indicazioni dell’O.M. 215/1991 e successive modificazioni e integrazioni.

Elezioni per il rinnovo delle rappresentanze di alunni e genitori di durata annuale

Entro il prossimo 31 ottobre dovranno essere ultimate le operazioni di voto per gli organi di durata annuale e quelle per il rinnovo annuale delle rappresentanze studentesche nei consigli di istituto delle istituzioni scolastiche di istruzione secondaria di II grado non giunti a scadenza, secondo la procedura semplificata prevista negli artt. 21 e 22 dell’O.M. 215/1991.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7950 bytes | Commenti?
Normativa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 15/10/2021 18:13:35 (21 letture)

Green pass, sospensione più lunga per i docenti che non ce l’hanno

di L. Ficara - 15/10/2021

Cambiano, anche sostanzialmente, le norme per il personale scolastico sprovvisto di green pass. Tra le novità più importanti è quella del rischio dell’allungamento dei tempi di sospensione del docente (o personale Ata) senza green pass e quella della cancellazione delle sanzioni amministrative.

Nota ministeriale sulla certificazione verde

Il Ministero dell’Istruzione ha emanato una nota, la n. 1534 del 15 ottobre 2021, in cui vengono sintetizzati i contenuti della legge 133/2021 sulla certificazione verde in ambito scolastico.
La novità è che il rientro del docente “sospeso” potrà avvenire solo alla conclusione della supplenza conferita per sostituirlo: in pratica, in questi casi il docente tornerebbe in servizio diversi giorni dopo l’ottenimento del Green pass, con decurtazione stipendiale maggiore rispetto all’effettiva mancanza della certificazione.

Sospensione fino al termine del contratto

La legge di conversione del decreto legge n. 111 del 6 agosto 2021 modifica, infatti, la disciplina della sospensione del rapporto di lavoro in caso di mancato possesso di valida certificazione verde e, quindi, la previsione della durata della sospensione del rapporto di lavoro.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3220 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 14/10/2021 17:35:21 (23 letture)

Open in new windowTroppi problemi per il Ministro, dall’algoritmo delle supplenze al contratto scuola

di Redazione - 14/10/2021

Ci sono tanti problemi sul tavolo del Ministro.
Il più difficile da risolvere, anche perché riguarda la totalità del personale della scuola, è forse quello del rinnovo del contratto: è da tre anni che si parla di aumento a tre cifre, ma per il momento con le risorse disponibili si riuscirebbe a garantire un incremento nettamente inferiore ai 100 euro lordi.

I sindacati confidano che dalla legge di bilancio possa arrivare un incremento significativo delle risorse contrattuali, ma va detto che gli stanziamenti del 2022 dovrebbero servire per il contratto futuro del 2022-2024: quindi se i soldi del 2022 fossero usati per il contratto 2019/2021 si creerebbe un buco per quello futuro.
Insomma, il problema è davvero complicato e non sarà facile trovare una soluzione.

Ma c’è il tema delle disfunzioni dell’algoritmo usato per assegnare le supplenze di cui ci siamo occupati di recente.
Dal Ministero dicono che molti errori sono stati causati anche da sbagli e imprecisioni nella presentazione delle domande da parte degli stessi docenti.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Formazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 12/10/2021 15:47:37 (37 letture)

News ...Inclusione: 25 ore di formazione entro novembre, ma dal MI ancora nessuna notizia

di L. La Gatta - 11/10/2021

Con l’emanazione del Decreto del Ministro n. 188 del 21 giugno 2021 è stata data attuazione all’art. 1, comma 961, della legge di Bilancio 2021 che delinea per l’anno 2021 un sistema formativo che garantisca una conoscenza di base relativa alle tematiche inclusive per il personale docente non specializzato su sostegno e impegnato nelle classi con alunni con disabilità.

Come poi specificato dal MI, con nota del 6 settembre, il personale docente in questione, per l’anno scolastico 2021/2022, sarà invitato a frequentare un percorso di formazione su tematiche inclusive, secondo quanto previsto dal DM 188 citato.

Ciascun docente dovrà avere accesso ad una unità formativa per complessive 25 ore sulle tematiche inclusive e sulle specificità presenti nella propria classe, attraverso corsi organizzati da singoli istituti o da reti di scuole.

È prevista una tempistica ben precisa: le attività formative dovranno concludersi entro novembre.

Ma si farà in tempo?

Tra le varie richieste dei Sindacati c’è anche la proroga di questo termine. Il Ministero si era detto disponibile a valutare lo slittamento, ma ad oggi non si ha ancora nessuna notizia.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2633 bytes | Commenti?
Normativa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/10/2021 18:32:06 (29 letture)

Dati vaccinali di studenti e docenti: le scuole li potranno trattare. Lo dice il DL 139, in vigore dal 9 ottobre

di R. Palermo - 09/10/2021

Entra in vigore oggi (sabato 9 ottobre) il decreto legge 139 “Disposizioni urgenti per l’accesso alle attività culturali, sportive e ricreative, nonché per l’organizzazione di pubbliche amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali”.
Con l’articolo 9 si introduce una modifica decisiva al TU 196 del 2003 in materia di trattamento dei dati personali.
In pratica viene inserita nel Regolamento per la Privacy una norma che dice: “ll trattamento dei dati personali da parte di un’amministrazione pubblica … è sempre consentito se necessario per l’adempimento di un compito svolto nel pubblico interesse o per l’esercizio di pubblici poteri a essa attribuiti”.

E ancora: “La finalità del trattamento, se non espressamente prevista da una norma di legge o, nei casi previsti dalla legge, di regolamento, è indicata dall’amministrazione, in coerenza al compito svolto o al potere esercitato”.

Nel concreto la norma dovrebbe consentire di risolvere diversi problemi posti dal controllo del green pass.
Per esempio d’ora innanzi le autorità scolastiche dovrebbero poter accedere ai dati vaccinali degli alunni (ed eventualmente dei docenti) in modo da poter organizzare al meglio il servizio scolastico.
Ovviamente affinché la norma diventi operativa sarà necessario un provvedimento amministrativo (un decreto ministeriale, per esempio).
Il comma 3 dello stesso articolo limita in qualche modo le prerogative del Garante per la Privacy in quanto stabilisce che d’ora in poi, i pareri richiesti in merito a provvedimenti inerenti le riforme del PNRR dovranno essere resi dall’Autorità entro il termine massimo (e non prorogabile) di 30 giorni. Trascorso questo termine l’Amministrazione dello Stato potrà intervenire anche in assenza del parere.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Convegni : da "Gilda" nazionale
Inviato da admin_CUSMA il 5/10/2021 16:52:36 (51 letture)

Martedi 5 ottobre: Giornata mondiale insegnanti, Gilda: la scuola non è un parco giochi

Convegno nazionale “Il lungo addio della scuola istituzione. Cui prodest?”, promosso in collaborazione con l’Associazione Docenti Art.33

martedì 5 ottobre 2021

La scuola pubblica statale non è un parco giochi dove intrattenere i ragazzi, né un servizio di istruzione a richiesta, dove si erogano prestazioni in base ai desiderata degli utenti e si garantisce il successo formativo. La scuola pubblica statale è, come da dettato costituzionale, un’istituzione della nostra Repubblica, dove l’insegnante, nel pieno rispetto della sua libertà professionale, dovrebbe trasmettere conoscenze e sviluppare il pensiero critico degli alunni formandoli come futuri cittadini. A nessuno, dunque, giova l’involuzione di stampo aziendalista, né la deriva ludica, semplicistica e buonista verso cui si sta dirigendo pericolosamente il sistema di istruzione italiano. Nella Giornata Mondiale degli Insegnanti il messaggio lanciato dalla Gilda degli Insegnanti è che i docenti italiani non ci stanno ad assistere - braccia conserte - a questo degrado e chiedono con forza alla classe politica di invertire la rotta e restituire alla scuola e alla loro professione l’autorevolezza e la dignità che spetta loro.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4190 bytes | Commenti?
Comunicati : da "OrizzonteScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 4/10/2021 17:20:00 (36 letture)

PROGRAMMA ANNUALE 2021-22: ASSEGNAZIONE RISORSE ALLE SCUOLE PER MOF, COMPENSI ESAMI, INDICAZIONI SUPPLENZE

SABATO 2 OTTOBRE 2021

Assegnazione integrativa al Programma Annuale 2021 – periodo settembre dicembre 2021 e comunicazione preventiva del Programma Annuale 2022 – periodo gennaio-agosto 2022. Nota ministero Istruzione del 29 settembre. Con la nota il MI comunica alle istituzioni scolastiche ed educative statali l’assegnazione delle risorse finanziarie per il funzionamento amministrativo-didattico (integrazione al Programma Annuale 2021 – periodo settembre- dicembre 2021), nonché quelle afferenti agli istituti contrattuali che compongono il “Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa” e relative ai compensi per lo svolgimento degli esami di Stato

Tali dati consentono alle scuole di conoscere la propria dotazione finanziaria disponibile per l’anno scolastico 2021/22 per poter effettuare un’adeguata programmazione delle attività previste nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4459 bytes | Commenti?
Normativa : da "TecnicadellaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 18/10/2021 17:20:25 (21 letture)

GREEN PASS, SANZIONI DA 400 A 1.000 EURO PER IL DIRIGENTE SCOLASTICO CHE NON CONTROLLA

di Lara La Gatta - 16 ott. 2021

Contrariamente a quanto previsto per il personale scolastico, per il quale non sono più comminate multe in caso di mancanza del Green pass, restano le sanzioni amministrative, da 400 a 1.000 euro, per i Dirigenti scolastici per l’omesso controllo del Green pass dei dipendenti della scuola e di chiunque entri nell’edificio scolastico.

Infatti, la Legge di conversione n. 133/2021 del D.L. 111/2021 conferma l’impianto sanzionatorio nei confronti dei soggetti titolari del controllo della Certificazione verde, che, nel caso delle scuole, è il Dirigente scolastico, insieme al personale appositamente delegato a questa funzione.

Ma chi controlla il Dirigente scolastico che a sua volta è controllore?
L’accertamento della violazione del dovere di verifica da parte dei DS, si legge nella nota, spetta ai Direttori generali degli uffici scolastici regionali territorialmente competenti.

A loro volta, i Dirigenti scolastici dovranno verificare che il personale delegato alla verifica abbia eseguito i dovuti controlli.

SCARICA QUI LA NOTA
TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 6 agosto 2021, n. 111 e della LEGGE DI CONVERSIONE 24 settembre 2021, n. 133

https://www.tecnicadellascuola.it/wp-c ... EU.0001534.15-10-2021.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 15/10/2021 18:40:00 (36 letture)

Open in new window
Stipendi insegnanti e dirigenti a confronto. In Italia e UK i maggiori gap

di Carla Virzì - 13/10/2021

Quanto sono pagati insegnanti e dirigenti scolastici in Italia e nel resto del mondo?
Ce lo dice l’ultimo rapporto Ocse pubblicato il 6 settembre scorso, Education at a glance 2021. Una questione che diventa di estrema attualità alla luce del fatto che siamo in attesa dell’atto di indirizzo che guiderà il rinnovo contrattuale per la categoria docente. Atto di indirizzo, tuttavia, che pensiamo sia legato alla prossima legge di bilancio,

Il gap maggiore in Italia e in Gran Bretagna

Ma veniamo ai dati. Dal grafico Ocse balza subito all’occhio la differenza tra la comparazione stipendiale docente-dirigente in Italia e la media degli altri Paesi. In Italia, infatti, la remunerazione dei dirigenti scolastici è più che doppia rispetto a quella degli insegnanti, laddove negli altri Paesi i dirigenti vengono remunerati con uno stipendio che è un quarto o un terzo superiore a quello dell’insegnante.

Se in Italia per gli insegnanti ci attestiamo attorno ai 36mila euro annui, il dirigente raggiunge gli 85mila. Simili proporzioni le riscontriamo nel Regno Unito, dove a fronte dei 44mila euro della remunerazione dei docenti, i dirigenti superano i 103mila. Si legge infatti nel documento Ocse: I Paesi e le economie con il premio più alto per i capi di istituto rispetto agli insegnanti sono l’Inghilterra (Regno Unito) (livello di scuola secondario) e l’Italia (livello di scuola primario e secondario), dove gli stipendi effettivi dei capi di istituto sono più del doppio di quelli degli insegnanti.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7426 bytes | Commenti?
Pensioni : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 14/10/2021 17:40:00 (30 letture)

Pensione scuola anticipata, sfuma per maestri e bidelli, fuori dall’elenco dei lavori gravosi

di Carla Virzì - 14/10/2021

Potrebbero esserci 27 codici in più oltre ai 15 esistenti per le attività gravose che daranno accesso all’Ape sociale, ma non i bidelli e i maestri di scuola primaria, tagliati fuori da una scrematura delle categorie che ha coinvolto 92 professioni: è quanto riporta la sezione Economia del Corriere della Sera, che rilancia le dichiarazioni del presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, in audizione alla Commissione Lavoro della Camera.

Un cambio di rotta rispetto a quanto era stato ipotizzato fino a poche settimane fa, quando all’elenco dei lavori gravosi erano stati aggiunti l’insegnante di scuola primaria (l’insegnante di scuola dell’infanzia era già presente in elenco) nonché il collaboratore scolastico, un provvedimento che avrebbe potuto consentire loro di anticipare la pensione, grazie all’indennità ponte della cosiddetta Ape sociale cui si ha diritto a 63 anni con 36 di contributi, a patto di aver svolto una mansione gravosa per 6 anni negli ultimi 7 o 7 negli ultimi 10.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4731 bytes | Commenti?
Comunicati : da UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Rimini
Inviato da admin_CUSMA il 14/10/2021 17:10:00 (24 letture)

UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Rimini

Comparto Istruzione e Ricerca – Sezione Scuola. Sciopero generale proclamato dal 15 al 20 ottobre 2021. Adempimenti previsti dall’Accordo sulle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali del 2 dicembre 2020 (Gazzetta Ufficiale n. 8 del 12 gennaio 2021)

"Richiesta parere su numero giornate di adesione allo sciopero"

Rimini, 13.10.2021

Con riferimento all’oggetto, si inoltra di seguito il chiarimento pervenuto in data odierna dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna.

A seguito di quanto già comunicato con la nota di questo Ufficio prot. n. 23500 trasmessa con la mail in calce, si rappresenta quanto segue.

Pervengono richieste di chiarimento sullo sciopero di cui trattasi, con riferimento alla possibilità o meno di adesione ad una sola giornata di sciopero.

L’Amministrazione Centrale a seguito di richieste di chiarimenti pervenute dal territorio ha richiamato un precedente parere adottato dalla Commissione di Garanzia, al quale si rinvia e che si allega alla presente, secondo il quale “deve ritenersi lecita la scelta del lavoratore di aderire ad una sola delle giornate di sciopero proclamate dalle sigle sindacali, sempre che tale scelta venga esercitata nel rispetto delle norme di legge, della disciplina di settore dichiarata idonea e, più in generale, dei principi generali di correttezza e buona fede che informano il concreto svolgimento del rapporto di lavoro”.

Resta fermo quanto già indicato nella nota di questo Ufficio su richiamata ed in quella dell’Amministrazione Centrale prot. 43553 dell’8 ottobre 2021.

Si invitano le SS.LL. ad informare del chiarimento pervenuto tutte le istituzioni scolastiche-

Trs L. Faitanini

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Formazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/10/2021 18:50:09 (34 letture)

Formazione obbligatoria dei docenti: sulla carta è così, nei fatti ogni scuola fa come vuole

di R. Palermo - 09/10/2021

Quello della formazione in servizio dei docenti è uno dei temi del momento. Gli stessi sindacati continuano a dire che nel prossimo contratto nazionale bisognerà affrontare questo aspetto centrale della professione e definire con chiarezza tempi e modi.
A Mario Maviglia, una lunga carriera nella scuola, da maestro fino a provveditore agli studi di Brescia, abbiamo posto qualche domanda.

Ispettore, entriamo subito in argomento: da tempo si parla di diritto/dovere alla formazione; cosa ne pensa?

Prima di tutto vorrei fare una precisazione per evitare di essere frainteso. La situazione del nostro sistema scolastico è molto complessa, per analizzarla e per non essere presi dallo sconforto bisogna ricorrere anche all’ironia, cosa che ormai faccio sempre più spesso.
Ma veniamo al tema.
Per lunghi anni abbiamo detto che la formazione è un diritto/dovere dei docenti, una locuzione, questa, bellissima per dire tutto (ossia niente) e per scansare in modo rigoroso e scientifico l’inutile zavorra della formazione. Infatti, nella titanica (e bizantina) discussione riguardante quanto dovere e quanto diritto ci debba essere nella formazione, intere generazioni di docenti sono riusciti ad andare tranquillamente in pensione facendo poche o zero ore di formazione e potendo dire ai nipoti, con orgoglio: “Io non c’ero!”.

Per la verità, però, c’è di mezzo anche la legge 107 del 2015 che dice altro

[segue in leggi tutto ...]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6377 bytes | Commenti?
Comunicati : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/10/2021 18:30:00 (27 letture)

Open in new window












Assalto sede Cgil a Roma, i sindacati scuola: “Uniti perchè non succeda mai più”

di Redazione - 10/10/2021


L’assalto alla sede della Cgil a Roma ha scatenato tantissime reazioni. Tanti i messaggi di solidarietà pervenuti, da segnalare anche quello dei sindacati unitari. Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda degli insegnanti attraverso i loro segretari Maddalena Gissi, Pino Turi, Elvira Serafini e Rino Di Meglio hanno espresso, attraverso un comunicato, la loro vicinanza alla Cgil.

“La devastazione della sede nazionale della Cgil a Roma da parte di un gruppo di violenti squadristi costituisce un’inaccettabile violazione delle libertà democratiche. Non è concepibile che nel 2021 si sia costretti a ricorrere alle forze dell’ordine per tutelare la normale integrità di una sede sindacale. I colpevoli vanno identificati con rapidità e puniti con severità.

I sindacati rappresentativi dell’istruzione non si fanno intimorire, restano vigili ed attivi per tutelare la democrazia ed i valori costituzionali e si stringono tutti vicini alla Confederazione Cgil formando virtualmente un muro a difesa delle lavoratrici, dei lavoratori e dei loro rappresentanti.

"Uniti perché non succeda mai più".

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Convegni : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 5/10/2021 16:45:39 (46 letture)

Open in new window
DIRETTA martedì 05/10 – Giornata mondiale del docente: segui l’evento online

di Redazione - 05/10/2021


Come ogni anno il 5 ottobre 2021 si celebra il World’s Teacher Day, la giornata mondiale del docente istituita dall’Unesco, l’Organizzazione internazionale del lavoro e dell’Education International. Per celebrare questa importante ricorrenza, La Tecnica della Scuola ha ideato una kermesse con ospiti illustri, personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, nonché docenti ed esperti del settore. Si tratterà di una giornata di confronto, ma anche di festa per ricordare l’importanza degli insegnanti e del loro delicato ruolo di formatori.

Cos’è la giornata mondiale dell’insegnante?

La celebrazione è stata introdotta 27 anni fa, il 5 ottobre 1994, per commemorare la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell’Unesco sullo status di insegnante del 1966 definita come la principale base di riferimento per i diritti e le responsabilità dei docenti su scala mondiale.
L’obiettivo di questa giornata è quello di mobilitare il sostegno agli insegnanti e di garantire che i bisogni delle generazioni future continuino ad essere soddisfatte dai docenti.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 803 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteNov 2021Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
JohnnieWhi 30/11/2021
OmaG08012 29/11/2021
PhyllisMcC 29/11/2021
JamesBourk 29/11/2021
BeatrisMcV 29/11/2021

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale