username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 249 »
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 23 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 23/5/2017 22:03:51 (34 letture)

Open in new window
Il Cspi ammonisce: troppi punti all'informatica nelle graduatorie di istituto

Andrea Carlino - Martedì, 23 Maggio 2017

Monito del Consiglio superiore della pubblica istruzione: troppi punti alle certificazioni informatiche ai fini delle graduatorie di istituto. Presto ci sarà l'emanazione del decreto che riaprirà le graduatorie di istituto per il reclutamento dei supplenti.
L'organo consultivo presieduto da Francesco Scrima, ha evidenziato che già adesso i titoli informatici si prestano a una valutazione non sempre corretta ed è sproporzionata rispetto ad altri titoli come lauree, dottorati o master.


Si rischia una svalutazione di titoli di gran lunga più significativi. Le certificazioni informatiche si conseguono, in alcuni casi, anche con poche ore di frequenza in presenza. Il Cspi - riporta Italia Oggi - ha puntato il dito anche sulla valutazione dei master e dei corsi di perfezionamento che sarebbero eccessive se messe a confronto con lauree triennali o magistrali.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 22 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 22/5/2017 20:10:37 (27 letture)

Open in new window
Decreti legge 107: il punto di Reginaldo Palermo su Gilda TV

Redazione - Lunedì, 22 Maggio 2017

Nuovo appuntamento con il telegiornale di Gilda Tv, in cui si parla delle notizie più importanti della scorsa settimana.
Fra gli argomenti più importanti della puntata, il tema della maturità a 4 anni, con il decreto che vorrebbe la sperimentazione del percorso di studi abbreviato.

Ma la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti attuativi della legge 107/2015 è stata sicuramente la notizia più importante della settimana appena trascorsa, che vede compiersi (forse) definitivamente, il progetto di riforma del sistema d'istruzione voluto fortemente dal governo Renzi. A commentare la notizia, il nostro vicedirettore Reginaldo Palermo.

Altra notizia di rilievo è quella relativa alla legge sul cyberbullismo, passo fondamentale per la tutela dei minori.


http://www.gildatv.it/

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 20 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 22/5/2017 0:26:24 (42 letture)

Chiamata diretta: la vittoria di Pirro dei sindacati

R. Palermo - Sabato, 20 Maggio 2017

Questa volta i sindacati di base rischiano di fare il "colpo grosso": si stanno infatti moltiplicando le scuole in cui i collegi dei docenti rifiutano di votare requisiti e criteri per la cosiddetta "chiamata diretta".

Il CCNI sulla "chiamata per competenze" sottoscritto l'11 aprile scorso (per la verità si tratta per ora di una ipotesi contrattuale, per la firma definitiva bisogna attendere il via libera di MEF e Funzione Pubblica) prevede che i collegi dei docenti adottino una delibera con cui si definiscono i requisiti che devono possedere i docenti chiamati dagli albi territoriali.
In mancanza di delibera il dirigente potrà procedere autonomamente.
A lanciare la protesta sono stati per primi (GILDA) Unicobas e Cobas che invitano all'astensione (deve essere infatti il ds a portare in collegio una propria proposta).
I Cobas hanno già pubblicato un lungo elenco di molte scuole della Sardegna dove i collegi dei docenti si sono astenuti a larghissima maggioranza; Unicobas non ha pubblicato un elenco ufficiale ma ha fatto sapere che l'astensione è stata maggioritaria in diverse scuole di Roma, di Catania, della Toscana.
Ma basta leggere post e commenti sui sociali per scopire che la protesta sta prendendo piede in molte città.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "La Stampa" del 20 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 20/5/2017 14:20:00 (142 letture)

Open in new window
Dipendenti pubblici (docenti compresi) licenziabili con tre anni di voti insufficienti

di P. Baroni - 20 maggio 2017


Via libera del Consiglio dei ministri agli ultimi decreti della riforma degli statali In arrivo anche un piano straordinario nella P.a. per assorbire i precari storici.

Dopo mesi di lavoro, lunghe trattativa coi sindacati ed uno stop imposto dalla Corte Costituzionale, per la Pa si annuncia una vera rivoluzione. Si volta pagina: vengono fissati criteri per precisi per misurare le performance e licenziare gli scansafatiche, ma vengono anche sbloccate le assunzioni (con un piano triennale per assorbire i precari) e definiti nuovi meccanismi per premiare chi se lo merita. Ieri il Consiglio dei ministri ha approvato altri due decreti del «pacchetto Madia» e quindi, se si esclude la riforma delle società partecipate ancora in via di definizione, si può dire che la riforma della PA è completata.

...continua

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2047 bytes | Commenti?
Stampa : da "La Repubblica" del 18.05.2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/5/2017 0:25:28 (64 letture)

SCUOLA, IN UN ANNO SONO SCOMPARSI I “PRESIDI-MANAGER”

M. Di Pace - GIOVEDÌ 18 MAGGIO 2017

La riforma della Buona scuola doveva rendere efficiente il nostro sistema scolastico, trasformando le scuole in pseudo-aziende, guidate da presidi-manager, ed eliminando il fenomeno delle supplenze, grazie al piano di assunzioni straordinario. Peccato che, al contrario, l’anno scolastico 2016-17 verrà ricordato come uno dei peggiori anni della scuola italiana, lasciando tutti insoddisfatti.

Lo sono stati i presidi, che non sono riusciti a svolgere le funzioni attribuite loro dalla legge 107/2015; lo sono stati i docenti, spostati all’ultimo momento da una parte all’altra dell’Italia, per effetto dell’algoritmo del Ministero dell’Istruzione, utilizzato per l’assegnazione delle cattedre, con il risultato che le supplenze non sono diminuite; lo sono state le famiglie, che hanno visto in diversi casi una discontinuità didattica senza precedenti.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6928 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 17 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 17/5/2017 20:36:39 (63 letture)

I posti di potenziamento saranno confermati, salvo qualche eccezione

L. Ficara - Mercoledì, 17 Maggio 2017


Sono una docente di diritto titolare su l’unico posto di potenziamento in una scuola dove il diritto non è disciplina curricolare, il mio posto sarà confermato?


La domanda ci viene posta alla luce della pubblicazione della circolare sugli organici 2017/2018. A tal proposito bisogna dire che gli Ambiti Territoriali Provinciali, noti con l’acronimo ATP, per conto degli Uffici Scolastici Regionali, provvederanno ad attribuire alle scuole i posti necessari per l’organico curriculare mentre i posti del potenziamento, confermati nel numero complessivo della tabella n.1 della legge 107/2015, potranno essere modificati nella tipologia tenendo conto delle richieste delle scuole per le diverse classi di concorso in base al PTOF ma nei limiti dei posti vacanti. Andrà comunque tenuta in debita considerazione l’attribuzione già effettuata nello scorso anno.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2610 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 15 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 15/5/2017 22:04:48 (65 letture)

Open in new window
Riforma Renzi, M5S chiede agli iscritti come smantellarla: dite da dove iniziare

Alessandro Giuliani - Lunedì, 15 Maggio 2017

Cari iscritti, è arrivato il momento di esprimervi sulla "Buona Scuola di Renzi, la peggiore riforma della scuola di tutti i tempi".

Suona così, l’iniziativa avviata il 15 maggio dai “grillini” sulla Legge 107/15: "il M5S vuole smantellarla punto per punto e voi ci direte da dove iniziare", si legge nel blog di Beppe Grillo dove inizia il dibattito per portare alla scrittura del programma scuola del Movimento.
In vista della scrittura del programma scuola il M5S chiede alla base di votare sulle priorità, dai "super poteri ai presidi", dalla chiamata diretta fino al sistema di valutazione dei test Invalsi che "accresce la competizione tra alunni" e "penalizza le scuole svantaggiate".

segue ...

Rango: 9.00 (2 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2650 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 13 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 14/5/2017 19:57:10 (79 letture)

Open in new window
Requisiti per la chiamata diretta: molta confusione e qualche errore

R. Palermo - Sabato, 13 Maggio 2017


Il "nuovo corso" sulla chiamata diretta sta iniziando in modo un po' confuso.

L'ipotesi di contratto siglata da Miur e sindacati l'11 aprile scorso prevede che i collegi dei docenti possano deliberare l'elenco dei requisiti ai quali i dirigenti dovranno attenersi per le chiamate degli insegnanti dagli albi territoriali.
In realtà, nelle scuole sta capitando un po' di tutto.
L'irregolarità più evidente è che in diverse scuole i collegi dei docenti hanno già deliberato requisiti e criteri, senza però conoscere i dati relativi all'organico, in palese violazione di quanto previsto invece dall'ipotesi di contratto siglata l'11 aprile scorso che prevede esattamente il contrario (i collegi possono deliberare solo dopo la comunicazione degli organici alle scuole da parte degli Usr).
In altre scuole, la delibera non si è limitata all'elenco dei requisiti ma si è allargata ad una indicazione sulle modalità di chiamata (niente colloqui del dirigente con i docenti da selezionare); in qualche caso i collegi stanno cercando di riesumare criteri particolarmente discutibili che già lo scorso anno si trovavano nei "bandi" predisposti dai dirigenti scolastici (per esempio: disponibilità a supplire i colleghi assenti).

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2141 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 22 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 22/5/2017 20:34:04 (58 letture)

Open in new window
Fabrizio Bocchino su chiamata diretta: basta prese in giro

Redazione - Lunedì, 22 Maggio 2017

Il senatore Fabrizio Bocchino (Sinistra Italiana) ha inviato alla nostra redazione un suo intervento sulla “chiamata diretta”. Queste le indicazioni al riguardo.

In questo periodo si stanno svolgendo nelle scuole i collegi dei docenti (CD) che dovrebbero deliberare sulla proposta del dirigente scolastico (Ds) per le chiamate dirette. Vengono finalmente al pettine tutti i nodi peggiori della legge 107 c.d. "buona scuola". Proviamo a metterli in fila.
1) I sindacati hanno provato ad arginare lo strapotere dei dirigenti firmando un accordo con il governo che prevedeva che il Ds presenti al collegio una proposta di 6 requisiti scelti fra titoli e esperienze, già presenti tra 18 voci indicate alla tabella A della nota Miur 19/4/2017, prot. n. 16977. Da notare però che sulle competenze professionali, nessun passaggio per il collegio dei docenti è previsto.
2) Tale accordo è stato sbandierato come un depotenziamento dei poteri dei Ds e dunque come una chiara vittoria della contrattazione a danno dell'impianto verticistico della 107, ma temo le cose stiano diversamente:
- infatti, se il collegio dei docenti dovesse accettare la proposta del dirigente, si rende corresponsabile delle chiamate dirette,
- se il collegio dei docenti dovesse rigettare la proposta del dirigente o ne chiedesse la modifica dei requisiti, nulla cambierebbe in quanto il Ds potrà comunque fare la propria scelta liberamente in quanto unico depositario della valutazione delle "competenze professionali " che non passano attraverso il collegio dei docenti.
3) È evidente dunque che l'accordo Governo-sindacati sulla chiamata diretta lascia completamente intatto quell'impianto verticistico che nulla ha a che fare con la natura collegiale della scuola statale e che invece è intrinseco alla legge 107.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4136 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 22 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 22/5/2017 19:50:23 (70 letture)

Classi di concorso: cosa cambia per titoli di accesso a graduatorie e concorsi

Lara La Gatta - Lunedì, 22 Maggio 2017

Il Miur, con nota 5499 del 19 maggio 2017, ha fornito alcune anticipazione sul contenuto del DM 259/17 di revisione e aggiornamento delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Sebbene al momento tale decreto è in corso di registrazione presso i competenti organi di controllo, poiché gli interventi correttivi in esso contenuti sono direttamente funzionali allo svolgimento di tutte le operazioni propedeutiche all’avvio del prossimo anno scolastico 2017/2018, il Miur trasmette le tabelle in allegato al decreto che individuano la corrispondenza tra le discipline contenute nei quadri orari di cui ai DPR n. 89/2009, 87/2010, 88/2010 e 89/2010 e le classi di concorso di cui al previgente ordinamento ed al DPR n. 19/2016.
Questo per consentire nell’immediato la definizione dell’organico dell’autonomia e di assicurare conseguentemente l’ordinato svolgimento delle procedure di reclutamento del personale docente.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3007 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 21 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 22/5/2017 0:13:10 (35 letture)

Quale scuola dopo Renzi e Gentiloni? Servono docenti più motivati che usino le tecnologie giuste

A. Giuliani - Domenica, 21 Maggio 2017

Abbiamo bisogno di aiutare gli educatori e gli insegnanti a ritrovare il gusto di una professione che purtroppo chiusa nelle mura anguste della scuola finisce per essa stessa a spegnersi.

A dirlo, attraverso il blog di Beppe Grillo, è Paolo Mottana, ordinario di filosofia dell'educazione Università Milano Bicocca.
Secondo il filosofo accademico, la vera riforma della scuola passa per la revisione delle “gerarchie che sono state per così dire impiegate fino ad oggi, le gerarchie che vedono un sapere organizzato frantumato in discipline, rinchiuso in luoghi dove ci sono le gabbie di discipline, di normative, di valutazioni, che costringono questo sapere a perdere il suo potenziale di interesse, di curiosità, e invece riportarli nella vita reale”.
“Per tutto questo – continua Mottana - abbiamo bisogno di una nuova formazione per insegnanti e docenti,che faccia leva davvero sulla loro capacità di stare insieme ai ragazzi. Non come controllori, non come giudici, non come agenti di sicurezza, come spesso accade, ma come compagni di un attraversamento dell'esperienza della vita. E la vita è estremamente varia, è un'arnia infinita di occasioni, di opportunità, di esperienze straordinarie. Ma non possiamo più confinarle all'interno di uno spazio così ristretto come quello della scuola”.

segue ...

Rango: 2.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4475 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 19 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 19/5/2017 20:00:00 (116 letture)

Open in new window

Decreto Madia: ampliati i poteri disciplinari dei dirigenti scolastici

R. Palermo - Venerdì, 19 Maggio 2017


In attesa di conoscere i dettagli dei 2 decreti con cui sono stati modificati il TU 165/2001 e il decreto Brunetta del 2009 possiamo già dare qualche anticipazione su nuove regole che coinvolgeranno la scuola.

Complessivamente, il decreto consolida i poteri dei dirigenti scolastici in ambito disciplinare e anzi, per certi aspetti, li ampia persino.
Una delle norme riguarda la controversa questione della sospensione dall'insegnamento dei docenti: il decreto 150 aveva disposto che la sospensione fino a 10 giorni dovesse essere di competenza del dirigente scolastico.

segue ...

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2566 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 18 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 18/5/2017 23:36:02 (44 letture)

Chiamata diretta: scontro sindacati/ANP, molti collegi non votano

R. Palermo - Giovedì, 18 Maggio 2017


Sulla questione della cosiddetta chiamata diretta si profila uno scontro fra Anp e sindacati del comparto.

Cgil, Cisl, Uil e Snals rivendicato il risultato ottenuto con il CCNI dell'11 aprile (Gilda non ha sottoscritto) e sostengono che essere riusciti ad ottenere il coinvolgimento dei collegi dei docenti è uno straordinario passo in avanti che consentirà di tenere sotto sotto controllo la discrezionalità dei dirigenti scolastici.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2948 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 16 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 16/5/2017 22:49:30 (141 letture)

Open in new window
Decreti L.107/15 in vigore il 31 maggio, le novità: dai nuovi prof al curriculum allegato alla maturità

A. Giuliani - Martedì, 16 Maggio 2017


Arrivano dunque in Gazzetta Ufficiale gli otto decreti legislativi della legge sulla Buona scuola, varati dal Consiglio dei ministri lo scorso 7 aprile.

Ognuno potrà prenderne visione e verificarne eventuali ultimi “smussamenti” rispetto alle versioni che circolavano nei giorni passati.
Per avere una prima idea sulle novità principali che contengono i decreti, operativi dal 31 maggio prossimo, vi proponiamo una prima sintesi (ricavata anche dall’agenzia di stampa Ansa).

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 8577 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 12 maggio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 14/5/2017 20:20:00 (63 letture)

Open in new window
Ds non pubblica le graduatorie interne, ma consente di visionarle in segreteria

Lucio Ficara Venerdì, 12 Maggio 2017

I Dirigenti scolastici dal 7 maggio al 21 maggio 2017 sono chiamati a formulare e affiggere all’Albo le graduatorie per l’individuazione dei perdenti posto.

In un Liceo storico di Genova, il Ds emana una circolare in cui si evince che le graduatorie interne per l’individuazione dei docenti soprannumerari non saranno affisse all’Albo, ma consultabili negli uffici di Segreteria.
In buona sostanza nella circolare che ha destato incredulità, è scritto: “Si comunica che presso lo sportello di segreteria (Settore Personale) sono disponibili per la consultazione le graduatorie di istituto interne del personale docente. Eventuali reclami possono in merito essere presentati a detto ufficio entro e non oltre il giorno Venerdì 19 p.v. (sic!)”.
Quindi si presume che tale consultazione sia possibile negli orari di ricevimento degli uffici di segreteria e che i file delle graduatorie non possano essere scaricati dagli utenti.
Eppure il Ds, che risulterebbe anche associato ad un'organizzazione sindacale, dovrebbe conoscere bene le norme.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3113 bytes | Commenti?
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 249 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteGiu 2017Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016
Matilde_00 28/6/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale