username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
« 1 ... 616 617 618 (619) 620 621 622 ... 669 »
Pensioni : dall'USP di Forlì-Cesena - Documentazione cessazioni 2010
Inviato da admin_CUSMA il 9/3/2010 23:00:22 (2713 letture)

USP di Forlì-Cesena

Documentazione cessazioni 2010

Prot. n. 1762/C2
Forlì, 4 marzo 2010

AI DIRIGENTI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE
DELLA PROVINCIA
LORO SEDI
p.c. ALLE OO.SS. DELLA SCUOLA - LORO SEDI

OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA 01/09/2010 TRATTAMENTO PENSIONISTICO: RICHIESTA DOCUMENTAZIONE.

Al fine di consentire allo scrivente l’elaborazione dei prospetti informativi da inviare all’ I.N.P.D.A.P., per la determinazione e liquidazione del trattamento
pensionistico e di buonuscita, è necessario che il personale, destinatario di collocamento a riposo dal 01/09/2010, produca con sollecitudine la sottoelencata documentazione in duplice copia, qualora non già inoltrata a questo Ufficio :
· dichiarazione dei servizi, prevista dall’art.1 - c.5 del D.P.R. 351/98;
· domanda di liquidazione del trattamento pensionistico;
· dichiarazione personale, comprensiva dei dati concernenti la composizione del nucleo familiare;
· moduli per le detrazioni dal reddito:
1) i dipendenti che non hanno familiari a carico devono obbligatoriamente compilare il “modulo INPDAP per le deduzioni dal reddito”, contrassegnando la voce “deduzione art. 11 T.U.I.R.” (modulo presente nel sito USP con la dicitura “Mod. Richiesta detraz. obbligatorio per tutti”)
2) i dipendenti con familiari a carico devono obbligatoriamente compilare sia il modulo di cui al punto 1) sia il “Mod. Richiesta detraz. solo persone a carico”;
· dichiarazione debitoria (allegato 05);
· modulo per l’accreditamento della pensione in conto corrente bancario o postale (devono essere tassativamente usati i moduli predisposti dall’INPDAP con Nota Operativa n. 44 del 13/12/2007);
· eventuale modulo per l’accreditamento della buonuscita in conto corrente bancario o postale.
Tutta la modulistica sopra elencata è reperibile nel sito dell’U.S.P.:
www.istruzionefc.it.

segue sotto........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6310 bytes | Commenti?
Uffici Scolastici : dall'USR Emilia Romagna - Formazione in ingresso per i docenti neo-assunti. Iscrizioni dei docenti ed avvio dei corsi. Trasmissione indicazioni ministeriali a carattere nazionale.
Inviato da admin_CUSMA il 9/3/2010 17:50:00 (852 letture)

dall'USR Emilia Romagna
Prot. MIUR AOODRER 2636

il Dirigente: dott. Giancarlo Cerini Bologna, 8 marzo 2010

OGGETTO: Formazione in ingresso per i docenti neo-assunti. Iscrizioni dei docenti ed avvio dei corsi. Trasmissione indicazioni ministeriali a carattere nazionale.

Si sottopone all’attenzione delle SS.LL. la nota MIUR n. 2364 del 2.3.2010 (allegata alla presente) e si evidenzia che l’Ufficio scrivente ha provveduto con nota riepilogativa n.1611 del 10.2.2010 a fornire linee di intervento relative alla formazione dei docenti neoassunti, invitando gli Uffici Scolastici Provinciali a predisporre le procedure per il concreto avvio dei corsi, nella previsione di una conferma delle modalità e procedure degli scorsi anni.
In seguito a quanto sopra indicato, gli incontri di “accoglienza” sono stati realizzati o sono in fase di organizzazione in tutte le province.
La circolare MIUR citata, corredata di due allegati, riconferma nella sostanza quanto era stato anticipato a livello regionale.
Si riepilogano di seguito le linee guida che occorre seguire per la gestione delle attività.
segue sotto.........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5333 bytes | Commenti?
Didattica : Musica a scuola
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 12:42:10 (572 letture)

Musica a scuola

Qualche adulto ritiene che battersi per una migliore e più seria educazione musicale a scuola sia un vezzo di gente che non sa come occupare il proprio tempo e così autorizza i ragazzi a considerare la già misera ora di musica come il momento giusto per far casino in classe. Niente di più sbagliato. Nuovi studi confermano che studiare musica, oltre all'effetto formativo intrinseco, ha sui ragazzi ripercussioni positive anche sul rendimento scolastico generale.

"Fra le arti la musica ha un posto preminente, essa non deve mirare al divertimento ma a formare armoniosamente la personalità dei futuri cittadini temperandone le passioni". Ci piacerebbe fosse un politico qualsiasi a dirlo al Tg1, invece sono parole di Platone (427-347 a.c.). In realtà anche la politica sarebbe "l'Arte di governare le società". Ma questi sono altri discorsi.

segue.........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2759 bytes | Commenti?
Tecnologia : Ecco l'ennesima inefficienza del Miur.......
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 12:20:00 (541 letture)

Ecco l'ennesiama inefficienza del Miur........
Istanze di mobilità on-line


08/03/2010

Per manutenzione straordinaria, temporaneamente disattivate le funzioni delle Istanze on line. La riapertura sarà comunicata con un successivo avviso.

questo è quanto si legge stamani sul sito del Miur, a due settimane dalla scadenza.......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : Tuttoscuola: Aprea apre la fase 2: “Anche gli studenti potranno valutare i docenti”
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 12:11:53 (449 letture)

Tuttoscuola: Aprea apre la fase 2: “Anche gli studenti potranno valutare i docenti”

08-03-2010
La manovra di razionalizzazione della spesa pubblica (legge 133/2008) sta producendo i suoi effetti, che si traducono principalmente, in un settore labour intensive come quello della scuola, in riduzione del personale. L’operazione è stata giustificata dal Governo, in termini macroeconomici, alla luce della crisi finanziaria internazionale e della particolare condizione del debito pubblico italiano, il terzo più elevato al mondo.

Ma il (parziale) riequilibrio dei conti pubblici significa per la scuola italiana una secca riduzione di risorse finanziarie e umane, e quindi un problema in più per chi si preoccupa della qualità del servizio e dei suoi risultati in termini di livelli di apprendimento degli studenti.

Si fermerà qui l’azione della maggioranza? Sembra che a breve si possa aprire la “fase due”. Nel mirino carriera, reclutamento e nuova governance. E non mancano le sorprese nei contenuti della proposta di cambiamento, che potrebbero riaccendere le polemiche su nuovi fronti.

In un’intervista pubblicata sul numero in edicola di Tuttoscuola, il presidente della Commissione Cultura della Camera, Valentina Aprea, apre un nuovo fronte sulla definizione delle regole per la carriera dei docenti: “Occorre prevedere - spiega l’onorevole del Pdl - più modalità di riconoscimento professionale, non escludendo la possibilità che anche le scuole possano valutare miglioramenti retributivi. In sostanza, l’esperienza personale di dirigente scolastico e la conoscenza dei migliori sistemi educativi mi porta a dire che i dirigenti possono diventare un soggetto valutativo, ma non in via esclusiva”.

“La premialità dei docenti potrebbe essere competenza anche di altri soggetti. Penso - continua l’esponente del Popolo della Libertà - agli ispettori, magari in collegamento con l’Invalsi, come avviene con l’Ofsted in Inghilterra, ma anche alle famiglie, agli studenti e agli organismi tecnici delle scuole, chiamati a valutare l’efficacia dell’azione educativa come nelle migliori tradizioni”.

Di fatto genitori e studenti daranno il voto agli insegnanti? “Penso - risponde la Aprea nell’intervista - che solo attraverso più indicatori si potrà monitorare e incoraggiare una sempre maggiore qualità e professionalità della docenza italiana, e che dunque anche le famiglie e gli studenti potranno essere coinvolti nella valutazione. Questi ultimi, d’altra parte, già valutano i docenti in alcune università”.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : Conservare i documenti, per quanto?
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 11:49:34 (553 letture)

Conservare i documenti, per quanto?

Bollette, ricevute, fatture: i tempi di archiviazione obbligatoria della documentazione quotidiana

Quanto tempo devo conservare la parcella del dentista che ho detratto dalle tasse? E la ricevuta del bollettino postale per il pagamento di una multa? La nostra vita è costellata di bollette, ricevute, quietanze di cui non possiamo liberarci. Almeno non immediatamente. Ogni documento ha una sua durata stabilita: corrisponde al tempo entro il quale può essere richiesto dall'istituzione di riferimento (il fisco, la banca, l'amministrazione comunale) o impugnato dall'utente per contestare eventuali errori. Ecco le varie "date di scadenza".

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2573 bytes | Commenti?
Ministero : dalla nostra delegazione al Miur - Organici 2010-2011: i tagli di Tremonti sono inderogabili.
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2010 15:30:27 (1431 letture)

Incontro al Miur
Organici 2010-2011: i tagli di Tremonti sono inderogabili.


Si è tenuto nella giornata di giovedì 4 marzo un incontro preordinato alla definizione degli organici di diritto per il 2010/11. Il DG, dott.ssa Nardiello, che sovrintende alla riforma delle superiori, ha informato le OO.SS. dell'accoglimento della proposta, formulata nell'incontro precedente, di differire di un anno l'obbligatorietà del rilascio della certificazione relativa all'assolvimento dell'obbligo scolastico, richiesta direttamente a tutti gli Stati membri dall'U.E.

segue sotto ............

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7119 bytes | Commenti?
Stampa : Unità: Statali, Brunetta promette. «Il contratto? A maggio»
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2010 9:48:37 (847 letture)

Unità: Statali, Brunetta promette. «Il contratto? A maggio»

La stagione contrattuale nel pubblico impiego, che interessa circa 3,5 milioni di lavoratori, si aprirà a maggio. A rivelarlo è il ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta in una intervista rilasciata all’agenzia Ansa. , Il ministro manda un messaggio alla Cgil, che non ha firmato il nuovo modello contrattuale: «Il mondo è bello perché libero e vario. Quando ho un accordo sindacale completo sono contento; quando ho, comunque, un accordo sindacale sono contento. Nessuno ha diritto di veto ».Nell'intervista, il ministro annuncia anche che l’«operazione trasparenzà va avanti: dopo essersi concentrata su consulenze, distacchi e permessi sindacali, il faro si accende ora sul »settore opaco« degli incarichi e dei collaudi che le amministrazioni danno ai propri dipendenti, rispetto al quale il ministro intende fare chiarezza. «Apriremo i tavoli contrattuali a maggio mantenendo gli impegni presi - assicura Brunetta -: responsabilmente governo e parti sociali ragioneranno del triennio, compatibilmente con gli andamenti di finanza pubblica». DIRITTO Il governo, dunque,non è disponibile a modificare strada facendo quanto già concordato con gli altri sindacati. Il campo del negoziato, pertanto, ha dei confini ben chiari. Il sindacato guidato da Guglielmo Epifani, spiega, sarà chiamato al tavolo, «se si tratta di interlocuzioni istituzionali, come quelle legate alla riforma, ma se si tratta di implementazioni di un accordo che non ha sottoscritto e, pertanto, non riconosce.... ». Aggiungendo: «Se poi volesse parteciparvi, significa che implicitamente riconosce il nuovo modello contrattuale. Io non ho nessun problema di tavoli o di sedie, auspico solo ci sia coerenza. Mi sembrerebbe strano - va avanti il ministro - che un sindacato dica “ragioniamo non di tre anni, ma di due” perché il nuovo modello è di tre. A quel punto è difficile l’interlocuzione. Ma le vie del Signore sono infinite, così come lo sono le vie delle relazioni sindacali: più rappresentanze ho nella controparte, meglio è. Però non riconosco a nessuno il diritto di veto». L’accordo del 23 luglio, infatti, prevedeva che il contratto avesse durata biennale per la parte economica e quadriennale per quella normativa; ora, invece, è di tre anni per entrambi gli aspetti. In particolare, la nuova tornata contrattuale interesserà il triennio 2010-2012. La Finanziaria di quest’anno ha stanziato la sola indennità di vacanza contrattuale, mentre secondo stime sindacali sarebbero necessari almeno 7 miliardi. Il governo, comunque, si è impegnato a individuare ulteriori risorse. La Cgil ribatte al ministro giudicando come «propaganda» le sue affermazioni. «Non abbiamo capito come si chiuderanno i contratti visto che le risorse non ci sono - afferma il responsabile settori pubblici, Michele Gentile -. Al tavolo, poi, in base alle leggi vigenti compresa quella Brunetta, siedono le organizzazioni sindacali rappresentative nei comparti pubblici. Tra queste la più rappresentativa è la Cgil e le sue categorie».v

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : Il Senato approva definitivamente le norme di riforma della legge 104. Ecco cosa cambia.
Inviato da admin_CUSMA il 9/3/2010 18:05:15 (785 letture)

Il Senato approva definitivamente le norme di riforma della legge 104. Ecco cosa cambia.

Dopo essere passata alla Camera è stata approvata anche dal Senato la norma che, tra le altre cose, riforma le regole per l'assegnazione dei permessi per l'assistenza dei disabili, la cosiddetta legge 104.

Mercoledì scorso il Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge su "lavori usuranti, riorganizzazione di enti, congedi, aspettative e permessi, ammortizzatori sociali, servizi per l’impiego, incentivi all’occupazione, apprendistato, occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro", derivante da un disegno di legge di iniziativa del Governo poi modificato dalla Camera.
In particolare il nuovo testo è interessante perchè, all'articolo 24, disciplina definitivamente le norme di riforma della legge 104 "Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate". Data la fitta discussione che si è sviluppata sul nostro sito, con centinaia di commenti e decine di migliaia di letture per gli articoli che hanno seguito, passo passo, le iniziative del Ministro Brunetta su questo tema, presentiamo a tutti i nostri lettori una breve sintesi di quale sarà da oggi in poi l'assetto che regolerà i permessi dei dipendenti pubblici per l'assistenza a portatori di handicap.

segue sotto.......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5037 bytes | Commenti?
Stampa : TuttoscuolaNEWS n. 431 dell'8 marzo 2010
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 12:55:36 (527 letture)

Tuttoscuola n. 431, 8 marzo 2010


SOMMARIO


1. Aprea apre la fase 2: “Anche gli studenti potranno valutare i docenti”

2. Aprea: “Entro settembre cambiamo formazione iniziale e reclutamento dei docenti”

3. Quel contributo volontario ma non troppo che fa discutere


le altre notizie in esclusiva su TuttoscuolaFOCUS n. 324/431:


- Quei 140 milioni l’anno di morosità per le rette di mensa

- Riforma/1. Proteste e incertezze sulle confluenze ed altro

- Riforma/2. La trasposizione meccanica delle confluenze penalizza la programmazione

- Riforma/3. Le Regioni valutano la possibilità di impugnare gli atti

- Riforma/4. Le materie che perdono ore

- Quanti posti di sostegno nel prossimo organico?

- La sentenza della Consulta su disabili riapre la questione certificazione

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1596 bytes | Commenti?
Normativa : Si abbassa l'obbligo scolastico a 15 anni. L'apprendistato diventa scuola
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 12:30:54 (677 letture)

Si abbassa l'obbligo scolastico a 15 anni. L'apprendistato diventa scuola

Con il disegno di legge "collegato lavoro", approvato mercoledì 3 marzo in via definitiva al Senato, questo Governo abbassa l'obbligo scolastico nel nostro paese a 15 anni.

Quella norma in pratica consente la possibilità d'ingresso nel mondo del lavoro già a 15 anni e l'effetto combinato con lo svuotamento dell'art. 18 sarà quello di determinare una concezione ulteriormente regressiva del lavoro, fatta di meno competenze e di diritti inesistenti.

Il provvedimento in concreto prevede che l'ultimo anno dell'obbligo di istruzione può essere assolto con il contratto di apprendistato che, come è noto, si configura come un vero e proprio rapporto di lavoro.

In controtendenza, quindi, con le scelte degli altri paesi e con gli obiettivi del Trattato di Lisbona, che si propone la riduzione e la prevenzione della dispersione scolastica attraverso l'innalzamento del livello scolastico.

Questa discutibile scelta del Governo avviene mentre si destruttura la scuola media superiore e si penalizza il sistema d'istruzione superiore tecnico e professionale statale.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : Tuttoscuola: “Entro settembre cambiamo formazione iniziale e reclutamento dei docenti”
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 12:16:07 (695 letture)

Tuttoscuola: “Entro settembre cambiamo formazione iniziale e reclutamento dei docenti”

08-03-2010
Un altro argomento strategico sul quale si sofferma la Aprea nell’intervista al mensile Tuttoscuola è quello dello stato giuridico, sul quale la scorsa estate si è registrato un inaspettato stop da parte della Lega. La rappresentante del Pdl schiaccia l’acceleratore anche su questo fronte: “La Proposta di legge da me presentata all’inizio della Legislatura e le Proposte di leggi abbinate hanno come focus una nuova governance della scuola, di cui lo stato giuridico dei docenti, nuove forme di sviluppo professionale e nuove modalità di reclutamento costituiscono corollari imprescindibili perché i nuovi modelli organizzativi e gestionali delle scuole autonome siano realmente ‘sussidiari’ e di qualità. Sono certa che presto riprenderemo a discutere in Commissione questi temi e a ricercare un’intesa”.

Sui tempi per l’introduzione di questa novità, che includerà novità come i Consigli di amministrazione e gli albi professionali dei docenti, il deputato della maggioranza prospetta l’anno scolastico 2010-11: “A breve - afferma Aprea - giungerà in commissione il regolamento sulla formazione iniziale dei docenti, e si porrà contestualmente il tema del reclutamento attraverso albi professionali regionali e concorsi regionali banditi dalle reti di scuole, come da raccomandazione OCSE. Per questo, e anche per offrire con l’inizio del prossimo anno scolastico alle scuole strumenti organizzativi più flessibili di accompagnamento e sostegno alla riforma delle superiori, credo che già dalla prossima primavera si possa riprendere il dibattito politico e istituzionale su questi aspetti”.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : Scontrini farmacia: nuove regole per le detrazioni
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 11:53:01 (1182 letture)

Scontrini farmacia: nuove regole per le detrazioni

L’Agenzia delle entrate ha precisato quali sono le diciture che possono essere presenti sullo scontrino della farmacia per renderlo detraibile al momento della dichiarazione dei redditi.

Le novità imposte dal Garante

Dall’inizio di quest’anno è entrata in vigore la modifica degli scontrini della farmacia, richiesta lo scorso anno dal Garante della Privacy. Lo scontrino della farmacia non indicherà più il nome del farmaco acquistato, ma soltanto il codice di immissione al commercio (AIC), così da rispettare la privacy del paziente, che in sede di dichiarazione dei redditi non sarà più obbligato a render note le malattie di cui soffre a chi gli presta assistenza fiscale.

Le nuove diciture ammesse
L'Agenzia delle entrate ha deciso di allargare le maglie che vincolavano gli scontrini detraibili con la dichiarazione dei redditi. Infatti, d'ora in poi lo scontrino della farmacia potrà essere detratto tra le spese mediche se indica una delle seguenti diciture: "farmaco", "medicinale", "med.", "f.co", "otc" e "sop" (sigle che indicano i medicinali di automedicazione, senza prescrizione medica), "omeopatico", "ticket" o "preparazione galenica".
Rimangono escluse dalla detrazione i prodotti definiti come "integratori" o "fitoterapici".
Non è ammessa alcuna altra dicitura o documentazione allegata allo scontrino ai fini della detraibilità della spesa.
segue...........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2425 bytes | Commenti?
Appuntamenti : 8 marzo festa delle donne
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2010 20:20:00 (920 letture)

Ricordando con affetto le donne di quel lontano 8 marzo. Auguro a tutte le donne e in particolare a quelle colleghe che tanto hanno dato e continuano a dare ogni giorno alla "scuola italiana" un indimenticabile 8 marzo 2010.
a.c.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : I dati della Cei: 9 alunni italiani su 100 preferiscono fare altro
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2010 9:50:00 (673 letture)

I dati della Cei: 9 alunni italiani su 100 preferiscono fare altro
Il picco nella scuola dell'infanzia. Impennata nelle regioni del Nord


di S. Intravaia

ROMA - Lenta, ma inesorabile, prosegue la fuga degli alunni dalle aule italiane durante l'ora di religione. La conferma arriva dalla più autorevole fonte in materia: la Conferenza episcopale italiana. Nel corso del 2008/2009, ultimo anno di rilevazione disponibile al momento, 9 alunni italiani su 100 preferiscono uscire dall'aula quando entra l'insegnante di religione. E i primi dati dell'anno in corso mostrano un ulteriore incremento. E mentre il governo, per tagliare il maggior numero di cattedre possibile, si appresta a riempire ulteriormente le classi, quando c'è l'ora di insegnamento confessionale le stesse si spopolano.

Un fenomeno che preoccupa non poco le gerarchie vaticane, specialmente al Nord. "Il dato, valutato nella sua dinamica temporale, indica - si legge nell'Annuario 2009 - una lieve ma progressiva flessione nella quota degli studenti avvalentisi che ha totalizzato nell'arco dei 16 anni di rilevazione, una perdita complessiva di poco più di due punti percentuali: 93,5% nell'anno scolastico 1993/94 contro 91% del 2008/09". E quando si prendono in considerazione i dati relativi al Nord le defezioni assumo la dimensione di una vera e propria fuga.
segue..........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3685 bytes | Commenti?
« 1 ... 616 617 618 (619) 620 621 622 ... 669 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteApr 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
syd73 24/3/2018
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale