username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSU 2018
RSU2018


Nel 2018 si andrà a nuove elezioni. Un grazie di cuore a tutte le colleghe e i colleghi che in questi ultimi tre anni e in tutti quelli precedenti si sono candidati per la GILDA-UNAMS, sono stati eletti e hanno combattuto sfide impegnative e non facili per i valori istituzionali che sostengono la scuola statale e il ruolo dei docenti, perseguiti da sempre dalla nostra Associazione. Ancora una volta la Gilda chiede ai colleghi di candidarsi, di fare propaganda e di votare per le liste GILDA-UNAMS. Leggi tutto...
RSS Feed
(1) 2 3 4 ... 270 »
Stampa : da "Secolod'Italia" del 20.02.2018
Inviato da admin_CUSMA il 21/2/2018 20:58:39 (3 letture)

Fedeli umiliata, la lettera di una prof: «Noi aggrediti e lei parla di cellulari…»

di G. Federici - martedì 20 febbraio 2018


Sta diventando virale su Fb la lettera scritta da una professoressa al Ministro della Pubblica istruzione Valeria Fedeli, che dimostra la stato di avvilimento del corpo docente italiano, “imbufalito” da una “buona scuola“ farsa.

“ Cara Valeria – si legge nella missiva – scusa se ti do del tu ma in sala insegnanti si usa così. Volevo parlarti del cellulare, quello che sembra diventato il principale problema del sistema scolastico italiano. Se vuoi, basta chiedere e possiamo parlare anche di cose serie, ma tu vuoi parlare di cellulari e parliamo di quelli».

«Con i cellular, gli alunni guardano la serie di “Narcos”»

Una lettera accorata, la professoressa che preferisce conservare l’anonimato, prosegue: «Alcuni studenti, riescono a seguire l’intera seconda serie di Narcos» durante le lezioni di geografia. Grazie ai cellulari in classe tanto caldeggiati dalla Fedeli. Certo, ammette ironica l’insegnante, il cellulare è utile perché si possono condividere materiali didattici con tutti gli studenti; peccato che poi la metà degli alunni perdano la password per accedere ai link e tutto lo sforzo fatto venga vanificato.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4602 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 19 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 19/2/2018 15:13:04 (15 letture)

Open in new window
RAV, rapporti non sempre veritieri: il 95% delle scuole non ha ricevuto ispezioni di controllo

di Fabrizio De Angelis - 19/02/2018


La vicenda, riportata anche da questa testata, in merito ai rapporti di autovalutazione presenti su ScuolainChiaro, ha lanciato l’allarme sui RAV, sulla loro effettiva attendibilità e su un sistema, già approdato prima della 107/2015, che lascia più interrogativi che certezze al momento. Fra le domande più frequenti, c’è quella relativa ai controlli: Vengono verificati tali controlli? Chi lo fa?

A tal proposito, su Il Fatto Quotidiano, si prova a dare una risposta a tale domanda. Prima di tutto, bisogna ricordare che il sistema non è ancora a regime: nel 2016, sono iniziate le visite degli ispettori, che forniscono un punto di vista “esterno” e aiutano le scuole a predisporre delle azioni di miglioramento. A partire dal 2018/2019 (dal prossimo anno, dunque)è prevista la “rendicontazione sociale”, ovvero dei veri e propri bilanci, in cui gli istituti dovranno dare conto di quanto fatto nel corso del triennio, dei traguardi raggiunti o di quelli mancati. Lo scopo è quello di aiutare le scuole e l’amministrazione a comprendere i limiti e migliorare, ma allo stesso tempo, il rapporto dovrà essere un valido strumento per aiutare le famiglie a scegliere le scuole dei propri figli. Peccato, però, che a quanto pare i controlli non vengono effettuati. O quasi.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3555 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 17 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 17/2/2018 15:00:00 (54 letture)

(In provincia di Forlì-Cesena) - Alunno sferra pugno in faccia alla docente: cinque giorni di prognosi

di A. Carlino - 17/02/2018

Un nuovo, assurdo, brutto episodio sconvolge la scuola.

L’escalation di casi di cronaca, con alunni che aggrediscono i loro insegnanti, come avvenuto di recente in provincia di Caserta e nel piacentino, ma anche di genitori che si scagliano contro il corpo docente costringendolo alle cure sanitarie, come accaduto nei giorni scorsi ad Avola, in Sicilia, e a Foggia, si susseguono giorno dopo giorno.

La vicenda

Un altro studente aggredisce un docente. Il fatto è accaduto in un istituto nella Valle del Savio (non diamo indicazioni precise per tutelare il minore), in Emilia Romagna.

segue ...

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1930 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 16 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 16/2/2018 23:05:08 (41 letture)

Blundo (M5S): mobbing nascosto dei presidi verso i docenti, vogliono altre 80 ore obbligatorie

di Alessandro Giuliani - 16/02/2018


“Vogliamo togliere il superpotere che la Buona Scuola ha dato ai presidi, perché molti ne abusano: esiste un mobbing sotterraneo e nascosto verso gli insegnanti”. A dirlo è stata la senatrice Enza Blundo (M5S), nel corso del convegno formativo Unicobas ‘La Scuola nel cuore’, svolto il 16 febbraio al liceo Mamiani di Roma.


Blundo: c’è un disegno politico da attuare dopo le elezioni
La senatrice “grillina” si è detta anche convinta che c’è un disegno politico da attuare dopo le elezioni, in continuazione con la legislatura uscente, che renderebbe ancora i docenti più succubi verso i loro capi d’istituto: “abbiamo saputo che per gli insegnanti c’è la volontà di introdurre 80 ore ulteriori di impegni che il dirigente scolastico conferirà discrezionalmente agli insegnanti, che già adesso spadroneggia ed elargisce i bonus secondo i suoi voleri. Tra i progetti c’è anche quello di permettere ai capi d’istituto di attuare personalmente la sospensione dal servizio e dello stipendio” fino a 10 giorni.

Stanno già preparando la ‘mela avvelenata’
Secondo la Blundo, “si prevedono pure dei periodi di formazione obbligatoria fuori orario di servizio. Non si parla di tutto questo, ma stanno già preparando la ‘mela avvelenata’ che verrà somministrata qualora le elezioni vadano come sperano”.

Blundo ha anche espresso la strada alternativa a questo progetto, che è quella “di una scuola dove prevale la dimensione collegiale”.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2766 bytes | Commenti?
Stampa : da "laTecnicadellaScuola" del 16 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 16/2/2018 12:37:43 (14 letture)

Concorso docenti 2018 abilitati, attesa per il bando. Così si svolgerà la prova orale

di A. Carlino - 16/02/2018

Conto alla rovescia per il concorso docenti abilitati.

Con l’emanazione del bando il MIUR attiverà anche una pagina tematica dedicata al concorso sul proprio sito con tutte le informazioni per le candidate e i candidati e con l’apposita sezione per poter presentare la domanda per via telematica.

I decreti relativi al regolamento per il concorso riservato agli abilitati (DM 995/17) e quello relativo al terzo anno del FIT (DM 984/17) sono stati già resi noti.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3705 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 15 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 15/2/2018 17:00:00 (16 letture)

I soldi pubblici alle paritarie dirottati sugli stipendi dei prof, l’idea M5S (ovviamente) non piace alla Gelmini (che vorrebbe magari aumentare i fondi alle private)

di A. Giuliani - 15/02/2018


Luigi di Maio, candidato premier del M5S, il 14 febbraio nel corso di un evento di campagna elettorale a Chieti, è tornato a ribadire che nel programma di governo del movimento c’è anche la volontà di “mettere soldi nella scuola per strutture di edilizia, aumentare gli stipendi degli insegnanti e per il reclutamento degli insegnanti”.

500 milioni dalle paritarie: solo un acconto?


Per raggiungere questo risultato occorrono però dei finanziamenti, da ricavare prima di tutto all’interno dello stesso comparto: a partire dall’eliminazione di “ogni forma di finanziamento pubblico alle scuole private e alle paritarie”, ha spiegato qualche giorno fa Alessandro Di Battista deputato uscente M5S, nel corso della diretta Facebook di un comizio da Lendinara, in provincia di Rovigo.

Solo dalle paritarie, si ricaverebbero comunque circa 500 milioni di euro annui: considerando che tra docenti e Ata la scuola raccoglie quasi 1 milione e 200mila lavoratori, le cifre da raccogliere sono ben’altre.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3013 bytes | Commenti?
Stampa : da "lacnews24.it" del 14 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 15/2/2018 16:30:00 (20 letture)

Open in new window
Istruzione, Gratteri: «Troppi “caproni” laureati. La colpa è della politica»

Il procuratore di Catanzaro nel corso della rassegna “Legal Economy”: «Oggi c’è una scuola sempre più blanda». Discussione incentrata anche sulla legalizzazione delle droghe leggere e sul rapporto ndrangheta - massoneria


di Redazione - mercoledì 14 febbraio 2018


«I governi che si sono succeduti negli ultimi decenni hanno investito sempre meno in istruzione» e questo «è un male per la nostra nazione». È quanto affermato dal procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, nel corso della rassegna "Legal Economy", promossa dall'Istituto tecnico commerciale "Grimaldi Pacioli" del capoluogo calabrese.
«Parlo di istruzione prima che di cultura - ha proseguito – perché l'istruzione è la prima cosa, fornendo ai ragazzi gli strumenti per apprendere. Oggi vedo che c'è una scuola sempre più blanda, piu' leggera, oppure assistiamo a tanti "caproni" che si laureano in legge anche perche' c'è un sistema che assegna i contributi alle Università in base al numero degli iscritti. Questo - ha spiegato Gratteri - e' un male per la nostra nazione, soprattutto rispetto a tante altre nazioni. È colpa soprattutto della politica: sia chiaro, non sto salvando nessuno negli ultimi 25 anni».

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2911 bytes | Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi - AziendaScuola" del 13 feb. 2018
Inviato da admin_CUSMA il 13/2/2018 22:50:00 (13 letture)

Open in new window
Trasferimenti solo ogni tre anni

Il blocco non vale per gli insegnanti titolari di ambito

di Carlo Forte - 13.02.2018


I docenti che otterranno il trasferimento o il passaggio nella sede richiesta, acquisendone la titolarità, non potranno presentare domanda di trasferimento o passaggio per i tre anni successivi. La preclusione non vale per i titolari su ambito che abbiano ottenuto un incarico triennale su sede, che potranno continuare a partecipare, anno per anno, alla mobilità a domanda ai fini dell'attribuzione di una sede di titolarità. Ma quando la otterranno, dovranno rimanere in tale sede per tre anni prima di riacquisire il diritto a partecipare alla mobilità a domanda (trasferimenti e passaggi). Lo prevede il comma 4, dell'articolo 22, dell'ipotesi di contratto collettivo nazionale della scuola, siglata il 9 febbraio scorso dai rappresentanti dell'agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (Aran) e i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil (Snals e Gilda non lo hanno firmato). Il nuovo contratto prevede che la contrattazione integrativa sulla mobilità si svolgerà con cadenza triennale (e non più annualmente come è accaduto fino ad oggi). E in tale sede saranno pattuite le procedure e i criteri generali per la mobilità professionale e territoriale, fatte salve le disposizioni di legge.
----------------------------------------------------------------

Potenziamento da dividere tra tutti i docenti titolari
di Marco Nobilio - 13.02.2018

I docenti continueranno a svolgere lo stesso monte ore di lezione previsto dal contratto del 2007: 25 ore settimanali i docenti di scuola dell'infanzia, 24 ore settimanali i docenti di scuola primaria, 18 ore settimanali i docenti della scuola secondaria di I e II grado. Ma se nell'organico sono [...]
----------------------------------------------------------------

Gilda: aumenti risibili (le ragioni del NO)

di Rino Di Meglio* *coordinatore Gilda degli insegnanti

La modalità con cui si è giunti alla sottoscrizione del contratto Scuola, Università Ricerca e Afam, è stata, a dir poco singolare: dopo pochissime ed inconcludenti riunioni, nel giro di una notte si è arrivati alla conclusione, in una situazione kafkiana che ha [...]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi-AziendaScuola" del 20.02.2018
Inviato da admin_CUSMA il 20/2/2018 18:00:00 (73 letture)

Open in new window





AZIENDA SCUOLA - 20 FEBBRAIO 2018

SOMMARIO

1. Scuole, non tutti i dati in chiaro
Dopo le polemiche sul classismo di alcuni licei, la Fedeli convoca un vertice d'urgenza
Nel mirino l'utilizzo a scopo informativo esterno del Rav.

2. Contrattazioni meno affollate
Snals e Gilda fuori dai tavoli integrativi dopo la mancata firma del contratto nazionale
È l'effetto di una clausola decisa da sindacati e Aran.

3. Studenti esplosivi, ecco il piano di prevenzione
L'iniziativa della direzione dell'Emilia-Romagna per prevenire incidenti e aggressioni a scuola
Obbligatorio in altri paesi dell'Unione europea, in Italia è una mosca bianca.

4. Gli aumenti a chi è in pensione
Hanno diritto al ricalcolo dell'assegno quanti sono stati collocati a riposo nel 2016-17.

5. Liquidazioni dopo due anni? Faro sull'incostituzionalità
Il sindacato contesta la penalizzazione rispetto ai privati.

6. Istituti professionali in agonia
Iscrizioni, record negativo per il 2018/19: dalle primarie alle superiori persi 132 mila iscritti
La riforma (sconosciuta) della Fedeli non inverte il trend.

7. Da oggi le domande per il concorso riservato.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 18 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 18/2/2018 19:40:00 (38 letture)

Alunni violenti che si scagliono sui prof, basta buonismo: servono punizioni esemplari

di A. Giuliani - 18/02/2018


Lo abbiamo detto tante volte: l’utilizzo quasi maniacale del telefono cellulare sta incrementando i momenti di tensione in tutti quei luoghi, come la scuola, dove la sua fruizione è limitata, se non proibita.

Accade, infatti, che spesso gli studenti non rispettano i regolamenti. E i docenti si fanno sentire. Suscitando, non di rado, i risentimenti degli alunni, abituati ad utilizzare lo Smartphone come se fosse, per dirla alla Marshall McLuhan, “un prolungamento dei loro arti”.

L’ultimo episodio di questo genere si è verificato in una scuola media del centro di Sondrio, la ‘Ligari, dove uno studente che usava in classe il proprio cellulare senza seguire la lezione è stato redarguito dell’insegnante.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4064 bytes | Commenti?
Stampa : da "alganews.it" del 15.02.2018
Inviato da admin_CUSMA il 16/2/2018 23:20:00 (35 letture)

CARO FUTURO PREMIER, RESTITUISCI DIGNITA’ AGLI INSEGNANTI PRIMA CHE CI SCAPPI IL MORTO

da Chiara Farigu -15/02/2018

Mi rivolgo a te, chiunque tu sia. La scuola non ha un colore, appartiene a tutti e necessita di interventi urgenti, risolutivi. E’ un morto che cammina, calpestata nell’orgoglio, ferita nell’anima. Presa a schiaffi da continue campagne denigratorie messe in atto da politiche di centrodestra e centrosinistra in parti uguali, umiliata e aggredita da studenti e genitori. E’ un pugile all’angolo. Rintontito da potenti ganci sferrati da ogni parte in attesa della spugna. Potrebbe rialzarsi ma per questo ha bisogno di te. Di provvedimenti che la mettano al centro dell’agenda politica con atti tesi a restituirle quella dignità ed il prestigio sociale di cui è stata privata e che l’hanno fatta precipitare nel gradino più basso di tutti i comparti della P.A.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3040 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaStampa" del 16 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 16/2/2018 12:52:32 (35 letture)

Docenti sviliti e genitori in cattedra, il paradosso della scuola al contrario

di flavia amabile - 16.02.2018


Il ruolo degli insegnanti non è più riconosciuto: il 7% di mamme e papà litiga ai colloqui. La denuncia del sindacato: «Sono troppo protettivi e vogliono che ci adeguiamo ai figli»

Che farebbe oggi Giovanni Pascoli o Natalino Sapegno, che un tempo insegnavano alle superiori? Come affronterebbero gli studenti e soprattutto i loro genitori? Come si troverebbero in un mestiere che ogni giorno di più diventa uno scontro (a volte anche fisico) con adulti e ragazzi?

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5667 bytes | Commenti?
Stampa : da "il24.it" del 15 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 15/2/2018 17:00:27 (50 letture)

STATALI, SI DOVRANNO USARE LE FERIE PER ESAMI E TERAPIE

15 FEBBRAIO 2018 - BY REDAZIONE


Si prospettano tempi sempre più duri per gli statali, da sempre ritenuti una categoria privilegiata rispetto ai lavoratori privati. Eppure con le nuove riforme pare che questa disuguaglianza non sia più reale. A sottolineare questa novità è stata la Cgs, Confederazione generale sindacale, facendo riferimento a una bozza consegnata ai sindacati nella trattativa in corso all’Aran sul rinnovo contrattuale del comparto delle Funzioni centrali. Secondo quanto sarebbe scritto dalla bozza, gli statali avrebbero 18 ore di permessi l’anno per effettuare esami diagnostici o terapie (in pratica 3 giorni). Qualora venissero superate queste ore non resterebbe che prendersi una parte di ferie.

Ecco le parole di Rino Di Meglio, segretario della Cgs:

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2060 bytes | Commenti?
Stampa : da "corriere.it" del 15.02.2018
Inviato da admin_CUSMA il 15/2/2018 16:40:00 (22 letture)

Open in new window
Piacenza, studente di prima media manda la prof in ospedale

L’insegnante è stata ricoverata al pronto soccorso con una prognosi di 7 giorni. L’alunno l’ha colpita ripetutamente a un braccio. "Forte preoccupazione viene espressa dal sindacato dei professori GILDA".

di Redazione Scuola 15 febbraio 2018


Un altro episodio di violenza contro un insegnante dopo quello gravissimo della professoressa di Caserta sfregiata dal suo alunno solo perché voleva interrogarlo e quello, anche peggiore, del papà di Foggia che ha preso a calci un vice preside colpevole di aver rimproverato il figlio all’uscita da scuola. Questa volta è successo in provincia di Piacenza dove una professoressa è stata colpita ripetutamente a un braccio da uno studente di prima media. Ricoverata al pronto soccorso ne è uscita con una prognosi di sette giorni. Il ragazzino - di cui colpisce in questo caso anche la giovane età - è stato sospeso con obbligo di frequenza e la scuola ha presentato una denuncia per infortunio sul lavoro e una segnalazione ai servizi sociali. La notizia è stata pubblicata oggi dal quotidiano Libertà - forse anche in seguito al clamore dei fatti accaduti nelle ultime due settimane - ma l’episodio risale al 30 gennaio scorso. «E’ la punta dell’iceberg di una situazione molto difficile - ha spiegato la preside della scuola media della Val Nure -.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3645 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 14 febbraio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 14/2/2018 22:19:31 (17 letture)

Concorso docenti abilitati, domande dal 20 febbraio al 22 marzo

di Redazione - 14/02/2018


Con la nota 8900 del 14 febbraio, il Miur ha dato indicazioni sulla consistenza delle graduatorie ad esaurimento e dei concorsi 2016.

In attesa della pubblicazione del bando ricordiamo che venerdì scorso è stato pubblicato il regolamento del concorso (DM 995/17).

Si fa seguito alla nota di questa Direzione generale, prot. n. 8208 del 12 febbraio u.s., con la quale venivano trasmessi il DM n. 984 del 14.12.2017 e il DM n. 995 del 15.12.2017 per comunicare, in attesa della imminente pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale, le azioni preliminari da porre in essere, al fine di fornire ai candidati utili elementi per la scelta della regione, dal momento che il bando, com’è noto alle SS.LL., non può prevedere il contingente dei posti per cui gli stessi presenteranno domanda.
Infatti, l’articolo 3, comma 2 del DM n. 995/2017, dando attuazione all’art. 17, comma 2, lettera b) del D.lvo n. 59/2017, prevede che i posti da destinare, ogni anno, alla procedura in oggetto siano quelli residui dopo le immissioni in ruolo da Gae e da GM (art. 17, comma 2, lettera a) del D.lvo n. 59) e quindi, ovviamente, quantificabili per ciascuna classe di concorso/tipo posto, solo a conclusione di dette operazioni da parte di codesti Uffici.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2738 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 270 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteFeb 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016
fortunata 3/8/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale