username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
RSS Feed
« 1 ... 34 35 36 (37) 38 »
Aggiornamento professionale : da Tecnica della Scuola: "Sarà sciopero se non cambia la manovra sulla scuola"
Inviato da admin_CUSMA il 16/6/2010 10:51:12 (589 letture)

da Tecnica della Scuola

"Sarà sciopero se non cambia la manovra sulla scuola"


di R.P.

L'annuncio è stato dato da Bonanni in persona nel corso della manifestazione unitaria svoltasi al Teatro Quirino di Roma. Si è concluso intanto lo sciopero degli scrutini che, però, secondo il Ministro è soltanto una invenzione dei giornali e dei TG.
Esprimono soddisfazione i sindacati che nella giornata del 15 hanno partecipato a Roma alla manifestazione unitaria per chiedere al Governo di correggere le misure rivolte alla scuola contenute nella manovra finanziaria.
La partecipazione è stata consistente (un migliaio di persone fra dirigenti sindacali e insegnanti, chiamati a raccolta da Cisl-Scuola, Uil-Scuola, Snals e Gilda-Unams) e oltre agli appelli si sono sentiti anche annunci espliciti.
Tutti quanti parlano di ingiustizia palese: per il personale della scuola, oltre al blocco del rinnovo contrattuale c’è infatti il blocco della progressione economica.
Rino Di Meglio, coordinatore nazionale di Gilda-Unams, promette che il prossimo anno i docenti del suo sindacato non saranno disponibili per le gite scolastiche. Marco Paolo Nigi (Snals) chiede che “Governo e Parlamento pongano rimedio a queste clamorose ingiustizie e iniquità che colpiscono la scuola”.
Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl, è più esplicito: “Chiediamo al Governo di fare per le progressioni di anzianità del personale scolastico ciò che ha già fatto per le liquidazioni: rivedere le sue posizioni, per rendere più equo e sostenibile il carico dei sacrifici richiesti ai lavoratori. Non escludiamo ulteriori e più incisive azioni di lotta, se la nostra richiesta non verrà accolta”.
E mentre la Cisl si limita ad annunciare clamorose proteste, la Flc prepara la partecipazione allo sciopero generale del 25 giugno proclamato da Cgil, Cub e Usi-Ait, anche se sull’iniziativa del sindacato di Epifani non mancano le perplessità.
Il 25 giugno, per esempio, è il giorno della terza prova dell’esame di Stato e, come è noto, i docenti che vi sono impegnati non possono scioperare.
Nella scuola primaria e nella secondaria di primo grado l’attività è ridotta all’essenziale ed è improbabile che docenti non impegnati in attività scolastiche decidano di aderire allo sciopero.
Nella giornata del 15 si è anche concluso lo sciopero degli scrutini proclamato dai Cobas e da altri sindacati di base.
Secondo Bernocchi gli scrutini rinviati sono più di 25mila in tutta Italia, mentre poche ore fa il ministro Mariastella Gelmini ha fatto diramare un comunicato di tutt’altro tenore: “Il blocco degli scrutini è esclusivamente un'operazione mediatica, dettata dalla ricerca di visibilità politica e destituita da qualsiasi fondamento reale”.
Lo sciopero, afferma anzi il Ministro, esiste solo sui giornali e nei servizi dei tg.
Peccato che la notizia abbia avuto spazio in questi giorni su quasi tutte le testate giornalistiche; ed è alquanto improbabile che tutti questi organi di informazione abbiano costruito la notizia senza riferirsi a dati reali e verificati.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : da GILDA/FGU Venezia - BRUTTE ABITUDINI ESTIVE
Inviato da admin_CUSMA il 15/6/2010 0:51:50 (1435 letture)

da Gilda/FGU Venezia

BRUTTE ABITUDINI ESTIVE

ED OBBLIGHI DEI DOCENTI
DOPO IL TERMINE DELLE LEZIONI


Non passare l'estate a scuola, prima passa da noi

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia giugno 2010


Ci stiamo avvicinando al termine delle lezioni scolastiche e ci è stato segnalato che in più scuole esiste la tendenza ad interpretare in maniera fantasiosa e creativa il fatto che gli insegnanti siano in servizio fino a tutto il mese di giugno. Affinchè i colleghi si preparino in anticipo a fronteggiare eventuali richieste arbitrarie, riproponiamo alcuni semplici punti contrattuali.

Gli obblighi di servizio degli insegnanti sono regolati dal CCNL 2006-09 e ricordiamo a tutti che niente può essere richiesto agli insegnanti che non sia contemplato dal contratto. Pertanto l’arrivo dell’estate non obbliga gli insegnanti ad attenersi a nuove norme, spesso giustificate, caldeggiate e decise dai Dirigenti scolastici che, come nelle filande di una volta, vorrebbero imporre la loro personalissima interpretazione delle norme.

In molte scuole primarie vige la regola secondo cui i docenti devono comunque essere presenti a scuola per “fare qualcosa” di non ben definito che non è contemplata nel contratto.

Ci sono scuole ove i dirigenti chiedono ai colleghi di riordinare biblioteche ed armadi, sistemare aule, compiere traslochi, svolgere riunioni fiume sulla Riforma, partecipare ad aggiornamenti sulla Sicurezza fuori tempo massimo, organizzare incontri per definire i tutor, stabilire gli orari e quanto si possa immaginare di gratuito per avviare la Riforma che da tempo noi definiamo “a costo zero”.

Fermo restando che chiunque deve essere messo nelle condizioni di decidere se fare volontariato o svolgere una professione, queste sono le regole a cui attenersi, e nessuno può obbligare i docenti a lavorare GRATIS in mansioni di cui non compare traccia negli obblighi contrattuali, sono dunque frutto di arbitrarie attribuzioni di alcuni dirigenti.



CHE FARE?

Il primo passo importante è quello di contare le ore già effettuate in base al PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITÀ che contiene le attività obbligatorie “funzionali all’insegnamento” calendarizzate e distribuite nel corso di tutto l’anno scolastico.

Il Piano Annuale delle Attività può contenere impegni del personale docente relativi ad attività aggiuntive = facoltative (quelle che verranno poi retribuite con il fondo d’istituto). Il piano, comprensivo degli impegni di lavoro, è deliberato dal collegio dei docenti nel quadro della programmazione dell'azione educativa e con la stessa procedura è modificato, nel corso dell'anno scolastico, per far fronte a nuove esigenze. Dunque non può essere stilato, da parte del D.S., un calendario che preveda impegni per il mese di giugno che non fossero già stati preventivamente deliberati nel piano annuale di inizio anno.

Il piano non c’è?

Il piano non è stato votato dal Collegio Docenti?

Nessuno è tenuto a svolgere queste attività.

Se il piano esiste, occorre verificare che sia stato correttamente deliberato e che contenga esplicitamente gli obblighi di servizio.

Dalla norma si evince chiaramente e senza possibilità di interpretazione alcuna che i docenti sono tenuti a prestazioni di servizio anche durante il periodo di interruzione delle lezioni ma solo ed esclusivamente per le attività programmate e deliberate nel piano annuale delle attività.

Tutte le altre attività richieste non hanno carattere di obbligatorietà, non possono essere imposte, neppure nel caso fossero inserite nel Piano come ore, a pagamento, oltre le 40 perché tutte le ore aggiuntive sono facoltative.

Nel caso il D.S. insista, consigliamo di chiedergli un ordine scritto per la partecipazione alle riunioni in ore che sforino le 40 obbligatorie, potremo così richiederne il pagamento.



Ricordiamo a tutti che gli insegnanti hanno il compito di insegnare, non di tenere in ordine la scuola.

Contattateci subito presso la nostra sede, si tratta di una violazione contrattuale che combattiamo in tutta Italia.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : dall'USR Emilia-Romagna - Dotazioni organiche del personale docente per l'a.s. 10/11
Inviato da admin_CUSMA il 9/6/2010 0:30:00 (590 letture)

USR Emilia-Romagna UFFICIO IV
Dotazioni organiche del personale docente scuola media di I grado, per l'a.s. 10/11


SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - ANNO SCOLASTICO 2010/2011

Allegato alla nota prot. n. 6750/c.21 del 8/06/2010

Provincia POSTI OD 10/11 - POSTI DERIVANTI DA SPEZZONE OD 10/11 - TOT. POSTI - POSTI AGGIUNTIVI DERIVANTI DA SPEZZONI - TOT. POSTI*


FORLI'-CESENA 708 33 741 0 741
RIMINI 552 21 573 5 578


Totale E-R 7.592 483 8.075 55 8.130

* Il dato è al netto di eventuali compensazioni

.........................segue nota USR

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1990 bytes | Commenti?
Aggiornamento professionale : da Gilda/FGU Forlì-Cesena e Rimini: incontro odierno all'USP di Forlì-Cesena
Inviato da admin_CUSMA il 1/6/2010 15:00:00 (577 letture)

da Gilda/FGU Forlì-Cesena e Rimini: incontro odierno all'USP di Forlì-Cesena

1.06.2010 - Breve resoconto:

o.d.g. - Organici Scuola Media di I^ grado.

Come ormai noto, anche la scuola media di primo grado della provincia di Forlì-Cesena, nonostante un incremento di alunni, è finita sotto la scure dei tagli. Sono 26 infatti i posti in meno rispetto al corrente anno (4 le classi in meno).
L'amministrazione anche su sollecitazione sindacale ha provveduto a non penalizzare particolarmente le località più disagiate, mantenendo il servizio sia pure con l'istituzione di pluriclassi. Non è stato invece possibile viste le risorse, recepire tutte le richieste di indirizzo musicale proposte dalle scuole, che pertanto sono state praticamente dimezzate. In pratica alcune istituzioni (fra le ultime a richiedere questo tipo di indirizzo) potranno proseguire i corsi avviati nel corrente anno scolastico ma senza la possibilità di istituire nuove classi prime.
Risulta in calo il tempo proliungato (a detta dell'amministrazione perchè meno richiesto dalle famiglie).
In O.D. sono 14 i docenti individuati in esubero per le materiedi area comune, e 4 quelli di sostegno, per loro ci è stato assicurato non ci sono problemi di sedi, alcuni potrebbero rientrare nell'attuale sede di titolarità già in organico di fatto (O.F.)
I colleghi interessati possono contattarci per ulteriori dettagli. a.c.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : da Euroedizioni Torino: Approvato lo schema di regolamento per la formazione iniziale dei docenti
Inviato da admin_CUSMA il 28/5/2010 0:40:00 (883 letture)

Schema di regolamento concernente la formazione iniziale degli insegnanti (Atto 205). Parere approvato

27.05.2010 - La commissione Cultura della Camera ha dato parere favorevole allo schema di regolamento per la formazione iniziale dei docenti. Non sono state apportate modifiche al testo già noto.

segue..........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 17041 bytes | Commenti?
Aggiornamento professionale : da Tuttoscuola: Ancora dubbi sull’ora di 60 minuti
Inviato da admin_CUSMA il 27/5/2010 0:01:35 (1452 letture)

da Tuttoscuola

Ancora dubbi sull’ora di 60 minuti


Un anno fa, all'avvio delle riforme Gelmini, è emersa la questione dell'ora di 60 minuti per la quale lo stesso ministro aveva più volte dichiarato di volere fare chiarezza a cominciare dal divieto di farne oggetto di sconto sugli obblighi di servizio degli insegnanti.

In effetti, al di là delle dichiarazioni di prammatica, i regolamenti delle nuove superiori, attualmente in via di definizione, non fanno alcun cenno della questione, lasciando intendere, forse, che con i nuovi quadri orario (di entità notevolmente più ridotta di quelli del passato) il problema si risolverà da solo, in quanto verranno a mancare le cause di forza maggiore (trasporti, mense, ecc.) che nel vecchio ordinamento giustificavano la riduzione oraria per contenere le lezioni nel solo arco del mattino.

Questo è vero in linea generale per molti istituti riformati, ma non è generalizzabile per tutti; per le future classi del secondo biennio potrebbe essere necessario, tra qualche anno, affrontare il problema dell'ora di 60 minuti per evitare rientri pomeridiani.

Vi saranno ancora, comunque, l'anno prossimo molte classi organizzate a vecchio ordinamento (soprattutto le diverse classi sperimentali) con orario teorico di 34-36 ore, per il quale, come avvenuto fino ad ora, potrebbe essere necessaria la riduzione delle ore di lezione in periodi inferiori ai 60 minuti. Si troveranno, così, a convivere all'interno del medesimo istituto orari nuovi e vecchi, differenziati dal ricorso obbligato (per i vecchi) alla riduzione dell'ora canonica di 60 minuti.

Si tratta di una complicazione organizzativa che, a quanto pare, sta creando qualche problema. In molte scuole, inoltre, il divieto annunciato di ridurre l'ora di 60 minuti sta creando qualche affanno per l'obiettiva difficoltà di far quadrare i conti, combinando il vecchio con il nuovo ordinamento.

Ci sono comunque due varianti di non poco conto: il contratto scuola, se non verrà modificato, consente tuttora ai docenti di non recuperare le ore non prestate. Inoltre permane, pienamente vigente, la norma dell'autonomia scolastica (art. 4 del Dpr 275/1999) che consente alle scuole di ridurre le ore di lezione, salvo l'obbligo per alunni e docenti, di recuperare con varie attività il tempo risparmiato.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : GILDA/FGU Nazionale - Manifestazione nazionale contro i tagli alla scuola
Inviato da admin_CUSMA il 21/5/2010 14:31:47 (585 letture)


Manifestazione Nazionale


contro

la decimazione degli organici

l'abolizione degli scatti stipendiali

le norme liberticide di Brunetta



Roma, 5 giugno 2010, ore 15

Piazza SS. Apostoli




Scarica la locandina


http://www.gildains.it/docgilda/201005/loc_050610_roma.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : LA SCUOLA PIEMONTESE PROTESTA
Inviato da admin_CUSMA il 16/5/2010 2:39:39 (1028 letture)

LA SCUOLA PIEMONTESE PROTESTA.
FLC-CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, GILDA-UNAMS, SNALS- CONFSAL
Segreterie Regionali Piemonte

VERTENZA SCUOLA PIEMONTE 2010

CONTRO LA RIDUZIONE DI RISORSE E ORGANICI
CHE IMPOVERISCE LA QUALITA’ DELLA SCUOLA E L’OFFERTA FORMATIVA

A fronte di :
- riduzione di organico docenti(-1648 in Piemonte)
- riduzione di organico Ata (- 965 in Piemonte)
- “ licenziamento” di migliaia di precari, docenti e ata
- gravissima carenza di fondi per il funzionamento delle scuole, per la sostituzione del personale assente e per il pagamento di tutte le attività svolte e non ancora pagate

chiediamo :
• più organico per sostenere la qualità della scuola piemontese
• stabilizzazione del personale precario su tutti i posti liberi disponibili e la conferma dei finanziamenti per il bando regionale “salvaprecari”
• finanziamenti certi e rapidi per garantire l’ordinario funzionamento e la sostituzione del personale assente
• recupero di tutte le somme dovute alle scuole del Piemonte (più di 100 ML di Euro)

con l’obiettivo di:
- tutelare il personale
- rivedere i regolamenti attuativi della scuola superiore
- rispettare i tempi, le modalità e lo stanziamento delle risorse
necessarie per il rinnovo del CCNL scaduto a dicembre 2009
- attuare una vera riforma fiscale e la diminuzione della pressione fiscale

Manifestazione Regionale Unitaria
Torino - Sabato 29 maggio 2010
ore 15 - ritrovo in P.za Solferino
(corteo fino in P.za Castello e comizio finale)


L’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE, LA REGIONE E IL GOVERNO
APRANO TAVOLI DI CONFRONTO SERIO E REALE



Stampato in proprio da FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS, GILDA Piemonte

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : Fioroni (Pd), ''Il Governo ridia i soldi agli insegnanti".
Inviato da admin_CUSMA il 15/6/2010 18:44:03 (591 letture)

Finanziaria: Fioroni (Pd), ''Governo ridia soldi a insegnanti. Attinga dal 30% dei tagli”


L'On. Fioroni, "Governo ridia soldi a insegnanti per scatti anzianità risorse le prenda dal 30% sui tagli, promessi e poi dirottati altrove"
Dichiarazione di Giuseppe Fioroni Responsabile Pd Area Welfare
"Gli ulteriori tagli alla scuola sono non solo inaccettabili ma anche immorali: ha ragione al sindacato quando chiede di riattivare le immissioni in ruolo dei precari, completando quanto previsto già dalla Finanziaria Prodi del 2006.
Ma soprattutto il governo deve annullare il blocco degli scatti di anzianità del personale della scuola: è un vero e proprio furto di tre anni di vita perpetrato nei confronti di chi educa i nostri figli."

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : dall'USP di Rimini - Concorsi ordinari I e II grado e scuole dell'Infanzia. Invio titoli di specializzazione per insegnamento del sostegno. Integrazione elenchi aggiuntivi
Inviato da admin_CUSMA il 10/6/2010 15:45:08 (537 letture)

dall'USP di Rimini
Concorsi ordinari I e II grado e scuole dell'Infanzia. Invio titoli di specializzazione per insegnamento del sostegno. Integrazione elenchi aggiuntivi

Prot. n. 5944/C10 Rimini 10 giugno 2010 Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali e paritarie della provincia di Rimini
LORO SEDI
Alle OO.SS. Comparto Scuola

All’ Albo SEDE

OGGETTO: Concorsi Ordinari DD.DD.GG. 31.3.1999 – 1.4.1999 D.M.23.3.1990 I-II grado. Concorsi Ordinari D.D.G. 6.4.1999 – Scuola dell’Infanzia. Legge n. 143 del 4.6.2004. Invio titoli di specializzazione per insegnamento del sostegno.
Integrazione elenchi aggiuntivi. Data di scadenza presentazione titoli.

La Legge n. 143/2004 prevede che i candidati iscritti nelle graduatorie di merito dei concorsi in oggetto, che hanno conseguito il titolo di specializzazione oltre i termini previsti dalle rispettive procedure, hanno diritto all’iscrizione a domanda in una graduatoria aggiuntiva per assunzioni a tempo indeterminato su posti di sostegno.
A tal fine l’ Ufficio Scolastico Regionale, con nota prot. n. 6764 del 09.06.2010, ha disposto che il termine per la presentazione del titolo di specializzazione per i candidati suddetti è fissato al 2 luglio 2010.
La richiesta, cui deve essere allegata copia del titolo di specializzazione ovvero dichiarazione sostitutiva, dovrà essere trasmessa, preferibilmente via fax, ai seguenti recapiti:

Istruzione secondaria di I-II grado
Concorsi Ordinari DD.DD.GG. 31.3.1999 1.4.1999 – D.M.23.3.1999 (classi non reiterate nel 1999)
UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DIREZIONE GENERALE
Via De Castagnoli, 1 Bologna, fax 051/4210447

Scuola dell’Infanzia
Concorso Ordinario D.D.G. 6.4.1999
USP di MODENA
Via Rainusso, 70/100 MODENA
Fax 059/820676
Si allega alla presente la suddetta nota dell’USR prot.n. 6764 del 09.06.2010 recante le modalità per l’inserimento nell’elenco aggiuntivo di cui trattasi per la massima diffusione al personale interessato.

Il Direttore Coordinatore
f.to Claudia Nanni

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : da Ansa - Scuola: ok Corte Conti riforma superiori
Inviato da admin_CUSMA il 4/6/2010 1:00:48 (593 letture)

NEW da ANSA

Scuola: ok Corte Conti riforma superiori


ROMA, 3 GIUGNO - La Corte dei Conti ha registrato i regolamenti sul riordino del secondo ciclo di istruzione (licei, istituti tecnici, istituti professionali). Lo rende noto lo stesso ministero in una lettera inviata ai direttori degli uffici scolastici regionali. Dopo l'ok della Corte dei conti (un atto di verifica contabile indispensabile) manca soltanto l'ultimo tassello: la pubblicazione in gazzetta ufficiale. La riforma entrera' in vigore dall'1 settembre, ma solo nelle prime classi della scuola superiore.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : Manovra finanziaria - no
Inviato da admin_CUSMA il 31/5/2010 22:56:05 (536 letture)

Manovra finanziaria
Norme liberticide anche nella scuola.


Manifestiamo a Roma, il 5 giugno, per informare di tutte le misure che stanno mettendo in ginocchio la scuola; per protestare contro il depauperamento dell’ istruzione; per denunciare le norme liberticide anche nella scuola.

di Rino Di Meglio

segue sotto.........

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4382 bytes | Commenti?
Aggiornamento professionale : ULTIMA ORA - SCUOLA: GELMINI, 10.000 ASSUNZIONI PER PROSSIMO ANNO
Inviato da admin_CUSMA il 28/5/2010 0:33:16 (1277 letture)

Ultima ora: da ASCA - 27.05.2010

SCUOLA: GELMINI, 10.000 ASSUNZIONI PER PROSSIMO ANNO (RPT)

Il rinvio dell'apertura delle scuole al 30 settembre ''e' un'ipotesi a cui sono favorevole''. Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, in un'intervista a Panorama, in edicola domani.

Il ministro ha spiegato al settimanale come saranno utilizzati i soldi risparmiati nella scuola: ''Il primo obiettivo, con il primo miliardo e 600 milioni, gia' recuperato dalle spese inutili della sinistra, sono 10 mila nuove assunzioni nel prossimo anno''.

La Gelmini ha anticipato anche i punti cardinali della riforma dell'universita', attesa in Senato a meta' giugno.

Due mandati al massimo per i rettori, stop al nepotismo, taglio del 20 per cento dei corsi di laurea per eliminare quelli inutili, fondi per gli studenti meritevoli.

''Ci sara' - ha affermato - un codice deontologico in ogni ateneo per evitare conflitti di interessi e fenomeni di parentopoli. Sara' istituito un fondo speciale per il merito cosi' da sviluppare l'eccellenza e le doti dei migliori studenti, individuati tramite prove nazionali standard'' e i rettori ''non potranno avere piu' di due mandati. Per un massimo di otto anni, sei nel caso di mandato unico non rinnovabile''.

Dichiarazione del senatore del Pd, Antonio Rusconi, capogruppo in Commissione Istruzione “Il ministro Gelmini dimostra di non frequentare i lavori parlamentari perché nel frattempo la riforma dell’università, pur essendo uscita prima dalla Commissione istruzione del Senato, si è fatta battere nel calendario d’Aula dal dl intercettazioni e dalla riforma degli Enti lirici, tanto per dimostrare che il bavaglio ai giornali e alle inchieste della magistratura, nonché i tagli di risorse ai nostri teatri più importanti sono, per il governo Berlusconi, molto più importanti e urgenti della riforma dell’università”. Lo dichiara il capogruppo del Pd in Commissione istruzione, Antonio Rusconi. “In secondo luogo – continua il parlamentare democratico – è ormai a tutti chiaro che, dovendo la riforma passare alla Camera, quanto anticipato dalla Gelmini ai giornali non sarà realizzabile nel prossimo anno Accademico, mentre i tagli di un miliardo e 300 milioni di euro, già previsti dalla legge 133/ 2008, saranno attuabili da subito”. “Inoltre – precisa Rusconi – il Ministro si ostina a prediligere l’inizio della scuola alla data 30 settembre, vale a dire minore qualità per le famiglie, che dovranno riorganizzare, anche se per un breve periodo, la propria vita lavorativa e familiare, nonché una ulteriore dequalificazione della scuola italiana”. “Quando poi parla di 10 mila assunzioni dimentica due fatti: che avrebbe potuto applicare la legge in vigore che prevedeva 90 mila assunzioni e, ancora, che il suo governo ha già tagliato 130 mila posti di lavoro. Dunque – conclude Rusconi – questi 10 mila posti sono solo quelli liberati i dai pensionamenti”.

Ads by Google

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Aggiornamento professionale : USP di Rimini - Pubblicazione graduatorie DEFINITIVE docenti D.O.P. - a.s. 2010/2011 - Scuola secondaria di 2° grado
Inviato da admin_CUSMA il 25/5/2010 14:20:41 (883 letture)

USP di Rimini - 25.05.2010

Pubblicazione graduatorie DEFINITIVE docenti D.O.P. - a.s. 2010/2011 - Scuola secondaria di 2° grado

In riferimento all'oggetto si trasmettono:

- nota prot. 5467/C21 del 25.05.2010 dell'U.S.P. di Rimini;

- graduatorie DEFINTIVE titolari su dotazione organica provinciale (D.O.P.) - distinte per classi di concorso;
___________

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1472 bytes | Commenti?
Aggiornamento professionale : da Tecnica della scuola - Tecnici con più cattedre atipiche
Inviato da admin_CUSMA il 18/5/2010 22:10:00 (1519 letture)

Tecnici con più cattedre atipiche

di Antimo Di Geronimo

La scelta del ministero. Obiettivo: contenere i docenti a rischio esubero negli istituti riformati

Aumenta il numero delle classi di concorso atipiche negli istituti tecnici e professionali. Lo ha fatto sapere il ministero dell'istruzione con una nota emanata l'11maggio scorso (prot.4968). L'ampliamento si è reso necessario per agevolare le possibilità di ricollocazione dei docenti di ruolo a seguito delle modifiche introdotte dalla riforma. A differenza che in passato, dunque, una determinata materia o un ceppo di discipline potrà essere insegnato da docenti in possesso di abilitazioni diverse. Per esempio, la matematica negli istituti tecnici dell'indirizzo amministrativo potrà essere insegnata indifferentemente dai docenti in possesso dell'abilitazione in matematica (classe A047) matematica applicata (classe A048) e ora, dopo le modifiche dell'ultima ora, anche dai docenti di matematica e fisica (classe A049). Prima invece, ogni classe di concorso aveva un impiego determinato ed infungibile.

Sempre negli istituti tecnici, il ministero ha disposto che nell'indirizzo «amministrazione finanza e marketing» la fisica potrà essere insegnata, oltre che dai docenti in possesso dell'abilitazione specifica (classe A038) anche dai docenti di scienze (classe A060) chimica agraria (classe A012) chimica e tecnologie chimiche (classe A013). Idem per l'indirizzo «turismo». Un'altra integrazione importante riguarda tecnologie informatiche che saranno insegnate nel biennio dell'indirizzo agrario dai docenti di dattilografia (classe A075) e trattamento testi ( classe A076). Sempre nell'indirizzo «agraria, agroalimentare e agroindustria» l'insegnamento di fisica nelle ore di compresenza è stato esteso anche agli insegnanti tecnico-pratici di esercitazione agrarie (classe 5/c). Nei professionali gli insegnanti della classe 5/c potranno essere impiegati in compresenza oltre che nelle ore di fisica anche in quelle di chimica. Sempre nei professionali, un forte ampliamento della fungibilità degli impieghi riguarda i docenti di discipline plastiche (classe A022) disegno e storia dell'arte (classe A025) linguaggio per la cinematografia e per la televisione (classe A044) tecnica fotografica (classe A065) che potranno essere utilizzati per insegnare tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica. Quanto alle regole per la ricollocazione dei docenti, l'amministrazione ha rimandato alla nota del 21 aprile scorso (prot.1348) con la quale ha spiegato ai dirigenti scolastici che gli insegnamenti che trovano confluenza in più classi di concorso del pregresso ordinamento dovranno essere trattati, appunto, come insegnamenti atipici la cui assegnazione alle classi di concorso dovrà prioritariamente mirare a salvaguardare la titolarità dei docenti presenti nell'istituzione scolastica, la ottimale determinazione delle cattedre e la continuità didattica.

In presenza, nella scuola, di più di un titolare di insegnamenti atipici, i dirigenti dovranno dare la precedenza a colui o a coloro che, in relazione al numero dei posti, risulteranno collocati con il maggior punteggio nella graduatoria di istituto unificata, incrociando la varie graduatorie, nel rispetto delle precedenze di cui all'articolo 7 del contratto sulla mobilità del 16 febbraio 2010, tenendo presente, dunque, anche l'eventuale possesso dei requisiti di inamovibilità previsti dalla legge 104/92 per i disabili e per chi li assiste. In assenza di titolari da salvaguardare l'attribuzione dovrà avvenire prioritariamente, previa intesa con l'ufficio scolastico territoriale, attingendo dalle classi di concorso in esubero a livello provinciale.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
« 1 ... 34 35 36 (37) 38 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteGiu 2019Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
MARTACOCCO 10/6/2019
jcmontes 7/5/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019
Angelarosa 16/1/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale