username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Stampa : da "Corriere della sera" - 6.07.2018
Inviato da admin_CUSMA il 6/7/2018 18:06:51 (57 letture)

Open in new window
Invalsi 2018, in Calabria un tredicenne su due non sa l’italiano. Inglese, gli immigrati meglio degli italiani

In media solo il 65 per cento dei ragazzi delle medie ha un livello sufficiente di italiano. Ma le differenze tra regioni sono molto elevate. Bene il Nord Est. Inglese, in quinta elementare il 90 per cento è preparato.

di G. Fregonara - 6.07.2018

Terza media, solo due studenti su tre sono sufficienti
I risultati dell’Invalsi 2018 che gli studenti di seconda e quinta elementare, di terza media e di seconda superiore hanno sostenuto in primavera, mostrano molti dati interessanti e alcuni paradossi. Il primo risultato sul quale riflettere è numerico: come è possibile che con una percentuale praticamente del 100 per cento di promossi in terza media al test invalsi di italiano ottengano «risultati adeguati o più elevati», cioè dalla sufficienza piena in su, soltanto il 65,6 per cento degli studenti? Va addirittura peggio in matematica dove i «promossi», cioè coloro a cui è riconosciuto un livello di competenze matematiche sufficiente o più alto sono il 59,9 per cento.

segue ...

Il tonfo del Sud
I dati generali sono spiegabili in parte con le grosse differenze tra regione e regione. In Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna più della metà degli studenti sono ad un livello inferiori a quello richiesto dalle indicazioni nazionali. addirittura in queste regioni ci sono differenze fortissime tra scuola e scuola. Un risultato che interroga sull’equità del sistema scolastico italiano: davvero le scuole danno le stesse opportunità a tutti i bambini? «Bisognerebbe intervenire scuola per scuola dove ci sono problemi - spiega Anna Maria Ajello, presidente dell’Invalsi - magari con professori specializzati in situazioni difficili. Ci vorrebbe un piano che incentivasse anche economicamente i professori migliori ad accettare le sfide in posti difficili». Il ministro Bussetti ammette che «ci vorranno interventi».

Guai a chi copia
quest’anno le prove Invalsi nella scuola media e superiore sono stati fatti al computer: ai ragazzi venivano mostrate domande differenti prese in una gigantesca banca dati dell’Invalsi che si trova online. Questa novità ha di fatto azzerato il cheating, cioè ha impedito ai ragazzi di copiare e ai professori di dare l’aiutino.

L’Italia connessa
Il fatto che la prova al computer non abbia creato alcun problema, o comunque abbia sollevato problemi che sono stati rapidamente risolti, significa che almeno dal punto di vista della connessione il sistema scolastico italiano è abbastanza organizzato. Soltanto in alcune scuole sull’Appennino ci sono stati disagi. Per il resto tutte le scuole sono riuscite a far sostenere gli esami agli studenti.

Il successo dell’inglese alle elementari
Quest’anno per la prima volta sono stati fatti i test di inglese per capire il livello dei bambini delle elementari e delle medie. Buona la performance dei più piccoli. In quinta devono poter essere al livello A1 del quadro di riferimento europeo: il 92,4 per cento dei bambini di quinta lo ha superato in lettura e il 78,6 nella prova di ascolto. Al Nord i ragazzi sono risultati più preparati che al Sud.

Ma alle medie...indietro tutta
Ma al contrario il risultato delle scuole medie è stato molto deludente: In media il test di lettura lo hanno superato in tre su quattro (livello A2) e quello di ascolto il 56,1 per cento. In Calabria, Campania e Sicilia solo un ragazzo su tre ha superato il test.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia -


Altri Articoli
22/9/2018 0:01:40 - da "LaTecnicadellaScuola" del 6 settembre 2018
21/9/2018 15:10:00 - ATTESA PER LA PUBBLICAZIONE DELLE G.I. 2018
20/9/2018 18:34:17 - da "LaTecnicadellaScuola" del 19 settembre 2018
20/9/2018 18:28:19 - da "LaTecnicadellaScuola" del 20 settembre 2018
20/9/2018 18:21:08 - da "LaTecnicadellaScuola" del 20 settembre 2018
19/9/2018 11:40:00 - da "Newsletter n. 13 - Scuola e Web La Segreteria On-Line" sett. 2018
18/9/2018 15:58:06 - da "ItaliaOggi" - azienda scuola 18.09.2018
18/9/2018 15:49:45 - da "LaTecnicadellaScuola" del 18 settembre 2018
17/9/2018 21:31:04 - da "CorrieredellaSera.it" del 17.09.2018
17/9/2018 15:19:39 - avvio anno scolastico
17/9/2018 14:40:00 - GIORNATA DI FORMAZIONE PER LE RSU
16/9/2018 18:00:00 - da "LaTecnicadellaScuola" del 16 settembre 20181
15/9/2018 22:10:00 - da Assemblea Nazionale GILDA - 15.09.2018
15/9/2018 14:04:11 - da "LaTecnicadellaScuola" del 15 settembre 2018
15/9/2018 14:00:21 - da "LaTecnicadellaScuola" del 15 settembre 2018

I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.

Cerca

Ricerca avanzata

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale