username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Stampa : da "Repubblica.it" del 4.03.2013
Inviato da admin_CUSMA il 4/3/2013 21:47:45 (382 letture)

“Idea sconcertante, serve più tempo per lo studio”

Benedetto Vertecchi, ordinario di Pedagogia sperimentale all’Università di Roma: “Il punto non è ridurre, ma ridisegnare il percorso educativo”

L’intervista

«SONO contrario a qualunque ipotesi di riduzione, credo anzi che bisognerebbe aumentare da 13 a 18 anni il percorso scolastico italiano». Parole di Benedetto Vertecchi, ordinario di Pedagogia sperimentale alla Facoltà di Scienze della formazione dell’università Roma Tre. Cosa ne pensa della «priorità» indicata dal ministro Profumo? «Detta così mi lascia parecchio perplesso: tentò qualcosa di simile alcuni anni fa Berlinguer, ma senza riuscirci». Perché l’idea non la convince? «Il problema non è ridurre di un anno il percorso, ma ridisegnare il sistema educativo italiano ». Ma potrebbe anche accettare una eventuale riduzione da 13 a 12 anni della scolarizzazione? «Assolutamente no. Sono contrario a qualunque riduzione perché non è l’uscita dalla scuola a 18 o 19 anni che risolve il problema. Sarei anzi per allungare l’intero percorso da 13 a 18 anni, partendo proprio dal basso». Ci può spiegare i motivi? «Nel resto d’Europa le scuole sono aperte tutta la giornata e i ragazzi restano a scuola molte più ore che in Italia. In tutto il mondo si fanno laboratori di fisica, biologia, chimica e tanto altro.

segue......

In Italia, quelle poche scuole che avevano i laboratori li hanno distrutti per fare spazio ai computer. Occorre una interazione tra pensiero e azione che stabilizzi le conoscenze per rilanciare il sistema scolastico italiano». Spesso si prende come esempio la Finlandia, come sono organizzati in quel Paese? «In Finlandia negli anni Novanta la situazione era disastrosa: i ragazzi uscivano dalla scuola alle 13 e c’era una percentuale di suicidi molto elevata. Poi il governo ha studiato la giornata tipo dei giovani finlandesi e ha capito che doveva farli stare a scuola più tempo. Sono stati aperti laboratori di ogni sorta — da quello di cucina a quello di musica — e gli alunni applicavano i contenuti teorici delle lezioni a situazioni pratiche in un contesto con regole precise da rispettare». Con quali risultati? «La situazione è migliorata fino a raggiungere le migliori performance scolastiche d’Europa. Ma anche in Francia i ragazzi restano a scuola molto più tempo che in Italia». (s.i.)

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia -


Altri Articoli
17/9/2019 16:48:25 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 17 sett. 2019
17/9/2019 16:40:02 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 17 sett 2019
16/9/2019 22:51:31 - da UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
16/9/2019 22:29:15 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 16 sett 2019
15/9/2019 22:40:00 - da "cesenatoday.it" del 15 sett 2019
15/9/2019 18:48:55 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 15 sett 2019
15/9/2019 18:15:09 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 15 sett 2019
14/9/2019 22:20:00 - da UAT di Fiorlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
14/9/2019 21:10:00 - UAT di Fiorlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
13/9/2019 17:20:00 - da "laTecnicadellaScuola.it" del
13/9/2019 17:10:00 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 13.09.2019
11/9/2019 14:00:00 - da FGU-Gilda FC/RN
8/9/2019 19:46:25 - da Aran - sett. 2019
8/9/2019 19:34:22 - da UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
8/9/2019 19:10:00 - da "TecnicadellaScuola.it" dell'8 sett 2019

I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.

Cerca

Ricerca avanzata

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale