username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
« 1 ... 71 72 73 (74) 75 76 77 ... 80 »
Comunicati : Conservare i documenti, per quanto?
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2010 11:49:34 (553 letture)

Conservare i documenti, per quanto?

Bollette, ricevute, fatture: i tempi di archiviazione obbligatoria della documentazione quotidiana

Quanto tempo devo conservare la parcella del dentista che ho detratto dalle tasse? E la ricevuta del bollettino postale per il pagamento di una multa? La nostra vita è costellata di bollette, ricevute, quietanze di cui non possiamo liberarci. Almeno non immediatamente. Ogni documento ha una sua durata stabilita: corrisponde al tempo entro il quale può essere richiesto dall'istituzione di riferimento (il fisco, la banca, l'amministrazione comunale) o impugnato dall'utente per contestare eventuali errori. Ecco le varie "date di scadenza".

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2573 bytes | Commenti?
Comunicati : Formazione in ingresso per il personale docente ed educativo – Anno scolastico 2009-2010
Inviato da admin_CUSMA il 4/3/2010 0:04:28 (644 letture)

Formazione in ingresso per il personale docente ed educativo – Anno scolastico 2009-2010

Nota prot.n. 2364 del 2 marzo 2010

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’istruzione
Direzione generale per il personale scolastico
Ufficio VI

Roma, 2 marzo 2010

Oggetto: Formazione in ingresso per il personale docente ed educativo – Anno scolastico 2009-2010

Con la circolare prot.n. AOODGPER. 2360 del 23 febbraio 2009 si sono introdotte nuove modalità per la formazione in ingresso del personale docente ed educativo che sono confermate per il corrente anno.
Il Decreto ministeriale n. 73 del 4 agosto 2009 evidenzia con le sue allegate tabelle la ripartizione per ciascuna provincia dei docenti per la scuola dell’infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di primo e di secondo grado e per il personale educativo, oltre alla ripartizione di posti assegnati a ciascun profilo professionale del personale ATA. Per il predetto personale docente ed educativo (docenti dei diversi ruoli, posti e classi di concorso, previsti dalla tabella allegata al medesimo D.M. 73/2009) occorre avviare nel corrente anno scolastico le procedure per l’anno di formazione regolate dall’articolo 440 del Decreto Legislativo n. 297/94.
La formazione in ingresso prevista contrattualmente per i neoassunti in ruolo, ai sensi dell’articolo 68 del Contratto Collettivo Nazionale del Comparto scuola, costituisce un obbligo contrattuale e trova rispondenza nel Contratto Collettivo Nazionale Integrativo concernente la formazione del personale docente, educativo, amministrativo tecnico e ausiliario relativa all’anno scolastico 2009/2010 (sottoscritto il 6 luglio 2009) e nella contrattazione collettiva integrativa a livello regionale.

segue......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 17173 bytes | Commenti?
Comunicati : compilazione della SCHEDA per l’individuazione del personale scolastico eventualmente soprannumerario
Inviato da admin_CUSMA il 27/2/2010 15:17:23 (7733 letture)

COMPILAZIONE SCHEDA per l’individuazione del personale scolastico eventualmente soprannumerario (perdente posto) per l’a.s. 2010/2011 - "Graduatorie interne di Istituto"
Dubbi sulla legittimità della richiesta in questo periodo.


Da cosa nasce il nostro dubbi sulla legittimità di richiedere la compilazione della predetta scheda in questo periodo (fine febbraio.inizio marzo)? Dalla lettura del CCNI sulla mobilità firmato dal Miur e dalle OO.SS rappresentative in data 16.02.2010 dal quale si evince che:
- Ai sensi dell’art. 23 comma 3 per i docenti della scuola media e superiore, art. 21 comma 4 per quelli dell’infanzia e primaria e art. 48 comma 5 per il personale ATA, le graduatorie per l’individuazione dei soprannumerari devono essere formulate e pubblicate, per affissione all’albo, entro i 15 giorni successivi alla scadenza delle domande di trasferimento, quindi dopo il 22 marzo 2010 ed entro l’8/4/2010 e NON prima, in quanto si valutano tutti i titoli e precedenze acquisiti entro il 22 marzo;
- Il modello scheda consegnato al personale, spesso non tiene conto delle modifiche apportate dal CCNI 16/2/2010 che richiama le norme del CCNI 12/2/2009.
Si coglie l’occasione per segnalare che nei decorsi anni scolastici, le graduatorie di che trattasi, sono state sempre oggetto di contenziosi tra il personale scolastico.
E’ bene quindi chiarire che NON può essere attribuito un punteggio dichiarato che non sia previsto dalla relativa tabella di valutazione e note allegate, ed in particolare

Non sono soggetti a valutazione:

- Il titolo di specializzazione per l’insegnamento ad alunni in situazione di handicap di cui al D.P.R. n. 970/1975, rilasciato anche con l’eventuale riferimento alla legge n. 341/1990 commi 4, 6 ed 8;

- Il servizio pre-ruolo prestato senza il possesso del prescritto titolo di studio, così come il servizio prestato nelle scuole private o legalmente riconosciute perchè non valutati nella ricostruzione della carriera.

- l’idoneità a concorso riferito solo al conseguimento dell’abilitazione o le abilitazioni riservate;

- l’esigenza di famiglia per ricongiungimento al coniuge o, in mancanza genitore/figlio, se il familiare non risiede nel comune di titolarità del docente da almeno 3 mesi dalla data di pubblicazione dell’O.M.

Inoltre, con il nuovo contratto si escludono dalla graduatoria, al contrario di quanto avveniva in precedenza, per i beneficiari della legge n. 104/92 art. 33 commi 5 e 7 (coniuge, figlio e genitore), qualora la scuola di titolarità sia in un comune diverso o distretto sub comunale da quello dell’assistito, SOLO coloro che entro il 22 marzo abbiano presentato domanda di trasferimento volontaria per il comune di assistenza del disabile; ecco perché è necessario attendere tale data prima della formulazione delle graduatorie in quanto solo coloro che hanno presentato domanda in tal senso vanno esclusi, altrimenti, pur beneficiari della legge 104/92, vanno inseriti in graduatoria ed eventualmente individuati perdenti posto.

Lo stesso contratto ha inoltre previsto, per gli amministratori degli enti locali (sindaci, assessori, consiglieri comunali, provinciali, regionali, ecc..), l’esclusione dalla graduatoria, al contrario di prima, solo se la provincia di titolarità coincide con quella del mandato amministrativo.

Esiste poi una particolare valutazione -nota 5 e 5bis-, spesso non utilizzata dalle scuole che deve invece essere posta invece a base di riferimento ed inserita nella scheda per l’individuazione dei soprannumerari la quale prevede di valutare la continuità anche di un solo anno nella stessa scuola più il servizio prestato in altre unità scolastiche dello stesso comune.

Si invitano pertanto i dirigenti scolastici a rispettare i termini perentori di cui sopra e le nuove tabelle di valutazione anche al fine di non creare contenzioso di merito.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : Troppe responsabilità e niente indennità, i prof iniziano a dire 'no': a rischio le gite scolastiche
Inviato da admin_CUSMA il 24/2/2010 23:15:24 (798 letture)

Troppe responsabilità e niente indennità, i prof iniziano a dire 'no': a rischio le gite scolastiche

Roma, 23 feb. (Adnkronos/Ign) - Troppe responsabilità, nessuna indennità di missione oltre ai rischi legati alla quotidianità. E gli insegnanti cominciano a dire no alle gite scolastiche. E se tutti sono d’accordo che si tratta di un momento importante per i ragazzi, da più parti si fa notare che con i tagli delle risorse sempre più spesso un insegnante parte con troppi studenti su cui ‘vegliare’. Dal canto suo il leader dei presidi Giorgio Rembado invita a non trascurare il cambiamento di ruolo che investe il professore che va in gita, che di fatto diventa un custode: per loro, spiega, le responsabilità ''sono enormi''.
Gli studenti aspettano tutto l’anno di andare in gita scolastica che dovrebbe essere soprattutto un’occasione di crescita culturale: per questo fa parte del piano di offerta formativa della scuola. Resta il fatto che per gli insegnanti gita scolastica vuol dire tante responsabilità, quindi tensione e fatica. E anche se l’attenzione è sempre massima, gli incidenti - più o meno gravi - possono sempre accadere.
segue........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6813 bytes | Commenti?
Comunicati : Programma annuale: in arrivo chiarimenti alle Scuole.
Inviato da admin_CUSMA il 19/2/2010 20:10:06 (477 letture)

Programma annuale: in arrivo chiarimenti alle Scuole.

Nel pomeriggio del 16 febbraio 2010 è proseguito al MIUR l’incontro in sede tecnica per approfondire ulteriormente gli aspetti tecnici della nota del 16 dicembre 2009 al fine di facilitare le Scuole per la predisposizione del programma annuale per l’anno 2010.
Nel corso dell’incontro sono state ribadite dalle Organizzazioni Sindacali tutte le riserve formulate durante gli incontri precedenti sulla inadeguatezza dei fondi messi a disposizione delle Scuole che sicuramente non consentiranno di poter garantire al meglio le attività didattiche.
Il rappresentante della nostra Federazione ha insistito sulla necessità di affrontare la questione finanziaria delle Istituzioni scolastiche su più aspetti:
segue.........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5103 bytes | Commenti?
Comunicati : In arrivo a tutti gli iscritti la Piattaforma contrattuale della Gilda.
Inviato da admin_CUSMA il 13/2/2010 23:19:25 (473 letture)

In arrivo a tutti gli iscritti la Piattaforma contrattuale della Gilda.

Stiamo inviando a tutti gli iscritti - come è abitudine della Gilda- il testo della piattaforma contrattuale per il quadriennio 2010-2012, approvato dagli Organi decisionali della nostra Associazione.
Si tratta di un testo in cui abbiamo precisato quali sono i principi a cui ci ispiriamo; gli obiettivi a cui tendiamo; le condizioni necessarie che li renderebbero effettivi e le nostre richieste relative a tutti gli ambiti del rapporto di lavoro. Questa volta, siamo entrati nello specifico di richieste anche capillari poiché siamo consapevoli che, oltre ai principi fondamentali ed essenziali, esiste anche una quotidianità del fare scuola, sempre più oppressiva e demotivante, sulla quale è necessario intervenire con proposte dirette e articolate minuziosamente.
segue.......

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3007 bytes | Commenti?
Comunicati : SCUOLA - Regolamenti secondaria superiore: disponibili i nuovi piani orario, ma i Decreti sono sotto le lenti di Tremonti
Inviato da admin_CUSMA il 9/2/2010 15:30:00 (485 letture)

Regolamenti secondaria superiore: disponibili i nuovi piani orario, ma i Decreti sono sotto le lenti di Tremonti
Pare mancano all'appello dei tagli 500 cattedre. Li pagheranno i corsi serali?

Il Consiglio dei Ministri lo scorso 4 febbraio ha approvato i Regolamenti della scuola secondaria superiore, ma gli stessi non sono ancora resi disponibili ufficialmente, perché, come è noto, chi decide davvero è il Ministero dell'Economia Tremonti che deve verificare che siano garantiti tutti i tagli previsti dalla legge 133/08.

Intanto sul sito dell'Indire, sono stati pubblicati i primi allegati ai regolamenti (profili, qudri orario e tabelle di confluenza) di Licei, Tecnici e Professionali.

Da questi primi documenti è difficile ricavare un quadro completo, mancando tutti i riferimenti normativi presenti nei Decreti.

Attendiamo quindi che sia disponibile in tempi brevi, una documentazione certa e completa sulla riforma. a.c.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : PARTE OGGI IL PRIMO TG TARGATO GILDA......
Inviato da admin_CUSMA il 5/2/2010 20:15:38 (507 letture)


NEW....Abbiamo dato inizio OGGI 5 FEBBRAIO 2010 ad un nuovo progetto per creare un TG per la Federazione Gilda Unams.

PUOI ACCEDERVI DAL SEGUENTE LINK

http://www.gilda-unams.it/Federazione ... ion=com_content&Itemid=86

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : I dati della Cei: 9 alunni italiani su 100 preferiscono fare altro
Inviato da admin_CUSMA il 7/3/2010 9:50:00 (673 letture)

I dati della Cei: 9 alunni italiani su 100 preferiscono fare altro
Il picco nella scuola dell'infanzia. Impennata nelle regioni del Nord


di S. Intravaia

ROMA - Lenta, ma inesorabile, prosegue la fuga degli alunni dalle aule italiane durante l'ora di religione. La conferma arriva dalla più autorevole fonte in materia: la Conferenza episcopale italiana. Nel corso del 2008/2009, ultimo anno di rilevazione disponibile al momento, 9 alunni italiani su 100 preferiscono uscire dall'aula quando entra l'insegnante di religione. E i primi dati dell'anno in corso mostrano un ulteriore incremento. E mentre il governo, per tagliare il maggior numero di cattedre possibile, si appresta a riempire ulteriormente le classi, quando c'è l'ora di insegnamento confessionale le stesse si spopolano.

Un fenomeno che preoccupa non poco le gerarchie vaticane, specialmente al Nord. "Il dato, valutato nella sua dinamica temporale, indica - si legge nell'Annuario 2009 - una lieve ma progressiva flessione nella quota degli studenti avvalentisi che ha totalizzato nell'arco dei 16 anni di rilevazione, una perdita complessiva di poco più di due punti percentuali: 93,5% nell'anno scolastico 1993/94 contro 91% del 2008/09". E quando si prendono in considerazione i dati relativi al Nord le defezioni assumo la dimensione di una vera e propria fuga.
segue..........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3685 bytes | Commenti?
Comunicati : Part-time nella scuola: entro lunedì 15 marzo vanno presentate le domande
Inviato da admin_CUSMA il 28/2/2010 19:30:00 (631 letture)

Part-time nella scuola: entro lunedì 15 marzo vanno presentate le domande

Entro lunedì 15 marzo 2010 i docenti interessati a tempo indeterminato, ma non solo (ma anche il personale ata) devono presentare la domanda di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale. Le domande vanno indirizzate alla Direzione Scolastica Regionale (USR) e presentate tramite il Dirigente scolastico della scuola di servizio.


Il Ccnl 29 novembre 2007, agli artt. 25 c. 6 e 44 c. 8, ha definitivamente chiarito che anche il personale neo immesso in ruolo e il personale che instaura un rapporto di lavoro a tempo determinato ha diritto a chiedere il tempo parziale. La scadenza del 15 marzo, pertanto, non può riguardare i lavoratori che instaurano un nuovo rapporto di lavoro, sia esso a tempo indeterminato che determinato, per i quali è possibile l’attivazione del part-time anche al momento della sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.

Inoltre, è possibile avvalersi di quanto previsto dalla Legge 24 dicembre 2007 n. 247: il diritto al part-time con precedenza sia per il lavoratore affetto da grave patologia oncologica che comporta una ridotta capacità lavorativa, che per un lavoratore che assiste il coniuge, il figlio o i genitori affetti sempre da patologie oncologiche.

Nella domanda, vanno indicate la modalità che si richiedono e cioè se un part-time di tipo orizzontale (con articolazione della prestazione di servizio ridotta in tutti i giorni lavorativi) ovvero verticale (con articolazione della prestazione su alcuni giorni della settimana, del mese o di determinati periodi dell'anno; per il solo personale Ata, inoltre, in misura tale da rispettare la media della durata del lavoro settimanale prevista per il tempo parziale nell'arco temporale preso in considerazione e cioè settimana, mese o anno, ovvero misto (con articolazione della prestazione risultante dalla combinazione delle due precedenti modalità). Va anche indicata la durata della prestazione lavorativa che, per i docenti, è di norma pari al 50% di quella a tempo pieno e per il personale ATA non inferiore al 50% di quella a tempo pieno.

Una volta ottenuto il part-time, per la durata di almeno due anni il personale non può richiederne la trasformazione in rapporto a tempo pieno. Infatti, prima della scadenza del biennio, eventuali domande in tal senso possono essere accolte solo in presenza di motivate esigenze ed anche in relazione alla situazione complessiva degli organici.

La normativa di riferimento oggi è il Ccnl 29 novembre 2007 (artt. 39 e 58) ed il testo unico sul part-time, decreto legislativo n. 61 del 25.2.2000.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da un gruppo di docenti di lingue - Riforma Gelmini e Lingue Straniere
Inviato da admin_CUSMA il 25/2/2010 19:10:00 (2025 letture)

riceviamo e pubblichiamo

Riforma Gelmini e Lingue Straniere

Riforma Gelmini e Lingue Straniere Il 4 febbraio 2010 è stata approvata in via definitiva dal Consiglio di Ministri la Riforma della Scuola Secondaria Superiore, una riforma, a detta del Ministro Maria Stella Gelmini, “epocale”. Pur comprendendo la necessità e l’opportunità di riordinare le numerose forme di sperimentazione della scuola secondaria superiore, nate negli ultimi decenni ad opera delle istituzioni scolastiche per rispondere alle esigenze di rinnovamento e adeguamento ai nuovi bisogni del paese, non possiamo certo dirci soddisfatti da una riforma che viene presentata come foriera di grandi miglioramenti per la scuola ma che nei fatti impoverirà l’offerta formativa per le future generazioni di studenti e cittadini. Per limitarci all’ambito delle lingue, noi docenti appartenenti a varie Associazioni Professionali di Lingue Straniere (Aispi Scuola, Lend, Anils, Coordinamento itp di conversazione lingua straniera) vogliamo fare chiarezza su alcuni punti che vengono illustrati come migliorativi dell’attuale sistema ma che, nei fatti, rappresentano un sostanziale passo indietro.

segue..........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 9163 bytes | Commenti?
Comunicati : TG GILDA edizione del 19 febbraio 2010
Inviato da admin_CUSMA il 19/2/2010 20:22:49 (451 letture)

Ecco a a voi l'edizione del 19 febbraio del TG - GILDA :

http://www.gilda-unams.it/Federazione ... 10&catid=36:fgu&Itemid=86

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : Regione Emilia-Romagna: dati sulle graduatorie ad esaurimento (GE)
Inviato da admin_CUSMA il 19/2/2010 1:00:00 (1012 letture)

Regione Provincia Ordine Scuola Num. Posizioni Graduatoria di cui con specializzazione Numero Contratti dalle GaE di cui di sostegno


Emilia Romagna Bologna Infanzia 1.473 142 212 28
Emilia Romagna Bologna Primaria 1.468 203 645 142
Emilia Romagna Bologna Sec. I grado 1.515 253 498 132
Emilia Romagna Bologna Sec. II grado 3.451 757 728 173
Emilia Romagna Ferrara Infanzia 226 18 36 12
Emilia Romagna Ferrara Primaria 264 27 120 20
Emilia Romagna Ferrara Sec. I grado 467 92 153 41
Emilia Romagna Ferrara Sec. II grado 1.103 298 236 81
Emilia Romagna Forli' Infanzia 359 31 69 15
Emilia Romagna Forli' Primaria 419 55 168 45
Emilia Romagna Forli' Sec. I grado 517 123 144 28
Emilia Romagna Forli' Sec. II grado 1.096 275 251 56

Emilia Romagna Modena Infanzia 970 91 166 27
Emilia Romagna Modena Primaria 964 130 438 88
Emilia Romagna Modena Sec. I grado 981 214 357 66
Emilia Romagna Modena Sec. II grado 2.272 582 679 136
Emilia Romagna Parma Infanzia 548 31 71 18
Emilia Romagna Parma Primaria 525 49 230 46
Emilia Romagna Parma Sec. I grado 659 172 229 71
Emilia Romagna Parma Sec. II grado 1.426 398 274 83
Emilia Romagna Piacenza Infanzia 244 12 69 35
Emilia Romagna Piacenza Primaria 239 7 137 57
Emilia Romagna Piacenza Sec. I grado 327 43 118 11
Emilia Romagna Piacenza Sec. II grado 778 126 201 37
Emilia Romagna Ravenna Infanzia 375 30 77 16
Emilia Romagna Ravenna Primaria 386 54 169 33
Emilia Romagna Ravenna Sec. I grado 491 114 159 44
Emilia Romagna Ravenna Sec. II grado 1.080 261 249 71
Emilia Romagna Reggio Emilia Infanzia 735 63 72 17
Emilia Romagna Reggio Emilia Primaria 723 68 277 70
Emilia Romagna Reggio Emilia Sec. I grado 699 149 237 48
Emilia Romagna Reggio Emilia Sec. II grado 1.685 435 438 133
Emilia Romagna Rimini Infanzia 383 26 19 11
Emilia Romagna Rimini Primaria 400 91 165 70
Emilia Romagna Rimini Sec. I grado 486 114 114 41
Emilia Romagna Rimini Sec. II grado 1.069 230 195 48

Emilia Romagna Totale 30.803 5.764 8.400 2.050

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : New: Riforma della scuola secondaria - Ecco i regolamenti.
Inviato da admin_CUSMA il 12/2/2010 14:50:00 (494 letture)

da Gildavenezia.it

NEW - Riforma della scuola secondaria, ecco i regolamenti definitivi.
Riforma della scuola superiore. Il regolamento dei nuovi Tecnici.
http://www.gildavenezia.it/riforma/ri ... r_regolamento_tecnici.pdf

Riforma della scuola superiore. Il regolamento dei Professionali.
http://www.gildavenezia.it/riforma/ri ... olamento_profesionali.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : Sanzionato ancora una volta il MIUR per …
Inviato da admin_CUSMA il 7/2/2010 14:23:07 (500 letture)

Sanzionato ancora una volta il MIUR per …illegittima reiterazione dei contratti senza assunzione in ruolo..

…“un’altra vittoria davanti al giudice per il sindacato che si batte contro il precariato della scuola”, così come definito da “il Messaggero” del 18 gennaio 2010

Nell’ultima settimana il Giudice del lavoro di Terni ha emesso una serie di sentenze a favore di iscritti Agorà scuola – docenti ed ATA – ricorrenti, tutti in servizio con incarichi a tempo determinato succedutisi negli anni su posti privi di titolare e corrispondenti alla tipologia utile per l’accesso al ruolo.

15 mensilità,

che – Tabella del CCNL alla mano sono:

•pari a 18629,93 + interessi, riconosciute come risarcimento ad un collaboratore scolastico

•pari a 20871,20 + interessi, riconosciute come risarcimento ad un assistente tecnico

•pari a 26216,52 + interessi, riconosciute come risarcimento ad un docente di scuola media

16 mensilità,

•pari a 22261,41 + interessi, riconosciute come risarcimento ad un assistente amministrativo


Le sentenze sopra enunciate, nonché quelle ulteriormente emesse, vanno ad aggiungersi al risultato ottenuto presso il Tribunale di Orvieto che ha visto riconoscere al personale docente ed ATA ricorrente attraverso i legali di Agorà da 10000.00 a 45000.00 euro, un risarcimento cioè non simbolico e comunque tale da costituire – in prospettiva ravvicinata - forte spinta al consolidamento delle posizioni dei singoli ed elemento certo di controtendenza nei confronti della politica dei tagli della Amministrazione.

Nel settore scuola, infatti, nonostante la normativa nazionale e le varie pronunzie della Corte di Giustizia europea, il Ministero continua ad utilizzare personale con incarico annuale a tempo determinato, non per esigenze transitorie e /o occasionali, ma a fronte di esigenze stabili e durature in aperta violazione delle disposizioni di cui al Decreto Legislativo 368/2001 .

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
« 1 ... 71 72 73 (74) 75 76 77 ... 80 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteApr 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
syd73 24/3/2018
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale