username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 29 aprile 2017
Inviato da admin_CUSMA il 30/4/2017 17:34:37 (126 letture)

Open in new window
Primarie Pd, per vincere serve il consenso della Scuola: i candidati si smarcano dalla L.107/15

Alessandro Giuliani - Sabato, 29 Aprile 2017


Tutti i candidati alla prima poltrona del Partito Democratico hanno a cuore le sorti della scuola pubblica, promettendo cambiamenti qualora diventassero segretari.
Ad aprire le “danze” dialettiche è stato l’ex premier Matteo Renzi, che ha detto di voler ripartire dalla scuola, perché è lì che il “dente duole”; non è stato da meno Michele Emiliano, attuale Governatore della Puglia, il quale ha prima auspicato che la scuola possa tornare ad essere un luogo sul quale il centrosinistra e il partito democratico possano fondare la loro essenza, per poi arrivare anche a chiedere di essere eletto per “riscriverla assieme”; il 29 aprile, alla vigilia, delle primarie, è stata la volta del terzo candidato, Andrea Orlando, il quale ha tenuto a dire che nelle ultime settimane ha "incontrato tanti docenti della nostra Scuola pubblica. Ho ascoltato, compreso, immaginato correzioni alla 107. Tutto quello che avrebbe dovuto fare il Pd prima dell'approvazione della Buona Scuola e non ha fatto”.

segue ...

Insomma, da Renzi, Emiliano e Orlando giungono segnali di forte attaccamento all’istruzione: sanno bene che il malcontento verso la riforma approvata quasi due anni fa ha avuto un certo peso nella fine anticipata del Governo con a capo l’ex sindaco di Firenze. E arrivare alle primarie con il “popolo” della Scuola contro, rappresenterebbe un’elezione difficoltosa. Oltre che un cammino di rilancio del partito in sicura salita.
Rimane da chiedersi, però, per quale motivo tutti i deputati del Partito Democratico, nell’estate del 2015, votarono all’unanimità l’osteggiata riforma. In occasione della votazione decisiva, quella del 9 luglio, si registrarono solo 39 onorevoli, tra cui quelle di Bersani e Cuperlo, che non parteciparono al voto.
Pochissimi, come Stefano Fassina, in aperta rottura, se ne erano andati dal partito qualche giorno prima perche “il Pd aveva tradito i suoi elettori”. Ora, però, tutti, quasi all’unanimità, si smarcano da quella riforma.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia -


Altri Articoli
17/6/2019 23:30:00 - da "IlSole24Ore" del 17 giu 2019
16/6/2019 23:00:00 - da Corte Costituzionele - giugno 2019
16/6/2019 22:35:32 - da USR Emilia Romagna, 14 giu 2019
16/6/2019 22:20:00 - da USR Emilia Romagna - 14 giu 2019
15/6/2019 13:40:00 - da "CesenaToday" e altri 14.06.2019
13/6/2019 17:14:48 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 12 giu 2019
12/6/2019 22:33:55 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 12 giu 2019
12/6/2019 14:44:03 - da "LaTecnicadellascuola.it" del 12 giu 2019
11/6/2019 20:48:01 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 11 giu 2019
11/6/2019 20:34:15 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 11 giu 2019
11/6/2019 15:16:28 - da "IlMessaggero" 11 giu 2019
11/6/2019 15:00:00 - da: "Sololibri.net" - 11 giu 2019
10/6/2019 22:20:14 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 10 giu 2019
10/6/2019 15:08:29 - da "Acli" 6 giugno 2019
10/6/2019 14:25:30 - da "LaTecnicadellaScuola.it" del 10 giu 2019

I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.

Cerca

Ricerca avanzata

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale