username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Stampa : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2021 14:58:24 (19 letture)

OBBLIGO VACCINALE: ESTESO ANCHE A PERSONALE SCUOLA ASSENTE PER LEGITTIMI MOTIVI. LE ECCEZIONI E IL CASO MALATTIA

di Redazione - 20 dicembre 2021

Obbligo vaccinale per il personale scolastico: il Ministero, con una nota in cui esprime dei PARERI su alcuni aspetti del DL 172/2021 introduce degli elementi di novità rispetto alla precedente nota del 7 dicembre 2021. Il caso del personale coinvolto e il caso della “malattia”.

Obbligo vaccinale a scuola dal 15 dicembre 2021

Riguarda il personale scolastico

- del sistema nazionale di istruzione (quindi scuole statali e paritarie)
delle scuole non paritarie
- dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65
- dei centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA)
- dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale (IeFP)
- dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (ITS)

QUI IL DECRETO LEGGE IN GAZZETTA UFFICIALE [PDF]
https://www.orizzontescuola.it/wp-cont ... eto_GU_Obbligo_Scuola.pdf

E’ stato introdotto a partire dal 15 dicembre 2021 dal decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172 che ha modificato l’art. 4 del decreto-legge 1 aprile 2021, n. 44.

segue in leggi tutto ...

L’obbligo vaccinale riguarda – lo ricordiamo – sia il ciclo vaccinale primario sia la cosiddetta “dose di richiamo”“da adempiersi […] entro i termini di validità delle certificazioni verdi COVID-19 previsti dall’articolo 9, comma 3, del decreto-legge n. 52 del 2021″

L’intervallo temporale minimo fra il completamento del ciclo vaccinale primario e quella booster è ora di cinque mesi (150 giorni).

Attualmente il DL 172/2021 è in fase di discussione in Parlamento, pertanto saranno presentati degli emendamenti, ci sarà un vaglio in merito e il contenuto finale del testo tradotto in Legge potrebbe essere diverso.

Nel frattempo però il DL esplica i suoi effetti e infatti già dalla giornata del 15 dicembre il personale inadempiente nei confronti dell’obbligo ha ricevuto da parte del Dirigente Scolastico l’invito a chiarire la propria posizione.

Il DL 172/2021 all’art. 2 comma 2 (versione attualmente in vigore) afferma

“La vaccinazione costituisce requisito essenziale per lo svolgimento delle attivita’ lavorative dei soggetti obbligati ai sensi del comma 1”

Tale precisazione era stata ripresa dal Ministero nei suggerimenti operativi trasmessi alle scuole con la nota del 7 dicembre 2021, laddove scriveva “In sintesi, dal prossimo 15 dicembre 2021, per svolgere l’attività lavorativa, il personale scolastico deve essere dotato di certificazione verde “rafforzata” (vaccinazione e guarigione). La somministrazione della dose di richiamo potrà essere effettuata non prima di cinque mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario e non oltre il termine di validità della certificazione verde COVID-19, ora pari a nove mesi.”

E, sempre nella stessa nota, ad ulteriore chiarimento ” dal prossimo 15 dicembre, la vaccinazione costituisce requisito essenziale ed obbligatorio per lo svolgimento dell’attività lavorativa di dirigenti scolastici, docenti e personale ATA delle istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione e del personale delle ulteriori tipologie di servizi scolastici e formativi sopra richiamati. L’obbligo si applica al personale a tempo determinato e indeterminato.”

Personale escluso dall’obbligo vaccinale

Sempre nella nota del 7 dicembre il Ministero scriveva

“Pare dunque possa ritenersi escluso dall’obbligo vaccinale introdotto dal decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172, il personale scolastico il cui rapporto di lavoro risulti sospeso, come nel caso di collocamento fuori ruolo, aspettativa a qualunque titolo, congedo per maternità o parentale”

L’aver fornito un elenco dettagliato, introdotto dal “pare dunque…”, ha subito suscitato qualche perplessità tra i Dirigenti Scolastici obbligati a dover mettere in atto la procedura richiesta dal DL. Da un lato infatti si parlava di “personale sospeso”, dall’altra si faceva riferimento solo ad alcune legittime assenze, tralasciandone altre altrettanto legittime.

Ma a scatenare un piccolo caso è stata la mancanza, tra questi esempi, del lavoratore in malattia.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia -


Altri Articoli
20/1/2022 16:00:00 - da "Corriere Romagna.it" ed Forlì-Cesena
19/1/2022 17:26:23 - da "LaTecnicadellaScuola.it
19/1/2022 17:19:53 - da "LaTecnicadellaScuola.it
19/1/2022 13:30:18 - da "LaTecnicadellaScuola.it
19/1/2022 13:24:35 - da "LaTecnicadellaScuola.it
19/1/2022 13:20:00 - da Gilda Insegnanti di FC/RN
28/12/2021 15:00:42 - da "LaTecnicadellaScuola.it"
28/12/2021 14:54:04 - da "LaTecnicadellaScuola.it"
28/12/2021 14:50:09 - da "LaTecnicadellaScuola.it"
28/12/2021 14:46:52 - da "LaTecnicadellaScuola.it"
28/12/2021 14:09:30 - da UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
28/12/2021 13:10:22 - da Gilda di FC e RN
23/12/2021 15:40:41 - da "Il Sole 24 Ore"
23/12/2021 15:20:00 - da Gilda FC/RN
20/12/2021 19:18:16 - da Ministero Istruzione

I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.

Cerca

Ricerca avanzata

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale