username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 641 »
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" dell'8 ottobre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 8/10/2017 12:40:18 (142 letture)

Open in new window
La lettera della docente presa a pugni da un suo alunno: “Ragazzi figli di una classe genitoriale troppo permissiva”

da Lucio Ficara - 08/10/2017

Dopo il triste episodio accaduto all’istituto alberghiero “Gramsci” di Monserrato in provincia di Cagliari, dove un alunno sferra un pugno nel volto della sua insegnante, arrivano le riflessioni scritte della professoressa.

“Sono entrata in aula.

Io sono insegnante in un Istituto Alberghiero di Monserrato, in provincia di Cagliari.
Sono entrata in aula, già prostrata dal dolore in cui la violenza aveva pervaso la mia Scuola.
Prima una lite tra due studenti fuori e dentro l’istituto, sedata solo dall’intervento dei Carabinieri.
Per un’insegnante vedere le forze dell’ordine entrare nella propria “casa”, ti fa capire che proprio quei ragazzi in cui dovremo appoggiare le nostre speranze, sono già perduti.

segue ...

Rango: 10.00 (4 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6084 bytes | Commenti?
Comunicati : gilda forlì-cesena e rimini
Inviato da admin_CUSMA il 8/10/2017 12:30:00 (14 letture)

Open in new window



COMUNICATO

Comunichiamo ai colleghi che nei giorni di mercoledì 11 e venerdì 13 ottobre prossimi, il nostro ufficio di Cesena, via Uberti, 56/F resterà chiuso per consentire lavori di rinnovo ambienti. Riapriremo regolarmente lunedì 16 ottobre alle ore 16.00.
Per ogni esigenza rimane comunque attivo il collegamento via mail: gildafc@virgilio.it


Gilda Insegananti/FGU di Forlì-Cesena e Rimini, 8 ott. 2017

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : Mod. D3 ATA - scelta delle sedi
Inviato da admin_CUSMA il 7/10/2017 19:57:10 (284 letture)

Mod. D3 ATA - scelta delle sedi

COMUNICATO

Graduatorie d'istituto di terza fascia del personale ATA


L'istanza polis per trasmettere l'allegato D3 di scelta delle sedi sarà disponibile dal prossimo lunedì 13 novembre.

Cesena, 7 ott. 2017

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "scuola.italia4all.it" 4 ott. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 4/10/2017 13:30:00 (49 letture)

Open in new window
I nuovi precari della scuola. Avvocati, ingegneri, commercialisti in coda per racimolare qualche ora di supplenza

mercoledì 4 ottobre 2017


Professionisti, tutti in fila. A bussare alle porte delle scuole per racimolare qualche ora di supplenza alla settimana, non ci sono più i soliti precari. Perché ora, precari, lo sono anche loro: architetti, avvocati e, addirittura, commercialisti. Tutti con in tasca, oltre a una laurea, l’abilitazione professionale e l’iscrizione a un albo. Tutti alla ricerca di un espediente per integrare lo stipendio o, nella peggiore delle ipotesi, di un’alternativa, perché il proprio lavoro non basta più.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2530 bytes | Commenti?
Stampa : da "Ilsole24ore.com" 01 ottobre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 3/10/2017 17:30:00 (22 letture)

Scuola, il flop della «chiamata diretta» dei docenti
–di Claudio Tucci 01 ottobre 2017

Doveva essere l’innovazione forse più importante della Buona Scuola; vale a dire la possibilità da parte degli istituti di scegliere i docenti più in linea con la propria offerta formativa. E invece, anche quest’anno - il secondo da quando è stata introdotta dal Legislatore - la chiamata diretta è stata nuovamente “affossata”: nelle operazioni di trasferimento infatti sono stati individuati dai presidi meno del 30% dei circa 12mila insegnanti finiti negli ambiti territoriali (quindi, poco più di 3.300). Anche tra i prof neo-immessi in ruolo la chiamata per competenze da parte del dirigente scolastico ha interessato meno della metà delle persone (12.976 docenti sui complessivi 27.388 assunti al 13 agosto).

Dai grafici predisposti dal ministero dell’Istruzione, e pubblicati qui sotto, emerge che il boicottaggio è stato maggiore al Centro-Sud (qui però va anche detto che molte scuole non hanno chiamato in quanto non avevano posti liberi). Discorso un po’ diverso al Nord, dove nonostante cospicue disponibilità (e pertanto, da poter coprire con la chiamata diretta dei presidi) le percentuali di insegnanti selezionati non sono state elevatissime: 66,21% per i neo-immessi in ruolo; si è crollati al 29,96% nei trasferimenti.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2556 bytes | Commenti?
Stampa : Invece Concita, 28.9.2017
Inviato da admin_CUSMA il 28/9/2017 22:16:57 (73 letture)

Open in new window
Una pessima buona scuola

di Concita De Gregorio, Invece Concita, 28.9.2017


“La buona scuola per un bimbo speciale: ci hanno ingannato. La buona scuola esiste e resiste alle pessime riforme che si sono succedute in questi 20 anni. Riforme fatte da chi non si era accorto che la buona scuola esisteva già. La buona scuola resiste ai cattivi/e presidi che la gestiscono come un’azienda, con arroganza e incompetenza, spesso con basso spessore culturale. La buona scuola resiste ai controsoffitti e alle pareti che crollano e ai bagni che si allagano. La buona scuola resiste perché è fatta di maestre, dei loro sacrifici, di impegno, creatività, della loro condivisione e passione”.

“Ho il privilegio di essere la mamma di un dolcissimo bimbo affetto da una sindrome rara, che con onore frequenta la quinta elementare. È un bimbo speciale fortunato perché circondato dal calore e la competenza di ottime maestre e generosissimi compagni. Purtroppo però la buona scuola per lui non è stata mai prevista, tantomeno sostenuta”.

segue ...

Rango: 10.00 (2 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4509 bytes | Commenti?
Sentenze : da GildaInsegnanti Potenza - 27 set 2017
Inviato da admin_CUSMA il 28/9/2017 15:54:36 (41 letture)

Sanzione annullata ad una docente, la Gilda vince ancora!

27 Settembre 2017


Il Tribunale di Potenza ha annullato una sanzione disciplinare ingiustamente inflitta ad una docente da un dirigente scolastico.

Il giudice ha motivato la sentenza spiegando che "a prescindere da quelli che sono stati gli esiti dell'istruttoria compiuta (che hanno ridimensionato la portata della contestazione disciplinare)" sono state ravvisate"lacune nell'articolazione della contestazione disciplinare" si legge nella sentenza "che non possono non avere inciso sul corretto esercizio del diritto di difesa peccando in termini di mancata specificità.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2306 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 27 settembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 28/9/2017 15:30:00 (61 letture)

Open in new window
Orario di servizio dei docenti, troppo spesso emergono discriminazioni


Lucio Ficara - Mercoledì, 27 Settembre 2017


In questa fase dell'anno scolastico, in cui gli orari scolastici sono ancora provvisori, ci vengono segnalate delle stranezze sugli orari di servizio dei docenti.


Esistono casi di orari di servizio dei docenti che potrebbero essere definiti al limite della discriminazione.
Curioso è il caso di una docente che ha un orario di servizio, riferito alle sue 18 ore settimanali di insegnamento, con un venerdì di 6 ore continuative, senza ore buca, dalle ore 8.00 alle ore 14.00, un giovedì con 3 ore buca, ma di fatto 6 ore di servizio con entrata alle ore 8.00 e uscita alle ore 14.00. In buona sostanza la docente si trova con un orario dove ha 4 ore buca e una giornata con 6 ore di insegnamento continuative.
Altri docenti, soprattutto della scuola primaria, lamentano di essere utilizzati per attività di insegnamento sia la mattina che il pomeriggio, quindi sono impegnati per attività d’insegnamento per l’intera giornata. Ci dicono anche che in alcune scuole, il Ds non ha pubblicato l’orario di servizio di tutti gli insegnanti e nemmeno quello delle classi.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4596 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 7 ottobre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 8/10/2017 12:32:12 (35 letture)

Open in new window
I giovani non ragionano più perché il web dà tutto: salviamoli con la Logica a scuola (VIDEO)

da Alessandro Giuliani - 07/10/201


“Gli strumenti informatici contemporanei minacciano la capacità delle persone di tracciare collegamenti logici tra contenuti mentali”.

A dirlo è stato Ermanno Bencivenga, professore di Filosofia all’Università della California, Irvine, a margine del convegno “Dalla scuola della Costituzione alla Buona Scuola passando per Don Milani”, voluto dal sindacato GILDA degli Insegnanti nella Giornata Mondiale degli insegnanti per riflettere sulla funzione e il futuro della scuola pubblica, intesa come scuola dello Stato, di fronte alle grandi trasformazioni sociali ed economiche che il sistema capitalista sta affrontando.

Il filosofo, insegnante accademico da quasi 40 anni, si è soffermato sulle capacità deduttive che si stanno perdendo. Per questo, ha detto, è giunto il momento di recuperare il ragionamento logico anche per la scuola pubblica.

segue...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2713 bytes | Commenti?
Stampa : da"Latecnicadellascuola" del 7 ottobre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 7/10/2017 21:54:53 (57 letture)

Consulenze sindacali errate, mettono in difficoltà docenti e dirigenti

Fidarsi del parere sindacale sbagliato può creare delle amare sorprese. Ecco due casi reali di chi si è fidato del sindacalista sbagliato, ed avrebbe fatto molto meglio ad informarsi più approfonditamente.

da Lucio Ficara - 07/10/2017

Bisogna essere prudenti quando ci si rivolge ai sindacati per avere una consulenza sulla normativa scolastica. Una consulenza sindacale errata potrebbe creare dei problemi.


Per un docente seguire i consigli errati di un sindacalista potrebbe essere il motivo scatenante di un provvedimento disciplinare. È il caso accaduto in un prestigioso Liceo della Calabria dove il docente, dopo essersi consultato con una sindacalista, ha inviato una lettera alla propria Dirigente scolastica in cui si dimetteva “irrevocabilmente” dalla funzione di segretaria verbalizzante di un Consiglio di classe.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4345 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 7 ottobre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 7/10/2017 17:58:58 (59 letture)

Open in new window
Ricostruzione di carriera, circolare della Ragioneria dello Stato

La Ragioneria Generale dello Stato, con la circolare del 6 ottobre, n.181138, si è espressa in merito alla decorrenza della prescrizione del diritto alla corresponsione degli arretrati stipendiali in caso di ritardo nell’emissione del provvedimento di ricostruzione di carriera


da Andrea Carlino - 07/10/2017


La Ragioneria Generale dello Stato, con la circolare del 6 ottobre, n.181138, si è espressa in merito alla decorrenza della prescrizione del diritto alla corresponsione degli arretrati stipendiali in caso di ritardo nell’emissione del provvedimento di ricostruzione di carriera.

Sono pervenuti quesiti volti ad ottenere conferme in ordine alla prescrizione del diritto alla liquidazione degli arretrati stipendiali derivanti dal decreto di ricostruzione di carriera nei confronti del personale docente, nel caso in cui quest’ultimo venga emesso dopo che siano trascorsi cinque anni dalla presentazione della domanda.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6949 bytes | Commenti?
Stampa : da ItaliaOggi - Azienda scuola del 3 ott. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 3/10/2017 18:12:33 (51 letture)

Open in new window
Sindacati pronti ad alzare il tiro

Domani vertice dei direttivi di Flc-Cgil, Cisl scuola, Uil scuola, Snals-Confsal e Gilda, contro lo stallo del contratto, l'atto di indirizzo non c'è


di A. Ricciardi - 3 ottobre 2017

Il tempo stringe per la definizione della manovra 2018, il 15 ottobre la legge di bilancio va mandata alla Commissione europea. L'ultimo atto di rilievo del governo di Paolo Gentiloni prima della fine della legislatura. E intanto che aumenta il pressing dei singoli ministri sul dicastero dell'Economia per portare a casa il proprio pacchetto di misure e fondi, la direttiva per il rinnovo del contratto di scuola, università e ricerca, la cui copertura finanziaria è in quella legge, non vede la luce.

L'atto di indirizzo della ministra Valeria Fedeli è ancora fermo ai piani alti di via XX Settembre per verifiche tecniche circa le coperture.

Una situazione di stallo che i sindacati non sono più disposti a tollerare e contro la quale una risposta potrebbe arrivare già domani quando i direttivi di Flc-Cgil, Cisl scuola, Uil scuola, Snals-Confsal e Gilda/FGU si riuniranno per tentare una piattaforma rivendicativa unitaria.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4004 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 01 ottobre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 1/10/2017 19:32:18 (54 letture)

Il personale della scuola non ha diritto a indennità giornaliera Inail in caso di infortuni

Andrea Carlino - Domenica, 01 Ottobre 2017


Il personale della scuola, in caso di infortuni non ha diritto ad alcuna indennità giornaliera per inabilità temporanea da parte dell'Inail.
Infatti, quando si assentano da lavoro percepiscono già per intero l'intera retribuzione dallo Stato.
Così riporta Il Sole 24 Ore, la sezione lavoro della Suprema Corte di Cassazione con sentenza 21325/17, depositata il 14 settembre scorso, è stata chiara in tal senso.

LA CASSAZIONE RIBALTA TUTTO - L'Inail si era rivolto ai giudici supremi dopo essere stato condannato dal Tribunale di Brindisi a versare l'indennità per inabilità temporanea assoluta ad una collaboratrice scolastica. Il giudice in primo grado, infatti, aveva accolto la domanda di risarcimento presentata dalla donna che, in seguito ad un incidente stradale, non era potuta tornare al lavoro per 40 giorni, intimando all'Inail di pagare l'ammontare dell'indennità richiesta.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2538 bytes | Commenti?
Attività sindacale : da patronato Acli - 28 set 2017
Inviato da admin_CUSMA il 28/9/2017 22:01:43 (25 letture)

Open in new window
Acli, patronato convenzionato con Gilda degli Insegnanti
_____________________________________________________
La Newsletter del Patronato Acli - NUMERO 12 del 28 settembre 2017

I riposi per allattamento ed il congedo parentale ad ore


Tra le diverse misure a sostegno della maternità, alcune consentono alle mamme e ai papà di accudire il neonato senza assentarsi totalmente dal proprio impegno lavorativo, ma solo in modo parziale, salvaguardando così la retribuzione oltre a competenze e legami professionali. Parliamo di allattamento e congedo parentale su base oraria: due alternative possibili per prendersi cura del proprio bambino...


Leggi tutto →
------------------------------------------------------------------------

Riscatto laurea: che succede se smetto di pagare le rate?

Sono un dipendente del settore privato e sto pagando da circa un anno le rate mensili per il riscatto della laurea. Purtroppo, per esigenze familiari non posso più sostenere questo onere. Cosa accade se smetto di pagare? Perdo la contribuzione? Posso chiedere il rimborso di quanto versato?

Leggi tutto →

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : da "La tecnicadellascuola.it" del 27 settembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 28/9/2017 15:36:47 (21 letture)

Open in new window
Chi deve svolgere il periodo di formazione e prova?

Mercoledì, 27 Settembre 2017


In risposta a numerose richieste di chiarimenti relative allo svolgimento del periodo di formazione di e prova di docenti neoassunti, l'U.s.r. Lombardia ha richiamato la normativa di riferimento, fornendo i seguenti chiarimenti.

Sono tenuti a svolgere l’anno di formazione e di prova:


1. i docenti che si trovano al primo anno di servizio con incarico a tempo indeterminato, a qualunque titolo conferito, e che aspirino alla conferma nel ruolo;
2. i docenti per i quali sia stata richiesta la proroga del periodo di formazione e di prova o che non abbiano potuto completarlo negli anni precedenti, purché sia previsto il raggiungimento dei 180 gg. di servizio (di cui almeno 120 per attività didattiche): è possibile, infatti, che il docente, anche per più anni scolastici, si assenti a causa della fruizione di aspettative per motivi di famiglia, malattia, congedi per maternità, tali da non permettere per ogni anno scolastico di riferimento il raggiungimento dei 180 gg. effettivi di servizio. In tal caso l’anno di formazione e di prova viene differito con motivato provvedimento del Dirigente Scolastico;
3. i docenti che abbiano ottenuto una valutazione negativa del primo anno di formazione e di prova; in tal caso i docenti in questione effettueranno un secondo periodo di formazione e di prova, non rinnovabile;
4. i docenti per i quali sia stato disposto il passaggio di ruolo (no chi ha avuto il passaggio di cattedra).

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 641 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteOtt 2017Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016
Matilde_00 28/6/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale