username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Stampa : da Tuttoscuola.com del 7 maggio 2012
Inviato da admin_CUSMA il 8/5/2012 1:10:00 (682 letture)

Open in new window
Prove Invalsi. Gilda non sciopera ma boicotta

L’anno scorso la posizione di desistenza sindacale nei confronti delle prove Invalsi era favorita dall’incertezza sul fatto che la prestazione rientrasse tra gli obblighi di servizio dei docenti. Quest’anno l’incertezza è stata fugata dalla legge, tanto che i Cobas hanno deciso di adottare lo strumento dello sciopero dalla prestazione.

I maggiori sindacati hanno complessivamente ignorato la nuova contestazione, dando implicitamente via libera alle prove Invalsi gestite dai docenti.

Ma la Gilda nei giorni scorsi, su decisione della sua Assemblea Nazionale, ha detto nuovamente di no, senza tuttavia ricorrere allo sciopero.

Tra le critiche mosse dalla Gilda alle prove Invalsi, c´è la tabulazione meccanica dei risultati che “oltre a invadere l´ambito della professione docente - spiega il sindacato - non rientra in alcun modo tra le competenze che attengono agli insegnanti perché si tratta di attività riguardanti una valutazione esterna che non spetta ai docenti”. Questa tesi sembra, tuttavia, contraddetta dalla nuova norma di legge che fa rientrare la prestazione tra le attività ordinarie della scuola (e quindi degli insegnanti).

Gilda rimprovera anche il ministero dell’Istruzione che avrebbe assunto “una posizione ambigua che demanda alle scuole l'individuazione delle inesistenti risorse finanziarie per retribuire tale attività, ammettendo, implicitamente, che si tratta di una prestazione aggiuntiva e volontaria”.

Questo “pollice verso” della Gilda degli Insegnanti nei confronti delle prove Invalsi, oltre a suonare come bocciatura verso l’intero strumento delle prove di rilevazione degli apprendimenti, apre una nuova delicata questione sulla “disubbidienza” proposta.

I dirigenti scolastici si troveranno, infatti, nella necessità di pretendere la prestazione con la possibilità che, in caso di diniego, siano costretti a ricorrere a sanzioni disciplinari.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia -


Altri Articoli
19/8/2019 16:56:44 - da UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì
19/8/2019 15:33:57 - da "LaTecnicadellaScuola" del 19 agosto 2019
14/8/2019 21:46:21 - da UAT Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
13/8/2019 15:00:00 - da USR Emilia Romagna - 13 agosto 2019
9/8/2019 15:51:17 - da "LaTecnicadellaScuola" del 9 agosto 2019
8/8/2019 4:30:25 - da UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì
8/8/2019 4:10:00 - da USR Emilia Romagna - 06 agosto 2019
8/8/2019 3:58:58 - da USR Emilia Romagna - 05 agosto 2019
4/8/2019 17:14:18 - da UAT di Forlì-Cesena e Rimini - agosto 2019
3/8/2019 15:22:35 - da USR Emilia Romagna - agosto 2019
3/8/2019 15:17:59 - da USR Emilia Romagna - agosto 2019
2/8/2019 18:00:00 - chiusura estiva
2/8/2019 17:40:00 - da INPS - 1 agosto 2019
1/8/2019 0:10:00 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 31 lug 2019
31/7/2019 20:50:00 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 31 lug 2019

I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.

Cerca

Ricerca avanzata

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale