username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Riforme : da TuttoscuolaNew
Inviato da admin_CUSMA il 22/2/2010 14:50:00 (528 letture)

Riforma/1.
Ora comincia il difficile


Il testo ufficiale e finale dei nuovi regolamenti ritarda, sembra soprattutto per le ulteriori precisazioni chieste dal Ministero dell’Economia sugli effettivi risparmi derivanti dalla loro applicazione, ma a prescindere dai colpi di coda di questa sempre complicata vicenda, che non dovrebbe comunque ripercuotersi sui piani di studio (già pubblicati nel sito del Miur), ci sono non pochi problemi relativi alla concreta attuazione delle riforma.

Problemi che riguardano sia l’organizzazione dell’offerta formativa (se e quali opzioni e articolazioni saranno attivate dalle singole scuole), sia la programmazione sul territorio da parte delle Regioni e delle Province, soprattutto quando le articolazioni iniziano già dal primo anno, come nel caso dell’indirizzo per i servizi socio sanitari dell’istruzione professionale, che contiene le articolazioni “Odontotecnico” e “Ottico”, eredi dei precedenti indirizzi.

Altri problemi di implementazione della riforma riguardano l’organizzazione degli insegnamenti e delle cattedre in assenza della revisione delle classi di concorso: per quanto riguarda il liceo artistico, articolato in sei indirizzi, si dovrà tener conto di quanti e quali istituti d’arte confluiranno nel liceo, e quanti e quali negli istituti professionali per l’industria e l’artigianato, con i relativi insegnanti; se e quanti insegnamenti aggiuntivi saranno attivati o attivabili nei licei; come gestire, anche sul versante della formazione dei docenti, nuove discipline come l’inedita accoppiata storia-geografia; come organizzare, negli istituti tecnici e professionali, gli insegnamenti che prevedono una forte presenza di laboratori e di compresenze dei docenti con gli insegnanti tecnico-pratici, come utilizzare gli ampi spazi di flessibilità distinti da quelli dell’autonomia per corrispondere a puntuali bisogni del territorio, in mancanza di indicazioni certe. L’autonomia delle scuole potrà in parte aiutare, ma un’accorta gestione anche amministrativa dei processi ai vari livelli di governo, cominciando da quello centrale, appare decisiva.


Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia -


Altri Articoli
16/10/2019 15:56:34 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 16 ott. 2019
16/10/2019 15:50:00 - daGilda Forlì-Cesena e Rimini
16/10/2019 15:41:58 - dalla delegazione Gilda al Miur
16/10/2019 1:46:50 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 15 ott. 2019
9/10/2019 17:50:00 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 9 ott. 2019
8/10/2019 15:50:00 - da USR Emilia Romagna: 8 ott. 2019
8/10/2019 14:00:00 - da "LaTecnicadellaScuola.it" dell'8 ott. 2019
7/10/2019 15:51:01 - da "LaTecnicadellascuola.it" del 6 ott 2019
6/10/2019 18:47:45 - da "LaTecnicadellascuola.it" del 5 ott 2019
5/10/2019 15:50:00 - part time e ore funzionali
4/10/2019 13:50:00 - da "LaTecnicadellascuola.it" del 2 ott 2019
2/10/2019 15:12:10 - da "LaTecnicadellascuola.it" del 2 ott 2019
1/10/2019 21:11:38 - da "LaTecnicadellaScuola.it" dell'1 ott. 2019
1/10/2019 21:03:00 - da "LaTecnicadellaScuola.it" dell' 1 ott. 2019
29/9/2019 22:20:00 - da delegazione GILDA al Miur

I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.

Cerca

Ricerca avanzata

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale