username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
« 1 (2) 3 4 5 ... 655 »
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 11 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/1/2018 20:49:50 (90 letture)

Open in new window
ARAN chiede pausa prima di proseguire trattativa sul contratto

di Lucio Ficara - 11/01/2018

L’incontro dell’11 gennaio 2018 svoltosi all’ARAN, sarebbe dovuto essere l’incontro della verità sul rinnovo del contratto scuola 2016/2018, invece è stato ancora una volta un incontro interlocutorio.

Non si può dire assolutamente che ci sia stata una rottura o che la distanza tra le parti sia incolmabile. Si può certamente dire che non è finita, ma che c’è una pausa chiesta dall’Aran che deve rispondere ai sindacati sul come proseguire la trattativa. Ovviamente si tratta di una richiesta, quella fatta dai sindacati, su come proseguire nel metodo e non certamente sul merito.

Ai sindacati è stata consegnata poi una bozza che affronta alcuni titoli, non tutti, in parte comuni alle 4 sezioni e altri specifici della scuola.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2242 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 9 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 10/1/2018 23:46:08 (12 letture)

Open in new window
Grasso (LeU): “La Buona Scuola ha scontentato tutti, dai genitori ai docenti”

di Andrea Carlino - 09/01/2018

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, leader della lista Liberi e Uguali, nel corso dell’intervista durante il programma di La 7 “Di Martedì” condotto da Giovanni Floris, parla della riforma “Buona Scuola”, approvata dal Parlamento nel luglio 2015: “La Buona Scuola ha scontentato tutti, genitori, studenti e docenti”.

Le parole di Grasso arrivano dopo la risposta di Matteo Renzi alla proposta di Liberi e Uguali di eliminazione delle tasse universitarie: “La proposta di Grasso aiuta i ricchi e i fuoricorso come Di Maio”, critica il leader del Partito Democratico. “Abolire le tasse universitarie significa promuovere la giustizia sociale”, replica il Presidente del Senato. Che poi attacca: “Lo student act del Pd non risolve, abbiamo il 26% di laureati nella fascia dei cittadini tra i 30 e i 34 anni, la media europea è del 40%. Vogliamo adottare politiche che favoriscano in tutti i modi la crescita del livello di istruzione di questo Paese? Una di queste è abbattere i costi, per tutti”.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 9 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 9/1/2018 18:55:25 (133 letture)

Open in new window
Contratto: arriva un nuovo atto di indirizzo

di R. Palermo - 09/01/2018

La chiusura della trattativa per il rinnovo del contratto scuola potrebbe essere più vicina del previsto: secondo una notizia diffusa da Italia Oggi che trova conferma anche negli ambienti sindacali sarebbe in arrivo una integrazione all’atto di indirizzo su cui finora ha lavorato l’Aran.

Il fondo per la valorizzazione della professionalità docente
Il nuovo atto conterrà certamente indicazioni sulle modalità di utilizzo dello stanziamento previsto dal comma 592 dell’articolo 1 della legge di bilancio che recita testualmente: “Al fine di valorizzare la professionalità dei docenti delle istituzioni scolastiche statali, è istituita un’apposita sezione nell’ambito del fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, con uno stanziamento di 10 milioni di euro per l’anno 2018, di 20 milioni di euro per l’anno 2019 e di 30 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020”.
Il comma successivo fornisce anche alcune indicazioni e prevede che l’utilizzo “avvenga mediante eventuali integrazioni al contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento” e che la relativa contrattazione venga svolta “nel rispetto dei seguenti criteri ed indirizzi: a) valorizzazione dell’impegno in attività di formazione, ricerca e sperimentazione didattica; b) valorizzazione del contributo alla diffusione nelle istituzioni scolastiche di modelli per una didattica per lo sviluppo delle competenze”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3608 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 9 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 9/1/2018 18:40:00 (20 letture)

Open in new window
Elezioni rinnovo RSU, si vota il 17-18-19 aprile

di Redazione - 09/01/2018

Resa nota la data delle elezioni per il rinnovo delle rappresentanze sindacali nelle scuole. Si voterà il 17-18-19 aprile, mentre la consegna delle liste è prevista per il 9 marzo.

RSU è un organismo sindacale che esiste in ogni luogo di lavoro pubblico e privato ed è costituito da non meno di tre persone elette da tutti i lavoratori iscritti e non iscritti al sindacato.

La normativa fondamentale di riferimento è l'”Accordo Collettivo Quadro per la costituzione delle Rappresentanza Sindacali Unitarie per il personale dei comparti delle Pubbliche Amministrazioni e per la definizione del relativo Regolamento Elettorale” del 7 agosto 1998.

Open in new window

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3666 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" dell'8 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 8/1/2018 15:21:08 (72 letture)

Open in new window
Visite fiscali, anche con l’infortunio è obbligatorio rispettare le fasce di reperibilità

di Lara La Gatta - 08/01/2018


Dal 13 gennaio prossimo, anche in caso di infortunio sul lavoro, il dipendente pubblico è tenuto a rispettare le fasce orarie di reperibilità.

Questa è una delle principali novità contenute nel decreto n. 206 del 17 ottobre 2017, pubblicato nella G.U. 302 del 29 dicembre 2017.

Il decreto abroga integralmente il decreto del Ministro per la pubblica Amministrazione e l’innovazione 18 dicembre 2009, n. 206, che disciplinava le attuali fasce di reperibilità per i pubblici dipendenti e con il quale erano state previste le seguenti esclusioni dall’obbligo di reperibilità:

“1. Sono esclusi dall’obbligo di rispettare le fasce di reperibilità i dipendenti per i quali l’assenza è etiologicamente riconducibile ad una delle seguenti circostanze:

a) patologie gravi che richiedono terapie salvavita;

b) infortuni sul lavoro;

c) malattie per le quali è stata riconosciuta la causa di servizio;

d) stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3614 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 7 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 7/1/2018 19:50:00 (60 letture)

Open in new window
Prof di tutta Italia, unitevi

di Pasquale Almirante - 07/01/2018


Ormai sembra chiara la linea dei partiti politici nei confronti della scuola e in qualche modo l’avevamo già anticipata, quando abbiamo rispolverato l’armamentario “ideologico” della forze che il 4 marzo si contenderanno il Governo del Paese, posto che qualcuna di esse avrà la maggioranza, per dettare le proprie leggi. In contemporanea, dalla Tecnica della Scuola parte un invito: “Prof di tutta Italia, unitevi”.

Aspettiamo solo i dettagli
Nulla di nuovo dunque, ad eccezione dei dettagli che fra non molto avremo modo di esaminare. Nelle linee generali a parlarne è anche il Sole 24 Ore, secondo il quale, se il Pd cerca di ricucire il rapporto con i docenti, valorizzando la professione insegnante, un nuovo sistema di formazione iniziale e reclutamento, Forza Italia guarda invece con priorità al collegamento con il mondo del lavoro e plaude alle superiori in quattro anni, fermo restando il sostegno alle scuole paritarie.
Il M5S insiste su una vera formazione professionalizzante, difende l’alternanza, purché sia di maggiore qualità e con fondi e strutture di supporto a presidi e imprenditori.

segue ...

Rango: 8.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3849 bytes | Commenti?
Comunicati : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Rimini 5 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 5/1/2018 17:25:58 (50 letture)

Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Rimini 5 gen. 2018

Diritto allo Studio 2018 - Pubblicazione elenchi provvisori del Personale del Comparto Scuola.

Si trasmettono, in allegato, ilo dispositivo prot. n. 17 del 05.01.2018 ed i relativi elenchi provvisori, di pari oggetto.

Cordiali saluti, Faitanini.
_______________________________________________

Prot. n. 17 Rimini, 5 gennaio 2018

IL DIRIGENTE
VISTO l’articolo 3 del D.P.R. n. 395 del 23/8/1988;
VISTO il C.C.N.L. – Comparto Scuola sottoscritto il 29.11.2007, art. n. 146 comma 1 – lettera g;
VISTI l’ Atto Unilaterale concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il diritto allo studio del personale del comparto scuola prot. nr. 8237 sottoscritto dal Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna in data 11 maggio 2017 nonché il successivo prot. nr. 22075 datato 14.11.2017;
VISTE le istanze presentate dagli interessati volte ad ottenere l’autorizzazione a fruire dei permessi retribuiti per il Diritto allo Studio per l’anno solare 2018;
VISTO il provvedimento prot. n. 4788 del 05.12.2017 con il quale è stato determinato il numero complessivo di permessi concedibili per il diritto allo studio nonché il numero spettante ad ogni categoria di personale per l’anno 2018;

DISPONE
La pubblicazione delle graduatorie ed elenchi provvisori (allegati nr. 1-2-3-4-5-6 al presente provvedimento) del personale del Comparto Scuola ammesso ed escluso dalla fruizione dei permessi retribuiti di cui all’articolo 3 del D.P.R. n. 395/88 sulla base di quanto esposto in
premessa che si richiama integralmente, relativi all’anno 2018.
Avverso gli elenchi provvisori è ammesso reclamo entro l'11.01.2018, da inviarsi via e-mail all’indirizzo usp.rn@istruzione.it
Lo scrivente Ufficio si riserva la possibilità di procedere, in autotutela, alle correzioni necessarie.

Il Dirigente
Giuseppe Pedrielli

seguono elenchi...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 13946 bytes | Commenti?
Comunicati : da USR Emilia Romagna - 04 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 4/1/2018 19:10:00 (44 letture)

Open in new window




Bologna, 4 gennaio 2018

COMUNICATO STAMPA


DOCENTI INSERITI CON RISERVA A SEGUITO DI CONTENZIOSO AMMINISTRATIVO RECENTE PRONUNCIA DEL CONSIGLIO DI STATO IN ADUNANZA PLENARIA


In data odierna 4 a Bologna, presso l’Ufficio scolastico regionale, si è tenuto, su richiesta delle OO.SS. regionali FLC-CGIL, CISL scuola, UIL scuola, GILDA-UANMS e SNALS, un incontro nel corso del quale sono state analizzate le problematiche relative alla sentenza n. 11 del 20 dicembre 2017 dell'Adunanza plenaria del Consiglio di Stato.
Come noto, con la suddetta sentenza l'Adunanza plenaria si è pronunciata sulla possibilità per i possessori di diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002 di inserirsi nelle graduatorie ad esaurimento del personale docente.
Nello specifico il Consiglio di Stato, in Adunanza plenaria, ha enunciato i seguenti principi di diritto:

“1. Il termine per impugnare il provvedimento amministrativo decorre dalla piena conoscenza dell’atto e dei suoi effetti lesivi e non assume alcun rilievo, al fine di differire il dies a quo di decorrenza del termine decadenziale, l’erroneo convincimento soggettivo
dell’infondatezza della propria pretesa. Deve, pertanto, escludersi, fatta eccezione per l’ipotesi degli atti plurimi con effetti inscindibili, che il sopravvenuto annullamento giurisdizionale di un atto amministrativo possa giovare ai cointeressati che non abbiano
tempestivamente proposto il gravame e, per i quali, pertanto, si è già verificata una situazione di inoppugnabilità, con conseguente “esaurimento” del relativo rapporto giuridico.
2. Il possesso del solo diploma magistrale, sebbene conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, non costituisce titolo sufficiente per l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo istituite dall’articolo 1, comma 605, lett. c), della legge 27 dicembre 2006, n. 296. “

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4907 bytes | Commenti?
Graduatorie : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede Forlì, 9.01.2018
Inviato da admin_CUSMA il 10/1/2018 23:59:26 (22 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede Forlì, 9.01.2018

Permessi straordinari retribuiti per il diritto allo studio di cui all'art. 3 del DPR 23 agosto 1988, n. 395 - Anno solare 2018 - Periodo 1°gennaio 2018 - 31 dicembre 2018

Ai Dirigenti Scolastici
della Provincia di FORLI’-CESENA
LORO SEDI
Alle OO.SS. del Comparto Scuola
LORO SEDI


Oggetto: Permessi straordinari retribuiti per il diritto allo studio di cui all’art.3 del DPR 23 agosto 1988, n. 395 – Anno Solare 2018 - Periodo 1° gennaio 2018 – 31 dicembre 2018.


Si trasmettono in allegato gli elenchi alfabetici del personale della scuola avente diritto ai permessi di cui all’ oggetto. Il numero totale delle domande pervenute è inferiore ai posti complessivamente previsti dal contingente di cui al provvedimento di questo ufficio prot.5522 del 24/11/2017 e pertanto tutte le istanze valide, tenuto conto anche delle compensazioni fra i vari ordini di scuola, sono accolte. Per tale motivo l’elenco degli ammessi è immediatamente
definitivo.
Nei confronti del personale la cui istanza è stata accolta senza riserva, i Dirigenti Scolastici competenti sono autorizzati ad adottare i provvedimenti formali di concessione.
Per quanto riguarda invece il personale la cui istanza è stata accolta con riserva in esecuzione dell’atto unilaterale trasmesso con nota di questo ufficio prot. 5315 del 15/11/2017, si verifica la seguente situazione:
a) Personale aspirante ai permessi per il diritto allo studio per il conseguimento dei 24 CFU/CFA (tipologia di corso 3 F)
L’inserimento con riserva negli elenchi, anche se in posizione utile per la fruizione dei permessi, non consente la fruizione delle ore. Nei confronti di tale personale la riserva potrà essere sciolta
positivamente solo qualora venga attestata dall’interessato l’avvenuta iscrizione al corso. In tal caso il Dirigente Scolastico competente, una volta ricevuta l’attestazione, procederà a comunicare allo scrivente ufficio lo scioglimento positivo della riserva, adottando il provvedimento formale di concessione dei permessi. Con successivo provvedimento l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna stabilirà il termine ultimo per lo scioglimento della riserva.
b) Personale ATA con contratto fino a nomina dell’avente diritto all’atto della presentazione della domanda.
Nei confronti di tale personale la riserva potrà essere sciolta positivamente, nel caso di stipula di contratto fino al termine dell’anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche, entro e non oltre la data del 20 febbraio 2018. I permessi verranno concessi agli aventi titolo solamente al momento dello scioglimento positivo della riserva. In tal caso il Dirigente Scolastico competente,
una volta perfezionato il contratto, procederà a comunicare allo scrivente ufficio lo scioglimento positivo della riserva, adottando il provvedimento formale di concessione dei permessi. In ogni
modo, in caso di mancato scioglimento positivo della riserva entro la menzionata data del 20 febbraio 2018 si procederà allo scorrimento della graduatoria.
Alla presente si allega inoltre l’elenco alfabetico provvisorio del personale escluso.
Avverso l’esclusione, così come risultante dall’elenco degli esclusi pubblicato nel sito di questo ufficio www.istruzionefc.it, è ammesso reclamo al Dirigente dell’Ambito Territoriale, per il tramite
della istituzione scolastica a cui era stata presentata la domanda, da trasmettere entro il giorno 12 gennaio 2018.

Il Dirigente
dott. Giuseppe Pedrielli

seguono elenchi ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4663 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 10 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 10/1/2018 23:40:00 (53 letture)

Contratto: aumenti modesti, ma il bonus va in contrattazione di scuola

di Reginaldo Palermo - 10/01/2018


Nel nuovo atto di indirizzo per il rinnovo del contratto scuola di cui già abbiamo dato qualche anticipazione ci sarebbe una novità molto importante che potrebbe risultare addirittura risolutiva per la firma del contratto.
Domani 11 gennaio 2018 potrebbe essere il giorno della verità per capire se esistono veramente i margini per chiudere in tempi ragionevoli, e comunque prima delle elezioni politiche, la questione del rinnovo del contratto scuola.


Bonus premiale in contrattazione? Forse sì

Stando alle indiscrezioni che abbiamo raccolto sembra infatti che il bonus premiale potrebbe entrare nelle materie oggetto di contrattazione a livello di istituto.
I particolari dell’operazione non sono ancora del tutto chiari e non si comprende bene come la contrattazione potrà “convivere” con i criteri deliberati dal comitato di valutazione, così come previsto dalla legge 107.
Proprio per questo molti pensano che, alla resa dei conti, potrebbe essere più semplice far rientrare il bonus nelle materie sottoposte a confronto fra le parti (dirigente scolastico e RSU e sindacati provinciali).
Sembra invece definitivamente tramontata ogni ipotesi di “trasferimento” delle risorse della legge 107 (bonus e carta del docente) sullo stipendio tabellare: per una operazione del genere sarebbe necessario un atto legislativo, impossibile da adottare nel contesto politico attuale.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3720 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 9 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 9/1/2018 18:50:00 (38 letture)

Open in new window
Prima bozza dell’OM mobilità 2018/2019, ecco le date probabili

di Lucio Ficara - 09/01/2018


I sindacati hanno ricevuto dal Miur una bozza dell’Ordinanza Ministeriale della mobilità 2018/2019.

In tal bozza sono state indicate anche le date presumibili dell’iter che dovrà essere seguito in tutti i processi della mobilità territoriale e professionale del personale docente, educatore e del personale ata.

Secondo questa prima bozza, che dovrà avere prossimamente il via libera dei sindacati, i docenti e gli educatori, dovrebbero presentare la domanda di mobilità a partire dal 3 aprile per terminare il 26 aprile. Invece i termini di presentazione della domanda di mobilità del personale ata dovrebbe essere disposta dal 23 aprile al 14 maggio.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2748 bytes | Commenti?
Comunicati : da GILDA Bologna
Inviato da admin_CUSMA il 8/1/2018 21:40:00 (11 letture)

Open in new window


ASSOCIAZIONE DOCENTI ART. 33
Gilda degli Insegnanti di Bologna


ORGANIZZA CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE


LA RESPONSABILITA' GIURIDICA DEL DOCENTE E


ed elaborazione di un testo concorsuale
(corso n° 10216 sulla piattaforma SOFIA del MIUR)

Sede del corso: Liceo L. Bassi Bologna

Date: 2,9 e 16 febbraio ore 15.00/18.20

per maggiori informazione contattare Gilda Bologna al cell: +39 3284325582

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "IlSole24Ore" del 7 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 7/1/2018 20:10:00 (42 letture)

Scuola, tutti contro tutti. Fi punta sull’alternanza, Pd su precari e concorsi.
L’education si conferma un argomento da campagna elettorale divisivo (non da oggi) nelle ricette delle forze politiche.


di C. Tucci - 07/01/2018


Il Pd è attento a ricucire il rapporto con i docenti, e rilancia (a tempo scaduto) su più fondi per valorizzare la professione insegnante e sul nuovo sistema di formazione iniziale e reclutamento per portare anche i giovani in cattedra (nel 2016-2017 l’età media dei professori italiani è salita a 51,2 anni). Forza Italia guarda invece con priorità al collegamento con il mondo del lavoro, preme per rafforzare la cultura dell’alternanza e l’istruzione tecnica; e plaude alle novità didattiche in arrivo, vale a dire le superiori in quattro anni (anziché cinque, a settembre partirà la prima sperimentazione nazionale su un centinaio di prime classi).
Il M5S insiste su una vera formazione professionalizzante, secondaria e terziaria; annuncia di voler cancellare la chiamata diretta («una forzatura nel nostro sistema scolastico»), ma difende l’alternanza, purché sia di maggiore qualità e con fondi e strutture di supporto a presidi e imprenditori. La Lega rispolvera il suo “cavallo di battaglia”: concorsi su base regionale, per evitare trasferimenti più o meno forzosi di docenti da una parte all’altra del Belpaese (e garantire agli studenti continuità didattica). Per Liberi e Uguali la nuova scuola italiana passa per l’abrogazione della riforma Renzi-Giannini, accompagnata da un piano pluriennale di stabilizzazioni per risolvere, definitivamente, il tema del precariato.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4410 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 6 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 6/1/2018 18:20:58 (63 letture)

Fedeli dice no all’uso di bonus merito e carta docente nel contratto scuola

di Andrea Carlino - 06/01/2018

Continua la trattativa sul rinnovo del contratto scuola. Il confronto riprenderà la prossima settimana (precisamente giovedì 11 alle 14.30) e l’esito della trattativa è lontana dall’essere definito.

Tanti nodi non sono stati ancora sciolti e uno in particolare riguarda l’inserimento nel contratto dei fondi destinati al bonus merito e ai fondi per la carta del docente. Si parla di 580 milioni di euro (200 del bonus e 380 della carta) che secondo i sindacati andrebbero inseriti nel contratto e spalmati per tutti. Non è però così semplice.

L’Aran, nell’incontro di giovedì 4, ha detto che una tale decisione non è nelle sue competenze e spetta al governo deciderà (e il Parlamento sciolto non può cambiare la legge 107). La partita, dunque, si gioca sulla legge 107 con i sindacati decisi a scardinarne l’impianto centrale. Proprio su questo punto, riporta Il Messaggero, rischia di impantanarsi la trattativa.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2925 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 4 gen. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 4/1/2018 19:40:00 (46 letture)

Open in new window




Sei d’accordo con fondi bonus merito e carta docente nel nuovo contratto? Vota il sondaggio

04/01/2018

La trattativa per il rinnovo del contratto scuola è entrata nel vivo. Oggi sarà una giornata chiave con l’incontro all’Aran tra rappresentanti del governo e i sindacati.

Il dibattito si è acceso soprattutto sulle risorse economiche da destinare al rinnovo contrattuale.

Con quali fondi si possono coprire gli aumenti per tutto il settore dell’Istruzione e della Ricerca?
Per garantire un aumento medio di più di 85 euro lordi medi al mese (la quota base stabilita dal governo in base agli accordi di Palazzo Vidoni del novembre 2016, 45 euro netti) potrebbe essere necessario destinare i fondi previsti dalla legge 107/2015 per quanto riguarda il bonus merito (200 milioni) e carta del docente (il bonus da 500 euro, altri 380 milioni).
Queste aggiunte permetterebbero di far aumentare gli stipendi fino a 130-140 euro lordi al mese.
I sindacati premono in questa direzione, ma l’amministrazione centrale non è convinta: sarebbe sconfessato l’impianto della Buona Scuola tanto caro all’ex premier Matteo Renzi e al Partito Democratico.

https://www.tecnicadellascuola.it/dacc ... -contratto-vota-sondaggio

Rango: 8.00 (11 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
« 1 (2) 3 4 5 ... 655 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteGen 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale