username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
RSS Feed
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 328 »
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 30/7/2021 17:40:00 (34 letture)

Open in new window
Il caso del Liceo di Adrano si inasprisce: chiesto il trasferimento del preside o dei prof

di P. Almirante - 29/07/2021

Sta assumendo contorni pesanti lo scontro tra il ds del Liceo Verga di Adrano e i sindacati della scuola sollecitati a intervenire da parte di 11 docenti che si sono visti revocati la nomina di commissari interni durante l’esame di Stato proprio dal dirigente perché avevano dei procedimenti disciplinari in corso. Una decisione giudicata illegittima ma che il dirigente ha comunque adottato.

Ora però tutta le questione si sta ulteriormente complicando e infatti, dopo il sit-in di Catania dei sindacati e dei prof del Liceo dei giorni scorsi, la protesta ha raggiunto Palermo e l’Usr dove i segretari di Fgu Gilda Unams, Uil Scuola, Flc-Cgil e Snals Confsal stanno chiedendo al direttore dell’Ufficio scolastico regionale la rimozione del preside oppure il trasferimento dei prof per incompatibilità ambientale.

La situazione, da come riporta il quotidiano La Sicilia, è effettivamente grave, appesantita dalla decisione del dirigente il quale, dopo la manifestazione di Catania, avrebbe intensificato, come scrivono i sindacati, azioni sanzionatorie nei confronti degli insegnanti “revocando le ferie e attivando "illegittimanente" corsi scolastici contro il parere del Collegio”.

I prof del Liceo, coi sindacati, accusano il preside di atteggiamenti autoritari, che turbano la serenità della scuola, degli alunni e delle famiglie e per tali motivi ne chiedono l’immediata sostituzione, anche per garantire un regalare avvio del nuovo anno scolastico.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 29/7/2021 16:50:00 (45 letture)

Piano scuola rientro in classe, ecco il TESTO [Pdf]

di Redazione - 29/07/2021


Sarebbe dovuta essere la questione all’ordine del giorno dell’incontro del Ministero dell’Istruzione con i soggetti della Conferenza Stato-Regioni di oggi giovedì 29 luglio. Ma questa voce della riunione è saltata e va in programma la prossima settimana.

Il file in allegato a questo link, in breve rappresenta una BOZZA dello schema di DM contenente l’adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2021/2022.
Uno schema di decreto trasmesso ai fini dell’acquisizione, in sede di Conferenza unificata, dell’Intesa prevista dall’articolo 8 della Legge 5 giugno 2003, n. 131.

Il documento andrà integrato la settimana prossima con le ultime disposizioni in materia di green pass scuola e di eventuale obbligo vaccinale.


segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5085 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellascuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 26/7/2021 16:47:12 (89 letture)

Contratto scuola, c’è la proposta per introdurre il Middle management ma c’è il no sindacale

di L. Ficara - 26/07/2021

L’inserimento nel contratto collettivo nazionale della scuola 2019-2021 di un’area specifica per il Middle management è una proposta che il Presidente ARAN, il dott. Antonio Naddeo, ha lanciato durante la Conferenza Nazionale di Anquap, Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche. Non sarà facile inserire una novità come il Middle management nel rinnovo del contratto scuola, anche perché c’è la contrarietà di una parte consistente dei sindacati.

Contratto scaduto da tre anni

Il contratto scuola è scaduto da quasi tre anni, precisamente dal 31 dicembre del 2018. Non è riuscito a rinnovarlo l’ex Ministro Marco Bussetti in carica a viale Trastevere dal giugno 2018 al settembre 2019, nemmeno l’ex Ministro Lorenzo Fioramonti in carica dal settembre 2019 al dicembre 2019, ha fallito anche l’ex Ministra Lucia Azzolina alla guida del Ministero dell’Istruzione dal gennaio 2020 fino a febbraio 2021. Ora toccherebbe all’attuale Ministro dell’Istruzione Bianchi riuscire a trovare la soluzione per chiudere il contratto scuola 2019-2021.

I Sindacati nei mesi scorsi, hanno lamentato che con i soldi stanziati in Legge di Bilancio per i Contratti nel pubblico impiego, si prevede per la Scuola ancora una volta un Contratto miserissimo, in linea con gli ultimi contratti che hanno contrassegnato una stagnazione delle retribuzioni dei docenti a partire dal 2011, personale già penalizzato dal blocco dello scatto di progressione economica nel 2013.
La richiesta dei sindacati riguarda risorse aggiuntive rispetto a quelle previste per il pubblico impiego.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4505 bytes | Commenti?
Stampa : da "Infodocenti.it"
Inviato da admin_CUSMA il 23/7/2021 14:07:14 (37 letture)

news ... Elenchi aggiuntivi I fascia GPS, come inserire l’abilitazione da concorso straordinario: guida per immagini


di Roberto Bosio - 23 Luglio 2021

Con una nota pubblicata ieri (22 luglio), il ministero ha precisato che ci sono due condizioni per avere l’abilitazione:

1. l’inserimento nelle graduatorie di merito della procedura straordinaria in oggetto, pubblicate nel corrente a.s. 2020/21;
2. un contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato (almeno fino al 30 giugno).
Se non avete entrambe le condizioni non potete inserirvi negli elenchi aggiunti alla prima fascia GPS.

Compilare l’istanza

Chi rispetta entrambi i criteri può compilare l’istanza “Elenchi aggiuntivi graduatorie provinciali di supplenza pers. docente ed educativo”. Il Miur per consentire a chi ha superato il concorso straordinario di presentare la domanda si è limitato ad aggiungere un’opzione a questa applicazione. Per aiutarvi nella compilazione ho preparato una guida per immagini che potete scaricare in fondo alla pagina.

Allungati (poco) i tempi per presentare l’istanza
Per presentare la domanda il ministero ha allungato un poco di tempi per la presentazione. Ha comunicato ufficialmente che le domande potranno essere inoltrate in via telematica entro le ore 23.59 di domenica 25 luglio 2021.

Guida per immagini per la presentazione dell’Istanza (CLICCA QUI)
http://www.infodocenti.it/wp-content/ ... aordinario-aggiornata.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 22/7/2021 18:53:41 (34 letture)

Dl Sostegni bis approvato oggi definitivamente al Senato. Le misure per la scuola

di C. Virzì - 22/07/2021

Il Dl Sostegni bis (decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73), dopo l’approvazione della Camera, viene approvato anche al Senato con 213 voti favorevoli, 28 contrari e un’astensione, oggi giovedì 22 luglio. L‘approvazione è definitiva.

Ma quali misure per la scuola? Molte relative ai concorsi e alle procedure di immissione in ruolo.

Ricordiamo come la norma incide sul mondo della scuola. Tra i vari provvedimenti, si provvederà a:

- avviare il concorso per Dirigenti Tecnici, stabilendone le modalità di espletamento;
- prevedere un nuovo concorso straordinario per i docenti che non siano stati immessi in ruolo da Gps e che abbiano svolto un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi negli ultimi cinque anni scolastici;
- rimettere in moto il concorso ordinario scuola, prevedendo anche una riserva posti del 30 per cento per ciascuna regione, classe di concorso e tipologia di posto, in favore di coloro che hanno svolto, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso, un servizio presso le istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, nei dieci anni precedenti;
- stabilire che, qualora, a seguito delle misure di contenimento del COVID-19, i sistemi regionali di Istruzione e Formazione Professionale (IeF.P.), i sistemi regionali che realizzano i percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (I.F.T.S.) e gli Istituti Tecnici Superiori (I.T.S.) non possano effettuare il numero minimo di ore previsto dalla vigente normativa per il relativo percorso formativo, l’anno scolastico o formativo conserva comunque validità;
- destinare le risorse alle scuole: per la sicurezza nei luoghi di lavoro, per la didattica a distanza, per l’assistenza medico-sanitaria e psicologica, per l’acquisto di dispositivi di protezione, di materiali per l’igiene individuale e degli ambienti, per interventi in favore della didattica degli studenti con disabilità, disturbi specifici di apprendimento e altri bisogni educativi speciali; per l’attivazione eventuale di corsi di recupero degli apprendimenti, e altro…
- destinare i finanziamenti alle scuole paritarie in ragione del crollo di iscritti nelle ultime due annate di pandemia;
- prevedere le misure per l’edilizia scolastica nelle aree interessate dagli eventi sismici del 2016 e del 2017.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 20/7/2021 13:17:46 (51 letture)

Green pass, zone gialle e vaccini, a breve tutte le misure del governo

di D. Di Frangia - 20/07/2021

Sono ore decisive per l’approvazione definitiva alle misure che regoleranno il green pass. Prevista oggi la conferenza delle Regioni, mentre domani ci sarà la riunione con il governo ed entro giovedì il Consiglio dei ministri scioglierà i dubbi (probabilmente anche verso l’obbligo vaccinale per il personale scolastico). Così il decreto potrà entrare in vigore entro il 26 luglio e si potrà prorogare lo stato di emergenza che scade il 31 luglio, almeno ad ottobre.

Tra le misure presenti nel certificato verde si dovrebbe arrivare a una via di mezzo, ovvero una dose di vaccino per il ristorante al chiuso e doppia dose per i luoghi di assembramento, verificando sempre l’area e i contagi che la stanno caratterizzando. L’idea è quella di lasciare il Paese in fascia bianca almeno fino al 15 agosto, ma questo dipenderà molto dalla diffusione del virus. I nuovi parametri per entrare in zona gialla prevedono il 5% delle terapie intensive e il 10% dell’occupazione dei posti letto dei reparti ordinari.

[segue]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2432 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 16/7/2021 11:40:13 (59 letture)

Sentenza neoassunti, i riservisti non possono scegliere la provincia

di L. Ficara - 15/07/2021

Con le immissioni in ruolo dell'a.s. 2020/2021, la nostra rivista, rispetto alla scelta della provincia per i riservisiti legge 68/99, aveva più volte chiarito che spetta la riserva del posto ma non la possibilità di precedere per la scelta della provincia. La precedenza invece si esercita per la scelta della sede, una volta assegnata la provincia per diritto di graduatoria. Adesso, in coerenza di questa tesi, arriva una chiarissima sentenza del tribunale del Lavoro di Reggio Calabria.

Il caso di illegittimità

L’USR Calabria, diversamente da altri USR, ha concesso ad una riservista legge 68/99 non solo di entrare in ruolo scalando numerosi posti nella graduatoria del concorso straordinario 2018, ma anche di scegliere la provincia. Il metodo utilizzato dall’USR Calabria è stato contestato da altri candidati che hanno agito con ricorso d’urgenza per avere la rettifica dell’atto della scelta della provincia che non spetta al riservista.

Per quanto riguarda le nomine in ruolo da effettuare attingendo dalle graduatorie di merito relative a concorsi svolti su base regionale quindi, il sistema delle precedenze di cui alla Legge 5 febbraio 1992, n. 104 ,art. 21, art. 33 comma 6 e art. 33 commi 5 e 7, non opera riguardo alla scelta della provincia.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3824 bytes | Commenti?
Stampa : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 15/7/2021 12:06:08 (37 letture)

Ricciardi: “Cambiare mansione ai docenti che non si vaccinano, vadano in segreteria o in biblioteca”

di redazione - 15.07.2021

Per un rientro a scuola sicuro a settembre “dobbiamo agire adesso, ma dobbiamo agire con i fatti. Il che significa evitare gli errori dello scorso anno. E non mi pare che questo stia succedendo”. Serve “rafforzare i trasporti, migliorare la protezione delle aule scolastiche, vaccinare gli insegnanti”.

Così Walter Ricciardi, ordinario di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica e consigliere scientifico del ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto stamattina ad ‘Agorà estate’, su Rai Tre.

Poi aggiunge: “Il personale scolastico ha manifestato grande sensibilità per la vaccinazione anti Covid. C’è una percentuale alta di vaccinati. Ma se ci sono persone che non si vogliono vaccinare e che lavorano con bambini sotto i 12 anni, li si sposta ad un altro lavoro. Vanno in segreteria, vanno in biblioteca. Ma il lavoro, a contatto con le persone deve essere soltanto per chi protegge se stesso e quindi anche gli altri”.

Già mercoledì il consigliere scientifico del Ministero della Salute si era espresso in merito alla vaccinazione degli insegnanti proponendo l’obbligo vaccinale così come così accade per i medici.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 30/7/2021 16:39:14 (38 letture)

Open in new window
Inizio scuola, la poltrona del ministro Bianchi nel mirino. Ipotesi rimpasto?

di D. Di Frangia - 30/07/2021

La ripartenza di settembre rischia di essere decisiva, in negativo, per due ministeri. Secondo il ‘Foglio‘ infatti i dicasteri dell’istruzione e dei trasporti, stanno rivelando debolezze che non sono passate inosservate al governo. E proprio la riapertura delle scuole di settembre potrebbe essere la prova d’appello per le poltrone di Patrizio Bianchi ed Enrico Giovannini.

Questo perchè il Piano Scuola dev’essere ancora condiviso e va stabilito in che modo si tornerà in classe, e perchè rimane ancora insoluto il tema trasporti. Nell’indiscrezione, riportata anche da ‘Libero’, si sottolinea come nell’esecutivo tutti si sarebbero accorti dell’estrema vulnerabilità dei due ministri che rischiano di non riuscire a tenere testa alle Regioni, ai sindaci e ai partiti.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2930 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellascuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 26/7/2021 16:54:06 (57 letture)

Bianchi: la prossima settimana l’obbligo vaccinale, in autunno il contratto

di L. Tassella - 26/07/2021

Mentre in settimana il Ministro Bianchi incontrerà i sindacati della scuola per parlare dell’obbligo vaccinale per il personale della scuola, personale che in molte regioni è già vaccinato con percentuali anche molto alte, si pensi alla Campania con oltre il 96% dei vaccinati con due dosi.
Lo ha annunciato nella serata di domenica 25 luglio nel corso della tavola rotonda “Il Paese riparte dalla Scuola” con Bombardieri e Turi a Cesenatico, nell’ambito della Festa Uil Emilia Romagna.
Una delle prossime priorità – ha aggiunto Bianchi – sarà quella di definire le linee di indirizzo per il prossimo Contratto della Scuola da inviare all’ARAN, l’agenzia che per conto del Governo conduce le contrattazioni insieme ai sindacati rappresentativi di comparto.

Quindi il prossimo anno scolastico potrebbe aprirsi con la contrattazione per il comparto istruzione, per il rinnovo di un contratto scaduto ormai il 31.12.2018.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2485 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 25/7/2021 22:30:06 (39 letture)

Via dalla classe i docenti no vax, lo chiede il senatore Nencini (Psi). Per Giacomoni (Fi) non hanno studiato Popper

di A. Giuliani - 25/07/2021

Si arricchisce di giorno in giorno, anche nei toni, il parterre di politici che reputano indispensabile vaccinare tutto il personale scolastico prima della ripresa delle lezioni a settembre, compresi quindi i 220 mila tra docenti e personale amministrativo che non hanno fatto ancora nemmeno una dose, con punte di probabili no vax in Sicilia, Sardegna e nella provincia di Bolzano. Dopo il Partito Democratico, Liberi e Uguali, Italia Viva e Forza Italia (promotrice anche di un progetto di legge, a prima firma della senatrice Licia Ronzulli), nelle ultime ore si è aggiunta anche la spinta del Partito Socialista. Un suo esponente autorevole, Riccardo Nencini, presidente della Commissione istruzione e cultura del Senato, ha detto che “se la scuola è una priorità, e lo è, necessita l’obbligo di vaccinazione, come per i medici”.

La legge lo consente?

“L’alternativa – sostiene Nencini – è la Waterloo del sistema scolastico: o si riparte da settembre in sicurezza o si spalancano le porte di un terzo anno terribile per gli studenti, con danni irreversibili”.
Il senatore del Psi sostiene, quindi, che “se ci sono insegnanti non vax, vengano sostituiti. La legge lo consente. Manderesti tuo figlio a lezioni di matematica se il docente non è vaccinato?”.

In realtà, la legge consente di adottare una legge ad hoc. Come quella introdotta alcuni mesi fa per i lavoratori della Sanità. Spetta al Parlamento, a questo punto, decidere cosa fare.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6075 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 22/7/2021 23:37:39 (38 letture)

Draghi spiega il nuovo green pass: “l’appello a non vaccinarsi è un appello a morire”. Ma sulla scuola per ora non c’è obbligo

di A. Giuliani - 22/07/2021

Il governo ha deciso come e quando entrerà in vigore il nuovo green pass:
dal 6 agosto basterà una sola dose o il tampone, all’interno dei locali varrà solo al chiuso e se si starà seduti al tavolo, rimarranno fuori gli under 12 e chi non si può vaccinare. La vera “stretta” è però rimandata: scuola, trasporti e lavoro sono rimasti fuori dall’obbligo di presentazione del certificato “verde”. Subito dopo l’approvazione del provvedimento da parte del CdM, il premier Mario Draghi in conferenza stampa ha fatto però intendere che la vaccinazione di tutti o il raggiungimento dell’immunità di gregge rimangono obiettivi primari per l’esecutivo multicolore: “L'appello a non vaccinarsi è un appello a morire“, ha detto in modo serafico il premier.

Distanze ancora troppo ampie
Draghi ha spiegato che su scuola, trasporti e lavoro il governo lavorerà nelle prossime settimane, facendo intendere che vi sono distanze ancora troppo lontane per tentare ora di avvicinarle. Ad iniziare dalla scuola, tanto che il ministro Patrizio Bianchi è al centro di pressioni di diverso genere, con Pd, Italia viva e Forza Italia che spingono per l’obbligo vaccinale per i dipendenti scolastici.

Sulla scuola, ha confermato il presidente del Consiglio, ci sono ancora dei nodi da sciogliere: “tutto quello che si dovrà fare per assicurare l’obiettivo di tutti in presenza all’inizio della scuola sarà fatto”, ha detto il capo del governo.

Il nuovo green pass sarà comunque valido da subito per partecipare alle prove concorsuali. Quindi anche quelle che riguardano la scuola.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3425 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 21/7/2021 20:21:37 (52 letture)

Tfa sostegno VI ciclo: i costi della preselettiva e di iscrizione ai corsi

di L. La Gatta - 20/07/2021

Con la pubblicazione del Decreto ministeriale 755 del 6 luglio è stato autorizzato l’avvio del VI ciclo del Tfa Sostegno.

Le Università stanno iniziando a pubblicare i bandi, con le scadenze per l’inoltro delle domande, le modalità e i costi.

Per quanto riguarda, in particolare, l’aspetto economico, i contributi e le tasse di iscrizione non si discostano molto da quelli previsti nei precedenti cicli del Tfa sostegno, almeno guardando agli Atenei che hanno già diffuso i bandi di iscrizione.

I contributi da versare per poter sostenere la prova preselettiva vanno dai 100 euro di Milano Bicocca, Foggia, Enna Kore, Pisa, ai 150 euro della Lumsa, Link Campus University, Saint Camillus, Tuscia, fino ai 200 euro della Università Suor Orsola Benincasa.

Per l’iscrizione ai corsi, al momento le più economiche sono l’Università di Pisa con 2.500 euro e di Foggia, con un costo di 2.816 euro, seguite da Lumsa, Link Campus University, Saint Camillus, Tuscia, Milano Bicocca, con 3.000 euro, e da Università Cattolica Sacro Cuore, con 3.100 euro; servono invece 3.700 euro per Enna e 4.000 euro per iscriversi alla Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 18/7/2021 21:33:43 (42 letture)

Abilitazione ai vincitori del concorso straordinario, Ministero orientato a riconoscerla “al superamento del periodo di prova”

di redazione - 18 luglio 2021

Abilitazione per i vincitori del concorso straordinario di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020 e DD n. 783 dell’8 luglio 2020: in maniera informale il Ministero ha risposto negativamente alle istanze presentate dai sindacati. La questione è particolarmente complessa e rischia di generare un ampio contenzioso, anche perché non è ancora preventivato in quanti anni potrebbero essere assunti i docenti interessati.

Venerdì 16 luglio, a margine dell’incontro sulle immissioni in ruolo del personale ATA, il Ministero si è soffermato anche su una problematica sollevata dai sindacati e diventata di stretta attualità in concomitanza con l’apertura dell’istanza per la formazione degli elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS per i docenti che conseguiranno l’abilitazione o la specializzazione sostegno entro il 31 luglio.

I docenti vincitori del concorso straordinario possono considerarsi abilitati?

L’abilitazione – riferiscono i sindacati – a giudizio dell’Amministrazione, va attribuita esclusivamente al personale che ha superato il periodo di prova.

Qual è la problematica

Da un lato infatti rimane in piedi la formulazione secondo la quale i docenti conseguono l’abilitazione all’atto della conferma in ruolo (art. 1 comma 9 lettera f del decreto legge 26 ottobre 2019 n. 126 “f) l’abilitazione all’esercizio della professione docente per la relativa classe di concorso, dei vincitori della procedura immessi in 
ruolo, all’atto della conferma in ruolo” dall’altro il Decreto Sostegni bis ha eliminato l’elenco non graduato dei docenti che pur avendo superato la prova con almeno 56/80 non risultando vincitori non rientravano nei posti a bando ma potevano comunque conseguire l’abilitazione.

In particolare il decreto Sostegni bis ha eliminato la necessità del conseguimento dei 24 CFU, nonchè il percorso di abilitazione per i docenti con una supplenza almeno al 30 giugno.

[segue ...]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3521 bytes | Commenti?
Stampa : da "Gruppo di Firenze" per la scuola
Inviato da admin_CUSMA il 15/7/2021 12:40:11 (52 letture)

Open in new window
VOTI FALSI E MERITO NEGATO NEGLI SCRUTINI DI FINE ANNO

luglio 2021

“Una giovane collega alle prime prove di insegnamento”, come lei stessa si definisce, aggiungendo che svolge il suo lavoro “con passione e dedizione”, ci ha scritto una lunga lettera a proposito delle sue desolanti esperienze negli scrutini finali. Ecco alcuni passaggi.
«Si trovano tutte le giustificazioni possibili per salvare l’insalvabile e non doversi preoccupare di prove di recupero o, al peggio, ricorsi dei genitori, la cui minacciosa presenza aleggia costantemente e ben viene sempre rivangata dalla Dirigenza con lo scopo di incutere timore nei docenti onesti che, a ragion veduta, hanno assegnato un’insufficienza con cognizione di causa, dopo attente e lunghe ponderazioni». A riprova di ciò racconta alcune decisioni prese dai recenti scrutini. Riproduciamo il primo.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3305 bytes | Commenti?
« 1 2 3 (4) 5 6 7 ... 328 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteNov 2021Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
JohnnieWhi 30/11/2021
OmaG08012 29/11/2021
PhyllisMcC 29/11/2021
JamesBourk 29/11/2021
BeatrisMcV 29/11/2021

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale