username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 278 »
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 9 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 9/5/2018 12:40:00 (62 letture)

Open in new window
Formazione forzata, molti docenti si lamentano per l’eccesso di ore

di Lucio Ficara - 09/05/2018

Molti docenti si lamentano dei corsi di formazione fuori dalle ore di servizio, organizzati dalla scuola polo per la formazione dell’ambito, a cui, gli stessi docenti, vengono iscritti forzatamente. In buona sostanza in alcuni ambiti territoriali i docenti vengono obbligati, dopo 5 ore di servizio di insegnamento mattutino a scuola, a frequentare corsi di formazione della durata di 5 ore pomeridiane, ovvero dalle 14,30 alle 19,30. Si tratta di ore fuori dal servizio di attività di insegnamento e non conteggiate nelle 40+40 di attività collegiali, programmazione e incontri scuola famiglia. In buona sostanza sono corsi che i docenti possono non seguire, in quanto non è obbligatoria.

ECCO COSA DICE LA NORMATIVA SULLA FORMAZIONE

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3819 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 7 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 8/5/2018 17:01:25 (51 letture)

Open in new window
Elezioni anticipate: per la scuola vorrebbe dire perdere un anno

di R. Palermo - 07/05/2018

Dopo due mesi di trattative non sempre reali (in taluni momenti si è avuta la sensazione che le forze politiche abbiano recitato un copione già scritto sapendo benissimo che non ci sarebbero stati risultati concreti), finalmente nel tardo pomeriggio del 7 maggio il presidente Mattarella ha richiamato tutti alle proprie responsabilità: i partiti possono scegliere liberamente cosa fare – ha detto in sintesi Mattarella – sapendo però che né il voto in estate né il voto in autunno sono utili per il Paese.

Voto anticipato, a luglio o in autunno

Cancellata definitivamente l’ipotesi di votare a giugno (non ci sono i tempi tecnici per farlo), resta aperta la possibilità di votare a luglio (si parla del 15 se non addirittura del 22).

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3577 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 05 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 6/5/2018 0:09:16 (158 letture)

Contratto scuola: arretrati in ritardo ma più alti del previsto

di R. Palermo - 05/05/2018

Nuovi stipendi e arretrati contrattuali dovevano arrivare nelle tasche del personale della scuola già a marzo.
Poi i tempi si sono via via spostati così si è arrivati al mese di maggio.
La vicenda sta facendo legittimamente irritare docenti e Ata anche a causa di notizie del tutto errate che si sono diffuse in rete nelle ultime settimane.
Molti infatti temono (qualcuno afferma anzi di essere assolutamente certo) che a causa del ritardo il personale della scuola perderà anche qualche mese di arretrati.
In realtà le cose stanno diversamente.
E’ evidente che le tabelle divulgate a suo tempo dalle organizzazioni sindacali e anche quelle elaborate dalla nostra redazione proponevano le cifre degli arretrati spettanti fino al mese di marzo 2018.
Se gli arretrati verranno erogati a maggio le tabelle dovranno essere aggiornate; inoltre poichè gli aumenti maggiori riguardano proprio il periodo marzo/dicembre 2018, è chiaro che gli arretrati saranno sensibilmente più elevati. Per i tre mesi marzo/maggio 2018, infatti, ci saranno da 85 a 110 euro in più per ciascun mese, a seconda della fascia stipendiale. In pratica da 255 a 330 in più rispetto alle “vecchie” tabelle.

segue ...

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2245 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 03 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 3/5/2018 20:30:00 (56 letture)

Open in new window
La Senatrice Granato (M5S), (dopo la sentenza del Giudice) interviene sul caso assegnazione docente alle classi

"Due docenti, tra cui la ricorrente, si sono rivolte, tramite il sindacato Gilda-Unams nella persona del coordinatore regionale prof. A. Tindiglia, al Direttore Generale dell’USR Calabria dott.ssa Anna Cammaller".

di L. Ficara - 03/05/2018

I PSP (partigiani della scuola pubblica) rendono noto l’intervento della Senatrice Bianca Laura Granato che con nota del 2 maggio 2018 è intervenuta a sostegno delle ragioni di una docente vincitrice di ricorso ex art. 700 c.p.c. in merito ad un’assegnazione docenti alle classi iniqua e illegittima.

Si tratta del caso di una docente costretta ad adire il giudice del lavoro a seguito di un provvedimento di assegnazione dei docenti alle classi ritenuta dal predetto giudice, sulla base degli atti allegati dalla docente, illegittima in quanto avvenuta in violazione della normativa che prevede un preciso iter oltre che compiti e prerogative degli organi collegiali e lesiva della parità di trattamento tra docenti della stessa disciplina in quanto alla ricorrente veniva assegnato un carico orario nettamente superiore rispetto ai suoi colleghi.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3929 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" dell'1 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 1/5/2018 11:19:12 (41 letture)

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie 2018/2019, incontro al Miur il 3 maggio

di L. Ficara - 01/05/2018

Come previsto dal nuovo CCNL scuola 2016/2018, la mobilità annuale continuerà ad essere trattata come materia di contrattazione integrativa nazionale. Giovedì 3 maggio 2018 al Miur sono stati convocati i sindacati per avviare la trattativa sul rinnovo del CCNI Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’anno scolastico 2018/2019.

UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE 2018/2019, ECCO LE PROBABILI NOVITA’

La presentazione della domanda mobilità annuale 2018/2019 sarà, molto probabilmente, effettuata in date diverse rispetto agli ordini di scuola. La presentazione avverrà come sempre tramite istanze online, per la scuola dell’infanzia e la primaria, le domande potrebbero essere inoltrate anche nella prima decade del mese di luglio 2018, mentre per la scuola secondaria i tempi per l’inoltro sarebbero orientati verso la seconda metà del mese di luglio 2018. Tutte le operazioni dovrebbero concludersi entro e non oltre il 31 agosto 2018, in modo da garantire un corretto avvio dell’anno scolastico 2018/2019. Non saranno consentite assegnazioni provvisorie per grado di istruzione diverso da quello di appartenenza nei confronti del personale che non abbia ottenuto la conferma in ruolo per l’anno scolastico 2017/18, mentre si ricorda che la sequenza operativa che riguarda i titolari di sostegno che chiedono assegnazione provvisoria su sostegno, precede le utilizzazioni su sostegno dei docenti che sono titolari su posto comune, subito dopo verranno fatte le assegnazioni provvisorie su sostegno dei docenti che sono titolari su posto comune.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2968 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 26 aprile 2018
Inviato da admin_CUSMA il 26/4/2018 18:30:00 (60 letture)

Alternanza scuola lavoro, compiti e retribuzione del tutor

di F. De Angelis-26/04/2018

Com’è noto, la legge 107/2015 ha introdotto l’alternanza scuola lavoro obbligatoria, anche per i licei. L’articolo 5 della legge 107 prevede che la funzione tutoriale personalizzata per gli studenti in alternanza è svolta dal docente tutor interno e dal tutor esterno.

Tutor interno: ruolo e responsabilità

Il docente tutor interno, è l’insegnante designato dalla scuola tra coloro che, avendone fatto richiesta, possiedono titoli documentabili e certificabili. Il tutor svolgerà il ruolo di assistenza e guida degli studenti che seguono percorsi in alternanza e verifica, con la collaborazione del tutor esterno, il corretto svolgimento del percorso in alternanza.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3662 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 23 aprile 2018
Inviato da admin_CUSMA il 23/4/2018 22:46:39 (98 letture)

Mobilità 2018/2019, ecco il calcolo dei posti disponibili

di L. Ficara - 23/04/2018

CALCOLO DEI POSTI DISPONIBILI PER LA FASE PROVINCIALE DEI TRASFERIMENTI

La domanda di mobilità territoriale provinciale e interprovinciale 2018/2019 dovrà essere presentata su un modello unico, mentre per le domande di mobilità professionale, sia se si parla di passaggio di ruolo o di cattedra, dovranno essere presentate tante domande per quante classi di concorso si richiedono. Tuttavia la mobilità provinciale verrà svolta prima di quella interprovinciale e sul 100% dei posti disponibili, compresi quelli che si libereranno nella stessa fase per effetto di trasferimento in uscita da una scuola, da un ambito o addirittura dalla provincia. Diverso è il calcolo dei posti disponibili per il movimento interprovinciale, per il passaggio di ruolo o di cattedra.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3244 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 20 aprile 2018
Inviato da admin_CUSMA il 21/4/2018 18:10:02 (41 letture)

Diplomati magistrale, il Miur vuole una soluzione parlamentare

di F. De Angelis - 20/04/2018

Con quasi 1 mese di ritardo, il Miur rende noto il parere dell’Avvocatura di Stato, che si è espresso sull’estromissione dalle GaE dei maestri e delle maestre.

Arriva anche il commento del Ministero dell’Istruzione affidato ad un comunicato stampa.

Si attendono le sentenze di merito

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2860 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 9 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 9/5/2018 12:20:00 (73 letture)

In pensione a 63 anni, sogno impossibile: si vive troppo a lungo e la spesa cresce

di A. Giuliani - 09/05/2018

Uno dei motivi dell’alto numero di consensi ricevuti dal M5S e della Lega Nord alle ultime elezioni politiche risiede nella volontà espressa dai due raggruppamenti politici di ridurre il primo possibile gli anni per l’accesso alla pensione. La richiesta è molto sentita in ambito scolastico, dove diverse decine di migliaia di docenti e Ata ultra 60enni sono rimasti “intrappolati” dalla Legge Fornero.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5796 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 06 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 7/5/2018 0:21:37 (78 letture)

Open in new window
Contano più le conoscenze che le competenze: l’Invalsi americana fa dietrofront, quella italiana tira dritto

di D. Galuppi - 06/05/2018

Perché gli studenti degli Stati Uniti non riescono a migliorare le loro capacità di lettura nonostante i numerosi investimenti fatti per migliorare questa importante competenza?
Per individuarne il motivo, il Naep, l’Invalsi americana ha convocato un gruppo di esperti per analizzare il fenomeno e il risultato delle loro conclusioni è stato sorprendente.

Il motivo è che “Leggere non è come andare in bicicletta”, non basta quindi saper solo pedalare, ma per capire un testo occorre poter contare su un solido bagaglio di conoscenze, mentre il sistema scolastico americano a causa delle scelte didattiche prese negli ultimi venti anni dai diversi governi, ha puntato tutto e solo sulle competenze, a scapito della ricchezza e la varietà del curriculum.

Sembra essere tramontata, dunque, la “moda” del modello americano di valutazione basato sui test e sulle competenze specifiche.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4707 bytes | Commenti?
Stampa : Professione docente: on line il numero di maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 3/5/2018 22:20:00 (34 letture)

Open in new window

Professione docente: on line il numero di maggio 2018

















CLICCA QUI:
http://www.gildaprofessionedocente.it/?idnumero=56

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 3 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 3/5/2018 18:50:00 (40 letture)

Open in new window

Mobilità 2018/2019, già in linea alcune notifiche dell’infanzia

di Lucio Ficara - 02/05/2018

È importante segnalare che negli archivi delle Istanze online del Miur sono già state inserite alcune notifiche di convalida della domanda di mobilità territoriale o passaggio di ruolo della scuola dell’infanzia.

VALUTAZIONE DELLE DOMANDE DI MOBILITA’ 2018-2019

In questo atto di notifica c’è scritto come oggetto: “TRASFERIMENTO/PASSAGGIO DI RUOLO PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA”, di seguito è riportata la seguente dicitura: ”AI FINI DELLA VALUTAZIONE DELLA DOMANDA IN OGGETTO DA LEI PRESENTATA VERRANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE I SEGUENTI DATI”.

segue ...

anche nota dall'UAT di di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Rimini

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4613 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 25 aprile 2018
Inviato da admin_CUSMA il 26/4/2018 22:49:08 (91 letture)

Open in new window
Gite scolastiche, i rimborsi degli accompagnatori

di Fabrizio De Angelis - 25/04/2018

In questo periodo si stanno svolgendo le gite scolastiche, momento tanto atteso per gli studenti, un po’ meno dai docenti, che non impazziscono all’idea di fare da accompagnatori.
Una volta ribadito che la partecipazione alla gita è facoltativa e non obbligatoria per gli insegnanti, proviamo a fare chiarezza in merito ai compensi che spettano ai docenti accompagnatori.

Quanti docenti accompagnatori

Nell’organizzazione della gita o viaggio d’istruzione, si deve tener conto anche del numero degli accompagnatori. Spesso gli stessi docenti fanno notare che sarebbe meglio avere più insegnanti a disposizione, per consentire una vigilanza agli alunni maggiore. Dall’altro lato, c’è il fattore economico, di cui parleremo a breve, che bisogna considerare.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4673 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 23 aprile 2018
Inviato da admin_CUSMA il 23/4/2018 23:00:00 (77 letture)

Contratto di Governo del M5S: poco spazio per la scuola

di R. Palermo - 23/04/2018

Pubblicata nel Blog del M5S la bozza del “contratto” che il M5S potrebbe proporre alla Lega (o al PD) per la formazione del Governo.

Interesse modesto per la scuola

Esaminando le parti che più direttamente riguardano la scuola emerge che in realtà l’attenzione su questo settore è davvero modesta e molto generica.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3174 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola" del 21 aprile 2018
Inviato da admin_CUSMA il 22/4/2018 0:57:08 (54 letture)

Diplomati magistrale, 15mila perderanno il posto: scalpitano 23mila laureati e vincitori di concorso

di Alessandro Giuliani - 21/04/2018


Sono numeri da capogiro quelli che riguardano la sentenza del Consiglio di Stato dello scorso 20 dicembre, su cui l’Avvocatura dello Stato ha appena ha espresso il proprio parere prospettando effetti graduali per l’esclusione dalle GaE, a favore della quale, dopo i sindacati Confederali, anche il Miur auspica una soluzione legislativa.

Ruolo sfumato per 5.665 maestri

Secondo le stime dell’Ansa, sono 2mila tra maestre e maestri senza laurea (che hanno fatto ricorso) colpiti dalla sentenza del Consiglio di stato del dicembre scorso: verranno subito esclusi dalle graduatorie per il ruolo.

Ma a rischio sono molti di più: con l’arrivo nei prossimi mesi delle sentenze da parte dei Giudici del lavoro e dei Tar, il posto è potenzialmente a rischio per 10-15mila diplomati magistrali e tra questi ci sono 5.665 persone, già di ruolo, che negli anni hanno maturato anzianità ed esperienza e spesso hanno fatto scelte di vita importanti (come trasferirsi da una regione all’altra) per non perdere la cattedra.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3956 bytes | Commenti?
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 278 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteLug 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
idyjyte 13/7/2018
syd73 24/3/2018
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale