username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
« 1 (2) 3 4 5 ... 712 »
Mobilità : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 18 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 18/6/2019 15:20:19 (38 letture)

Open in new window
News ...
Mobilità 2019, altro slittamento: gli esiti saranno il 24 giugno. A breve la nota Miur

di Redazione - 18/06/2019

Dopo l’anticipazione in mattinata sullo slittamento degli esiti della mobilità, arriva un’altra data: gli esiti saranno pubblicati lunedì 24 giugno.

Pertanto, i docenti che hanno prodotto la domanda in primavera, dovranno attendere un qualche giorno in più per conoscere l’esito.

Si attende la pubblicazione di una nota del Ministero a breve in cui fornirà l’ufficialità e i dettagli per quanto riguarda gli eventuali reclami, che dovranno avvenire entro 10 giorni.
Ricordiamo che i docenti interessati hanno già ricevuto la notifica: all’interno dell’archivio dell’area riservata ai docenti delle Istanze Online vengono depositati gli atti di notifica del controllo del punteggio della domanda, di mobilità 2019/2020.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2124 bytes | Commenti?
Aggiornamento professionale : da Corte Costituzionele - giugno 2019
Inviato da admin_CUSMA il 16/6/2019 23:00:00 (15 letture)

Open in new window
da Corte Costituzionale - giugno 2019



Concorso straordinario. La Corte costituzionale respinge il ricorso dei non abilitati

– Concorso secondaria: serve un titolo abilitante. Porta chiusa ai dottorati di ricerca –

La Corte costituzionale ha dichiarato inammissibili le obiezioni sulla legittimità costituzionale del D.Lgs. n. 59/2017, nello specifico in merito alla procedura concorsuale straordinaria per la copertura dei posti di docente nelle scuole secondarie. Il D.Lgs. n. 59/2017 prescrive infatti l’accesso ai soli docenti in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria o di specializzazione di sostegno, o agli insegnanti tecnico-pratici già iscritti nelle graduatorie ad esaurimento.

Inoltre, lo stesso Giudice dichiara legittima la il diniego di partecipazione alla procedura contemplata nel D.Lgs. n. 59/2017 dei docenti in possesso di un dottorato di ricerca in una materia coerente con la classe di concorso.
Leggi il testo della sentenza: Corte Costituzionale. Sentenza 130/2019

CLICCA QUI:
https://www.cortecostituzionale.it/act ... a.do?anno=2019&numero=130

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : da USR Emilia Romagna - 14 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 16/6/2019 22:20:00 (29 letture)

USR Emilia Romagna - 14 giu 2019

Calendario scolastico 2019/2020

Si ricorda che alla pagina http://istruzioneer.gov.it/2019/06/04 ... stico-per-la-s-2019-2020/
è stata pubblicata la nota congiunta Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna / Regione Emilia-Romagna con cui vengono fornite precisazioni relative al calendario scolastico per l’a.s. 2019/2020, calendario che le scuole hanno modo di adattare alle esigenze della loro offerta formativa entro il 30 giugno p.v.
Si ricorda altresì che nel vecchio sito di questo Uffico, all’indirizzo http://archivi.istruzioneer.it/emr/is ... scolastico-faq/index.html, sono disponibili in forma di FAQ risposte alle domande più frequenti che le scuole hanno posto relativamente alla tematica.

- La Regione Emilia-Romagna, con Delibera di Giunta n. 353 del 27 marzo 2012, ha stabilito che le lezioni in ciascun anno scolastico inizino il 15 settembre e si concludano il 6 giugno; entro tale arco temporale è previsto l’obbligo di svolgimento di almeno 205 giorni di attività didattiche. Nella medesima Delibera vengono fissati anche i criteri di azione nel caso i giorni di inizio e termine delle lezioni dovessero cadere di sabato o di domenica; in tale circostanza l’inizio delle lezioni slitterà al primo giorno lavorativo successivo, mentre la chiusura potrà essere anticipata al giorno lavorativo precedente quello festivo o posticipata, se necessario, per garantire la soglia dei 205 giorni di attività didattiche.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4485 bytes | Commenti?
Mobilità : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 12 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 13/6/2019 17:14:48 (39 letture)

Open in new window
Assegnazione provvisoria, firmato il contratto: sarà triennale. Partecipano anche i docenti FIT

di F. De Angelis - 12/06/2019

E’ stato firmato il contratto sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2019. Dopo l’ultimo incontro che aveva lasciato pochi dubbi, sono state confermate le parti del testo già concordate. Il contratto sarà triennale e quindi avrà validità fino al 2022.

Assegnazioni provvisorie, i punti del contratto
Sindacati e Ministero hanno trovato l’accordo su temi quali:


– La validità triennale, con clausola di riapertura per far fronte a subentrate esigenze. Le operazioni rimangono annuali e così pure la facoltà di presentare domanda se in possesso dei requisiti.

– L’assegnazione provvisoria può essere richiesta da tutti gli interessati per i previsti motivi di ricongiungimento e cura, indipendentemente dall’esito della mobilità. Questo rappresenta un deciso superamento rispetto al precedente CCNI che limitava il movimento all’interno della provincia se successivo al trasferimento interprovinciale, salvo il beneficio della precedenza.

– Possibilità di presentare domanda di assegnazione provvisoria interprovinciale, in deroga, su posto di sostegno anche ai docenti senza specializzazione che abbiano un servizio almeno annuale su sostegno, ovviamente fatto salvo il requisito di ricongiungimento/cura e al termine della sequenza operativa che prevede ogni tutela per i docenti con titolo sia di ruolo che supplenti.

– Discipline di indirizzo dei licei musicali: utilizzazioni e accantonamento delle quote-orario ai precari, solo per conferma e a salvaguardia della continuità didattica. Si tratta di una fase transitoria che si applica esclusivamente per l’a.s. 2019/2020, nell’ottica di procedere con la necessaria gradualità omologando le disposizioni previste per le altre classi di concorso ed in armonia con quanto previsto dal CCNI sulla mobilità.

– Accesso alle domande di assegnazione provvisoria provinciale e interprovinciale per i docenti delle medesime discipline (licei musicali), in subordine alle operazioni di cui al punto sopra per il solo primo anno di vigenza del CCNI. Per gli a.s.2020/2021 e 2021/2022 i movimenti saranno a regime.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3802 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellascuola.it" del 12 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 12/6/2019 14:44:03 (37 letture)

Due concorsi per 50 mila precari e corsi di abilitazione per tutti, bandi entro sei mesi: come si accede

di A. Giuliani - 12/06/2019

Cosa prevede l’accordo raggiunto sul precariato nella serata dell’11 giugno, che a breve porterà ad un nuovo ciclo di abilitazioni e ad essere assunti a tempo indeterminato circa 50 mila nuovi docenti nella scuola pubblica?

Arrivano i Pas

Dopo una trattativa durata poco più di un mese, a seguito dell’intesa sottoscritta all’alba del 24 aprile scorso, si è prima di tutto stabilito che verranno avviati i Pas abilitanti.

Per accedere ai corsi di abilitazione all’insegnamento, utile per essere collocati nelle graduatorie di seconda fascia d’istituto e per insegnare nelle scuole paritarie, i candidati dovranno avere lavorato per almeno tre annualità (180 giorno per anno scolastico anche non continuativi) nella scuola, sia statale che paritaria.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3360 bytes | Commenti?
Esami : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 11 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 11/6/2019 20:34:15 (29 letture)

Open in new window
Maturità 2019, a che serve una valutazione se quasi il 100% sarà promosso?

di Gianni Zen - 11/06/2019

Nuovi esami di Stato 2019 al via la prossima settimana. Con due nuove prove scritte, senza più la terza prova a più materie, ma con un orale che prevede la scelta, da parte dei ragazzi, di quesiti inseriti in una busta, da pescare tra tre preparate dalla commissione. Sono novità, però, che non toccano la sostanza. Perché è l’ennesimo cambio di forma, ma la sostanza, dicevo, è sempre la stessa.

Esami di Stato 2019: cambia solo la forma, ma la sostanza è la stessa

E la sostanza ci porta alla domanda se sia ancora necessario questo esame, dopo che la metà dei docenti commissari si troverà a valutare i propri ragazzi due volte in pochi giorni, mentre per l’altra metà, quelli esterni, si tratterà di immaginare una valutazione che dovrebbe, proprio perché esterni, garantire la richiesta di equità, ma in ragione del merito, della effettiva cioè ed oggettiva preparazione.

Perché spendere un bel pacchetto di milioni di euro per sapere quello che già si sa, sulla preparazione dei nostri ragazzi?

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5700 bytes | Commenti?
Comunicati : da: "Sololibri.net" - 11 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 11/6/2019 15:00:00 (19 letture)

Scuola, aumenta il precariato: l’a.s. 2019/2020 potrebbe essere ribattezzato anno delle supplenze

di Ilaria Roncone, 10.6.2019


La supplentite, termine nato durante il governo Renzi, sembra inarrestabile: i numeri della Corte dei Conti, pubblicati tramite il rapporto sul coordinamento della finanza pubblica, parlano chiaro. Il numero di supplenti rischia di aumentare, invece di calare. Vediamo quali sono le ragioni di questi possibili aumenti a partire dai dati dell’anno scolastico in corso e che si appresta a terminare.

Perché le supplenze potrebbero aumentare?


Già nell’anno scolastico in corso, l’a.s. 2018/2019, è stato registrato un aumento delle cattedre a tempo: si tratta di 157.154 supplenze al netto dei contratti FIT, facenti parte del percorso per le assunzioni in ruolo in caso di valutazione finale positiva. Di queste, 36.000 supplenze sono state affidate con contratto annuale fino al 31 agosto e più di 127.000 assegnate fino al 30 giugno, considerato come termine delle lezioni.
Perché questo gran numero di supplenti? La ragione va ricercata nelle difficoltà a ricoprire tutti i posti vacanti disponibili con le nomine in ruolo per via della mancanza, in alcune classi concorsuali, di personale iscritto nelle graduatorie di merito e in quelle ad esaurimento (questo soprattutto nelle regioni del nord Italia). Il problema sta anche nel minor numero di vincitori e nel mancato completamento di alcune delle procedure inerenti il concorso del 2016. Rispetto all’a.s. 2016/2017 le supplenze sono aumentate di 18.691 unità e questo aumento va considerato come saldo tra la flessione delle supplenze conferite su posti comuni e la crescita di quelle affidate per posti di sostegno per effetto della citata Sentenza n. 80/2010 della Corte Costituzionale.
Con il piano straordinario delle nomine effettuate annualmente la consistenza delle graduatorie ad esaurimento si è ridotta di circa due terzi, passando da 122.314 unità dell’anno scolastico 2014/2015 a 44.892 soggetti dell’anno scolastico 2015/2016. Tutti questi sono stati quasi interamente mandati nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3245 bytes | Commenti?
Innovazione : da "Acli" 6 giugno 2019
Inviato da admin_CUSMA il 10/6/2019 15:08:29 (14 letture)

CONGEDO DI MATERNITÀ: LA MAMMA PUÒ SCEGLIERE IL PERIODO DI ASTENSIONE OBBLIGATORIA

di R. De Leo - giugno 2019

Da quest’anno le mamme possono scegliere in piena libertà il periodo di astensione dal lavoro per maternità: congedo obbligatorio che, ricordiamo, ha una durata di cinque mesi.

Se prima il congedo obbligatorio poteva essere richiesto esclusivamente per i due mesi antecedenti al parto e per i tre mesi successivi, ora è possibile scegliere l’opzione di astenersi dal lavoro per i cinque mesi successivi al lieto evento.

Nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, è questo il periodo più impegnativo e più intenso per accudire il neonato.

La scelta della lavoratrice di posticipare l’astensione obbligatoria deve essere formalizzata almeno due mesi prima della data presunta del parto.

Questa nuova opzione, al fine di tutelare la salute della mamma e del nascituro, è vincolata all’approvazione di due medici: il ginecologo della ASL o di altra struttura medica convenzionata con il SSN, ed il medico competente per la prevenzione e la tutela della salute nel luogo di lavoro. I medici dovranno rilasciare un’attestazione che confermi che il rinvio del congedo dopo il parto non arrechi danno alla salute della gestante e a quella del nascituro.

Tali attestazioni dovranno essere consegnate in busta chiusa alla propria sede Inps con la dicitura “contiene dati sensibili”.

Le sedi del Patronato ACLI sono a disposizione per inoltrare la richiesta del congedo obbligatorio di maternità. Trova la sede a te più vicina o Prenota il tuo appuntamento, ti aspettiamo!

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Esami : da "IlSole24Ore" del 17 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 17/6/2019 23:30:00 (20 letture)

AAA CERCANSI COMMISSARI PER L’ESAME DI STATO

di Eu.B. - lunedì 17 giugno 2019

Aaa. cercasi presidenti e commissari per l’esame di Stato di geometri e periti (sia agrari che industriali) che inizierà il 21 novembre 2019. Sulla base dei requisiti fissati in una nota del ministero dell’Istruzione pubblicata nei giorni scorsi.

Alla carica di presidente di commissione possono candidarsi i docenti universitari (di ruolo ordinario o straordinario; associati o fuori ruolo; in pensione) oppure i dirigenti scolastici di istituto tecnico. I primi dovranno consegnare la domanda cartacea all’ufficio amministrativo di competenza per gli adempimenti del rettore e sarà poi l’ateneo a inoltrare via Pec alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione. I secondi potranno inserire la domanda online attraverso il sistema informativo Sidi. Oppure Alla carica di commissario potranno invece concorrere docenti, laureati e con contratto di lavoro a tempo indeterminato, delle scuole secondarie di secondo grado e docenti di specifiche discipline negli istituti tecnici corrispondenti. Uguale per tutti il termine entro cui candidarsi. E cioè il 24 luglio 2019.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2000 bytes | Commenti?
Graduatorie : da USR Emilia Romagna, 14 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 16/6/2019 22:35:32 (38 letture)

USR Emilia Romagna, 14 giu 2019

OM 202/2019 – graduatoria degli insegnanti di religione cattolica (prov di FC)
_______________________________________________

Docenti di ruolo - Religione Cattolica
Scheda rilevazione punteggi ai fini dell'inserimento nella Graduatoria Regionale - a.s. 2019/2020

_______________________________________________

Cognome e nome - Scuola di servizio - anzianità di servizio - punti (esigenze di famiglia - titoli) - TOTALE PUNTI - eventuali precedenze
-----------------------------------------------------------------

Ordine di Scuola:
I GRADO

DIOCESI DI FORLI' - BERTINORO

1 DE LUCA ELENA I.C. 2 FORLI'-PALMEZZANO 154 17 171 CCNI
2 DEL CIONDOLO ANNARITA I.C. VALLE MONTONE 140 3 23 166
3 ADDOLORATO ROSARIA GIULIA I.C. 7 FORLI' - ZANGHERI 149 15 164
4 MEDRI DAVIDE I.C. 6 FORLI' - CROCE 140 12 152

DIOCESI DI CESENA - SARSINA

1 NARDELLI FERNANDA S.M. PASCOLI CESENA 138 12 150

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2432 bytes | Commenti?
Stampa : da "CesenaToday" e altri 14.06.2019
Inviato da admin_CUSMA il 15/6/2019 13:40:00 (19 letture)

Open in new window
Scuola, "Ritardi cronici nel pagamento degli stipendi": lettera aperta dei sindacati (situazione insostenibile)

Le sigle sindacali del comparto: "Più di 8.000 dipendenti pubblici del territorio provinciale infatti subiscono ritardi di mesi nel pagamento degli stipendi"


Redazione 14 giugno 2019


Arriva una lettera aperta delle sigle sindacali che denuncia problemi e ritardi nei pagamenti dei dipendenti delle scuole delle 3 province romagnole (Forlì_Cesena, Rimini e Ravenna). La Gilda degli Insegnanti e le altre sigle sindacali del comparto scuola, l’Associazione Scuole Autonome di Forlì-Cesena e i dirigenti delle scuole polo di ambito territoriale 7 e 8 della provincia di Forlì Cesena hanno scritto "una lettera congiunta alla Ragioneria Territoriale dello Stato per chiedere un incontro urgente con il direttore, competente per le province di Forlì-Cesena-Rimini-Ravenna, dott. Gianluca Dente, in merito ai gravi problemi ormai cronicizzati relativi ad errori e ritardi nei pagamenti delle competenze spettanti ai dirigenti scolastici e al personale docente e non docente delle scuole della provincia".“

Nella lettera al Direttore RTS Forlì-Cesena-Rimini si chiedevano chiarimenti: "su errata applicazione nei pagamenti spettanti ai Dirigenti Scolastici delle province di Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena per i loro arretrati su Contratto Integrativo Regionale; su modalità applicate per i conguagli IRPEF per il personale dipendente delle scuole del territorio; su cause dei ritardi nel pagamento delle spettanze dovute a personale supplente breve del territorio, nonché su pagamento di ore eccedenti, assegni familiari e altro, su rispetto della puntualità nell’applicazione delle variazioni contrattuali (es. Part-Time, aspettative non retribuite, ecc.)".“

"Più di 8.000 dipendenti pubblici del territorio infatti subiscono ritardi di mesi nel pagamento delle loro spettanze in merito a diversi adempimenti previsti dalla legge e dai Contratti Nazionali. Nella risposta pervenuta, le cause di questi ritardi vengono imputate dal direttore dott. Dente a una carenza di organico, della quale i firmatari congiunti (sigle sindacali , Asa Fo-Ce, ds referenti di ambito territoriale di Forlì e Cesena) erano già consapevoli e offrivano il loro aiuto per la possibile soluzione".“

"I firmatari hanno infatti più volte chiesto, a fronte dei problemi elencati, un incontro congiunto con il Direttore RTS, con l'istituzione di un protocollo di comunicazione fra scuole e sindacati da una parte, e gli uffici della RTS dall’altra, proprio per aiutare la RTS stessa a dialogare con le scuole e con i sindacati senza dover interagire con i singoli dipendenti che spesso si recano di loro iniziativa presso gli uffici della Ragioneria esasperati. L’incontro e la comunicazione al momento ci sono stati negati".“

segue ...leggi tutto


Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5200 bytes | Commenti?
Concorsi : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 12 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 12/6/2019 22:33:55 (44 letture)

Concorso scuola riservato e ordinario, tempi lunghi e maxi-adesione

di A. Giuliani - 12/06/2019

Non saranno brevi i tempi di attuazione del concorso riservato a precari con tre anni di servizio nella scuola statale secondaria per circa 24 mila posti, frutto dell’accordo raggiunto sul precariato nella serata dell’11 giugno.

Il lungo iter

Bisognerà infatti prima di tutto attendere che il testo venga approvato, come emendamento, con il cosiddetto decreto Crescita, ora all’esame di Palazzo Madama e destinato ad essere rivisto anche dalla Camera, proprio per via delle diverse modifiche introdotte al Senato.
Una volta legiferato il testo, questo si dovrà tradurre in un decreto ministeriale e successivamente (entro 60 giorni) nel bando di concorso.
Solo a quel punto, i candidati potranno presentare la loro candidatura ed in genere il tempo dedicato a questa fase è di 30 giorni.
Il concorso, tuttavia, non si svolgerà solo sulla base di titoli conseguiti e servizi svolti: una volta raccolte le adesioni, l’amministrazione scolastica sarà tenuta a predisporre delle commissioni, alle quali si affiderà l’organizzazione e il buon andamento di una prova scritta, da svolgere al computer, per la quale sarà prevista una soglia di punteggio minimo, e una verifica anche orale non selettiva.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3383 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 11 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 11/6/2019 20:48:01 (34 letture)

Open in new window
Scrutini finali, tanta burocrazia e tempo scuola non conteggiato

di Lucio Ficara - 11/06/2019

Il tempo dedicato alla preparazione burocratica di uno scrutinio, al suo svolgimento e alla consegna successiva degli atti, è tempo scuola non calcolato nel classico orario di servizio, si tratta di tempo aggiuntivo alle attività funzionali all’insegnamento.

Normativa riferita al tempo da dedicare agli scrutini
Anche se i registri elettronici stanno facilitando il lavoro di preparazione degli scrutini intermedi e finali, il lavoro burocratico in alcune scuole resta molto e il tempo di lavoro da dedicare a questa attività obbligatoria non viene calcolato nelle 40 ore di attività collegiali dedicate per i Consigli di classe.

Il tempo che vede impegnati i docenti nell’espletamento degli scrutini è direttamente proporzionale al numero delle classi assegnate e al numero delle discipline che si insegnano.

Ai sensi dell’art.29, comma 3, lettera c) del CCNL scuola 2006/2009 è da intendersi obbligatoria per i docenti le attività di carattere collegiale che riguardano lo svolgimento degli scrutini, compresa la compilazione degli atti relativi alla valutazione.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4806 bytes | Commenti?
Stampa : da "IlMessaggero" 11 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 11/6/2019 15:16:28 (29 letture)

MATURITÀ, ORALE A RISCHIO CAOS: «IL 50% NON SA COME SI SVOLGE»

di Lorena Loiacono - 11 giu 2019

Un salto nel buio, così i maturandi 2019 percepiscono l’esame di Maturità che li aspetta tra 9 giorni: a togliere il sonno ai ragazzi è la temuta prova orale. Uno su due, ad oggi, non sa di cosa si tratta. La prossima settimana, infatti, parte l’esame di Stato e tra i 520mila candidati l’ansia si sta facendo decisamente sentire. Che cosa li spaventa di più? Quest’anno, di certo, a tenere banco tra le paure dei maturandi c’è la nuova composizione dell’esame che, fresco di riforma, porta con sé non poche incognite. Primo fra tutti il colloquio: si tratta infatti dell’unica parte dell’esame su cui gli studenti dell’ultimo anno delle superiori non hanno potuto esercitarsi in classe.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4740 bytes | Commenti?
Reclutamento : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 10 giu 2019
Inviato da admin_CUSMA il 10/6/2019 22:20:14 (24 letture)

Pas, verso la chiusura della trattativa: tavolo al Miur domani 11 giugno

di F. De Angelis - 10/06/2019

Sarà la svolta per il Pas il tavolo tematico al Miur in programma domani martedì 11 giugno? A detta dei sindacati e dalle dichiarazioni del Ministro Bussetti rilasciate negli ultimi giorni, pare di si, nel senso che il tavolo dell’11 giugno possa mettere nero su bianco la fase transitoria per i docenti precari di terza fascia con 36 mesi di servizio e il conseguente rapporto che c’è con il concorso scuola 2019 per la scuola secondaria.

L’ultimo incontro ha messo però già tanta carne al fuoco: abbiamo già riferito come i 36 mesi di servizio debbano essere validi se prestati nella scuola statale. In subordine, al PAS, dovrebbero partecipare anche i docenti che hanno tre anni di servizio nelle scuole paritarie.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4684 bytes | Commenti?
« 1 (2) 3 4 5 ... 712 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteGiu 2019Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
MARTACOCCO 10/6/2019
jcmontes 7/5/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019
Angelarosa 16/1/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale