username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
(1) 2 3 4 ... 251 »
Stampa : da "La tecnica della scuola" del 18 ago 2017
Inviato da admin_CUSMA il 18/8/2017 16:50:00 (48 letture)

Contratto scuola, la formazione obbligatoria dovrà essere gratuita e in orario di servizio

Tra i nodi da affrontare nel rinnovo del contratto della scuola c’è senza ombra di dubbio la questione controversa della formazione obbligatoria dei docenti.

Lucio Ficara - 18 Agosto, 2017


La formazione obbligatoria, permanente e strutturale dei docenti, definita dal comma 124 della legge 107/2015, non ha vincoli di ore annuali né tanto meno nel triennio e fa parte degli adempimenti connessi alla funzione docente.
Le attività di formazione sono definite dalle singole istituzioni scolastiche, in coerenza con il piano triennale dell'offerta formativa e con i risultati emersi dai piani di miglioramento delle istituzioni scolastiche previsti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 80, sulla base delle priorità nazionali indicate nel Piano nazionale di formazione, adottato ogni tre anni con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, sentite le organizzazioni sindacali rappresentative di categoria.
Nel rinnovo del contratto scuola verrà quindi proposto, dagli stessi sindacati, di modificare profondamente l’orario di servizio dei docenti riguardante le attività funzionali all’insegnamento, in modo che possano emergere le effettive ore di lavoro dei docenti riferite agli adempimenti individuali e collegiali.

segue...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2649 bytes | Commenti?
Stampa : da"La tecnicadellascuola.it" - 01 agosto 2017
Inviato da admin_CUSMA il 2/8/2017 18:23:29 (43 letture)

Gilda non firma contratto sul MOF. Parte in salita anche il CCNL?

R. Palermo - Martedì, 01 Agosto 2017

La mancata firma del contratto integrativo sul fondo di istituto da parte della Gilda potrebbe aprire un nuovo capitolo nella vicenda delle relazioni sindacali con il Miur.

D'altronde non è da oggi che la Gilda non firma accordi e contratti. Per esempio gli ultimi due contratti sulla mobilità sono stati siglati solo da Cgil, Cisl, Uil e Snals (la Gilda ha però firmato il contratto su utilizzazioni e assegnazioni provvisorie).
La sensazione è che la trattativa più importante, quella relativa al CCNL che dovrebbe aprirsi quanto prima, potrebbe riservare qualche sorpresa perchè non è affatto detto che la posizione dei sindacati del comparto scuola sia unitaria.
In realtà Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda, da noi interpellato chiarisce la situazione: "Noi non abbiamo firmato il contratto sul fondo di istituto perchè non siamo d'accordo con le modalità di utilizzo delle economie che finiranno per finanziare le reggenze dei DSGA anzichè, come sarebbe più corretto, per incrementare le voci del fondo".

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2040 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 01 agosto 2017
Inviato da admin_CUSMA il 1/8/2017 16:50:00 (47 letture)

Open in new window
Stipendi PA, la Scuola peggio di tutti e come i gamberi: in un anno -800 euro

A. Giuliani - Martedì, 01 Agosto 2017





Le retribuzioni di chi lavora nella scuola italiana si muovono come i “gamberi”: anziché salire, vanno indietro.

A rilevarlo era stato qualche giorno fa uno studio internazionale, focalizzato sugli stipendi dei docenti a livello europeo, dal quale risultava che negli ultimi sei anni gli insegnanti neo-immessi in ruolo hanno perso ben 2.500 euro.
Il 1° agosto è giunto un altro dato sconfortante, che riguarda tutta la categoria, quindi comprendente anche amministrativi, tecnici, ausiliari, dirigenti scolastici e Dsga: nel comparto pubblico, a fronte di una retribuzione media complessiva annua di 34.146 euro, la scuola si conferma il comparto più 'povero', con 28.343 euro. In cima alla piramide c’è la magistratura con ben 138.481 euro.
Il dato della scuola più sconfortante però è forse un altro: tra il 2014 e il 2015 ha perso circa 800 euro, perchè l'anno prima era a 29.130 euro. E' il peggior risultato dopo il 2007, quando gli stipendi di chi operano a scuola erano fermi a 26.532 euro.
I resoconti stipendiali annui sono contenuti nelle tabelle dell'ultimo Annuario statistico della Ragioneria generale dello Stato, che ha aggiornato i dati delle buste paga dalla PA al 2015.

segue ...

Rango: 8.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2924 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola" del 28 luglio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 28/7/2017 20:00:00 (112 letture)

Open in new window
Stretta sulle malattie, da settembre più controlli in nuove fasce: si passa a 9 ore al giorno?

Alessandro Giuliani - Venerdì, 28 Luglio 2017

Cambiano le regole per verificare lo stato di malattia del personale: lo prevede l'atto di indirizzo sul polo unico per le visite sulle assenze per malattia, previsto dalla riforma Madia.

Le novità, che dovranno tenere contro delle linee guida Inps-sindacati, entreranno in vigore dal prossimo 1° settembre, quindi con l’avvio del nuovo anno scolastico.

A riferirlo è l’agenzia Ansa, che è venuta in possesso di un’anteprima dell’atto di indirizzo nazionale: nel documento, che estende alla P.A la competenza dell'Inps, si parla di una "migliore distribuzione e copertura territoriale degli accertamenti, la riduzione dei costi anche in ragione di un'ottimale dislocazione dei medici e del contenimento dei rimborsi e delle indennità chilometriche, l'equa assegnazione degli incarichi, nonché l'incremento del numero e dell'efficienza dei controlli, utilizzando al meglio le risorse a tal fine specificatamente attribuite".

È prevista anche "un'indennità oraria base di disponibilità e maggiorazioni proporzionate al numero di visite di controllo domiciliari e ambulatoriali ed eventualmente legate a specifici obiettivi" che potranno essere previsti nelle convenzioni tra Inps e sindacati dei medici che svolgono gli accertamenti sui lavoratori dipendenti pubblici e privati assenti per malattia.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3797 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola" 26 luglio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 26/7/2017 12:55:31 (86 letture)

Intervista alla ministra Fedeli: i docenti meritano più soldi, ma anche il rispetto dei genitori

Alessandro Giuliani - Mercoledì, 26 Luglio 2017

I rapporti tra insegnanti e genitori spesso si sono deteriorati anche perché non c’è più quella forma di rispetto che si coltivava in passato.

A dirlo alla Tecnica della Scuola è la ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli: un’altra “chicca” che il nostro portale offre ai suoi lettori, trattandosi della prima intervista rilasciata ad un giornale on line specializzato.

La lunga intervista arriva nel bel mezzo di una estate, quella del 2017, che per la scuola si prospetta come un vero spartiacque: il nuovo anno scolastico, con diverse deleghe della 107/15 che entreranno a regime, porterà infatti diverse novità.

È lunga la lista degli appuntamenti da marcare in rosso. La Fedeli li ha affrontati uno a uno, spiegando la posizione del Miur e come si sta procedendo: l’ordinato avvio del nuovo anno, la prosecuzione del piano sull’edilizia scolastica e la messa a regime dell’alternanza scuola-lavoro, l'immissione in ruolo dei docenti del concorso 2016 e l'avvio del nuovo reclutamento, l'immediata assunzione di 52mila insegnanti, il rinnovo del contratto e delle graduatorie d’istituto, la mobilità dopo i problemi dell’algoritmo dell'anno scorso, le polemiche sul boom di trasferimenti al Sud grazie alla Legge 104, l’attuazione dei decreti legislativi della Buona Scuola, la stabilizzazione dei precari storici.

Ministro, lei ha detto più volte che la valorizzazione del personale scolastico è legata a doppio filo al rinnovo del contratto. L’accordo, però, si fa in due e i sindacati pretendono più soldi da parte del Governo: come se ne esce?

Il ruolo delle insegnanti e degli insegnanti, cui spetta il compito centrale e delicato di guidare le nuove generazioni nel domani, è importante e come tale va riconosciuto. Anche economicamente. In questi ultimi anni, dall’approvazione della Buona Scuola in poi, sono state messe in campo risposte importanti sul personale della scuola: il piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato, il successivo concorso, le nuove regole, contenute in uno dei decreti attuativi della Buona Scuola, per l’accesso all’insegnamento nella scuola secondaria, il Piano per la formazione. Adesso è il momento di sbloccare, dopo otto anni di attesa, il rinnovo del contratto.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 9013 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 17 luglio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 18/7/2017 1:36:11 (58 letture)

Open in new window
Modello B, la sua compilazione sta diventando una telenovela!

Lucio Ficara - Lunedì, 17 Luglio 2017


Ci vengono segnalati alcuni malfunzionamenti del sistema delle Istanze OnLine del Miur, per quanto riguarda la compilazione del modello B.
Diversi aspiranti per l’inserimento nelle graduatorie di II e III fascia per le supplenze dei docenti ci segnalano che l’indirizzo di posta elettronica del docente aspirante, che viene stampato nella prima pagina del modello B, non viene riportata qualche lettera. Il sistema consente di riportare indirizzi di posta elettronica con un massimo di 27 caratteri, quelli superiori ai 27 caratteri vengono trascritti nel modello B con qualche lettera mancante.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3865 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 12 luglio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 13/7/2017 15:25:23 (84 letture)

Chiamata diretta, 426 presidi dicono no alla Fedeli: ci pensino gli Usr, abbiamo troppi problemi

A. Giuliani - Mercoledì, 12 Luglio 2017


Cara ministra, noi quest’anno la scelta dei docenti per chiamata diretta non la faremo: ci pensino gli Uffici Scolastici Regionali.
E' questo il senso della lettera di protesta inviata alla ministra Fedeli da 426 dirigenti scolastici.
"I sottoscritti dirigenti scolastici dichiarano la propria inerzia e quindi non procederanno alla chiamata diretta, lasciando che siano gli uffici scolastici territoriali a procedere alle assegnazioni dei docenti".
La lettera di protesta è stata resa pubblica il 12 luglio, spiega l’Ansa. "Vogliamo essere dirigenti scolastici, non sceriffi - prosegue la missiva - né ufficiali sanitari né capri espiatori per le inadempienze degli enti locali relative alla sicurezza".

segue ...



Rango: 9.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1759 bytes | Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi" azienda scuola - 11.07.2017
Inviato da admin_CUSMA il 11/7/2017 19:32:01 (47 letture)

Ok alle cattedre orarie esterne anche tra ambiti diversi
Purché venga rispettato il criterio della vicinanza


di Marco Nobilio


Via libera del ministero dell'istruzione alla costituzione di cattedre orario esterne anche tra ambiti diversi. Secondo quanto risulta a ItaliaOggi, l'amministrazione centrale ha autorizzato tutti gli ambiti territoriali provinciali, tramite gli uffici scolastici regionali, ad effettuare i completamenti delle cattedre orario esterne (le cosiddette Coe) anche tra ambiti diversi. Il provvedimento, che sarà utile in modo particolare in sede di compilazione dell'organico di fatto, non fa altro che applicare la normativa vigente in fatto di cattedre costituite con spezzoni ubicati in comuni diversi. Il vincolo dell'ambito, che era stato introdotto quest'anno, infatti, da una parte non garantisce il criterio di vicinanza tra scuole (vi sono alcuni ambiti che si estendono su territori che arrivano ad oltre 3 mila chilometri quadrati) e dall'altra esclude la possibilità di costituire cattedre con scuole vicine se ubicate in ambiti diversi che confinino tra loro.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5603 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola" 10 ago 2017
Inviato da admin_CUSMA il 11/8/2017 9:35:26 (37 letture)

Open in new window
Reclutamento, ecco il decreto Miur per acquisire i CFU: tutte le info

Fabrizio De Angelis - Giovedì, 10 Agosto 2017

Dopo mesi di attesa, la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, ha siglato il decreto con le modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari o accademici (Cfu/Cfa) necessari alle laureate e ai laureati non abilitati all’insegnamento per poter partecipare al prossimo concorso per l’ingresso nella scuola secondaria che sarà bandito nel 2018 in base alle nuove regole previste da uno dei decreti attuativi della Buona Scuola.
Lo fa sapere il Miur con un comunicato, che quindi regola finalmente la questione dei CFU, al centro di polemiche nei precedenti mesi.

Adesso i candidati dovranno possedere nel curriculum di studi 24 crediti formativi universitari o accademici (acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle materie didattiche.

Il decreto firmato oggi fornisce elementi utili per verificare come e dove integrare, se necessario, i propri crediti formativi universitari.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4745 bytes | Commenti?
Stampa : da"La tecnicadellascuola.it" - 2 agosto 2017
Inviato da admin_CUSMA il 2/8/2017 18:15:18 (72 letture)

Assunzioni docenti 2017 nel caos: rischio ricorsi e ripetizioni

A. Giuliani - Mercoledì, 02 Agosto 2017

Le operazioni di immissioni in ruolo "stanno procedendo in una situazione caotica".

La denuncia arriva dalla Gilda degli Insegnanti che, attraverso le proprie sedi provinciali, registra "innumerevoli disagi aggravati dall'emergenza caldo che rischia di provocare malori tra docenti e personale degli uffici amministrativi".

"I tempi ristretti fissati dal Miur stanno costringendo a tour de force estenuanti: in alcune province come Reggio Calabria e Latina, soltanto per citarne alcune, le procedure iniziano alle 8 e si protraggono fino a notte inoltrata in aule sovraffollate e caldissime. In Puglia i docenti non hanno avuto neanche 24 ore di tempo per presentarsi alle nomine - spiega la Gilda - perché l'elenco delle convocazioni è stato pubblicato ieri alle 19 nel sito dell'Usr per questa mattina. È assurdo che precari in attesa da anni debbano sudare così fino all'ultimo per ottenere la tanto agognata cattedra".

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1931 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola" del 29.07.2017
Inviato da admin_CUSMA il 29/7/2017 18:02:40 (134 letture)

Aumenti, nuovi orari, permessi e assenze malattia: sindacati convocati all’Aran

Alessandro Giuliani - Sabato, 29 Luglio 2017

Mercoledì 2 agosto è previsto un incontro per lo sblocco dei contratti in tutto il pubblico impiego tra parte pubblica e sindacati.

L’incontro si svolgerà all'Aran, l'Agenzia che rappresenta il governo nelle negoziazioni, che ha convocato i sindacati confederali per discutere di rinnovo in tutti e quattro i comparti, dopo che è già partita la trattativa sugli statali in senso stretto (ministeriali, dipendenti delle agenzie fiscali e di enti pubblici non economici come Inps o Inail).

Nel corso dell’incontro si cercherà di tracciare una road-map per il proseguimento dei negoziati, condividendo le linee guida generali per i nuovi contratti. Tra le questioni trasversali ai comparti ci sono, oltre alle risorse, i capitoli relativi a orari e ferie, nonché la revisione dei permessi e delle assenze per malattia nonché sui controlli.

"L'avvio della nuova stagione contrattuale è per tutti e vogliamo fare il punto prima della pausa estiva, mettendo al centro i temi generali", ha detto il presidente dell'Aran, Sergio Gasparrini.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2259 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 27 luglio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 28/7/2017 15:16:15 (55 letture)

Scelta della scuola, vengono prima i neoassunti o le assegnazioni provvisorie?

Lucio Ficara - Giovedì, 27 Luglio 2017


Sono in tanti a porsi la seguente domanda: “I neoassunti sceglieranno la scuolal, prima o dopo le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie?”.

Dal cronoprogramma notificato dal Miur, in cui si specifica l’intenzione di mettere in moto tutta la macchina della chiamata per competenze, sembrerebbe che già i primi giorni di agosto gli Uffici provvederanno tempestivamente all’assegnazione della sede ai docenti titolari di precedenze, dal 7 agosto all’individuazione per competenze da parte del dirigente scolastico che dovrà concludersi, inderogabilmente, entro il 12 agosto, con l’inserimento a sistema, da parte del dirigente scolastico degli incarichi conferiti e infine dal 16 agosto, provvederanno all’assegnazione alle scuole dei docenti che non risultino essere stati individuati dal dirigente scolastico o che avranno rifiutato la proposta di incarico sulla base degli elenchi con le proposte di incarico che saranno resi disponibili dal Gestore del SIDI entro il 14 agosto.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2661 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola" del 24 luglio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 25/7/2017 16:50:00 (19 letture)

Più soldi pubblici alle scuole paritarie, Giuliani: perchè allora il Fis alle scuole statali rimane dimezzato?

Redazione - Lunedì, 24 Luglio 2017

“Dare più i soldi alle paritarie fa discutere, soprattutto perché alle scuole statali i finanziamenti sono stati tagliati: lo stesso Fondo d’Istituto rimane dimezzato rispetto al 2011”.

A dirlo a Radio Cusano è stato Alessandro Giuliani, direttore della Tecnica della Scuola, il 24 luglio nel corso della trasmissione “L’angolo del direttore”.

Giuliani ha ricordato che attraverso il Fis si incentivano una serie di attività extra-didattiche fondamentali, come le cosiddette funzioni strumentali, i progetti, le visite culturali e altro: ridurre i finanziamenti per queste attività, come è stato fatto in modo drastico negli ultimi anni salvo recuperarli parzialmente, significa ridimensionare un bel pezzo di offerta formativa.

Intanto, le dichiarazioni del sottosegretario all’Istruzione, Gabriele Toccafondi, sui 500 milioni di euro accreditati in questi giorni alle paritarie, non sembrano aver convinto molto gli addetti ai lavori.

La Gilda degli Insegnanti ha avuto da ridire, ricordando che gli stipendi dei docenti sono tra i più bassi in Europa e che invece i finanziamenti alle paritarie sono in aumento.

Anche la Rete degli Studenti è stata molto critica, ricordando che in diversi casi si finanzia un sistema che diploma studenti non sempre preparati. A questo proposito – è stato ricordato dalla redazione di Radio Cusano –ci sono delle indagini in corso su studenti che cambierebbero addirittura residenza per spostarsi nei territori dove sono collocate le scuole paritarie meno “severe”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3837 bytes | Commenti?
Stampa : da "La tecnicadellascuola.it" del 14 luglio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 15/7/2017 15:49:33 (22 letture)

Graduatorie d'istituto, Istanze Online bloccato: il sistema è andato in tilt

F. De Angelis - Venerdì, 14 Luglio 2017


Tantissimi lettori ci hanno segnalato l'impossibilità di entrare su Istanze Online per le operazioni delle graduatorie d'istituto. (compilazione modello B)

Infatti, come abbiamo scritto in precedenza, dalla giornata di oggi, 14 luglio, fino al 25 luglio, i candidati possono scegliere le 20 scuole, mediante il modulo: “GdI Personale Docente ed Educativo - Modello B a.s. 2017/20 II/III fascia”.

Il problema sembrerebbe essere riconducibile ad un sovraccarico di sistema, che ha visto prima una sorta di "sdoppiamento"del modello B, risolto poi in mattinata, poi, nelle ultime ore, l'impossibilità ad accedere alla piattaforma Istanze Online.

Certamente, come spesso accade, la piattaforma è andata in tilt per l'eccessivo numero di utenti collegati contemporaneamente.
Senza contare il fatto che, come abbiamo già riportato, la mole di domande pervenute per l'aggiornamento delle graduatorie di istituto è arrivato a 700 mila, un numero certamente enorme, superiore alle previsioni.

Pertanto, il consiglio che possiamo dare è quello di ritentare in serata o nei prossimi giorni, in modo da far respirare un sistema che, ancora una volta, non riesce ad essere impeccabile.

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da"Latecnicadellascuola.it" - 12 luglio 2017
Inviato da admin_CUSMA il 12/7/2017 17:50:00 (89 letture)

Cattedre orario esterne: titolarità con 6 ore su tre scuole, ambiti diversi, distanti oltre 30 chilometri

A. Giuliani - Mercoledì, 12 Luglio 2017

Stavolta ariva una notizia che per i docenti della scuola pubblica ha un sapore particolare: potremmo dire "dolce-amaro".

Stiamo parlano delle cattedre orario esterne, quelle che non fanno perdere titolarità ma a un prezzo che potrebbe essere alto.
A fornire la notizia è stato il quotidiano ItaliaOggi, che parla di “via libera del ministero dell'istruzione alla costituzione di cattedre orario esterne anche tra ambiti diversi”, con “l'amministrazione centrale che “ha autorizzato tutti gli ambiti territoriali provinciali, tramite gli uffici scolastici regionali, ad effettuare i completamenti delle cattedre orario esterne (le cosiddette Coe) anche tra ambiti diversi”.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3182 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 251 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteAgo 2017Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
upusib 20/8/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale