username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
RSS Feed
(1) 2 3 4 ... 306 »
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 25/9/2020 23:40:00 (5 letture)

Graduatorie provinciali (GPS): l'On. Villani (M5S) chiama in causa Lucia Azzolina

di R. Palermo - 25/09/2020
Che le Graduatorie provinciali per le supplenze non siano la soluzione per i problemi del precariato è ormai assodato: troppi gli errori e troppe le incongruenze.

E troppe anche le situazioni paradossali: in alcune province gli uffici periferici del Ministero (clamoroso il caso di Napoli) sono stati costretti a ritirare le graduatorie già pubblicate, mentre in altre le convocazioni sono andate letteralmente deserte.
Tanto che anche fra i parlamentari del M5S (partito dell'Azzolina) serpeggia il malcontento.
E così la deputata pentastellata Virginia Villani ha deciso anche di predisporre una interrogazione rivolta appunto alla ministra Azzolina.

“Per le GPS – afferma Villani – nonostante la possibilità di ricorso davanti ai giudici, non è stato previsto un periodo transitorio per eventuali integrazioni o ricorsi avversi a punteggi troppo bassi o troppo alti di eventuali concorrenti: i candidati possono solo chiedere all'UAT (ex provveditorato) in autotutela d’intervenire per l’eventuale correzione”.

“Diverse sigle sindacali – prosegue Villani – hanno chiesto al Ministero una finestra di almeno 3 giorni in cui dare la possibilità a chi ha necessità d’integrare la domanda di poterlo fare oppure di segnalare anomalie o richieste di verifica su eventuali punteggi assegnati in automatico dal sistema sulla base di un’autocertificazione, evitando così anche la necessità di dover andare davanti al Tar, in un periodo in cui anche adire le vie giudiziarie è complicato a causa della pandemia da virus Covid-19. Sarebbe profondamente ingiusto, andando a falsare la stessa creazione della Gps, vedersi superati per un mero errore tecnico o umano”.

A questo punto, in considerazione dei molteplici problemi sollevati da più parti, la parlamentare del M5S ha deciso di chiedere alla Ministra di “valutare la riapertura delle graduatorie, andando ad attingere, se necessario, da quelle d’istituto per coprire le cattedre vacanti almeno sino a quando non siano correttamente cristallizzate le graduatorie provinciali per le supplenze”.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 23/9/2020 23:10:00 (23 letture)

Contro il Covid cento ore di formazione gratuite per docenti e dirigenti, una nuova piattaforma digitale

di Redazione - 23/09/2020

Una piattaforma digitale gratuita fruibile h24 con cento ore di lezioni free, tra video, materiali e altre risorse, per incidere sul cambiamento organizzativo e didattico della scuola stravolta dai nuovi bisogni indotti dalla pandemia: è questa la nuova offerta formativa della Tecnica della scuola.

L’iniziativa nazionale, denominata “Progettare una scuola nuova”, è rivolta a oltre un milione di docenti e alle migliaia di dirigenti scolastici della scuola statale e paritaria di ogni ordine e grado.

Nella nuova scuola segnata dalla perdita del compagno di banco, dal divieto degli abbracci e dalla scomparsa dei sorrisi dietro una mascherina, la pedagogia fa fatica a resistere, se non fosse che la voglia di ripresa tra i docenti e i dirigenti è talmente forte da vincere su qualunque difficoltà. Così la scuola torna al centro dell’attenzione della nostra società e lo fa con uno straordinario investimento di energie da parte di tutti.

La Tecnica della scuola voleva esserci, come fa da oltre settant’anni, al fianco di docenti, dirigenti e di tutto il personale scolastico che oggi davanti all’emergenza sanitaria si spaura ma non si ferma.

Come fruire della piattaforma

Per fruire della piattaforma, basta registrarsi al sito e scegliere il corso adeguato alle proprie esigenze. A conclusione del percorso formativo, verrà rilasciato un attestato, valido anche ai fini dell’aggiornamento professionale obbligatorio del corpo insegnante: la Casa Editrice La Tecnica della Scuola, che ha ideato e prodotto le lezioni online, è infatti anche ente formatore riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4344 bytes | Commenti?
Stampa : da "Repubblica.it"
Inviato da admin_CUSMA il 23/9/2020 21:47:16 (15 letture)

A scuola cattedre ancora vuote
I sindacati: il 40% dei supplenti ancora da nominare

di S. Intravai - 23 settembre 2020

Alunni in classe da quasi due settimane e migliaia di supplenti ancora in attesa della nomina.
E’ questo il leitmotiv di questi primi giorni di scuola del dopo Covid. In moltissime classi, sparse per l'Italia, bambini e studenti non hanno ancora conosciuto tutti i loro insegnanti. Una storia che si ripete ormai da anni e che il governo Conte, attraverso la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, si era impegnata a non ripetere. Al punto, per le immissioni in ruolo, da lanciare la call veloce: un nuovo meccanismo che avrebbe dovuto consentire la copertura dei tantissimi posti rimasti liberi lo scorso anno per carenza di candidati. Ma l’esperimento è stato fallimentare. E i sindacati attaccano la Azzolina per non essere intervenuta tempestivamente.

Sulle supplenze che devono completare il puzzle degli organici della scuola, i numeri raccontano una realtà molto diversa da quella immaginata qualche mese fa. Scorrendo gli elenchi pubblicati nei siti degli uffici scolastici provinciali (gli ex provveditorati agli studi) si scopre che ancora tantissime cattedre attendono un docente. A Milano e provincia mancano quasi mille e 500 docenti solo alla secondaria di secondo grado: 93 di Scienze motorie, 89 di Scienze naturali e 83 di Scienze giuridiche e economiche, solo per fare qualche esempio. Mancano all’appello diversi docenti di Matematica, di Fisica e di Italiano.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5194 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 18/9/2020 15:28:28 (22 letture)

News ... Bonus carta docente, ecco i 500 euro. Hardware per la DaD fino al 31 dicembre 2020

di Redazione - 18/09/2020

Sono stati accreditati i 500 euro del bonus carta del docente agli insegnanti di ruolo. Seppur con qualche giorno di ritardo, il bonus può essere usufruito l’anno scolastico 2020/21, eventualmente cumulabile con il residuo 2019/20 se non andato perduto.

E’ importante sottolineare che dall’11 marzo 2020 al 31 dicembre 2020 è ammesso l’acquisto di dispositivi hardware finalizzati all’aggiornamento professionale allo scopo di organizzare una didattica a distanza.
Si tratta di strumenti come webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili.

Per accedere al bonus dei 500 euro previsti per l’anno scolastico 2020-2021 e agli importi dei buoni non validati relativi all’a.s. 2019/20 si utilizza lo SPID.
Gli insegnanti possono consultare la composizione del proprio borsellino elettronico attraverso la specifica funzione di “storico portafoglio”.

Fino al 31 agosto 2020 era ammesso l’acquisto, con la Carta docente, di dispositivi hardware finalizzati all’aggiornamento professionale anche per organizzare la didattica a distanza come webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili. Al momento non si sa se questa possibilità sarà estesa anche all’a.s. 2020/21.

segue ....

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3555 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 16/9/2020 15:05:11 (14 letture)

Inizio scuola, per i sindacati è una falsa partenza. Ma aprono al dialogo con Azzolina

di F. De Angelis - 16/09/2020

Si è svolta nella mattinata di mercoledì 16 settembre la conferenza stampa dei sindacati per commentare la riapertura delle scuole. Con l’occasione, le sigle hanno comunicato che parteciperanno alla manifestazione del 26 settembre Priorità alla scuola

L’intervento di Rino di Meglio, coordinatore della Gilda degli Insegnanti, parla di “numeri non trasparenti. Ma i dati non vengono dati dal Ministero né sulle cattedre vuote né sui banchi. Noi siamo pronti per riprendere il dialogo“. “Se va bene i concorsi si svolgeranno avremo gli insegnanti nuovi il prossimo anno“, ha aggiunto Di Meglio. “Vorrei porre attenzione sulle scuole superiori che stanno facendo poca didattica in presenza. Serve intervenire sulle strutture e poi sull’organico“, conclude Di Meglio.

Il segretario della Uil Scuola parte dai numeri: “Sono impietosi. abbiamo calcolato oltre 220 mila precari. La scuola ha mostrato una grande flessibilità e resilienza. E’ riuscita a mettere insieme dirigenti, docenti, personale, studenti e genitori. Basta con le vecchie ricette neoliberiste. Per le supplenze non si applicano le regole di tutela dei diritti. Essendo in gravidanza una docente non può essere nominata, ci hanno detto. Ma stiamo scherzando? “

Noi avevamo chiesto di ridurre il numero di alunni per classe. Non era importante investire sulle cose, quindi sui banchi. Bisognava investire diversamente. No banchi ma più personale. Anche il sindacalista Uil Scuola ha aperto al dialogo, pur riconoscendo che la Ministra soffre il dialogo.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4454 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/9/2020 22:26:40 (78 letture)

Graduatorie provinciali GPS: errori nella valutazione dei titoli. Cosa fare?

di Redazione - 09/09/2020

Non sono ancora uscite in tutte le province le graduatorie provinciali GPS e sono già numerosissimi gli errori riscontrati dai docenti.

Non si sono ancora concluse le operazioni da parte degli Uffici Scolastici Provinciali per la pubblicazione delle graduatorie provinciali GPS, eppure sono già tantissimi gli errori presenti nella valutazione dei titoli culturali e di servizio.

A riguardo, l’ordinanza ministeriale non prevede la possibilità di fare un reclamo e richiedere una conciliazione immediata, ma recita testualmente “è ammesso ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni oppure ricorso giurisdizionale al competente T.A.R., entro 60 giorni”.

In altre parole, l’unico modo per correggere gli errori e sistemare la propria posizione in graduatoria è avviare un ricorso.

Cosa deve fare, quindi, il docente che ha riscontrato errori nel proprio punteggio?

L’iter da seguire è questo:

- innanzi tutto inviare il modello di diffida di accesso agli atti nei confronti dell’Amministrazione al MIUR e all’USP (Ufficio Scolastico Provinciale) in cui si è iscritto in graduatoria;

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2779 bytes | Commenti?
Stampa : da "Il resto del Carlino"
Inviato da admin_CUSMA il 9/9/2020 16:00:00 (25 letture)

Carenza di personale e incertezze «Ceriscioli, sposta la campanella».

Far slittare il calendario di 2 settimane è la richiesta inviata dal sindacato GILDA al governatore delle Marche Cesaretti: «Difficile lavorare sulla sicurezza». Come attuare sanificazione e ingressi scaglionati senza bidelli?

di S. Vitali Rosati - 9 sett 2020

«Prendere in seria considerazione l'opportunità di posticipare l'inizio della scuola come già disposto da alcune regioni». E' la proposta del sindacato Gilda degli Insegnanti per la provincia di Pesaro e Urbino, inviata per lettera dal coordinatore Cesaretti agli enti competenti cioè quelli che possono prendere realmente questa decisione (Regione e il Governatore delle Marche Luca Ceriscioli). Secondo la sigla sindacale il nodo nevralgico, tutto da sciogliere a ridosso dell'imminente inizio di nuovo anno è l'attuale carenza di personale e l'incognita gigantesca relativa all'organico aggiuntivo che arriverà. «Se arriverà» osserva Cesaretti. Quello della carenza di personale in servizio in tempo per l'inizio della scuola è un tema in verità trasversale perché impatta in modo molto concreto nell'organizzazione delle scuole.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 7/9/2020 19:30:42 (46 letture)

Supplenze a.s. 2020/2021, ecco la nota con tutte le indicazioni

di L. La Gatta - 07/09/2020

Come abbiamo anticipato due giorni fa, il MI ha messo a punto la nota contenente istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A. per l’a.s. 2020/21.

Si tratta della nota prot. n. 26841 del 5 settembre 2020, con la quale il Ministero, per quanto concerne il personale docente ed educativo, rimanda alla O.M. n. 60 del 10 luglio 2020 (Procedure di istituzione delle graduatorie provinciali e di istituto di cui all’articolo 4, commi 6-bis e 6-ter, della legge 3 maggio 1999, n. 124 e di conferimento delle relative supplenze per il personale docente ed educativo) che ha ridisciplinato l’intera materia relativa al conferimento delle supplenze.

QUI LA NOTA: https://www.tecnicadellascuola.it/wp-c ... /09/Notasupplenze2020.pdf

Supplenze di docenti e personale educativo
L’attribuzione delle supplenze per l’anno scolastico 2020/21 sarà disposta dalle graduatorie provinciali e di istituto costituite in attuazione dell’OM 60/2020. Le graduatorie di istituto vigenti per il triennio 2017/2018, 2018/2019, 2019/20, ad eccezione della prima fascia, non sono più valide.
L’individuazione del destinatario della supplenza è operata dal dirigente dell’amministrazione scolastica territorialmente competente nel caso di utilizzazione delle GAE e delle GPS e dal dirigente scolastico nel caso di utilizzazione delle graduatorie di istituto.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6879 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 24/9/2020 12:20:00 (9 letture)

Open in new window


Supplenze nel caos: fra cattedre vuote e irregolarità dei punteggi

di F. De Angelis - 24/09/2020

Il caos delle supplenze 2020 prosegue: se in alcuni territori non si registrano particolari problemi, in altri invece la situazione è a dir poco preoccupante: i problemi principali che attanagliano diverse province italiane sono le cattedre ancora vuote e le irregolarità dei punteggi delle ultime Gps.

A Milano i docenti non sono in cattedra

Una delle situazioni più gravi vengono segnalate in Lombardia, dove mancherebbero 15 mila insegnanti, secondo quanto riportato pochi giorni fa. La situazione più preoccupante resta comunque la provincia di Milano dove, come racconta il Coordinamento nazionale precari scuola, “sono state pubblicate con ampio ritardo, il 7 settembre, graduatorie piene di errori. Molti docenti con pluriennale servizio si sono visti scavalcare in graduatoria da assegnisti universitari senza alcun giorno di servizio o da colleghi inseriti in prima fascia senza abilitazione“.

“A questo si aggiunge che, proseguono i precari, in seguito a due note contrapposta da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale, su ordine del Ministero, è stato dato mandato ai Dirigenti Scolastici di convocare da nuove graduatorie (errate) con clausola rescissoria. Nel contempo l’Ufficio Scolastico provinciale gestito da Bussetti ha emanato una norma contrapposta nel contenuto dove veniva riportata la data del 23 settembre come giorno di probabile pubblicazione delle Graduatorie corrette”.

Anche se il 18 Settembre sono state pubblicate le GPS infanzia e primaria corrette, tuttavia “alcuni utenti stanno già segnalando nuovi errori. Nelle ultime ore si stanno raccogliendo tantissime testimonianze di cattedre mancanti nella lista proposta dall’ufficio scolastico territoriale milanese, costringendo i docenti a raccogliere quanti più dati possibili per segnalare tempestivamente all’ufficio di competenza e alla scuola di riferimento“.

Risultato: ancora le cattedre a Milano restano vuote e i precari in preda all’incertezza.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5180 bytes | Commenti?
Stampa : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 23/9/2020 21:53:18 (14 letture)

Di Meglio (Gilda) lancia l’allarme: “I ragazzi delle scuole superiori viaggiano in carri bestiame, si intervenga”

di redazione - 23.09.2020

“La situazione casi covid nelle scuole va tenuta sotto controllo. Ma ancora non suscita allarme in quanto in linea con quella nazionale”.

Piuttosto ci preoccupa la salute dei ragazzi delle secondarie di secondo grado che si spostano con i mezzi pubblici in situazioni di assembramento impressionanti. Sono loro da tenere d’occhio.

Così all’Adnkronos Rino Di Meglio, leader della Gilda degli insegnanti.

Di Meglio accoglie l’appello al massimo uso della mascherina lanciato ai ragazzi dal presidente dell’Associazione nazionale presidi (Anp), affermando: “Concordiamo con Giannelli sull’appello ai giovani ad usare al massimo le mascherine come anche sulla richiesta di aiuto a tutta la società civile per quanto riguarda il monitoraggio anti-assembramento di entrate ed uscite dagli istituti scolastici. Ma anche chiediamo che lo stesso controllo sia effettuato sui trasporti pubblici dove i nostri liceali viaggiano come in carri bestiame”.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 19/9/2020 22:40:00 (42 letture)

Open in new window
DS obbliga la docente al coordinamento, ma scatta il legittimo rifiuto della prof

di L. Ficara - 19/09/2020


Sia i coordinamenti di classe che quelli dei dipartimenti o dei laboratori, sono attività aggiuntive retribuite con il FIS e non hanno carattere di obbligatorietà. Il docente che non vuole svolgere questi compiti aggiuntivi, può legittimamente rifiutare.

Ds impone coordinamento alla docente

In un Collegio docenti di un Istituto Comprensivo della Calabria, la Dirigente scolastica comunica ai docenti, i coordinamenti di classe a loro affidati. Una docente decide di rifiutare l’incarico, che le era stato affidato senza nessun confronto e assenso.

La Ds sostiene che l’incarico è già stato assegnato e non può essere rifiutato, se esistono motivazioni gravi e oggettive, continua la Ds in pieno Collegio, invita la docente a produrre domanda scritta di rinuncia, con i relativi motivi a non potere svolgere la mansione assegnata. Per dissuadere la docente a non presentare tale domanda di riuncia all'incarico di coordinatore, aggiunge che segnalerà all’ufficio scolastico provinciale tutti i docenti che motiveranno il rifiuto all’incarico.

segue su "leggi tutto" ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5551 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 16/9/2020 16:04:43 (20 letture)

Open in new window
La Lega presenta la mozione di sfiducia contro Azzolina

di P. Almirante - 16/09/2020

La mozione di sfiducia, annunciata da tempo, è stata presentata oggi al Senato da parte della Lega di Matteo Salvini nei confronti della ministra dell’istruzione.

Con la richiesta di sfiducia individuale, la Lega chiede le dimissioni di Lucia Azzolina sulla base “dell’articolo 94 della Costituzione e dell’articolo 161 del Regolamento”.

Nel testo della mozione, primo firmatario Matteo Salvini, si fa riferimento a “un clima di esasperante incertezza sugli aspetti principali inerenti la riapertura delle scuole”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2847 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 12/9/2020 16:10:00 (38 letture)

Potenziamenti utilizzati contra legem da alcuni Dirigenti scolastici

di L. Ficara - 12/09/2020

I posti dell’organico dell’autonomia sono assegnati con precisione su classi di concorso ben definite e per codici meccanografici riferiti a distinte Istituzioni scolastiche. Purtroppo esistono dei casi di violazione delle norme che è utile conoscere.

Potenziamenti assegnati al diurno e al serale

Esistono casi in cui il Dirigente scolastico gestisce sia l’Istituto scolastico del diurno, sia il relativo corso serale con altro codice meccanografico.

Facciamo l’esempio di un Liceo Artistico che oltre al corso diurno possiede, con codice meccanografico distinto, anche il corso serale del Liceo Artistico. Tale Liceo Artistico ha, sia per il corso diurno che per il corso serale lo stesso Dirigente scolastico. In tal caso gli organici dell’autonomia sono separati e distinti in modo che ci saranno anche i potenziamenti destinati al diurno e, molto più raramente, quelli assegnati al serale.

Il docente titolare del corso diurno a cui viene assegnato il potenziamento assegnato al diurno, non può essere assegnato al serale e viceversa il titolare del serale non può essere utilizzato al diurno.

Un docente per essere utilizzato sia al serale che al diurno, anche se fosse assegnato su potenziamento, dovrebbe essere titolare di una cattedra oraria esterna sullo stesso comune e, solo in questo particolare caso, dovrebbe completare o al diurno oppure al serale, a seconda della titolarità.

I Dirigenti scolastici che utilizzano i docenti titolari su cattedra interna del diurno sul corso serale, con la scusa del potenziamento, agiscono palesemente contra legem.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3133 bytes | Commenti?
Stampa : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/9/2020 22:10:57 (41 letture)

Supplenze sostegno senza titolo da graduatorie incrociate: la nuova normativa

di redazione - 10 settembre 2020

Supplenze sostegno: l’OM n. 60/2020 ha introdotto delle modifiche all’assegnazione dei contratti assegnati a docenti privi della relativa specializzazione, dalle cosiddette “graduatorie incrociate”.

GPS sostegno II fascia

L’attribuzione delle supplenze su sostegno a docenti privi di specializzazione, individuati tramite l’incrocio delle graduatorie, è quella che ha portato alla costituzione della II fascia GPS sostegno, alla quale si accede con tre anni di servizio relativi al grado di scuola richiesto. Le supplenze sono state conferite dai Dirigenti Scolastici.

Le supplenze da GPS sostegno vengono assegnate, se hanno termine 31 agosto o 30 giugno, dall’ufficio Scolastico (sono in corso le convocazioni) scorrendo:

1. elenchi aggiuntivi GaE
2. prima fascia GPS sostegno
3. seconda fascia GPS sostegno

seguono su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4079 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaRepubblica.it"
Inviato da admin_CUSMA il 9/9/2020 15:30:00 (20 letture)

Open in new windowPrecari, salta l'assunzione
Le Regioni ritardano e il ministero non li salva.


Gli immessi in ruolo dovranno aspettare il prossimo anno per avere l'assegnazione definitiva della sede

di C. Zunino - 9.09.2020

ROMA – L’ultima defaillance dell’istruzione scolastica costringerà alcune migliaia di precari destinati a una cattedra a rimanere precari ancora per un anno. Il caso “immissioni in ruolo” è l’ultimo birillo caduto di un filotto di errori che partono dai ritardi accumulati in primavera e che oggi si scontano sui banchi, sui docenti, sulle strutture, per approdare alle quarantamila domande annullate sulle Graduatorie online, al fallimento delle chiamate veloci per portare supplenti in altre regioni, ai censimenti degli spazi chiesti a ripetizione a presidi sfiniti.
Le immissioni — che portano al posto fisso da docente — riguardano 84.808 docenti instabili per i quali il ministero delle Finanze ha messo i soldi per le assunzioni a settembre. La ministra Azzolina ha celebrato la conquista in tv, ma presto si è compreso, che in ruolo sarebbe entrata un’aliquota minima: l’atavica mancanza di corresponsione tra gli studi del docente scelto e le necessità della scuola. Ad oggi sono 22.000 gli “assunti”, un quarto. Di questi, alcune migliaia non saranno stabilizzati subito, ma solo il prossimo anno, perché alcune regioni non hanno fatto in tempo a chiudere le graduatorie entro il 31 agosto e perché il ministero dell’Istruzione ha scelto di non attivare una proroga possibile, grazie al Decreto scuola, fino al 20 settembre.

Il sindacato GILDA indica tra le regioni in ritardo il Piemonte e la Sicilia e si riserva un controllo più capillare.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5146 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 306 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
  17 Ott
ASSEMBLEA NAZIONALE

Calendario
Mese PrecedenteSet 2020Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale