username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
RSS Feed
« 1 (2) 3 4 5 ... 287 »
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 22 gen 2019
Inviato da admin_CUSMA il 22/1/2019 12:03:17 (69 letture)

Open in new window
Vincolo di permanenza di cinque anni per tutti i docenti?

di F. De Angelis - 22/01/2019

L’emendamento dei relatori Mauro Coltorti (M5S) e Daisy Pirovano (Lega) all’articolo 10 del disegno di legge As 989, il cosiddetto Semplificazioni, prevede il blocco quinquennale dei docenti di ogni ordine e grado. Il testo del disegno di legge è ancora in via di approvazione al Senato.

Vincolo quinquennale per tutti


In pratica l’idea dei due relatori è quella di inserire il vincolo sulla stessa sede, stessa tipologia di posto e classe di concorso. Italia Oggi precisa che il vincolo «di cui all’articolo 13, comma 3, terzo periodo, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, come modificato dalla legge 30 dicembre 2018, n. 145», e dunque 5 anni, «si applica al personale docente ed educativo di ogni ordine e grado di istruzione, qualunque sia la procedura utilizzata per il reclutamento».

Lo scopo di questo vincolo sarebbe dovuto alla volontà di uniformare tutti i docenti di tutti gli ordini al vincolo di cinque anni, che è già presente per i neoassunti nella secondaria, vincitori dei concorsi della Buona scuola indetti con il decreto n. 59/2017 e per i docenti di sostegno, vincolo che però interessa la classe di concorso ma non la sede.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3481 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 20 gen 2019
Inviato da admin_CUSMA il 20/1/2019 18:00:00 (43 letture)

Open in new window
“Il preside è gay” sul muro del liceo, il ds non lo cancella: sarà pietra d’inciampo per l’intelligenza umana

di A. Giuliani - 20/01/2019]

“Il preside è gay”: la scritta è apparsa sul muro del liceo scientifico ‘Oriani’ di Ravenna. Il dirigente scolastico dell’istituto romagnolo, però ha fatto sapere che non la farà cancellare.

L’offesa

Il capo d’istituto del liceo, Gianluca Dradi, dirigente scolastico ha scritto su Facebook:”Ciò che offende non è la falsa attribuzione di una condizione, ma il fatto che uno studente del mio liceo l’abbia pensata come un’offesa. Non la farò cancellare: resti lì come pietra d’inciampo per l’intelligenza umana. #nonnellamiascuola”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2500 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 17.01.2019
Inviato da admin_CUSMA il 17/1/2019 21:20:00 (84 letture)

Open in new window
Gilda insegnanti, propone petizione per aumento stipendi docenti

di Lucio Ficara - 17/01/2019

Dopo la legge di bilancio 2019, in cui non ci sono risorse per l’adeguamento degli stipendi dei docenti alla media di quelli europei, arriva la petizione proposta dalla Gilda degli insegnanti.

La petizione della FGU Gilda degli Insegnanti


La FGU Gilda degli insegnanti sta raccogliendo le firme che poi consegneranno al Presidente del Consiglio Conte per chiedere un rinnovo contrattuale 2019-2021 che preveda un incremento stipendiale dei docenti significativo.

segue ...

Rango: 9.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4288 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 13.01.2019
Inviato da admin_CUSMA il 14/1/2019 14:30:41 (55 letture)

Open in new window
Open Day, operazione di marketing e festival dell’efficienza non sempre utile alle famiglie

di A. Giuliani - 13/01/2019

Si stanno svolgendo in questi giorni gli ultimi Open Day in vista dell’iscrizione al prossimo anno scolastico il cui ultimo giorno coincide con la fine del mese di gennaio (attraverso il portale www.iscrizioni.istruzione.it): come gli addetti ai lavori e le famiglie ben sanno, in queste occasioni le scuole, di ogni ordine e grado, accolgono i genitori degli alunni per illustrare loro i contenuti dell’offerta formativa dell’istituto, i corsi di studio, le particolarità offerte, l’organizzazione oraria delle lezioni, nonché delle preziose informazioni su come si compone la struttura dove si svolgono le lezioni e le attività laboratoriali.

Come si svolgono

Da genitore, ho avuto modo di partecipare a diversi open day. Anche quest’anno.

Ad aprire gli interventi è quasi sempre il dirigente scolastico, che comunica, per linee generali, come si struttura la scuola.

Poi, la parola passa ai docenti, le cosiddette “funzioni strumentali”, che entrano nei dettagli dei vari ambiti formativi e specializzanti.

A supporto degli interventi le scuole propongono anche la visione di slide multimediali, riproposte su uno grande schermo o direttamente tramite Lim.

L’incontro con i genitori si conclude, dopo in genere un’ora, anche un’ora e mezza, con una visita alle aule e alle strutture scolastiche.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4386 bytes | Commenti?
Stampa : da "OrizzonteScuola.it" dell'8 gen 2019
Inviato da admin_CUSMA il 8/1/2019 21:13:49 (35 letture)

Concorso infanzia e primaria, insufficienti i commissari. Ecco dove

Orizzonte Scuola, 8.1.2019

– Il concorso straordinario indetto con DDG n. 1456 del 7 novembre 2018 trova in Lombardia un primo stop: insufficienti i commissari che hanno presentato domanda di partecipazione alle commissioni di valutazione su Istanze online entro il 21 dicembre 2018.

Requisiti per le candidature
Il Miur ha comunicato con nota del 5 dicembre 2018 che dal 7 dicembre 2018 al 21 dicembre 2018 l’apertura della piattaforma su Istanze online per la presentazione delle candidature come presidente, componente e membro aggregato del concorso straordinario per infanzia e primaria indetto con DDG n. 1456 del 7 novembre 2018.

I requisiti per far parte delle commissioni di valutazione sono indicati negli articoli 11 e seguenti del D.M. 17 ottobre 2018

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3940 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" dell'01 gennaio 2019
Inviato da admin_CUSMA il 1/1/2019 21:36:10 (94 letture)

Rinnovo del contratto, stipendi più alti e stop al precariato: i sindacati dettano le priorità per il 2019

di F. De Angelis - 01/01/2019

E’ iniziato il 2019. Dal nuovo anno ci si aspetta sempre qualcosa in più. Qualcosa di diverso. Ed anche stavolta sarà così, anche per i lavoratori della scuola, che nel 2018 sembrano essersi confermati fra le cenerentole della pubblica amministrazione.

A dire il vero, non è che il nuovo anno sia iniziato con i migliori auspici: l’approvazione della legge di bilancio 2019 ha riservato un bottino magro per la scuola.

La Tecnica della Scuola ha chiesto ai sindacati del comparto quali fossero le priorità da fissare in alto in agenda per il 2019, e senza sorpresa, hanno evidenziato gli aspetti che purtroppo da anni rappresentano i punti dolenti del comparto scuola: il rinnovo del contratto, con il conseguente aumento dello stipendio, e l’eliminazione del precariato, emergenza che sembra non conoscere sosta.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4237 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 20 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 21/12/2018 13:00:00 (54 letture)

Pensioni, quota 100 si sgonfia: 2,7 miliardi di finanziamenti tagliati e più disincentivi

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 20.12.2018

– Scongiurare la procedura d’infrazione della Commissione europea ha convinto il Governo a produrre un’ulteriore sforbiciata ai finanziamenti relativi all’anticipo pensionistico quota 100: secondo le agenzie di stampa, il 20 dicembre sarebbero stati tagliati dalla legge di Bilancio di fine 2019 altri 700 milioni “sull’altare della trattativa con l’Ue”.

Una richiesta che non sorprende, anzi in linea con quanto da noi anticipato e che già aveva prodotto lo slittamento della liquidazione al compimento dei 67 anni, quindi anche cinque anni dopo avere lasciato il servizio.

Le limitazioni sopraggiunte
Negli ultimi giorni, i finanziamenti a disposizione di quota 100 sono quelli ad avere pagato il prezzo più alto per assecondare le richieste di Bruxelles: per il 2019 si è passati dai 6,7 miliardi iniziali a meno di 4 miliardi.

Cosa significa tutto questo? Prima di tutto che la tanto annunciata contro-riforma Fornero sarà triennale e non strutturale.

Poi c’è il problema dello slittamento dell’entrata a regime di quota 100: il primo partito di governo, il M5S con in testa il premier Giuseppe Conte, assicura che il provvedimento entrerà in vigore in primavera inoltrata: il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha parlato di 1° aprile.

Potrà andare in pensione, tra il 2019 e il 2021, chi ha almeno 62 anni e 38 di contributi (c’è ancora da capire entro quale date, probabilmente il 31 dicembre prossimo) con una finestra trimestrale se il lavoratore è privato (la prima scatta ad aprile) e semestrale se pubblico.

Solo che in quest’ultimo caso l’uscita si concretizzerà ad ottobre: una data che per la scuola è improponibile, e se non vi saranno deroghe (poco probabili al momento), i docenti, gli Ata e i dirigenti scolastici interessati a quota 100 saranno costretti a lasciare il servizio solo nel mese di settembre 2020.

Poi, rimane confermato il divieto di cumulo con l’attività lavorativa fino ai 67 anni.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5330 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 20 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2018 20:00:59 (80 letture)

Open in new window
Maturità 2019, gli esempi di tracce per la seconda prova scritta

di Fabrizio De Angelis - 20/12/2018

Il Ministero dell’Istruzione ha reso (finalmente) disponibili sul proprio sito alcuni esempi di tracce della seconda prova scritta dell’Esame di Stato della secondaria di II grado.

Come nel caso degli esempi relativi alla prima prova, quella di italiano, diffusi nei giorni scorsi, si tratta di azioni che il Ministero sta mettendo in campo per accompagnare studenti e docenti nella preparazione della nuova Maturità che, a partire da questo anno scolastico, si svolgerà con alcune novità, come previsto dal decreto legislativo numero 62 del 2017.

Gli esempi
Gli esempi di prove si riferiscono, specifica il Miur, ad alcuni degli indirizzi più diffusi dell’istruzione liceale e dell’istruzione tecnica e professionale. Si tratta sia di prove mono-disciplinari, sia di prove che coinvolgono più discipline caratterizzanti gli indirizzi di studio.
Nelle prossime settimane il Miur ha in programma la pubblicazione di ulteriori set di tracce, progressivamente sempre più ricchi e completi.

A gennaio è previsto un apposito decreto ministeriale per individuare la disciplina o le discipline oggetto della seconda prova che, così come previsto dalla nuova normativa, potrà riguardare una o più discipline caratterizzanti gli indirizzi di studio.

Gli Esami di Stato prenderanno il via il 19 giugno prossimo con la prima delle due prove scritte, quella in lingua italiana.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2609 bytes | Commenti?
Stampa : da "Repubblica.it" del 20 gen 2019
Inviato da admin_CUSMA il 20/1/2019 23:06:38 (58 letture)

LA MATURITÀ DIVENTA DI COPPIA

domenica 20 gennaio 2019 - Stefano Bartezzaghi


Come prima cosa, guardiamo in faccia la realtà, accettiamola e non parliamo più di «nuovo esame di maturità». Millesimiamola, come lo champagne e il vocabolario Zingarelli; datiamola come la legge finanziaria o le edizioni del festival di Sanremo: insomma chiamiamola « Maturità 2019 » . Mangiamo-la, infine, quest’altra foglia: l’esame di stato per diplomare gli studenti delle superiori viene ormai variato ogni anno e chissà come sarà nel 2020, quando cambierà anche il decennio. I degustatori più esperti oltre all’anno sanno anche specificare l’autore, il ministro che aveva reso interne le commissioni, quello che aveva cambiato i criteri per la seconda materia. Aggiungi l’Invalsi, togli l’Invalsi, in un tripudio di trovate, fughe in avanti, marce indietro, figurazioni estrose in cui la politica scolastica perviene alla più imprevedibile delle sue possibili trasformazioni: la coreografia. A proposito di arte della danza, il 2019 si specializza nel « pas de deux » : si introduce la doppia materia. Perché scegliere fra Greco e Latino (per il classico), fra Matematica e Fisica (per lo scientifico), fra Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici per l’istituto professionale per i servizi di enogastronomia? Salviamo entrambe le materie, abbiniamole nello stesso esame, facciamole ballare assieme – qualsiasi cosa ciò voglia dire.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4727 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 17.01.2019
Inviato da admin_CUSMA il 17/1/2019 21:30:00 (82 letture)

Open in new window
Quota 100, sì del Consiglio dei ministri: 30 mila euro cash di Tfr, in pre-pensione un milione di lavoratori

di A. Giuliani - 17/01/2019

Nella serata di giovedì 17 gennaio, il Consiglio dei ministri ha approvato il ‘decretone’ su reddito di cittadinanza e quota 100 sulle pensioni: la riunione è stata molto veloce, appena mezz’ora, a conferma che gli accordi erano stati presi in mattinata. Ora, il doppio provvedimento – il cui testo definitivo non è ancora stato pubblicato – dovrà essere convertito in legge dalle Camere entro 60 giorni.

Conte: un milione di lavoratori in tre anni

Più che soddisfatto dell’esito dell’approvazione in CdM il premier Giuseppe Conte: nella conferenza stampa a Palazzo Chigi di presentazione del decreto, ha detto che questa è “una tappa fondamentale per questa esperienza di governo: è la dimostrazione che questo Governo gli impegni li mantiene”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4382 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 14.01.2019
Inviato da admin_CUSMA il 14/1/2019 14:38:32 (79 letture)

Open in new window
Il professore è pubblico ufficiale. Offenderlo o aggredirlo è un reato

di A.C. - 14/01/2019

Atti violenti contro i professori possono costituire reato di stalking, percosse, lesioni, violenza privata, minaccia e diffamazione.

Se subisce un’aggressione verbale o fisica, il docente deve informare, con una lettera scritta, il preside (ds) nonché, visto l’art.
2087 del Codice civile inerente la responsabilità del Dirigente (obbligato ad adottare le necessarie misure atte a tutelare l’integrità fisica e la personalità morale dei dipendenti).

Inoltre il prof aggredito deve chiedere allo stesso di prendere provvedimenti per garantire le condizioni di sicurezza in ambito lavorativo previste dalla legge e scongiurare il ripetersi di ulteriori aggressioni in grado di provocare danni morali, fisici e/o biologici nei propri confronti.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6644 bytes | Commenti?
Stampa : da "OrizzonteScuola.it" dell'8 gen 2019
Inviato da admin_CUSMA il 8/1/2019 21:20:09 (78 letture)

Mobilità 2019, quali docenti hanno la precedenza nei trasferimenti. Come si compila domanda

di Paolo Pizzo, 8 gen 2018

Docenti che nelle operazioni di mobilità possono usufruire di precedenza: attenzione ai nuovi codici. Come si compila domanda.

Con il nuovo CCNI 2019/22 si ritorna ad utilizzare i codici ante Legge 107/15 ovvero codice del comune e del distretto. Rispetto comunque anche ai CCNI precedenti ci sono delle importanti novità per quanto riguarda i codici da utilizzare se si fruisce delle precedenze.

Le precedenze e le fasi in cui si applicano

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5726 bytes | Commenti?
Stampa : da "ScuolaOggi.it" del 7 gennaio 2019
Inviato da admin_CUSMA il 8/1/2019 12:40:00 (84 letture)

Open in new window Ministro M. Bussetti
Lo sfogo del Ministro Bussetti


di Aristarco Ammazzacaffè, Scuola Oggi, 7.1.2019

– Ha destato un certo interesse nel pianeta scuola il video messaggio del Viceministro Salvatore Giuliano, subito dopo l’approvazione della Legge di Bilancio. Soprattutto perché con questa Legge – come ha orgogliosamente annunciato il Premier Conte – ‘è scattata l’ora del riscatto’. Non so se mi spiego.

Dopo la sconfitta della povertà proclamata dal vicepremier Di Maio, questo annuncio del Premier carica di un significato nuovo il messaggio di Salvatore Giuliano. Sarebbe stato forse più opportuno un commento a tamburo battente del Ministro Bussetti. Ma lui probabilmente non ha sentito suonare l’ora del riscatto. Capita, a volte.

Però sulla Legge di bilancio il Ministro ha voluto comunque dire anche lui la sua. E lo ha fatto, postandola sul suo profilo fb, per rassicurarci che sulla scuola, a parte i 4 miliardi di cui parlano tutti, non ci sono altri tagli.

Ma le cose più interessanti il Ministro le ha dette ai suoi amici della prima ora, in una chiacchierata informale. È qui che ha voluto fare piazza pulita di alcune insinuazioni sul suo conto.

segue ...

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7217 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 29 dic 2018
Inviato da admin_CUSMA il 29/12/2018 17:25:54 (61 letture)

Legge bilancio 2019: meno soldi per la scuola, ecco i numeri

di R. Palermo - 29/12/2018

La legge di bilancio incrementa la spesa scolastica o la riduce?
I numeri sono numeri e quindi le opinioni non dovrebbero contare molto, eppure sulla questione si stanno fronteggiando due interpretazioni opposte: c’è chi, come ad esempio la senatrice PD Simona Malpezzi, parla di 4 miliardi di tagli nel triennio e chi, come il deputato 5S Luigi Gallo, sostiene che ci sarebbe un incremento di spesa di 1,3 miliardi di euro.

Luigi Gallo (M5S): ci sono 1.300 milioni in più


Gallo spiega la questione sostenendo che i conti non vanno fatti “a legislazione vigente” ma tenendo appunto conto della manovra di quest’anno e di quelle future.
Cerchiamo di capire qualcosa di più, basandoci sui dati ufficiali (testo della legge, relazioni allegate e tabelle esplicative).

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4971 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 21 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2018 22:30:00 (66 letture)

Open in new window
News del 21 dic 2018
Contratto mobilità, accordo raggiunto, firma il 28 dicembre

E' arrivato l’accordo sul prossimo contratto di mobilità triennale (2019/2022). Tuttavia la firma del CCNI dovrebbe avvenire il 28 dicembre, ma si tratterebbe di una formalità dato che il testo è stato già concordato dalle parti.
"Stop a chiamata diretta e titolarità su ambito; Nessun vincolo dal sostegno a posto comune"
_________________________________________________

Contratto mobilità, entro le prossime 24 ore arriva la firma

di Lucio Ficara - 20/12/2018

Il contratto di mobilità triennale è ormai in dirittura d’arrivo, domani 21 dicembre 2018, se non ci saranno sorprese dell’ultima ora, è prevista la firma del nuovo CCNI che regolerà trasferimenti e passaggi.

Domanda unica mobilità provinciale e interprovinciale

Se un docente volesse provare a fare sia la domanda provinciale e sia quella interprovinciale, lo potrà fare compilando un’unica domanda di trasferimento in cui tra le preferenze potrà inserire sia le scuole e i comuni della provincia di titolarità, ma potrà anche indicare le scuole, i comuni e le province diverse da quelli della provincia di titolarità.

Ogni docente potrà indicare fino a 15 preferenze, esprimendo fino ad un massimo di 15 scuole oppure 15 comuni o distretti o, ancora, fino a un massimo di 15 province. Se vorrà potrà esprimere nella stessa domanda codici di scuola, comuni, distretti e province per un totale di massimo 15 preferenze.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4748 bytes | Commenti?
« 1 (2) 3 4 5 ... 287 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteMar 2019Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
Angelarosa 16/1/2019
franticrn 9/11/2018
ElisaD4 6/11/2018
luismart 11/9/2018
syd73 24/3/2018

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale