username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Open in new window

Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
La sede è aperta LUNEDì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 0541 1566905
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
RSS Feed
(1) 2 3 4 ... 329 »
Stampa : da "Corriere Romagna - ed. Forlì-Cesena"
Inviato da admin_CUSMA il 25/1/2022 14:10:00 (120 letture)

25 gennaio 2022 - EMERGENZA COVID: VIAGGIO NEL MONDO DELLA SCUOLA

I prof: "Stiamo perdendo i ragazzi, con Did e Dad si coltiva l'ignoranza"

Si distraggono più facilmente e oscurando lo schermo del computer finiscono per dedicarsi a tutt'altro. Si porteranno indietro tanti buchi.

GLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO
"Ognuno è chiuso nella sua bolla e per gli alunni diversamente abili la mattinata a casa è fonte solo di nuova esclusione"

***********************************************

Rimini: QUARANTENA FINITA, la Dad continua. Genitori accusano, la preside si difende

"Bambini a casa inutilmente" La dirigente (Camporesi): "La scuola non fa servizio di babysitteraggio".

***********************************************

Rimini: Gli abbandoni scolastici sono raddoppiati. Triplica l'homeschooling
I danni della pandemia: c'è chi lascia per paura di non farcela e chi perchè ritorna nel paese della famiglia di origine.
In ottanta si sono allontanati dagli istituti riminesi: per 26 bambini l'avvio dell'istruzione al proprio domicilio.

I contaggi covid di ieri in Romagna:

+ 1380 in provincia di Forlì-Cesena e 4 decessi (7 in terapia intensiva, -2);

+ 1147 in provincia di Rimini e 7 decessi (12 in terapia intensiva, invariati).

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 14:54:04 (125 letture)

Aumento esponenziale dei contagi da Covid-19, preoccupa in vista della riapertura delle scuole

di L. Ficara - 27/12/2021

I numeri del covid-19 sono impetuosi e l’aumento di contagi è sotto gli occhi di tutti, ma quello che è peggio non sono i numeri odierni, ma la prospettiva di un aumento esponenziale dei casi di positività in coincidenza con la riapertura delle scuole, una volta terminate le feste.

Il bollettino di oggi descrive un numero di casi di positività pari a 30810 con un tasso percentuale del 9% rispetto i tamponi fatti, ovvero un positivo ogni 11 tamponi effettuati.

La preoccupazione cresce
La situazione non è affatto tranquillizante e il rientro a scuola, già dal prossimo 7 gennaio 2022, preoccupa gli addetti ai lavori.

Rino Di Meglio, Coordinatore nazionale della Gilda Insegnanti, scrive su Facebook: “L’esplosione dei contagi tra bambini ed adolescenti dovrebbe indurre ad una riflessione urgente sulle misure di sicurezza adottate nelle scuole. La retorica è inutile”.

I numeri gravosi del Covid-19, che in questi giorni aumentano con una certa continuità, fanno ricordare al Presidente ANP Lazio Mario Rusconi, che “da troppi anni la scuola italiana è stata abbandonata al proprio destino, evidentemente perché la politica non la ritiene importante o prioritaria. Nella fattispecie pandemica, ancora una volta la scuola rappresenta l’anello debole del sistema. Le precauzioni e i presidi all’interno delle scuole sono ferrei e funzionano, grazie al duro lavoro degli insegnanti, del personale Ata e dei dirigenti. Purtroppo all’esterno non è così. Continuano gli assembramenti per le strade, nei negozi, nelle diverse attività ricreative, tra la gente. I mezzi pubblici non sono aumentati e anche li la calca è sotto i nostri occhi. Gli edifici scolastici sono rimasti gli stessi e le classi pollaio non sono scomparse”.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2872 bytes | Commenti?
Stampa : da "Il Sole 24 Ore"
Inviato da admin_CUSMA il 23/12/2021 15:40:41 (71 letture)

C’È TEMPO FINO AL 28 GENNAIO PER INDIVIDUARE IL PERCORSO GIUSTO

di E. Bruno e C. Tucci - 22 dicembre 2021

A differenza dello scorso anno, è necessario che la famiglia sia in possesso di una identità digitale: si potrà accedere al sistema utilizzando le credenziali Spid

Per 1,4 milioni di famiglie e studenti è entrata nel vivo la procedura per le iscrizioni online al prossimo anno scolastico, il 2022/23. Da ieri infatti i genitori, collegandosi al portale del ministero dell’Istruzione (www.istruzione.it/iscrizionionline/), potranno accedere al sistema per abilitare la funzione «Iscrizioni on line». Per farlo, tuttavia, a differenza dello scorso anno, è necessario che la famiglia sia in possesso di una identità digitale: si potrà accedere al sistema utilizzando le credenziali Spid (sistema pubblico di identità digitale), Cie (carta di identità elettronica) o Eidas (electronic identification authentication and signature). I genitori o coloro che esercitano la responsabilità genitoriale potranno individuare la scuola d’interesse attraverso il portale «Scuola in Chiaro», messo a disposizione dal ministero per dare informazioni dettagliate su ciascun istituto. Per l’iscrizione vera e propria alle prime classi di primaria, medie e superiori ci sarà tempo dalle ore 8 del 4 gennaio alle ore 20 del 28 gennaio. Per tutti gli studenti delle classi intermedie il passaggio alla classe successiva avviene d’ufficio a cura della scuola.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6762 bytes | Commenti?
Stampa : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2021 14:58:24 (51 letture)

OBBLIGO VACCINALE: ESTESO ANCHE A PERSONALE SCUOLA ASSENTE PER LEGITTIMI MOTIVI. LE ECCEZIONI E IL CASO MALATTIA

di Redazione - 20 dicembre 2021

Obbligo vaccinale per il personale scolastico: il Ministero, con una nota in cui esprime dei PARERI su alcuni aspetti del DL 172/2021 introduce degli elementi di novità rispetto alla precedente nota del 7 dicembre 2021. Il caso del personale coinvolto e il caso della “malattia”.

Obbligo vaccinale a scuola dal 15 dicembre 2021

Riguarda il personale scolastico

- del sistema nazionale di istruzione (quindi scuole statali e paritarie)
delle scuole non paritarie
- dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65
- dei centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA)
- dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale (IeFP)
- dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (ITS)

QUI IL DECRETO LEGGE IN GAZZETTA UFFICIALE [PDF]
https://www.orizzontescuola.it/wp-cont ... eto_GU_Obbligo_Scuola.pdf

E’ stato introdotto a partire dal 15 dicembre 2021 dal decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172 che ha modificato l’art. 4 del decreto-legge 1 aprile 2021, n. 44.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5273 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 8/12/2021 22:07:56 (42 letture)

Personale esentato dall’obbligo vaccinale, il Dirigente scolastico dovrà adibirlo ad altre mansioni

di L. La Gatta - 08/12/2021

Dal 15 dicembre entra in vigore l’obbligo vaccinale. Ma ci sono soggetti che, per motivi di salute, non possono essere sottoposti alla vaccinazione.

Per questi, la vaccinazione può essere omessa o differita “in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale, nel rispetto delle circolari del Ministero della salute in materia di esenzione dalla vaccinazione anti SARS-CoV-2”.

La validità e la possibilità di rilascio delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, senza necessità di nuovo rilascio di quelle già emesse, al momento è fissata al 31 dicembre 2021.

In proposito, il MI, con nota del 7 dicembre, ha precisato che, al fine di evitare il rischio di diffusione del contagio, “il dirigente scolastico adibisce detto personale, per il periodo in cui la vaccinazione è omessa o differita, a mansioni anche diverse, senza decurtazione della retribuzione“.

Questo significa che ad esempio un docente esentato dall’obbligo vaccinale non potrà più svolgere la propria funzione, ma dovrà essere spostato ad eseguire altre attività meno rischiose per la salute pubblica. Sarà quindi ritenuto temporaneamente inidoneo allo svolgimento della professione docente, ma idoneo ad altri compiti? Con quali modalità dovrà avvenire lo spostamento ad altre mansioni? Come dovrà essere sostituito il personale in questione? A queste domande la circolare del Ministero non dà risposte.

CIRCOLARE MINISTERIALE SU OBBLIGO VACCINALE
https://www.tecnicadellascuola.it/wp-c ... .0001889.07-12-2021-1.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2021 18:17:54 (51 letture)

Open in new window
Sciopero scuola, Di Meglio: Tutti in piazza per difendere dignità professionale

di Redazione - 07/12/2021

Dopo l’assemblea della Flc Cgil, si è svolta questa mattina quella della Gilda-Unams. Migliaia di lavoratori della scuola hanno partecipato all’incontro a tre giorni dallo sciopero nazionale proclamato dalle sigle sindacali e che vedrà manifestare anche alcuni comparti della scuola:

“Invito tutto il personale scolastico ad aderire con convinzione allo sciopero del 10 dicembre perché l’elenco di motivi per i quali è stata proclamata questa mobilitazione è molto lungo e riguarda non solo gli aspetti economici, ma anche quelli normativi legati al rinnovo del contratto”. Questo l’appello rivolto da Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Federazione Gilda-Unams.

“La nostra categoria è vittima da anni di un impoverimento costante che grida vendetta – ha sottolineato Di Meglio – soprattutto se consideriamo la forbice retributiva di 350 euro tra i dipendenti della scuola e quelli degli altri settori del pubblico impiego. Se è vero, come sostiene la politica, che la scuola è il motore del Paese, lo si dimostri quando arriva il momento di investire risorse. Dobbiamo lottare per un ottenere un contratto decoroso, perché la dignità professionale passa anche attraverso il giusto riconoscimento economico. Non è un caso che, poco dopo la ripresa delle attività didattiche in presenza, si siano registrati nuovi episodi di aggressioni ai docenti da parte dei genitori che, evidentemente, nutrono una considerazione assai scarsa verso gli insegnanti”.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3459 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 1/12/2021 17:30:00 (89 letture)

Open in new window L’ACCANIMENTO DELLA CONFUSIONE: IN MENO DI 24 ORE SCONTRO FRA CIRCOLARI

di P. Almirante - 30 nov 2021



Cambiano ancora le regole per le quarantene a scuola, ma non muta la confusione alla quale siamo, purtroppo, abituati. Infatti, se fino a ieri sera vigeva il protocollo dell’8 novembre, una circolare nella tarda serata lo annullava per specificare che basta un solo un contagio in classe e tutti i compagni devono restare a casa in isolamento.

Tutti d’accordo, ma anche chi più e chi meno, e via coi commenti e le precisazioni, le spiegazioni e le verifiche per sottolineare e chiarire, nell’intera giornata di oggi, le nuove direttive del Governo in ambasce perché sarebbe già arrivata in Italia la nuova variante sudafricana del virus, la famigerata Omicron, e dunque la obbligata novità protocollare per proteggere alunni e prof, dirigenza e personale delle scuole dai contagi.

E invece? E invece, neanche il tempo di terminare la sfilza delle notizie e neanche il tempo di posizionarsi con le nuove norme, e pensiamo ai presidi e ai docenti che si erano preparati alle nuove strategie dettate dalla circolare, che nel tardo pomeriggio di oggi, ovvero meno di 24 ore dopo l’annuncio del nuovo protocollo, arriva il ripensamento: “alla luce delle indicazioni della struttura commissariale si intendono conseguentemente superatele disposizioni di cui alla precedente circolare”. Tradotto: ci siamo sbagliati, ritorniamo nella vecchia trincea dell’8 novembre.

segue su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3642 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/11/2021 23:33:31 (64 letture)

Obbligo del vaccino a scuola. La norma vale anche per chi si trova in congedo?

di L. Ficara - 27/11/2021

’obbligo del vaccino per tutti gli operatori della scuola, docenti, personale Ata, Dsga e dirigenti scolastici, è una norma che potrebbe coinvolgere non solo il personale in servizio, ma anche quello che si trova in congedo con retribuzione. Ma la norma non specifica i casi particolari di docenti che non entrano a scuola perché stanno svolgendo un dottorato di ricerca a distanza o si trovano in congedo straordinario per assistenza al familiare gravemente malato.

Congedo legge 104 e vaccini obbligatori

Un docente non vaccinato che si trova nei prossimi mesi in congedo straordinario per assistenza al genitore gravemente disabile, quindi pagato al 100%, sarà obbligato a vaccinarsi per evitare la sospensione dal servizio oppure non riceverà sanzioni? Il dl 172 del 26 novembre 2021, all’art.2, estende l’obbligo vaccinale a tutto il personale scolastico, ma lo riferisce in più passaggi allo svolgimento dell’attività lavorativa, lasciando intendere che, chi non svolge l’attività lavorativa, come chi si trova in congedo, possa non essere sospeso o sanzionato.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3458 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2022 13:24:35 (101 letture)

Il ministro Bianchi e le novità su attività scolastiche e Covid – Diretta ore 14

di Redazione - 19/01/2022

La Commissione Cultura della Camera svolgerà oggi mercoledì 19 gennaio alle 14.00 l’audizione del Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, sull’organizzazione delle attività scolastiche nell’attuale contesto di pandemia di Covid-19.

La Tecnica della Scuola seguirà l’audizione in diretta sui propri canali social, Facebook e Youtube.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 14:50:09 (111 letture)

Bianchi: scuola in presenza, ma i sindaci possono disporre chiusure isolate

di P. Almirante - 28/12/2021

La conta dei contagi non è rassicurante. Tra gli under 20 ci sarebbe un oltre 26% positivo, mentre i vaccinati tra i ragazzi tra 12 e 19 anni avrebbero raggiunto la quota di 3,7 milioni; e tra i 5 e gli 11 anni si sarebbe arrivati a 170 mila bambini. Di contro, le classi in quarantena sarebbero già oltre diecimila con un grosso punto interrogativo al rientro delle vacanze di Natale, tanto che si è disposto l’uso delle mascherine Ffp2 per arginare meglio la circolazione del virus.

Di fronte a questi numeri il ministro Patrizio Bianchi dichiara che indietro non si torna: “la scuola deve essere in presenza. Ci vuole la responsabilità di tutti, ma questo è il nostro obiettivo e questo faremo”.

Ciò che potrà essere possibile, e ciò a discrezione dei sindaci, dopo le Feste si potranno adottare solo micro-chiusure: “laddove ci sono condizioni straordinarie, con focolai isolati, i presidenti di regione e sindaci possono disporre chiusure isolate, non diffuse, e allo scopo di verificare lo stato in quel cluster”.

“Prima della chiusura festiva – ha detto pure Bianchi- avevamo un numero di bambini e ragazzi positivi molto controllato, 0,5% su un totale di 8 milioni”. Le Regioni concorderanno con la struttura commissariale dei “programmi specifici” per il tracciamento, in particolare per dare certezze ai bambini più piccoli, non vaccinati.

In ogni caso, gli operatori della scuola chiedono maggiori protezioni e in modo particolare che si disponga, prima del rientro, l’uso delle mascherine Ffp2 nelle scuole per tutti, alunni e personale. Per ora si è fermi al parere contrario, espresso a maggio dal Cts, che considerò non consigliabile l’uso prolungato delle mascherine, mentre il sindacato Anief chiede il ritorno in dad a gennaio per poi valutare se finire l’anno con metà allievi in presenza e metà a casa in dad.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2021 15:08:15 (51 letture)

Legge di bilancio, ancora ritardi; incertezza sulle misure per la scuola

di R. Palermo - 20/12/2021

La seduta della Commissione Bilancio del Senato prevista per le 11.30 è stata sconvocata.
Si sarebbe dovuti entrare nel vivo dell’esame della manovra finanziaria ma, evidentemente, ci sono ancora questione irrisolte o sulle quali, comunque, non è stato raggiunto un accordo fra le diverse forze politiche.


Per quanto riguarda le misure che riguardano la scuola non dovrebbero esserci problemi sull’incremento delle risorse per la proroga dei contratti Covid del personale Ata e di quelle per la valorizzazione della professionalità docente.
Non è invece ancora chiaro cosa ne sarà delle proposte per la cancellazione dei vincoli alla mobilità, molto attese da decine di migliaia di docenti.
In discussione c’è anche la questione della immissione in ruolo dei docenti specializzati che si trovano nella prima fascia delle GPS: la misura servirebbe a ridurre in modo significativo il numero delle cattedre di sostegno scoperte.
Per il momento la Commissione Bilancio è convocata per le ore 16; una ulteriore seduta è prevista per le 20.30; domattina si va in aula.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 14/12/2021 12:20:00 (74 letture)

Open in new window
Obbligo vaccinale, prof no vax in cerca dello stratagemma o rassegnati alla sospensione

di D. Di Frangia - 14/12/2021

Scatterà domani, 15 dicembre, l’obbligo vaccinale per tutto il personale scolastico. Un provvedimento che va a colpire una piccola fetta di lavoratori, visto che il 94% è già vaccinato. Ma come vedremo, quel 6% risulta abbastanza agguerrito nel non ricevere la somministrazione, a costo di subire danni di non poco conto. Tra sospensioni dello stipendio certe ed escamotage cercati ad arte, ognuno si arrangerà come può.

Come riporta ‘Repubblica’ di oggi, ci sono diverse storie di docenti a caccia dello stratagemma utile per evitare il vaccino. C’è chi è pronta a rimanere senza stipendio sperando poi nel ricorso presentato dal sindacato. Ci sono alcuni comitati che tracciano la strategia: pretendere dal preside una raccomandata di richiesta di regolarizzazione, ritirarla dopo un mese, poi si hanno 5 giorni di tempo per rispondere, altri 20 per presentare la prenotazione del vaccino, più tre per comunicare di averlo fatto.

[segue ...]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2363 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2021 18:30:00 (61 letture)

Open in new window I candidati non sanno scrivere: e al concorso passano 88 su 1.500

di P. Almirante - 07/12/2021

All’atto della correzione dei compiti per il concorso in magistratura, svoltosi dal 12 al 16 luglio 2021, da 310 posti, su 5.827 candidati hanno consegnato il test 3.797, ma la maggior parte è stata poi bocciata alla prova scritta, con l’amara considerazione che la maggior parte dei candidati, tutti laureati, non sa scrivere.

Anche se le correzioni sono ancora in corso, i numeri parlerebbero chiaro, sottolinea Il Messaggero: “Alla data del 2 dicembre la commissione ha esaminato 1532 buste (ognuna contiene due elaborati) e sono stati definiti idonei solo 88 di questi”.
Il motivo? Gli aspiranti magistrati non sanno scrivere, facendo evidenziare che, oltre alle lacune tecniche, ci sono quelle grammaticali e sintattiche. E dunque la selezione rallenta a causa dell’elevato numero di respinti.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3083 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 3/12/2021 17:47:04 (49 letture)

La scuola delusa dal Governo Draghi e per gli studenti Bianchi ha fallito: il 10 dicembre sarà sciopero, anche i presidi in piazza

di A. Giuliani - 03/12/2021

Il mondo della scuola sembra sempre più entrare in rotta di collisione con il Governo Draghi: le Legge di Bilancio in dirittura d’arrivo non piace e anche il piano di ripartizione dei fondi dell’istruzione del Recovery found, oltre 17 miliardi, non convince. Allo sciopero del personale del prossimo 10 dicembre, proclamato da quasi tutti i sindacati maggiori e minori, tranne la Cisl, si sta aggiungendo il malcontento degli studenti: alcune scuole sono state infatti occupate e nella giornata del 3 dicembre è arrivata l’adesione di alcune sigle studentesche alla protesta di venerdì 10. Quel giorno daranno il loro sostegno nelle piazze e lo faranno anche in occasione degli Stati Generali della scuola, che sono stati lanciati nelle piazze del 19 novembre, con l’obiettivo di immaginare e costruire una nuova idea di scuola, assieme a tutto il mondo del sociale.

Le voci degli studenti
“Accogliamo con favore e sosteniamo lo sciopero generale del personale scolastico convocato da numerose sigle sindacali”, ha detto Luca Redolfi, coordinatore nazionale dell’Unione Degli Studenti.
“Il 10 – ha detto Redolfi – saremo a fianco di tutto il personale della scuola a gridare che urge cambiare rotta e ripensare un altro modello di scuola, differente per tutte le componenti sociali che lo vivono”.
“Un ministro che pensa di mandare studentesse e studenti in azienda già alle elementari ma non fa nulla riguardo le classi pollaio e il benessere psicologico è un ministro che ha fallito – continua Ludovico Ottolina, dell’esecutivo nazionale – È il fallimento di un intero sistema pedagogico che sta divenendo sempre più succube alle esigenze del mercato, non fornendo capacità e strumenti nella costruzione di un pensiero critico e distruggendo il ruolo trasformativo dei luoghi della formazione”.

I dirigenti manifestano il 6 dicembre
La mobilitazione non risparmia i presidi: sempre in queste ore, Dirigentiscuola ha proclamato lo stato di agitazione e la “disobbedienza civile“.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 30/11/2021 16:44:44 (97 letture)

Open in new window
DIRETTA – Bianchi presenta Pnrr: tanti soldi sulla riforma scuola. E gli stipendi?

di Carla Virzì - 30/11/2021

Oggi martedì 30 novembre, il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, insieme alla Ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, alla Ministra per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, e alla Ministra per gli Affari Regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, presenterà alla stampa le prime misure del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) relative al settore Istruzione.

Un piano già illustrato nei mesi scorsi, su cui oggi probabilmente si scenderà nel dettaglio.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2702 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 329 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteMag 2022Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

margof51


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale