username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
(1) 2 3 4 ... 263 »
Stampa : da "informazionescuola.it" del 10 dic 2017
Inviato da admin_CUSMA il 10/12/2017 23:50:00 (20 letture)

Open in new window

La scuola ago della bilancia alle politiche, la scuola boccia il PD di Renzi

BY ULTIME NOTIZIE · DICEMBRE 10, 2017

La scuola boccia il PD. Gli ultimi sondaggi sembrano confermare questa tesi. Il PD di Renzi è in calo, le preferenze di chi storicamente vota centro-sinistra si stanno spostando verso la neonata formazione politica guidata da Piero Grasso. Secondo quanto riportato dall’ANSA il partito di Renzi negli ultimi giorni ha perso lo 0,43% attestandosi al 25% mentre Liberi e Uguali passa dal 6,6% al 7,6% guadagnando un punto percentuale rosicchiato in parte al PD.

Insomma, La scuola boccia il PD

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 10 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 10/12/2017 19:00:00 (65 letture)

Contratto in salita per gli statali. E per la scuola i numeri “non tornano”

di Andrea Carlino - 10/12/2017
[/b]

La stagione contrattuale è entrata nel vivo.

La ministra della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, punta a chiudere il contratto entro dicembre.

La strada che porta alla firma del rinnovo entro il 31 dicembre è però in salita.

Diverse le questioni in ballo. Una riguarda il bonus 80 euro del governo Renzi (valido per tutti i dipendenti pubblici e privati che guadagnano meno di 26mila euro l’anno). L’aumento contrattuale previsto da 85 euro lordi “rischiava” di far perdere il bonus. Il governo lo ha risolto innalzando la soglia: nella manovra c’è il provvedimento che alza l’asticella da 26.000 a 26.600.

Una soluzione che “salva” il 70% dei dipendenti pubblici coinvolti, 225 mila. Per l’altro 30%? La soluzione sarebbe semplice, innalzare ancora l’asticella, a 27.000, ma servirebbero altri 100 milioni oltre ai già 210 stanziati.

segue ...

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2389 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" dell'8 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 9/12/2017 1:00:00 (34 letture)

Open in new window
4mila domande in una sola settimana: tutti dirigenti scolastici

di Pasquale Almirante - 08/12/2017


Sarebbero ad oggi più di 4 mila le domande presentate on line dai docenti aspiranti a diventare dirigenti scolastici.

Considerato inoltre, che le funzioni sono state aperte il 29 novembre, fino al 29 dicembre 2017, è facile prevedere che alla fine il numero dei candidati arriverà a ben oltre 50 mila domande. E forse più.

Caos alle preselezioni?

E aleggia sempre la domanda: saranno oggettive le prove per graduare 8.700 candidati con miglior punteggio da ammettere alla prova scritta di effettiva selezione? Infatti è questo il numero fissato dal bando per scegliere i candidati da ammettere alla successiva fase.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2239 bytes | Commenti?
Stampa : dalla delegazione Gilda al Miur - 06 dic. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 6/12/2017 18:49:12 (29 letture)

dalla delegazione GILDA al Miur:

Relazione incontro sistema nazionale di valutazione 6 dicembre 2017

Si è svolta alle 11 di mercoledì 6 dicembre 2017 presso la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione una prima riunione sulla Direttiva sul Sistema Nazionale di Istruzione che dovrebbe essere nell’immediato futuro oggetto della firma del Ministro.
La Dott.ssa Maria Assunta Palermo e il dott. Damiano Previtali hanno illustrato la bozza che si sta predisponendo per lo “Sviluppo del Sistema Nazionale di Valutazione per il biennio 2017/18 e 2018/19”.
Le principali novità e chiarificazioni del testo riguardano:
L’opportunità di contestualizzare e allineare il prossimo PTOF 18/19 con il Rapporto di Autovalutazione (RAV) e il Piano di Miglioramento (PdP) fatto stante che il PTOF e il RAV dovrebbero avere durata triennale e possono essere oggetto di limitate modificazioni nel corso del triennio.
L’importanza della rendicontazione delle attività mediante gli strumenti del RAV, del PdM e della Rendicontazione Sociale (vera innovazione rispetto alle precedenti direttive) chiarendo che la rendicontazione ha caratteristiche di per se stesse commensurabili (anche a livello statistico) mentre il PTOF assume la funzione di atto programmatico caratterizzante l’offerta formativa di medio periodo della scuola.
La centralità dell’Autovalutazione di Istituto nei processi di valutazione di sistema come momento partecipato in cui diventa centrale il ruolo del Collegio dei Docenti
L’attivazione di piattaforme per la stesura del RAV, del PdM e della Rendicontazione Sociale per consentire alle scuole di avere una base costitutiva di base, ma non prescrittiva di inserimento dei dati.
Il Dott. Previtali ha relazionato sullo stato dell’arte circa la valutazione esterna che segna ancora carenze. Non più del 5% delle scuole è stato oggetto di valutazione esterna da parte di personale ispettivo.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4655 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 5 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 5/12/2017 20:20:51 (38 letture)

Mobilità: Gilda non firmerà il contratto

di Reginaldo Palermo - 05/12/2017

La trattativa per il contratto integrativo sulla mobilità potrebbe concludersi nelle prossime 48 ore.

MOBILITA’: CONTRATTO PROROGATO

Come abbiamo già scritto, il Ministero ha proposto ai sindacati di sottoscrivere la proroga del contratto sulla mobilità già in essere; in questo caso il testo rimarrebbe identico e potrebbe soltanto essere precisato quando verrà emanata l’ordinanza ministeriale che dovrà recepire l’accordo.
La GILDA e gli altri sindacati hanno chiesto che quanto meno venga aumentato il numero delle scuole esprimibili in modo da ridurre ulteriormente l’impatto della norma della legge 107 che impone i trasferimenti sugli ambiti e non sulle scuole.
Ma è molto difficile che la richiesta venga presa in considerazione.
Gli stessi sindacati se ne rendono conto.

LA GILDA NON FIRMA

La Gilda, anzi, è del tutto convinta che non ci saranno modifiche importanti.
“La nostra delegazione – dichiara il coordinatore nazionale Rino Di Meglio – ha ribadito con forza la contrarietà alla proroga del contratto ed ha chiesto all'Amministrazione di riconsiderare gli aspetti negativi del CCNI, fra cui gli ambiti territoriali con la chiamata diretta, la soppressione della fase comunale, l’esiguo numero di preferenze di scuole esprimibili e l’insufficiente percentuale di posti destinati alla mobilità territoriale interprovinciale”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2509 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 5 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 5/12/2017 19:50:00 (55 letture)

Sanzioni disciplinari, le novità per il personale della scuola

di Fabrizio De Angelis - 05/12/2017


Il decreto legislativo 75/2017, ovvero “il decreto Madia”, ha portato alcune novità in merito alle sanzioni disciplinari per docenti, dirigenti scolastici e personale ATA.

Le novità


– il procedimento disciplinare avviato dal dirigente è valido anche se attivato in violazione della procedura e dei termini previsti dalla norma. Le modifiche introdotte dal DLgs 75/17 prevedono infatti che il mancato rispetto dei termini relativi all’avvio e alla conclusione della procedura disciplinare comporta una mera sanzione nei confronti del dirigente inosservante, senza determinare, come avveniva nel DLgs 150/09, la decadenza dell’azione disciplinare intrapresa.

segue ...

Rango: 7.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3116 bytes | Commenti?
Stampa : da "Repubblica.it/scuola" 4 dic. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 4/12/2017 22:10:00 (51 letture)

Open in new window
Stress da cattedra, allarme in tutta Europa. Ma l'Italia fa finta che non esista

Dopo Francia e Regno Unito, ora un nuovo studio agita il mondo della scuola tedesco: "I prof sono fisicamente più sani della media ma hanno molte più patologie psichiatriche". Preoccupante il dilagare dei casi nel nostro Paese. Lo specialista Lodolo D'Oria denuncia: "I dati ci sono, ma non vengono elaborati". E lancia una proposta


di S. Intravaia - 28.11.2017

Docenti tedeschi "scoppiati". Dopo Francia e Regno Unito, anche la Germania "scopre" lo stress degli insegnanti. Mentre in Italia siamo fermi ad una generica tutela dallo "stress da lavoro correlato" che nelle scuole non è mai sbarcata. E i pochi dati disponibili sono addirittura più preoccupanti. Qualche mese fa, tre medici tedeschi - il professore Klaus Scheuc, Eva Haufe e Reingard Seibt - si sono occupati di maestri e prof del proprio paese pubblicando sulla rivista di medicina sociale del lavoro Deutsches Arzteblatt International un articolo sulla "salute degli insegnanti". In Europa, il fenomeno è stato studiato per prima dalla Francia nel 2006 che ha messo a disposizione dei propri docenti, oltre al medico generico di base, anche lo psichiatra di base. E che, per fronteggiare la situazione ha perfino aperto un ospedale - il Marcel Riviere - dove vengono ricoverati i docenti transalpini affetti da patologia psichiatria. E sono tanti.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5807 bytes | Commenti?
Stampa : dalla delegazione Gilda al Miur - 04 dic. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 4/12/2017 21:00:00 (12 letture)

dalla delegazione Gilda al Miur - 04 dic. 2017
MOBILITA' 2018/19- INCONTRO MIUR/OO.SS

Si e’ svolto oggi pomeriggio (4 dicembre) l'incontro al Miur sulla mobilità per il prossimo anno scolastico fra le OO SS. e l’Amministrazione presieduta dal Capo Dipartimento Dott.ssa De Pasquale ed il DG del Personale Dott.ssa Novelli.
La Dott.ssa Novelli ha preso in esame alcune proposte – semplici richieste di chiarimenti che non intaccano il contenuto del Contratto – formulate da alcune OO.SS.
La nostra Delegazione ha ribadito con forza la contrarietà alla proroga del Contratto ed ha chiesto all'Amministrazione di riconsiderare gli aspetti negativi del CCNI, fra cui gli Ambiti territoriali con la chiamata diretta, la soppressione della fase comunale, l'esiguo numero di preferenze di scuole esprimibili e l'insufficiente percentuale di posti destinati alla mobilità territoriale interprovinciale
Il Capo Dipartimento ha ribadito che la proroga del contratto non consente alcuna modifica e che, pertanto, sono accettabili solo dei chiarimenti.
E’ stato fissato il prossimo incontro per la firma che si terrà giovedì 7 dicembre, ma la Delegazione della Gilda degli Insegnanti ha confermato l'indisponibilità a firmare la proroga del Contratto precedente.

LA DELEGAZIONE GILDA/UNAMS

PS: Si trasmette il CCNQ (Contratto collettivo nazionale quadro sulle modalità di utilizzo dei distacchi, aspettative e permessi, nonché delle altre prerogative sindacali), definitivamente sottoscritto in data odierna. Il testo è in via di pubblicazione nell’apposita sezione della Contrattazione del sito internet dell’A.Ra.N.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 10 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 10/12/2017 19:16:42 (17 letture)

Open in new windowPrecari, per essere assunti non basta più vincere il concorso: c’è da superare pure il Fit

di Alessandro Giuliani - 10/12/2017


C’è un aspetto ancora poco noto del nuovo reclutamento dei docenti: quello del periodo di formazione obbligatoria in servizio, conseguente alla pre-assunzione.

Arriva il contratto retribuito di formazione iniziale e tirocinio

Già, perché la vera assunzione a tempo indeterminato avverrà solo al termine di uno, due o tre anni, a seconda se il precario è abilitato, non lo è ma ha svolto più di 36 mesi di supplenze oppure è in possesso solo del titolo di accesso per insegnare uno o più discipline (svolgendo in quest’ultimo caso il concorso pubblico, previa acquisizione dei 24 crediti formativi Cfu).

Il primo biennio di questo periodo prevede un trattamento che non ha precedenti nel mondo della scuola: una sorta di “apprendistato”, durante il quale ci si formerà, anche cominciando ad entrare in aula, ma non a pieno titolo.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4316 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 9 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 9/12/2017 20:00:00 (44 letture)

Open in new window
Elezioni, Di Maio (M5S): noi prima forza politica, andremo a governare: Buona Scuola addio?

"Cancelleremo le riforme della scuola, del lavoro e delle pensioni"


di A. Giuliani - 09/12/2017

“Se non dovessimo avere i numeri per governare da soli, noi saremo comunque la prima forza politica del Paese e chiederemmo l’incarico al presidente della Repubblica, avviando poi consultazioni con tutte le altre forze sui temi del Movimento: imprese, sostegno alle famiglie in difficoltà, lavoro per i giovani”.

A dirlo è stato, il 9 dicembre, Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento 5 Stelle, parlando in provincia di Verona.

Senza fiducia di tornerà a votare


Il vicepresidente della Camera, replicando ai cronisti sugli scenari del dopo-voto elettorale, ha tenuto a dire che “siccome saremo l’unica forza in Parlamento in grado di governare chiederemo la fiducia. Altrimenti si tornerà a votare”. E a chi gli chiedeva i tempi di formazione della squadra del partito grillino, Di Maio ha assicurato: prima delle elezioni “sarà pronta”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3418 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 7 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2017 16:46:02 (44 letture)

Carta docente 500 euro, Miur assicura: somme residue 2016/17 accreditate entro Natale (di che anno?)

di Alessandro Giuliani - 07/12/2017


Continuiamo a ricevere e-mail da parte di docenti preoccupati per la mancata assegnazione delle somme residue della carta docente da 500 euro per l’aggiornamento professionale dello scorso anno scolastico. Tanti di loro, infatti, intendono cumulare la quota con quella di quest’anno, accredita nel “borsellino elettronico” già dallo scorso settembre. Oppure, avendo già speso la somma del 2017/18, hanno bisogno di utilizzare quella passata. Fonti del Miur ci comunicano che “i collaudi tecnici sono ormai in dirittura d’arrivo: pertanto, prima di Natale le somme verranno sicuramente accreditate”.

Preoccupazioni lecite

Le preoccupazioni del personale insegnante di ruolo sono comunque lecite: inizialmente, le somme residue dello scorso anno dovevano infatti essere accreditate entro il mese di ottobre, termine successivamente prorogato ai primi giorni di dicembre.

Sul sito del portale ufficiale della Carta docente, il Miur ha spiegato “che, per consentire il completamento delle procedure informatiche ancora in corso per il controllo dei dati amministrativi e contabili delle somme non spese nei precedenti anni scolastici, sarà possibile visualizzare tali importi (o i bonus non validati) a partire dai primi giorni del mese di dicembre, ed utilizzarli durante il corrente anno scolastico”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2742 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 6 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 6/12/2017 18:43:18 (22 letture)

La Consulta boccia la Buona Scuola: sì ai docenti di ruolo nei concorsi.

di A. Carlino - 6 dicembre 2017

La Corte Costituzionale, con la sentenza n.251 (relatore Giuliano Amato), ha stabilito l’illegittimità dell’esclusione dei docenti di ruolo dai concorsi per il reclutamento di nuovi insegnanti.

Con questo pronunciamento, la Consulta ha dichiarato illegittimo l’articolo 1, comma 110 della riforma ‘Buona scuola’, e di conseguenza un articolo del decreto legislativo dello scorso aprile, nel punto in cui escludono dalla partecipazione ai concorsi pubblici per il reclutamento del personale docente gli insegnanti già assunti con contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali.

La pronuncia, spiega Palazzo della Consulta, “è destinata ad applicarsi anche alle prossime procedure concorsuali di reclutamento dei docenti”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2555 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 5 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 5/12/2017 19:50:05 (24 letture)

Open in new windowConcorso Dirigenti scolastici, ulteriori faq su compilazione e presentazione delle istanze

di Lara La Gatta - 05/12/2017

Dopo le prime 12 faq pubblicate qualche giorno fa, il Miur ha pubblicato ulteriori 5 domande e risposte riguardanti la presentazione dell’istanza per partecipare al corso-concorso per diventare Dirigente scolastico.

Ricordiamo che le domande devono essere presentate tramite Istanze on-line entro le ore 14 del 29 dicembre 2017.

Di seguito riportiamo tutte le faq:

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7905 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 5 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 5/12/2017 19:36:13 (27 letture)

La protesta sarda: caro Renzi, gli insegnanti voteranno in massa altri partiti

di Alessandro Giuliani - 05/12/2017


“Gli insegnanti voteranno in massa altri partiti”: è il messaggio, chiarissimo, che un gruppo di insegnanti sardi, in servizio lontano dall’Isola, tenteranno di consegnare oggi martedì 5 dicembre all’ex premier e segretario del Pd Matteo Renzi in visita a Cagliari.

Il tentativo verrà fatto in serata, all’aeroporto di Cagliari Elmas e vuole essere un avvertimento in vista delle prossime elezioni, indirizzato anche al segretario Pd regionale Giuseppe Cucca.

L’ingiustizia senza fine…

I docenti continuano a vivere come un’ingiustizia, in particolare, le assunzioni fuori regioni, volute dal Partito Democratico attraverso la Legge 107/2015. Tranne alcune sporadiche sentenze, emesse ad esempio dai tribunali di Pisa e Como, i docenti contestatori ricordano che la grande maggioranza continua a lavorare fuori regione.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2523 bytes | Commenti?
Stampa : da "Latecnicadellascuola.it" del 4 dicembre 2017
Inviato da admin_CUSMA il 4/12/2017 21:06:17 (36 letture)

Carta del docente, ancora niente accredito somme residue dello scorso anno

di Fabrizio De Angelis - 04/12/2017


Per quanto riguarda la carta del docente, ancora (ad oggi) non vi è nessuna novità in merito agli accrediti delle somme spettanti dell’anno scolastico 2016/2017.
A questo punto, se dovessero passare ulteriori giorni, diventa urgente un comunicato Miur per spiegare la situazione.

Dov’è il residuo dello scorso anno scolastico?

Infatti, il 1° dicembre, i docenti che aspettavano l’accredito delle somme della carta del docente non spese l’anno scolastico scorso, stanno ancora aspettando appunto.

Il messaggio presente sul portale della carta del docente infatti riportava le seguenti parole: “si comunica che, per consentire il completamento delle procedure informatiche ancora in corso per il controllo dei dati amministrativi e contabili delle somme non spese nei precedenti anni scolastici, sarà possibile visualizzare tali importi (o i bonus non validati) a partire dai primi giorni del mese di dicembre, ed utilizzarli durante il corrente anno scolastico”.
È vero che dicembre è appena iniziato, per cui già nelle prossime ore magari la situazione verrà sbloccata, ma resta il fatto che delle tempistiche, di questi tempi, i docenti non si fidano molto, visti i precedenti.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2274 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 263 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteDic 2017Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016
PaolaS 29/6/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale