username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 ... 623 »
Comunicati : da Gilda Nazionale - maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 30/5/2017 23:06:03 (25 letture)

Open in new window
Mobilità, a Reggio Emilia Gilda vince ricorso su assegnazione ambito
Il tribunale ordina al Miur di assegnare la docente all'ambito territoriale che le spetta di diritto

Trasferimento sbagliato, il tribunale di Reggio Emilia ordina al Miur di correggere l'errore e di assegnare la docente all'ambito territoriale che le spetta di diritto.

Protagonista della vicenda è una neo immessa in ruolo assistita dall'ufficio legale della Gilda degli Insegnanti di Reggio Emilia che lo scorso settembre aveva presentato ricorso per contestare l'errore commesso dall'Usr nella compilazione delle graduatorie e degli elenchi sulla mobilità nella fase C.

Il giudice del lavoro ha accolto la richiesta della ricorrente che rivendicava il diritto ad essere assegnata all'ambito territoriale 019 Emilia Romagna, indicato come prioritario nelle preferenze espresse nella domanda di mobilità, e al quale erano stati invece assegnati docenti con punteggio inferiore.


Roma, 30 maggio 2017

Ufficio stampa Gilda degli Insegnanti

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 29 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 29/5/2017 21:50:00 (52 letture)

Open in new window


Nel 2018 partono i nuovi “concorsi-corsi” per i prof

Pasquale Almirante - Lunedì, 29 Maggio 2017

"Formazione iniziale e tirocinio", "Fit", è il nuovo percorso triennale per consentire ai prof la cattedra nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Come è noto per infanzia e primaria l’attuale laurea, riformata nel 2008, è già titolo per accedere all’insegnamento.
Una lettera al Domenicale di ieri del "Sole 24Ore" ribadisce quanto il Governo intende fare per eleminare definitivamente le abilitazioni e il precariato soprattutto.
Dopo la laurea magistrale, e con 24 Cfu acquisiti anche in forma extracurriculare in discipline antro-psicolo-pedagogiche, i futuri prof potranno partecipare subito a un concorso con una prova orla e due scritti, sembra molto rigorosa. Chi lo supererà, e solo costoro, si inserirà in un percorso triennale, gestito in collaborazione scuole e università, immediatamente teorico-pratico: il primo anno sarà finalizzato al conseguimento del diploma di specializzazione; il secondo e il terzo anno servirà per diventare docente, con una fetta consistente di “esperienza diretta” in classe.
La novità sta nel fatto che il "Fit" è un contratto di lavoro a tutti gli effetti e quindi sarà retribuito (il terzo anno in analogia a una supplenza annuale), potrà essere sospeso per impedimenti temporanei, fino ad arrivare alla vera e propria risoluzione nel caso di assenze prolungate e ingiustificate, mancato conseguimento del diploma di specializzazione, o se non si superano le valutazioni intermedie.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3490 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 27 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 28/5/2017 23:24:26 (43 letture)

Iter della domanda di mobilità: Ecco come seguirla

Lucio Ficara - Sabato, 27 Maggio 2017


In questo articolo vi spieghiamo come seguire l’iter della vostra domanda di trasferimento e passaggio professionale.
Entrando nella piattaforma Istanze online con user e password, andando al menù ”Altri Servizi” si deve scorrere la pagina per arrivare al servizio “Mobilità in Organico di diritto”.
L'utente che seleziona il servizio “Mobilità in Organico di diritto” (all'interno dell'area Altri Servizi del portale presentazione istanze on line ) andrà ad esplorare un’area finalizzata al monitoraggio dello stato delle domande, all'interrogazione dei dati contenuti in essa e del risultato conseguito dopo le operazioni di mobilità.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2139 bytes | Commenti?
Organici : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 27/5/2017 0:40:00 (30 letture)

Uat di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì 23 maggio 2017

ANNO SCOLASTICO 2017/18 - DETERMINAZIONE ORGANICO DELL'AUTONOMIA DEL PERSONALE DOCENTE DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA E DELLA SCUOLA PRIMARIA

Si trasmette in allegato quanto relativo all’oggetto.

allegati:


- PRIMARIA_OD_2017_18.pdf (245.6 KB)
- ALLEGATI PRIMARIA.zip ( 20.2 KB )
- INFANZIA_OD_2017_18.pdf (244.9 KB)
- ALLEGATI INFANZIA.zip ( 5.7 KB )

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 26 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 26/5/2017 23:56:19 (38 letture)

Presidi: le reggenze, gli stipendi bassi e lo sciopero. E se ci fosse una chiamata diretta anche per loro?

Fabrizio De Angelis - Venerdì, 26 Maggio 2017

Nella giornata del 25 maggio, i presidi associati ad ANP ed altre sigle di categoria, sono scese in piazza per protestare contro la valutazione dei dirigenti scolastici, gli stipendi inadeguati e i carichi di lavoro eccessivi.
"Non ci sottraiamo agli impegni: siamo pronti a sostenere le responsabilità professionali, ma vogliamo strumenti adeguati per esercitare con successo le nostre prerogative", ha detto Giorgio Rembado, presidente dell'Associazione nazionale presidi che ha organizzato la protesta nella capitale.

In effetti, da molti punti di vista, non si può non condividere le ragioni del malcontento dei dirigenti scolastici: "oggi un dirigente deve occuparsi dei rapporti con i genitori, con i ragazzi, con il suo corpo docente, con il personale Ata, con le amministrazioni comunali oltre che con gli uffici periferici del ministero; è responsabile della sicurezza della scuola; deve gestire il bilancio della scuola; occuparsi di selezionare il personale attraverso la chiamata diretta; vigilare sulla didattica; definire il bonus merito dei suoi docenti e chi più ne ha più ne metta", si legge sul blog di Alex Corlazzoli de Il Fatto Quotidiano. E prosegue: "a fronte di tutto ciò è senz’altro vero che lo stipendio è inadeguato o perlomeno non corrisponde a quello di chi dirige un ente di ricerca o un ateneo o ancora siede in un ufficio di viale Trastevere. Oggi i dirigenti sono persino costretti a delle 'reggenze' ovvero a dover amministrare più scuole senza avere chissà quale somma accessoria in più. Per capirci un dirigente non arriva secondo i dati dell’Associazione nazionale presidi a 60mila euro l’anno".

E' altrettanto vero però, che la figura del Ds, proprio per il fatto che ha assunto delle responsabilità maggiori rispetto al passato, ha il dovere di mantenere una certa autorevolezza ed una certa capacità manageriale, che invece, in molti casi, sembra proprio un requisito mancante alla figura, senza, ovviamente, voler generalizzare.

I casi di inefficienza e superficialità non li prendiamo in considerazione, non perchè assenti, ma perchè alla fine quello che preme sottolineare è proprio un altro tipo di problema, ovvero quello degli abusi nati o dall'eccessiva conoscenza della legge e quindi girarla a proprio favore o per il suo contrario, cioè per la insufficiente preparazione in normativa scolastica.

segue ...


Rango: 5.00 (2 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5180 bytes | Commenti?
Stampa : da ItaliaOggi - Azienda scuola del 23 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 23/5/2017 23:25:48 (92 letture)

La Buona scuola resta in pista
Il decreto Madia ripristina i poteri contrattuali su alcune materie, dai diritti-doveri all'accessorio

23.05.2017

Diritti e i doveri dei dipendenti pubblici continueranno a essere regolati dal contratto di lavoro.

È quanto si evince dal decreto di riforma del testo unico dei dipendenti pubblici, decreto Madia, approvato dal governo in via definitiva il 19 maggio scorso. Il passo successivo sarà l'individuazione dei fondi da destinare alla riapertura del contratto di lavoro e l'emanazione dell'atto di indirizzo da parte del governo, che darà l'avvio alle trattative vere e proprie. Il testo del decreto dispone un parziale ripristino della contrattualizzazione del rapporto di lavoro dei dipendenti pubblici che, a seguito dell'entrata a regime della riforma Brunetta, era ormai limitata alle materie riguardanti la prestazione (attività di insegnamento e funzionali all'insegnamento) e la controprestazione (retribuzione ordinaria e permessi). Il ripristino è parziale perché, nel testo precedente alla riforma Brunetta si faceva espresso riferimento alla facoltà, per il tavolo negoziale, di derogare le norme di legge in tutto ciò che aveva per oggetto diritti e doveri dei dipendenti pubblici. Adesso, invece, l'ambito di applicazione è piuttosto ristretto.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4578 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 23 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 23/5/2017 22:03:51 (34 letture)

Open in new window
Il Cspi ammonisce: troppi punti all'informatica nelle graduatorie di istituto

Andrea Carlino - Martedì, 23 Maggio 2017

Monito del Consiglio superiore della pubblica istruzione: troppi punti alle certificazioni informatiche ai fini delle graduatorie di istituto. Presto ci sarà l'emanazione del decreto che riaprirà le graduatorie di istituto per il reclutamento dei supplenti.
L'organo consultivo presieduto da Francesco Scrima, ha evidenziato che già adesso i titoli informatici si prestano a una valutazione non sempre corretta ed è sproporzionata rispetto ad altri titoli come lauree, dottorati o master.


Si rischia una svalutazione di titoli di gran lunga più significativi. Le certificazioni informatiche si conseguono, in alcuni casi, anche con poche ore di frequenza in presenza. Il Cspi - riporta Italia Oggi - ha puntato il dito anche sulla valutazione dei master e dei corsi di perfezionamento che sarebbero eccessive se messe a confronto con lauree triennali o magistrali.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 22 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 22/5/2017 20:34:04 (58 letture)

Open in new window
Fabrizio Bocchino su chiamata diretta: basta prese in giro

Redazione - Lunedì, 22 Maggio 2017

Il senatore Fabrizio Bocchino (Sinistra Italiana) ha inviato alla nostra redazione un suo intervento sulla “chiamata diretta”. Queste le indicazioni al riguardo.

In questo periodo si stanno svolgendo nelle scuole i collegi dei docenti (CD) che dovrebbero deliberare sulla proposta del dirigente scolastico (Ds) per le chiamate dirette. Vengono finalmente al pettine tutti i nodi peggiori della legge 107 c.d. "buona scuola". Proviamo a metterli in fila.
1) I sindacati hanno provato ad arginare lo strapotere dei dirigenti firmando un accordo con il governo che prevedeva che il Ds presenti al collegio una proposta di 6 requisiti scelti fra titoli e esperienze, già presenti tra 18 voci indicate alla tabella A della nota Miur 19/4/2017, prot. n. 16977. Da notare però che sulle competenze professionali, nessun passaggio per il collegio dei docenti è previsto.
2) Tale accordo è stato sbandierato come un depotenziamento dei poteri dei Ds e dunque come una chiara vittoria della contrattazione a danno dell'impianto verticistico della 107, ma temo le cose stiano diversamente:
- infatti, se il collegio dei docenti dovesse accettare la proposta del dirigente, si rende corresponsabile delle chiamate dirette,
- se il collegio dei docenti dovesse rigettare la proposta del dirigente o ne chiedesse la modifica dei requisiti, nulla cambierebbe in quanto il Ds potrà comunque fare la propria scelta liberamente in quanto unico depositario della valutazione delle "competenze professionali " che non passano attraverso il collegio dei docenti.
3) È evidente dunque che l'accordo Governo-sindacati sulla chiamata diretta lascia completamente intatto quell'impianto verticistico che nulla ha a che fare con la natura collegiale della scuola statale e che invece è intrinseco alla legge 107.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4136 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 29 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 30/5/2017 12:55:30 (34 letture)

Open in new window
La numerosa presenza dei Ds a Roma è stata per sciopero o per ferie?

Lucio Ficara - Lunedì, 29 Maggio 2017


Ogni volta che si svolge una manifestazione o uno sciopero per rivendicare un diritto o un riconoscimento, non mancano mai le polemiche.

La stessa cosa è capitata con lo sciopero dei dirigenti scolastici del 25 maggio 2017 che si è svolta a Roma nelle piazze di San Cosimato, nei pressi del Miur, e Montecitorio. A parte la solita pantomima delle cifre fra chi sostiene che le piazze erano traboccanti e c’erano tremila DS e chi invece ne contava solo qualche centinaio, emerge anche un altro interrogativo posto da qualche nostro attento lettore: “La numerosa presenza dei Ds a Roma è stata garantita per adesione allo sciopero o per richiesta di ferie?”.
Infatti in un articolo postato nella nostra rubrica i lettori ci scrivono si legge che durante la manifestazione di Roma il Presidente regionale ANP della regione Campania avrebbe svelato che la presenza dei Ds associati ad ANP era a Roma usufruendo dello “status” di ferie.
Un’affermazione che può essere confermata o smentita soltanto dal diretto interessato, ma che legittima il dovere di cronaca a farsi la domanda: “A Roma alcuni DS ci sono andati da scioperanti o da vacanzieri in ferie?

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3273 bytes | Commenti?
Stampa : da "lettera43.it" 27.05.2017
Inviato da admin_CUSMA il 29/5/2017 21:41:12 (64 letture)

Open in new window
Se scioperano un centinaio di dirigenti contro lo stipendio basso da 4500 euro, vengono ascoltati. Se scioperano 650 mila docenti contro lo stipendio di 1300 euro vengono presi a manganellate


di Claudia Pepe - 27 maggio 2017


“Se scioperano un centinaio di dirigenti contro lo stipendio basso da 4500 euro, vengono ascoltati.

Se scioperano 650mila docenti contro lo stipendio di 1300 euro vengono mandati a fanculo! “Aldilà del francesismo, tutti noi non possiamo non essere d’accordo con questo pensiero. Questa frase mi ha fatto pensare, perché in questo mondo la voce dei più forti ha sempre più diritti degli altri. Io sono un’insegnante che dopo 21 anni di servizio prende 1300 euro, lavorando (ma queste sono scelte mie) dalle 21 alle 26 ore a Scuola, e poi a casa continuo. Ma come si continua? Si continua con la Scuola nella testa e nel cuore, e nel frattempo si deve pensare ai figli, alle bollette, a quel che resta delle relazioni sociali che si assottigliano sempre più. Perché la Scuola non si finisce mai di costruire. Per nessun prezzo, perché la Scuola non ha prezzo, nessun studente ha prezzo, perché costruire una società che potrà essere il nostro futuro, non ha prezzo. Ma il nostro contratto viene giocato ad un tavolo da gioco con un Governo che dà 85 euro in più ai più meritevoli, un bonus premiale a chi soddisfa le voglie di D.S con un ego sviluppato. Probabilmente nasce dall’essere stati tanti anni insegnanti frustrati, e con le chiamate dirette hanno svilito, svalutato e deprezzato la nostra professione.

segue ...

Rango: 9.00 (3 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5281 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 27 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 27/5/2017 15:53:23 (79 letture)

Chiamata diretta: delibere in violazione delle norme contrattuali

Reginaldo Palermo - Sabato, 27 Maggio 2017


Sono trascorsi ormai 45 giorni dalla data di sottoscrizione dell'ipotesi di contratto integrativo sulla cosiddetta "chiamata diretta" ma di contratto definitivo non si parla ancora.

L'ipotesi, infatti, è ancora ferma negli uffici del Dipartimento della Funzione Pubblica che dovrebbe dare il via libera dopo averne verificata la legittimità rispetto alle norme in vigore.
Intanto, però, in molte scuole i collegi dei docenti hanno preso in esame la questione dei requisiti che dovranno possere i docenti che aspirano di passare dall'albo territoriale alla scuola.

segue ...

Rango: 7.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2103 bytes | Commenti?
Organici : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Rimini
Inviato da admin_CUSMA il 27/5/2017 0:39:46 (44 letture)

Uat di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Rimini 25 maggio 2017

Scuola dell'infanzia e scuola primaria - Organico dell'autonomia a.s. 2017/18


Con riferimento all’oggetto, si trasmettono il provvedimento di questo ufficio prot. n. 1780 del 25.05.2017 e relativi allegati.

- Infanzia_MIUR.AOOUSPRN.REGISTRO_UFFICIALE(U).0001780.25-05-2017.pdf (409.1 KB)
- allegati_infanzia.zip ( 5.2 KB )
- primaria_MIUR.AOOUSPRN.REGISTRO_UFFICIALE(U).0001781.25-05-2017.pdf (413.5 KB)
- allegati_primaria.zip ( 27.7 KB )

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Graduatorie : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 26/5/2017 23:35:26 (39 letture)

Uat di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì 25 maggio 2017

Pubblicazione GRADUATORIE PROVV. aspiranti mobilità Liceo Musicale a.s. 2017/18.
__________________________________________________

AI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA PROVINCIA LORO SEDI
ALL’ALBO DELL’UFFICIO SEDE
ALLE OO.SS. DELLA SCUOLA LORO SEDI
AGLI UAT DELLA REPUBBLICA LORO SEDI


IL DIRIGENTE
VISTO il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo concernente la mobilità del personale della scuola per l’a.s. 2017/18, sottoscritto in data 11/04/2017, ed in particolare l’art. 4, commi 9 e 10, concernente la mobilità professionale verso i licei musicali;
VISTA l’Ordinanza Ministeriale n. 221 del 12/04/2017, in particolare l’art. 14;
ESAMINATE le istanze prodotte dai docenti interessati;
D I S P O N E
la pubblicazione delle graduatorie provvisorie dei docenti aspiranti al
passaggio di cattedra e di ruolo nel Liceo Artistico e Musicale di Forlì per l’a.s. 2017/18 e dell’elenco degli esclusi, che costituiscono parte integrante del presente decreto.
Avverso il presente provvedimento gli interessati possono presentare reclamo allo scrivente Ufficio che dovrà pervenire entro 5 giorni dalla data di pubblicazione.

IL DIRIGENTE

Pedrielli Giuseppe

seguono graduatorie ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4493 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 23 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 23/5/2017 22:56:04 (69 letture)

Open in new window
Ape Sociale, domande entro il 15 luglio 2017

Lara La Gatta - Martedì, 23 Maggio 2017

Le domande di accesso all’anticipo pensionistico sociale con i requisiti raggiunti entro il 2017 dovranno essere presentate entro il 15 luglio 2017.

Lo hanno stabilito i Decreti firmati nella serata del 22 maggio. Per coloro che raggiungeranno i requisiti nel 2018 la scadenza sarà invece il 31 marzo 2018.
L’APE Sociale, ricordiamo, è stato introdotto dall’art. 1, comma 179 e seguenti, della legge di bilancio 2017 e consiste in un’indennità di natura assistenziale a carico dello Stato erogata dall’INPS a soggetti in stato di bisogno che abbiano compiuto almeno 63 anni di età e che non siano già titolari di pensione diretta. L’indennità è corrisposta, a domanda, fino al raggiungimento dell’età prevista per la pensione di vecchiaia o dei requisiti per la pensione anticipata.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3362 bytes | Commenti?
Dirigenti scolastici : da "La tecnica della scuola" del 23 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 23/5/2017 20:21:07 (41 letture)

Fedeli a Catania: "Concorso dirigenti entro luglio"

A. Carlino - Martedì, 23 Maggio 2017


A margine dell'evento Young G7 tenutosi a Catania presso il teatro Sangiorgi, la ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, si è intrattenuta con i giornalisti.

Fedeli ha parlato in particolare dei vaccini e del recente decreto approvato dal Consiglio dei Ministri: "I vaccini obbligatori sono passati da 4 a 12. Io mi sento molto soddisfatto del ragionamento svolto in sede di esame. Infatti a un obbligo corrisponde una sanzione, ma prima le multe avevano cifre irrisorie, adesso, invece, le cose sono cambiate. Quando si devono fare vaccinare i bambini? Da 0 a 4, in quella fascia d'età ed è giusta la sanzione di non farli iscrivere alla scuola materna perché in quella età bisogna educarli ad una giusta prevenzione e informazione. Inoltre è giusto che i genitori si responsabilizzino di più. Un grande messaggio di equilibrio e sensabilità. I genitori che non faranno i vaccini? Ci saranno modi di fare conoscere l'importanza dei vaccini, molto importante la formazione e l'informazione. Credo sia giusto se ci sono genitori ancora restii alla vaccinazione dei figli la loro segnalazione al Tribunale dei minori".

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2466 bytes | Commenti?
« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 ... 623 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteGiu 2017Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016
Matilde_00 28/6/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale