username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
RSS Feed
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 287 »
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 3 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 3/12/2018 23:40:00 (102 letture)

Concorsi docenti in difficoltà: compensi umilianti per i commissari

di Reginaldo Palermo, La Tecnica della scuola, 3.12.2018

– Sul concorso straordinario per la scuola primaria e dell’infanzia pende la consueta spada di Damocle dei compensi spettanti ai presidenti e ai commissari.
Già in precedenti occasioni gli Uffici scolastici regionali avevano incontrato non poche difficoltà a trovare dirigenti scolastici, insegnanti ed esperti disponibili a fare parte delle commissioni.
.
Compensi fermi al 2016

Il motivo principale va ricercato nei modesti, modestissimi compensi previsti per chi si deve assumere la responsabilità di decidere del futuro professionale di tanti docenti.
Senza considerare che, con le attuali regole di contabilità, le spese di viaggio possono essere rimborsate ma solo se riguardano l’uso di mezzi pubblici e molto spesso chi abita nella stessa città sede delle prove non ha neppure diritto al rimborso delle spese dell’autobus o della metro.
Ma poi ci sono anche i timori per i ricorsi dei partecipanti contro le irregolarità di cui potrebbero essere chiamati a rispondere in prima persona gli stessi commissari.
Altro motivo che induce molti docenti a rifiutare l’incarico di commissario è legato alla impossibilità di ottenere un esonero anche solo parziale dagli impegni di cattedra: per chi non abita nella stessa città sede delle prove risulta quindi pressoché impossibile conciliare gli impegni di commissario con quelli di insegnante.
.
segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2796 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 29 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 29/11/2018 17:23:31 (79 letture)

Open in new window
Concorso Dsga (ex segretari), c’è l’ok del MEF. Le ultime notizie

di F. De Angelis - 29/11/2018

Nella giornata del 28 novembre il Ministero dell’istruzione ha comunicato alle organizzazioni sindacali che il MEF ha dato il via libera al concorso Dsga per 2004 posti e di aver già registrato il bando. Nei prossimi giorni è previsto un incontro fra Miur e sindacati in cui l’amministrazione renderà noto l’articolazione del concorso e il contestuale percorso riservato per gli Assistenti Amministrativi facenti funzione che transiteranno nel ruolo tramite una misura di mobilità professionale.

Bisogna ammettere che, per rispettare il termine previsto di espletamento del bando, ovvero entro il 2018, i tempi ci sono ma restano strettissimi.

Da poco è arrivata l’ennesima conferma del ministro Bussetti, che ha rassicurato sull’arrivo a breve del bando: “Siamo pronti per partire con il concorso per Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (D.S.G.A.). Sappiamo quali sono le carenze e interveniamo per organizzare un reclutamento più distribuito e razionale per il personale amministrativo. È in corso di autorizzazione presso il Mef l’apertura di 2004 posti. È un’azione attesa da tempo, cui noi vogliamo dar prontamente seguito. Il Dirigente Amministrativo è una figura fondamentale per l’organizzazione delle nostre scuole”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4461 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 25 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 25/11/2018 19:48:58 (68 letture)

Supplenti, i permessi che possono prendere docenti e ATA

F. De Angelis - 25/11/2018

Ci sono molto molti docenti e personale ATA, che ci pongono alcuni quesiti in merito ai permessi a cui possono accedere.
Proviamo a fare chiarezza in merito alla questione.


Quali sono i permessi retribuiti per i supplenti

Prima di tutto, dobbiamo ricordare che i permessi retribuiti, destinati ai precari della scuola sono:

– tre giorni di permesso per lutto: coniuge, convivente o componente la famiglia anagrafica e affini di 1° grado;
– 15 giorni retribuiti per matrimonio (nei limiti della nomina);

– 3 giorni retribuiti al mese (anche consecutivi) per assistenza a parenti o affini di primo grado (anche di II grado in particolari situazioni) con handicap in situazione di gravità (art. 33 Legge 104/92);

Questi permessi non riducono ferie e tredicesima. E’ consuetudine, utilizzare il permesso in giorni diversi della settimana.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4310 bytes | Commenti?
Stampa : da "Repubblica.it" del 19 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 19/11/2018 14:52:51 (127 letture)

Open in new window
Scuola, lo stipendio aumenta di 14 euro. I sindacati: "Nessuna trattativa con questi numeri"

Il ministro Bussettti: "Chiudiamo presto", ma la cifra per il 2019 è meno di un terzo del contratto chiuso dalla Fedeli

di C. ZUNINO - 19 nov 2018

ROMA - - La trattativa di rinnovo del contratto dei docenti e degli amministrativi della scuola, all’interno e parallela a quella della Pubblica amministrazione, non decolla. Il contratto scade a fine dicembre, ma a gennaio non ci sarà alcun incontro tra ministero e sindacati. “Le cifre dedicate sono troppo basse”, dicono confederali e associazioni di base.

segue ...

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2732 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 14 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 14/11/2018 20:30:00 (82 letture)

Pensionamenti scuola, in arrivo decreto e circolare: apertura Istanze on-line forse già la prossima settimana

di Lara La Gatta - 14/11/2018

Ieri, 13 novembre, si è svolta al Miur una riunione per la presentazione alle organizzazioni sindacali della circolare sulle dimissioni del personale della scuola per i pensionamenti a partire dal 1° settembre 2019.

Le funzioni delle istanze on line dovrebbero aprirsi la prossima settimana, per cui si suppone che i tempi per la presentazione siano gli stessi dello scorso anno con scadenza intorno al 20 dicembre.

I Sindacati hanno chiesto garanzie sulla effettiva collaborazione tra il MIUR e l’INPS al fine di evitare gli incresciosi episodi di questa estate: ricordiamo, infatti, che per via dei ritardi nell’emissione della certificazione del diritto a pensione, trasmessa dopo il 1° settembre 2018, un discreto numero di personale, pur in possesso dei requisiti, non è riuscito ad andare in pensione.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1625 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 13 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 13/11/2018 21:35:16 (76 letture)

Open in new window
DS si autonomina RSPP e stabilisce un compenso di 7.250 euro

di Lucio Ficara - 13/11/2018

In un Istituto Tecnico Statale per il Settore Economico della Calabria, il Dirigente Scolastico individua sé stesso come Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e si determina, a sua stessa firma, un bel compenso di 7.250 euro l’anno per l’incarico che ha fatto a sé stesso.

Determina del compenso che il DS dà a sé stesso

Nella determina del 30 ottobre 2018 che il Dirigente scolastico firma, per consentire a sé stesso di ricoprire il ruolo di Responsabile del servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.), scrive: ”Considerato che il Dirigente Scolastico detiene i titoli richiesti dalla norma per lo svolgimento dei compiti, che a far data dall’1/09/2018 svolgerà direttamente le funzioni di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione ai sensi dell’art. 14 comma 1 del D.Lgs.81/2008”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4210 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" dell'11 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/11/2018 18:51:28 (96 letture)

Open in new window
Trasparenza nelle scuole, troppi i docenti che ne vedono la mancanza

di Lucio Ficara - 11/11/2018

Il rispetto delle norme vigenti e la trasparenza degli atti amministrativi sono principi fondamentali per la buona amministrazione di una scuola, eppure sono troppi i docenti che ne lamentano la mancanza.

Il Direttore Generale USR (dott. Stefano Versari per l'Emilia Romagna) è responsabile della trasparenza

La trasparenza degli atti amministrativi di una scuola è un principio fondamentale per una buona rendicontazione sociale pubblica e condivisa, è per questo che il Direttore Generale di ogni Ufficio Scolastico Regionale è il responsabile della trasparenza delle scuole della propria regione ed è, ai sensi dell’art.1 del DM n.303 dell’11 maggio 2016, anche il Responsabile della Prevenzione della Corruzione.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4438 bytes | Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi" - azienda scuola 07.11.2018
Inviato da admin_CUSMA il 8/11/2018 20:28:59 (81 letture)

CONTRATTO, POCO PIÙ DI 40 EURO

A regime 500 euro di aumento l’anno a testa. Salvo l’elemento perequativo


di A. Ricciardi - Mercoledì 7 novembre 2018

Nuovo reclutamento, per diventare docenti basterà una laurea e superare il concorso. Il periodo di formazione e prova passa dai tre anni del sistema previsto dalla Buona scuola del governo Renzi a un anno. Colpo di spugna poi sulla selezione riservata per i precari con almeno tre anni di servizio: dovranno fare il concorso ordinario potendo contare però su una riserva del 10% delle cattedre messe a gara. Sono alcuni dei punti salienti su scuola e università della legge di Bilancio approdata in parlamento e a cui ItaliaOggi dedica un approfondimento. E poi: flat tax al 15% per i docenti che danno ripetizioni private, taglio dei fondi per l’alternanza scuola-lavoro già per l’anno in corso e un manipolo di prof in più per i licei musicali. E ancora il rinnovo del contratto per il 2019/2021, che, a regime, dovrebbe portare ad aumenti di poco più di 40 euro lordi al mese, contro gli 85 dell’ultimo rinnovo. Norme su cui già si addensano i rumors di modifiche di maggioranza in parlamento. Il caso più clamoroso è quello dell’articolo 58 sul nuovo reclutamento: potrebbe essere espunto e finire in un disegno di legge collegato alla manovra. A quel punto, e sono i timori che serpeggiano a viale Trastevere, non vi sarebbe più certezza sull’avvio delle nuove selezioni già nel 2019. Tra le misure introdotte nel ddl, e che potrebbero subire modifiche, quelle inerenti il sistema di agevolazioni per gli assunti con 110 e lode, che ad oggi esclude le università telematiche, novità potrebbero arrivare anche per il fondo di finanziamento per le università statali e per lo stesso contratto, per il quale l’impegno annunciato da Lega e M5s è a trovare nel corso del cammino nuove risorse.A regime 500 euro di aumento annuo a testa. La legge di Bilancio stanzia rispettivamente 1,1 miliardi di euro per il 2019 e 1,425 per il 2020 che diventano 1,775 miliardi a decorrere dal 2021 per il rinnovo del contratto di scuola e stato. Stanziamenti che dovrebbero portare a un aumento in busta paga di 500 euro l’anno a dipendente dal 2021, poco più di 40 euro lordi al mese. Sono stati 85 con l’ultimo contratto rinnovato e in scadenza a dicembre.

segue ...

Rango: 8.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4575 bytes | Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi" - azienda scuola 29.11.2018
Inviato da admin_CUSMA il 29/11/2018 21:04:39 (78 letture)

MATURITÀ SENZA SORPRESE. E CRITERI DI VALUTAZIONE PER I PROF

giovedì 29 novembre 2018 - A. Ricciardi

L’attesa per la maturità resterà anche per gli studenti che si licenziano nel 2019. Ma niente più prove al buio. Il ministro dell’istruzione, Marco Bussetti, ha firmato il decreto n. 769 che introduce i quadri di riferimento e le griglie di valutazione per tutti gli indirizzi di licei, istituti tecnici e professionali. Dalla composizione della traccia del liceo classico, dove si prevede per esempio che la versione di greco o latino debba avere una lunghezza contenuta nelle 10-12 righe e debba comunque essere un testo con senso in sé compiuto, al numero di quesiti che saranno proposti per la prova di matematica allo Scientifico, gli studenti sapranno da subito quali sono le linee guida dei propri scritti. Niente sorprese. E pure nel valutare le prove, differenze macroscopiche tra commissioni e soprattutto regioni non potranno più essercene: sempre il Miur ha stabilito i criteri in base ai quali i commissari dovranno pesare gli scritti. L’obiettivo è una valutazione «più equa e omogenea sul territorio nazionale», commenta il ministro dell’istruzione, che annuncia: «Lavoreremo per prove davvero in linea con il percorso di studi». Anche ai fini dell’orale infatti farà testo il piano di studi del collegio dei docenti.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4202 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 28 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 28/11/2018 14:42:50 (64 letture)

Open in new window
Granato (M5S), in audizione parole oltraggiose contro i docenti

di L. Ficara - 28/11/2018

La Senatrice Bianca Laura Granato invita, attraverso la sua pagina facebook, a guardare il video delle audizioni del 28 novembre 2011 in cui intervengono i rappresentanti di DISAL, ANDIS e ANP riguardo il disegno di legge n.763 che elimina la chiamata diretta.

Dichiarazioni della Senatrice Granato (M5S)

“Il tono sprezzante dei relatori in audizione nei confronti del nostro disegno di legge, la volontà di difendere un “principio” che non appartiene a noi eletti nella maggioranza di governo, ma a chi ha perso le elezioni. In chiusura seduta ci viene addirittura suggerito di migliorare la chiamata diretta, dalla senatrice Malpezzi (PD), come se il popolo italiano non avesse massicciamente bocciato la loro riforma che ha dato solo seguito ad abusi tutti regolarmente rimasti impuniti.

Ma la mia risposta vi ripagherà della rabbia e dello sgomento per le parole oltraggiose rivolte a tutti i docenti da questi esponenti delle “alte professionalità” e fornirà anche un importante spunto di riflessione a chi non vuole accettare di sottoporsi al concorso pubblico per accedere ai ruoli dell’insegnamento”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2836 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 22 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 22/11/2018 18:59:32 (65 letture)

news ... Formazione docenti neo-assunti, la piattaforma on-line apre il 26 novembre

di Lara La Gatta - 22/11/2018

Nel ricordare che è prevista per lunedì 26 novembre prossimo l’apertura dell’ambiente online INDIRE di supporto alla formazione per docenti neoassunti in ruolo, con passaggio di ruolo e inseriti in III anno FIT nell’anno scolastico 2018/2019, l’U.S.R. per il Piemonte ha riepilogato le principali novità di quest’anno.

Innanzitutto, sarà previsto un portfolio personalizzato per i “docenti neo-assunti e con passaggio di ruolo” e uno per i “docenti FIT”:

- per i docenti neo-assunti e con passaggio di ruolo il portfolio la struttura non cambia, ma ci saranno alcune modifiche ad alcune sezioni: in particolare la progettazione e documentazione relativa alla sezione “Attività Didattica” è richiesta una sola volta durante il percorso anziché due come nelle passate edizioni;
- per i docenti inseriti in III anno FIT il portfolio personalizzato supporta la generazione della documentazione sulle seguenti attività: curriculum formativo, bilancio iniziale delle competenze, progettazione didattica annuale, progetto di ricerca-azione, bilancio finale delle competenze, bisogni formativi futuri.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2110 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 15 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 15/11/2018 16:30:00 (69 letture)

Open in new window
I docenti vanno scelti dai presidi, la proposta Anp non piace ai diretti interessati: siamo al delirio d’onnipotenza

di A. Giuliani - 15/11/2018

Se l’Anp voleva ritrovarsi buona parte del corpo insegnante contro, c’è riuscita in pieno.
A destare una marea di critiche, da parte dei docenti contro il primo sindacato dei presidi, sono state le parole del suo presidente nazionale, Antonello Giannelli, che si è detto favorevole alla cancellazione delle graduatorie dei precari, lasciando al dirigente scolastico la possibilità di scegliere gli insegnanti supplenti sulla base delle competenze.

Bussetti si sfila, il sindacato dei presidi insiste

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4885 bytes | Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi" - azienda scuola 14.11.2018
Inviato da admin_CUSMA il 14/11/2018 10:34:54 (95 letture)

Open in new window
MATURITÀ, IN ARRIVO LA SIMULAZIONE DELLA SECONDA PROVA, VIA LA TESINA
Il test invalsi non sarà utile per valutare lo studente

di E. Micucci - 14 nov. 2018

A giorni saranno pubblicati i quadri di riferimento per la redazione e lo svolgimento delle seconde prove dell’esame di stato. E prima di Natale il Miur pubblicherà anche le simulazione delle nuove seconde prove. Prende corpo la maturità targata Bussetti. Riflettori puntati sulla nuova seconda prova multidisciplinare che, spiega il ministro dell’istruzione, «è fatta per rendere più oggettivo possibile l’esame di Stato». Una novità introdotta dal decreto legislativo n. 62/2017 che prevede l’adozione con decreto del Miur dei quadri di riferimento per le prove scritte e la definizione delle griglie di valutazione per uniformare i criteri di valutazione delle commissione d’esame per l’attribuzione dei punteggi. «Per la seconda prova multidisciplinare è tutto pronto», assicura il ministro dell’istruzione Marco Bussetti, aggiungendo che «a breve parlerò di tutti i dettagli. Sto aspettando il parere di un organo collegiale».

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3719 bytes | Commenti?
Stampa : da "4live.it" del 10 nov 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/11/2018 19:08:20 (79 letture)

Open in new window
Nasce il comitato in difesa dell'Istituto Professionale "Ruffilli" di Forlì

«Salvare lo storico Istituto Professionale “Ruffilli” contro la paventata proposta di smembramento e di aggregazione a tre diverse tipologie d’istituto, questo è il compito che si è dato il neonato Comitato in difesa del Ruffilli, organismo spontaneo che cresce giorno per giorno grazie alla sensibilità dei cittadini forlivesi.

Cosa direbbe oggi il compianto senatore Ruffilli se vedesse la fine indegna dell’istituto che porta il suo nome? Cosa potrebbe pensare, proprio lui, fautore del rapporto scuola-formazione-lavoro, del fatto che l’unico istituto professionale della sua città perda la sua identità e la sua autonomia, disperda i suoi studenti in improbabili “filiere” o aggregazioni e non sia più in grado di garantire loro la dovuta formazione e l’auspicabile inserimento nel mondo del lavoro?
Come potrebbe reagire, proprio lui, europeista convinto, se vedesse disgregare un istituto professionale che persegue, da anni, i dettami europei della Carta di Lisbona e gli obiettivi di cittadinanza europea?

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3656 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 9 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 9/11/2018 21:50:00 (80 letture)

Open in new window
Reclutamento docenti, ecco le novità per la scuola secondaria

di F. De Angelis - 09/11/2018

La legge di Bilancio 2019 prevede diverse modifiche al reclutamento della scuola secondaria. Nello specifico, tali modifiche si trovano all’articolo 58 della bozza che dovrà essere approvata entro la fine dell’anno.

Prima di passare in rassegna i vari interventi, alla base di tale riforma c’è l’idea, già veicolata dal Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, di “svecchiare la classe dei docenti. Più giovani in cattedra con regole chiare. Chi vince il concorso deve essere certo di insegnare non entrare in un ginepraio di corsi e ricorsi senza avere la certezza del posto fisso”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6561 bytes | Commenti?
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 287 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteMar 2019Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
Angelarosa 16/1/2019
franticrn 9/11/2018
ElisaD4 6/11/2018
luismart 11/9/2018
syd73 24/3/2018

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale