username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
(1) 2 3 »
Formazione : da "LaTecnicadellaScuola" del 5 aprile 2018
Inviato da admin_CUSMA il 5/4/2018 17:11:04 (41 letture)

Open in new window
Formazione obbligatoria, non c’è nessun monte orario annuale da rispettare

di F. De Angelis - 05/04/2018

Continuano ad arrivare in redazione messaggi di lettori che non hanno compreso ancora come funziona la formazione obbligatoria o del caso di alcuni Ds la impongono ai docenti “a modo proprio”. Proviamo a fare chiarezza anche alla luce delle ultime novità del contratto scuola.

La legge 107/2015

La legge 107/2015 ha disposto, ai sensi dell’art.1 comma 124, che nell’ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale. Tutte le attività di formazione sono definite dalle singole istituzioni scolastiche in coerenza con il piano triennale dell’offerta formativa e con i risultati emersi dai piani di miglioramento delle istituzioni scolastiche previsti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 80, sulla base delle priorità nazionali indicate nel Piano nazionale di formazione, adottato ogni tre anni con decreto del Ministro dell’istruzione, sentite le organizzazioni sindacali rappresentative di categoria.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3915 bytes | Commenti?
Formazione : da "La tecnica della scuola" del 20 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 21/3/2017 16:38:12 (98 letture)

Piano formazione: si attendono chiarimenti dal Miur

R. Palermo - Lunedì, 20 Marzo 2017

Reti di scuole e ruolo delle scuole polo sono questioni problematiche del Piano nazionale di formazione.
Dell'argomento si è discusso nei giorni scorsi, ma senza nessun esito concreto, in un incontro fra sindacati e tecnici del Ministero.
I sindacati - hanno ribadito la loro posizione sugli aspetti salienti del piano.
Intanto, secondo le organizzazioni sindacali le scuole non avrebbero nessun obbligo di aderire alle reti, pena una grave lesione della loro autonomia.
Inoltre è stato ribadito che la formazione del personale va assicurata a tutti i docenti e ata a prescindere dall’adesione della propria scuola alla rete di scopo o di ambito. Si tratta di un punto nodale perchè per il momento gli uffici regionali hanno dato indicazioni diverse: lo stanziamento, in quasi tutte le regioni, è stato assegnato alle scuole polo che dovranno gestire in prima persona il piano di attività per tutto il territorio, con le difficoltà organizzative facilmente prevedibili.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2333 bytes | Commenti?
Formazione : da "La tecnica della scuola" del 15 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 15/3/2017 15:35:49 (200 letture)

Open in new window
Formazione obbligatoria (dei docenti): Come stanno veramente le cose?

Lucio Ficara - Mercoledì, 15 Marzo 2017


Ci viene posta questa domanda: “La mia Ds sostiene che noi docenti siamo obbligati a frequentare 150 ore di formazione in un triennio. È una cosa vera?”.

Molti docenti ci chiedono quali sono le norme sulla formazione, perché vengono obbligati a seguire i corsi organizzati dalla scuola e per un numero di 50 ore l’anno.

La formazione obbligatoria, permanente e strutturale dei docenti, definita dal comma 124 della legge 107/2015non ha vincoli di ore annuali né tanto meno nel triennio.

Siccome in circolari interne di alcune scuole si obbliga il personale docente a seguire il corso di aggiornamento richiamando la norma della legge 107 che rende obbligatoria, permanente e strutturale la formazione, e imponendo anche il tipo di corso da seguire e il numero di ore da effettuare al fine dell’accumulo orario triennale di circa 120 o addirittura 150 ore.

È importante specificare che la normativa vigente non prevede un monte orario annuo o triennale di formazione e aggiornamento degli insegnanti, inoltre sarebbe previsto, proprio ai sensi del suddetto comma 124 della legge 107/2015,una formazione in servizio e non fuori dall’orario del servizio.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3612 bytes | Commenti?
Formazione : da USR Emilia Romagna - 17 ott. 2016
Inviato da admin_CUSMA il 18/10/2016 22:05:43 (184 letture)

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELL'EMILIA ROMAGNA

Pianificazione degli aspetti organizzativi e gestionali delle attività di formazione del personale scolastico: progettazione e individuazione scuole-polo per la formazione

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U).0016079.17-10-2016

Ai Dirigenti Scolastici
delle scuole statali dell’Emilia-Romagna
Ai Dirigenti
degli Uffici di Ambito territoriale
per l'Emilia-Romagna
Alle Organizzazioni Sindacali regionali
del personale della scuola


Oggetto: Pianificazione degli aspetti organizzativi e gestionali delle attività di formazione del personale scolastico: progettazione e individuazione scuole-polo per la formazione.

La nota MIUR prot. n. 2915 del 15.9.2016, in allegato, fornisce prime indicazioni per la progettazione delle attività formative destinate al personale scolastico.
In particolare, declina il quadro di riferimento per la formazione proposto dalla Legge 107/2015,
evidenziando le priorità per il prossimo triennio 2016/2019 ed esplicitando le modalità di realizzazione della obbligatorietà della formazione attraverso le "unità formative" e i soggetti promotori.
A livello di governance, come già indicato con nota MIUR prot. n. 2151 del 7.6.2016 relativa all'individuazione di reti di ambito e reti di scopo, si prevede che ogni rete di ambito individui una scuola-polo per la formazione anche NON coincidente con la scuola capofila della medesima rete.
Alle scuole-polo individuate per la formazione saranno assegnate le risorse per le azioni inerenti il Piano per la formazione dei docenti (2016-2019).
I requisiti delle scuole-polo per la formazione, indicati nella nota MIUR n.2915, sono connessi sia ad aspetti progettuali, sia a concreta disponibilità e capacità di gestione amministrativo-contabile, il tutto in diretto rapporto con il territorio di riferimento.
Le reti di ambito dovranno individuare le scuole-polo per la formazione, entro mercoledì 26 ottobre p.v. e trasmetterne, per il tramite della scuola capo-fila di ambito, tempestiva comunicazione allo scrivente Ufficio (uff3@g.istruzioneer.it).

IL DIRETTORE GENERALE
Stefano Versari

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Formazione : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Rimini
Inviato da admin_CUSMA il 17/12/2015 16:19:00 (269 letture)

Uat di Forlì-Cesena e Rimini sede di Rimini, 17 dicembre 2015

ANNO DI PROVA E FORMAZIONE-2015-2016-RICOGNIZIONE DOCENTI

Alla Particolare attenzione dei Dirigenti Scolastici, dei DSGA, e per il loro tramite per i DOCENTI coinvolti

Con riferimento all’oggetto si inviano la nota di questo Ufficio a cui attenersi e gli allegati relativi.
____________________________________________

Ufficio VII – Ambito territoriale di Forlì – Cesena e Rimini
Dirigente: Giuseppe Pedrielli

Ai Dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado

Oggetto: Ricognizione docenti in periodo di prova e formazione: A.S. 2015-16. Trasmissione della tabella di ricognizione docenti e modulo di istanza di autorizzazione al rilascio di nulla osta dell’Ambito Provinciale, sede di servizio.

Con riferimento all’oggetto, giunti al completamento delle operazioni relative alle fasi di assunzione, siamo
a chiedervi i nominativi dei docenti presenti nelle vostre scuole in qualità di:
- docenti neo-assunti nelle fasi 0- A-B-C;
- docenti neo-assunti che hanno accettato un contratto, ma che hanno optato per mantenere la
supplenza al 30.06 o al 31.08, differendo quindi al 1° luglio o al 1° settembre l’effettiva assunzione in servizio;
- docenti che dal 1° settembre 2015 hanno ottenuto il passaggio di ruolo;
- docenti che non hanno potuto effettuare il periodo di formazione e prova negli anni precedenti.
Tutto questo ai fini dello svolgimento dell’anno di formazione, tenendo presente che:
 per poter svolgere l’anno di formazione e di prova i docenti dovranno essere in possesso di
determinati requisiti. A tal proposito si richiama integralmente il punto 2 della CM 36167 del
5.11.2015;
 pertanto i docenti che hanno differito la presa di servizio, se intendono svolgere il periodo di prova e formazione, dovranno produrne istanza di nulla osta al Dirigente dell’Ambito territoriale, sede di servizio (vedi ultimo capoverso della pag. 2 della citata CM 36167). Tale istanza andrà presentata sul modulo che si allega;
 in caso di dubbi sulla presenza dei requisiti posseduti dai docenti, inserire comunque i nominativi degli stessi nella tabella di ricognizione, utilizzando la colonna “NOTE, SITUAZIONI PARTICOLARI” per segnalare il caso specifico.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5046 bytes | Commenti?
Formazione : da USR Emilia Romagna - 16 ottobre 2014
Inviato da admin_CUSMA il 20/10/2014 14:44:29 (312 letture)

TFA 2014 - decreto n. 298/2014

U.S.R EMILIA ROMAGNA
Ufficio IV - Gestione del personale della scuola
Dirigente: Dott. Bruno E. Di Palma

Al sito Internet
Al MIUR –Dipartimento per l’Istruzione – Dir. Gen. Per il Personale Scolastico – Ufficio III
Agli Uffici di Ambito territoriale
Alle OO.SS. regionali- Comparto scuola

Decreto n. 298
Prot. n. 12538/C10 Bologna, 17/10/2014
IL DIRETTORE GENERALE
VISTI.....PRESO ATTO.... VERIFICATO...CONSIDERATO...

DECRETA

È compilato e pubblicato l’elenco degli aspiranti esclusi dalla partecipazione alle successive prove di cui al suddetto decreto per mancanza dei requisiti di accesso o per mancato scioglimento della riserva; l’esclusione è riferita alle sole classi di concorso specificamente indicate e tale elenco è parte integrante del presente decreto.
Avverso il presente provvedimento è ammesso, per i soli vizi di legittimità, ricorso giurisdizionale al competente T.A.R., entro 60 giorni, oppure ricorso straordinario al
Presidente della Repubblica, entro 120 giorni, dalla data di pubblicazione del presente provvedimento.

Il Direttore Generale
Stefano Versari

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1958 bytes | Commenti?
Formazione : Tuttoscuola.com - new sui TFA (PSA) speciali - 5 luglio 2013
Inviato da admin_CUSMA il 5/7/2013 17:20:00 (1268 letture)

Open in new window
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il regolamento istitutivo dei Tfa speciali - venerdì 5 luglio 2013

note: Entrata in vigore del provvedimento: 19/07/2013

"Anticipata a ieri giovedì 4 luglio 2013 la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto 25 marzo 2013 n. 81 - Serie Generale n. 155, recante modifiche al dm 249/10, che stabilisce le procedure di formazione iniziale degli insegnanti".

Al via i corsi organizzati dal ministero dell'Istruzione per far abilitare all'insegnamento almeno 80mila docenti precari: il regolamento è stato pubblicato giovedì 4 luglio 2013 in Gazzetta Ufficiale.

Vediamone i punti salienti.

Circa i requisiti di partecipazione, come anticipato, non sarà possibile contare l’anno scolastico 2012/13 che sta concludendosi. Infatti “possono partecipare i docenti non di ruolo, ivi compresi gli insegnanti tecnico pratici, che, sprovvisti di abilitazione ovvero di idoneità alla classe di concorso per la quale chiedono di partecipare e in possesso dei requisiti previsti al comma 1, abbiano maturato, a decorrere dall’anno scolastico 1999/2000 fino all’anno scolastico 2011/2012 incluso, almeno tre anni di servizio in scuole statali, paritarie ovvero nei centri di formazione professionale”.

Per il conteggio dei tre anni, si conferma che “è valutabile il servizio effettuato nella stessa classe di concorso o tipologia di posto, prestato per ciascun anno scolastico per un periodo di almeno 180 giorni ovvero quello valutabile come anno di servizio intero”.

Si conferma un ulteriore punto, su cui i sindacati e i precari avevano molto insistito, cioè che non ci sarà selezione in ingresso ai cosiddetti Tfa speciali: “L’iscrizione ai percorsi formativi abilitanti speciali non prevede il superamento di prove di accesso”.

Il testo si conclude elencando l’elenco delle competenze che gli abilitandi dovranno essere in grado di dimostrare e i modi di valutazione delle stesse, secondo uno schema omogeneo a quello dei Tfa ordinari.

segue nostro approfondimento ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 13989 bytes | Commenti?
Formazione : Diploma a 18 anni, un alibi per nuovi tagli?
Inviato da admin_CUSMA il 15/9/2012 1:50:00 (437 letture)

Open in new window

Diploma a 18 anni propone il Ministro Profumo, la GILDA degli Insegnanti in allarme - un alibi per nuovi tagli?

Dichiarazione di Rino Di Meglio sul progetto ministeriale di accorciare il percorso scolastico.

"Abbreviare di un anno i tempi per conseguire la maturità? Non si comprende la finalità di una simile ipotesi. Non vorremmo che l´obiettivo fosse l'ennesimo taglio di posti nella scuola pubblica statale".

Il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, stronca così la notizia trapelata nelle ultime ore secondo cui al ministero dell'Istruzione si starebbe lavorando su un progetto per accorciare il percorso scolastico e consentire agli studenti di prendere il diploma a 18 anni invece che a 19.

"Sarebbe bene - conclude il sindacalista - che il ministro Profumo, nei pochi mesi ancora a sua disposizione, si concentrasse sulle tante questioni aperte nel mondo della scuola e puntasse a far funzionare tutto ciò che ancora non va".


Roma, 14 settembre 2012

Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Formazione : da Fondazione Alma Mater - 6 dic 2017
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2017 21:30:00 (68 letture)

Open in new window
da Fondazione Alma mater Bologna


Aggiornamento professionale docenti, educatori, dirigenti scolastici - Università di Bologna

Corsi di formazione per insegnanti in servizio

Le proposte dell’Università di Bologna pensate per le professionalità del mondo scolastico: master, corsi di alta formazione, corsi di formazione permanente, convegni e seminari dedicati alle tematiche della scuola e della didattica. Di seguito una selezione delle iniziative di prossima attuazione.

Il ruolo e le funzioni del tutor nella scuola - sede Bologna
Il ruolo e le funzioni del tutor nella scuola - sede Rimini


Scadenza bando: 15 dicembre 2017


Segreteria: Pierpaolo Carlino

Formare il docente che svolge il ruolo di Tutor del personale in formazione, in ordine alle funzioni di accompagnamento, orientamento e monitoraggio del percorso formativo dei soggetti in formazione.

Valutare le competenze degli studenti in matematica. La valutazione per l'apprendimento attraverso l'analisi di video


Scadenza bando: 05 febbraio 2018

Segreteria: Pierpaolo Carlino

Formare il docente di matematica sulle metodologie e procedure della valutazione formativa degli apprendimenti in classe e sulla progettazione dei Piani di Miglioramento orientati a rinnovare i contesti d'apprendimento e le pratiche didattiche, soprattutto nell'area matematica e scientifica.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5519 bytes | Commenti?
Formazione : da "La tecnica della scuola" del 16 marzo 2017
Inviato da admin_CUSMA il 16/3/2017 19:29:46 (148 letture)

La formazione è obbligatoria, ma il monte ore non è stabilito

Fabio Guarna - Giovedì, 16 Marzo 2017


La formazione obbligatoria dei docenti, sia sotto il profilo delle modalità di attuazione che quello del monte orario a cui sono soggetti sta diventando un tormentone.


A favorire i dubbi concorre la matassa legislativa che dovrebbe essere letta - se non studiata - attentamente dai diretti destinatari e che richiede in alcuni casi anche uno sforzo interpretativo, che a dire il vero, per questa parte non sarebbe particolarmente difficile per chi giornalmente si imbatte nel grande universo delle norme che la legge 107 ha prodotto.
Ecco perché i chiarimenti che arrivano in forma di interpretazione autentica da parte degli addetti ai lavori sono sempre utili e per così dire fanno notizia.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2937 bytes | Commenti?
Formazione : dall'USR Emilia Romagna, 21 feb. 2017
Inviato da admin_CUSMA il 22/2/2017 23:33:29 (95 letture)

USR Emilia Romagna, 21 feb. 2017

Convocazione per informativa sulla formazione del personale docente ed ATA (ven 24 febbraio 2017 ore 11.30).
______________________________________________

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U).0003005.21-02-2017

Alle OO.SS. regionali comparto scuola
FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA,
SNALS/CONFSAL, FGU GILDA UNAMS
LORO SEDI


Oggetto: Convocazione incontro del 24 febbraio 2017.

Come concordato per le vie brevi, le SS.LL. sono invitate a partecipare all’incontro fissato per il giorno 24 febbraio alle ore 11.30 presso la Sala ovale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna con il seguente o.d.g.:
 Formazione personale docente ed ATA a.s. 2016/17;
 Varie ed eventuali.

IL DIRETTORE GENERALE
Stefano Versari

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Formazione : da Miur - 5 ott. 2016
Inviato da admin_CUSMA il 5/10/2016 22:57:29 (208 letture)

dal Miur - mercoledì 5 ottobre 2016

Formazione docenti neoassunti
___________________________________________

MIUR.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE(U).0028515.04-10-2016

- Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali
E p.c. al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione


Oggetto: Periodo di formazione e di prova per i docenti neo-assunti. Orientamenti preliminari per la progettazione delle attività formative per l’a.s. 2016-17.

La conferma del modello formativo

L’anno scolastico 2015-2016 ha costituito il banco di prova del nuovo modello di formazione per i docenti neo-assunti previsto dal D.M. 850/2015, in stretta correlazione con le innovazioni introdotte dalla Legge 107/2015 (commi da 115 a 120). Sono stati oltre 90.000 i docenti impegnati nella partecipazione alle diverse fasi dell’anno di formazione e prova. Questa Direzione, d’intesa con Indire cui è stata affidata la parte on line del percorso, ha costantemente monitorato la complessa attività che ha dovuto tener conto di un quadro normativo in evoluzione e della capillarità dell’intervento.
Dai primi esiti dei monitoraggi in fase di realizzazione da parte degli USR, di Indire e di altri organismi, risulta un sostanziale gradimento per la nuova configurazione del modello formativo. Esso è apparso più intrecciato con le dinamiche reali della scuola, facendo ricorso allo scambio con colleghi “esperti”, alla metodologia dei laboratori formativi dedicati, alla riflessione e alla documentazione del proprio sviluppo professionale.
Tali evidenze sono emerse anche nei seminari interregionali realizzati nella primavera del 2016 con il concorso dell’Indire a Roma, Milano, Napoli, e che hanno visto la partecipazione dei rappresentanti di MIUR, INDIRE, USR, referenti provinciali, dirigenti responsabili delle scuole-polo. La fattiva collaborazione tra tutti questi soggetti ha consentito di portare a termine nei tempi previsti l’impegnativa azione formativa, che ora viene riproposta per accompagnare i docenti che fruiranno delle nuove immissioni in ruolo per l’a.s. 2016-17.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 9087 bytes | Commenti?
Formazione : da "La tecnica della scuola" del 17 novembre 2014
Inviato da admin_CUSMA il 18/11/2014 0:09:30 (279 letture)

Specializzazione sostegno 2014/2015: i bandi delle Università

L.L. - Lunedì, 17 Novembre 2014

Disponibili informazioni dagli Atenei di Genova, Pisa, Firenze, Siena, Udine e Macerata

Con Decreto n. 832 del 10/11/2014 il Miur ha dato il via all’attivazione dei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno da parte delle Università (notizia).
Alcuni Atenei hanno già pubblicato i relativi bandi.
Riportiamo di seguito le indicazioni già disponibili dalle Università, suddivise per Regione:

Friuli Venezia Giulia
Università di Udine
Pagina

Liguria
Università di Genova
Bando
Iscrizione entro 14 novembre 2014
Prova preselettiva: la data del test di ammissione già fissata per il 22 novembre 2014 a partire dalle ore 10,00 presso il Dipartimento di Scienze della Formazione è stata rinviata a data da destinarsi.
Costo selezioni 90€
Corso 2.400€

Marche
Università di Macerata
Pagina

Toscana
Università di Pisa
Bando
Iscrizione entro 1 dicembre 2014
Prova preselettiva gennaio 2015
Costo selezioni 100€
Corso 2.500€

Università di Firenze
Bando - Rettifica indirizzo online presentazione domande - Presentazione domande online
Iscrizione entro 12 dicembre 2014 ore 13.00
Prova preselettiva 22 dicembre 2014
Prova scritta 8 gennaio 2015
Prova orale 20 gennaio 2015
Costo selezioni 100€
Corso 2.500€
Pagina

Università di Siena
Informativa del 31 ottobre 2014: è di imminente pubblicazione il bando per i corsi pe

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Formazione : dal Ministero le prime faq - 3 agosto 2013
Inviato da admin_CUSMA il 3/8/2013 19:04:43 (553 letture)

news ... Percorsi speciali abilitanti: le prime risposte del Miur ai dubbi dei candidati

sabato 3 agosto 2013

Il ministero dell’Istruzione ha ‘postato’ sul proprio sito internet le FAQ relative ai quesiti più ricorrenti per accedere ai corsi e le modalità di compilazione delle domande da presentare entro il prossimo 29 agosto. Chiarimenti anche sulla spendibilità del titolo.
Il ministero dell’Istruzione ha ‘postato’ sul proprio sito internet le prime risposte alle domande più ricorrenti (le cosiddette FAQ), riguardanti i requisiti d’accesso e le modalità di compilazione delle domande per partecipare ai Percorsi abilitanti speciali, da eseguire tramite la piattaforma “Istanze On Line” entro il prossimo 29 agosto (anche se non è da escludere una proroga di un paio di giorni).
L'ultima domanda predisposta dal Miur riguarda anche la spendibilità del titolo abilitante: l'amministrazione ha specificato che al termine dei PAS, coloro che supereranno l'esame finale acquisiranno un titolo che permetterà "l’inserimento nella seconda fascia delle graduatorie di istituto e costituiscono requisito di ammissione ai futuri concorsi per titoli e per esami e consentono l’assunzione con contratto a tempo indeterminato nelle scuole paritarie". Porte sbarrate, quindi, per l'accesso alle GaE. A meno che non cambi la legge.

Qui di seguito, l'elenco completo delle prime FAQ predisposte dall’amministrazione:

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6469 bytes | Commenti?
Formazione : CORSO DI FORMAZIONE
Inviato da admin_CUSMA il 9/10/2012 16:50:00 (688 letture)

Open in new window




Facoltà di Giurisprudenza

Corso di Preparazione al concorso per docenti

L’I.P.S.E.F. – Ente accreditato al MIUR per la “Formazione al Personale della Scuola” in convenzione con l’Università Telematica Giustino Fortunato promuove in favore degli iscritti alla GILDA degli Insegnanti un Corso gratuito di Formazione e di Aggiornamento Professionale rivolto al personale docente e/o aspirante docente interessato a conseguire un’adeguata preparazione in vista del prossimo Concorso per docenti (Decreto n. 82 del 24.09.2012).

Il Corso prevede 5 incontri (fruibili anche on-line) e simulazioni via computer dei test di accesso.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CORSO

http://www.ipsef.it/FormGilda/

NB: PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTA LA SEDE GILDA/FGU O CHIAMA L'IPSEF 0824/31.24.63 – info@ipsef.com

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
(1) 2 3 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteApr 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
syd73 24/3/2018
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale