username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
RSS Feed
Scioperi : da USR Emilia Romagna
Inviato da admin_CUSMA il 8/11/2021 13:39:26 (19 letture)

Sciopero generale FISI 01-15 novembre - Deliberazione n. 21/256 della Commissione di garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero – Assenza ingiustificata – Azione disciplinare per inadempimento.
__________________________________________________

Bologna, 5 nov 2021

- Ai Dirigenti degli Uffici di Ambito Territoriale
dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia -Romagna

Al Dirigente dell’Ufficio IV dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia - Romagna


Oggetto: Sciopero generale proclamato ad oltranza dalla Segreteria nazionale della Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali, in data 29 ottobre 2021 “per tutti i settori pubblici e privati a oltranza dalle ore 00.01 dell’1° novembre alle ore 23.59 del 15 novembre 2021”. Deliberazione n. 21 /256 della Commissione di garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero – Assenza ingiustificata – Azione disciplinare per inadempimento.

A seguito di quanto già comunicato con la nota di questo Ufficio prot. n. 25098 del 04 novembre 2021, inerente lo sciopero di cui all’oggetto, si trasmette allegata alla presente la nota del Vice Capo di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione prot. n. 47748.
Con la nota summenzionata l’Amministrazione Centrale ha reso noto a questo Ufficio che, in data 04 novembre 2021 con deliberazione n. 21/256, pure allegata, la Commissione di Garanzia ex legge 146/90 ha statuito in merito allo sciopero di cui all’oggetto.
Tra le altre cose con la delibera di cui sopra la Commissione ha ritenuto che l’azione di cui trattasi “ pe r la durata complessiva dell’astensione e la prevista modalità di partecipazione risulta estranea alla stessa nozione di sciopero recepita dall’art. 40 della Costituzione, consolidata anche dalla giurisprudenza della Corte di Cassazione (Cassazione n.24653 del 3 dicembre 2015) ”. In tal senso, la stessa “ viola, in forza della sua estensione temporale cumulativa, non solo i limiti esterni, quali dati dalla osservanza delle regole poste alla sua effettuazione con riguardo ai servizi pubblici essenziali, ma anche e prima di tutto i limiti interni attinenti alla sua riconducibilità alla nozione costituzionale”.
Il Vice Capo di Gabinetto riporta, inoltre, quanto precisato dalla Commissione in merito alla non riconducibilità di tale astensione alla nozione di sciopero che, pertanto, come tale fuoriesce dalla competenza della Commissione medesima, la quale delibera, infine, che “ non procederà ad esaminare questa terza proclamazione ed eventuali successive astensioni indette dalla Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali per le medesime motivazioni”.
Non da ultimo, la nota ministeriale segnala come la Commissione di garanzia abbia, infine, deliberato che “ conseguentemente, l’assenza dei lavoratori che aderiscano alla protesta deve ritenersi ingiustificata a tutti gli effetti di legge, con la possibilità, per le amministrazioni che erogano servizi pubblici essenziali, di attivare nei confronti dei lavoratori i rimedi sanzionatori per inadempimento, previsti dal diritto dei contratti ”.
Si sottolinea, infine, che la Deliberazione di cui all’oggetto verte unicamente sull’azione proclamata dalla FISI, con nota del 29 ottobre 2021, “ per tutti i settori pubblici e privati a oltranza dalle ore 00.01 dell’1° novembre alle ore 23.59 del 15 novembre 2021 ”.

Il Vice Direttore Generale
Bruno E. Di Palma

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Scioperi : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 29/5/2020 21:56:26 (126 letture)

Open in new window
Sindacati proclamano sciopero l’8 giugno (lunedì)

di F. De Angelis - 29/05/2020

I sindacati della scuola Flc Cgil, Cisl Fsur, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e FGU Gilda Unams, scenderanno in piazza l’8 giugno e annunciano lo sciopero a seguito dello stato di agitazione già in atto.

Come si legge sul verbale di mancata conciliazione a seguito dell’incontro avvenuto fra MI e organizzazioni sindacali, i temi che portano allo sciopero sono tanti, ma su tutti “la forte amarezza e contrarietà per la conclusione della vertenza relativa al precariato dei docenti con 36 mesi di servizio“, scrivono i sindacati, “ribadendo, ancora una volta, la necessità di interventi per assicurare alle scuole tutti i docenti necessari, attraverso un percorso per soli titoli che valorizzi l’esperienza e la professionalità come anche la mancata attenzione per un apposito percorso di abilitazione semplificato rivolto a tutto il personale docente, anche già di ruolo. Inaccettabile, inoltre, tenuto conto dell’assoluto bisogno di docenti specializzati, l’assenza di opportune soluzioni per assicurare l’immediata stabilizzazione del personale di sostegno con il titolo”.

Le Organizzazioni Sindacali, inoltre, “osservano come sia indispensabile un preciso impegno politico al fine di rimettere la scuola al centro del progetto del rilancio del Paese sia con opportuni investimenti, che si ritengono, allo stato attuale, fortemente carenti ed assolutamente insufficienti per i bisogni, sia con gli indispensabili incrementi di organici del personale per consentire a tutti gli studenti e le studentesse una serena e fattiva ripresa delle attività didattiche”.

Lo sciopero sarà proclamato per l’intera giornata e riguarderà sia il personale docente e ATA sia a tempo indeterminato che determinato, ma anche i Dirigenti Scolastici.

Di seguito il comunicato unitario dei sindacati:

(leggi tutto)

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7097 bytes | Commenti?
Scioperi : da "Lift.it" - sciopero 12 maggio
Inviato da admin_CUSMA il 12/5/2016 15:40:00 (479 letture)

Open in new window
Scuola, oggi sciopero nazionale e boicottaggio Invalsi. Ecco perchè

di Donatella Coccoli - 12 maggio 2016

Dopo molti mesi di silenzio, ci siamo, oggi è il primo giorno di sciopero nazionale della scuola. Il secondo, si terrà il 20 maggio. Due mobilitazioni a distanza di una settimana dimostrano però che il fronte compatto di un anno fa contro la Buona scuola – era il 5 maggio 2015 – sia purtroppo un ricordo. Oggi è la volta della mobilitazione promossa da Cobas, Unicobas, Usb e Gilda/FGU, il 20 sarà la volta di Cgil, Cisl, Ul e Snals. I motivi dello sciopero sono più o meno gli stessi: il blocco del contratto che ormai dura da sette anni, gli scatti di anzianità, il taglio di posti Ata, la protesta contro la legge 107 e il sistema di valutazione Invalsi. A proposito dei famigerati test che vengono “somministrati” proprio oggi nelle scuole superiori ai sindacati si unisce anche la protesta degli studenti. Con lo slogan “Siamo studenti, non numeri” l’Uds (Unione degli studenti) ha proposto varie forme di boicottaggio.

Ma torniamo agli scioperi. Perché i sindacati si presentano divisi? Perché Gilda degli Insegnanti, per esempio, che è sempre stata a fianco dei confederali va per conto proprio? Tanto più che condivide con la Cgil la campagna referendaria anti legge l07. «Noi ci siamo sempre battuti per l’unità sindacale e lo faremo anche per il futuro quando ci sarà da lottare per il contratto nazionale, per evitare che venga snaturato», afferma il coordinatore Rino Di Meglio. Solo che Gilda non ha firmato insieme agli altri sindacati l’accordo sulla mobilità «e loro, soprattutto Cisl e Uil, non ci hanno più coinvolto in iniziative unitarie. Quando la Cgil si è fatta viva era troppo tardi, avevamo già fissato il nostro sciopero il 12 maggio e non potevamo indirne un secondo», spiega Di Meglio.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6521 bytes | Commenti?
Scioperi : oggi è sciopero - vademecum
Inviato da admin_CUSMA il 11/12/2014 22:52:55 (563 letture)

SCIOPERO

Oggi venerdì 12 dicembre molti docenti si asterranno dal loro compito quotidiano di recarsi a scuola a fare lezione, perché avranno deciso di aderire allo sciopero generale indetto da Cgil e Uil,e per la scuola ci sono anche la Gilda insegnanti/FGU e l'Ugl scuola, nessuna preoccupazione devono avere di comunicare la loro adesione allo sciopero, perché non è un atto obbligatorio.

UN BREVE PROMEMORIA:

Le regole stanno scritte in un allegato al CCNL che riprende le norme della legge 146 del 1990. In ogni caso non c'è obbligo ad annunciare preventivamente l'adesione allo sciopero.
Diverso è invece il comportamento a cui deve attenersi il dirigente scolastico.


Da cosa è regolato il comportamento che devono tenere i dirigenti scolastici e i docenti in caso di sciopero? Il regolamento che disciplina i comportamenti dei Ds e degli insegnanti in caso di scioperi della scuola è scritto nell’allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999, che acquisisce ed attua quanto scritto nella legge 146/1990.
In questo regolamento si specifica che, per l’insegnante che voglia scioperare , in occasione di scioperi indetti regolarmente ai sensi dell’art.3 del su citato allegato, non è fatto obbligo di dichiaralo, ed è pienamente specificato che tale comportamento non è censurabile dal dirigente scolastico. Infatti nell’art.2 comma 3 del regolamento degli scioperi è scritto che in occasione di ogni sciopero, i capi d'istituto inviteranno in forma scritta il personale a rendere comunicazione volontaria circa l’adesione allo sciopero entro il decimo giorno dalla comunicazione della proclamazione dello sciopero oppure entro il quinto, qualora lo sciopero sia proclamato per più comparti.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3679 bytes | Commenti?
Scioperi : da USR Emilia Riomagna - 7 dic. 2012
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2012 10:50:00 (592 letture)

DATI PER PROVINCIA RELATIVI ALLE ADESIONI ALLO SCIOPERO DEL: intera giornata COBAS/SCUOLA, FLC/CGIL EMILIA ROMAGNA 24 novembre 2012
_____________________________________________________

PROVINCIA - DIRIGENTI - DOCENTI - PERSONALE EDUCATIVO ATA - TOTALI - ISTITUTI
IN SCIOPERO/IN SERVIZIO - % - TRATTENUTE IN SCIOPERO - IN SERVIZIO - % - RILEVATI TOTALE %

FORLI'-CESENA 0 43 0,00 0 789 2.510 31,43 0 3 0,00 200 1.012 19,76 989 3.568 27,72% 55 57 96,49

RIMINI 1 40 2,50 0 867 2.438 35,56 0 0 0,00 166 781 21,25 1.034 3.259 31,73% 44 44 100,00

TOTALE EMILIA ROMAGNA: 6 432 1,39 487 7.830 21.777 35,96 0 16 0,00 1.745 7.809 22,35 9.581 30.034 31,90% 510 551 92,56

__________________________________FINE--------------------

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Scioperi : lunedì 19 dicembre: il personale della scuola unito sciopera
Inviato da admin_CUSMA il 18/12/2011 22:23:57 (684 letture)

19 dicembre 2011: sciopero per una manovra più equa

Ultima ora di lezione o di servizio, modalità di adesione


Le lavoratrici e i lavoratori della scuola denunciano l'iniquità di una manovra che carica prevalentemente sul lavoro dipendente e sui pensionati il peso del risanamento. Chiedono che il Governo apra ad un reale confronto con le parti sociali che porti a significative correzioni del decreto all´esame delle Camere per la definitiva conversione in legge.

Nella giornata di oggi lunedì 19 dicembre 2011 la scuola sciopera con la modalità dello sciopero breve: i docenti si asterranno dal lavoro nell'ultima ora di lezione prevista per la classe. Se quindi in una scuola la sezione A termina alla quinta ora e la sezione B alla sesta, gli insegnanti della sezione A possono scioperare alla quinta ora e quelli della sezione B alla sesta.

Con particolare riferimento ai docenti in servizio su classi con orario anche pomeridiano, le modalità di adesione sono state oggetto di comunicazione integrativa della proclamazione di sciopero da parte delle stesse OO.SS, di cui l´Amministrazione ha dato conto nella nota prot. AOOUFGAB N. 11410/PF.

Nel caso in cui l'organizzazione dell´attività didattica si svolga su più turni o le lezioni si protraggano in orario pomeridiano (scuola dell'infanzia, primaria a tempo pieno, media a tempo prolungato) il personale docente in servizio in orario antimeridiano potrà scioperare nella prima ora di lezione della classe/sezione, mentre chi lavora in orario pomeridiano potrà aderire allo sciopero nell´ultima ora di lezione della classe/sezione.

Lo sciopero del 19 dicembre, con tutti i sindacati uniti come da tempo la Gilda-Unams andava chiedendo, è una protesta contro la differenza di sacrifici tra cittadini di classi diverse, perché il decreto Monti ha penalizzato non coloro che dovevano essere colpiti ma solo coloro che potevano esserlo.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Scioperi : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 2/6/2020 0:35:04 (93 letture)

Sciopero scuola, il Garante blocca l’agitazione sindacale dell’8 giugno

di Andrea Carlino - 01/06/2020

La Commissione di Garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali invita le organizzazioni sindacali a revocare la mobilitazione indetta dai maggiori sindacati del mondo della scuola il prossimo 8 giugno e a dare tempestiva comunicazione alla Commissione.

Tra le ragioni indicate per la revoca dello sciopero dell’8 giugno da parte della Commissione: il mancato rispetto del termine di preavviso, che deve avvenire con un preavviso non inferiore a 15 giorni; e il mancato rispetto della regola di intervallo tra le azioni di sciopero, secondo cui tra un’azione e la successiva deve intercorrere un intervallo di tempo non inferiore a 7 giorni.

Il prossimo 5 giugno era infatti già stato proclamato dal Cobas lo sciopero nazionale del comparto Istruzione e ricerca.

I sindacati hanno già confermato lo sciopero e preannunciano che replicheranno alle ingiunzioni della Commissione di garanzia.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Scioperi : da "Orizzontescuola.it" del 22 ott 2019
Inviato da admin_CUSMA il 23/10/2019 0:20:00 (157 letture)

Sciopero, riforma: ARAN chiede preavviso su adesioni docenti per avvertire famiglie

di redazione - 22 ott 2019

La Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero ha chiesto più vincoli all’esercizio del diritto di protesta a scuola. Confronto aperto all’Aran, prossimo incontro il 5 novembre.

L’obiettivo che la Commissione si pone è limitare i disservizi che derivano dagli scioperi. Per ora quindi la discussione del confronto è incentrato sulla proposta dell’Aran di introdurre una clausola negoziale per fare in modo che i docenti rendano nota in anticipo la propria volontà di aderire o meno allo sciopero oppure di non esprimersi affatto. Così i dirigenti scolastici possono avere la possibilità di organizzarsi per tempo, avvertendo i genitori degli alunni del possibile disservizio.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1761 bytes | Commenti?
Scioperi : da Uat di Forlì-Cesena e Rimini, 27 aprile 2015
Inviato da admin_CUSMA il 27/4/2015 14:50:00 (696 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini, 27 aprile 2015

INDIZIONE SCIOPERO (comunicazione ufficiale)
___________________________________________

Ufficio VII - Ambito territoriale di Forlì-Cesena e Rimini
(sede di Rimini)

Dirigente: Giuseppe Pedrielli

Ai DIRIGENTI SCOLASTICI
delle scuole statali di ogni ordine e grado della provincia
LORO SEDI
Al PERSONALE COMPARTO SCUOLA
SEDE
e, p.c. Ai RAPPRESENTANTI delle Organizzazioni Sindacali
LORO SEDI


OGGETTO: Comparto Scuola – Vari Sindacati - Scioperi del 5, 6 e 12 maggio 2015.

Relativamente agli scioperi in oggetto si trasmettono in allegato le seguenti note del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca:
- prot. n. 11481 del 20.04.2015 ad oggetto “AND (Associazione Nazionale Docenti) Sciopero 5 maggio 2015”;
- prot. n. 11486 del 20.04.2015 ad oggetto “CONITP. Sciopero 5 maggio 2015”;
- prot. n. 11668 del 22.04.2015 ad oggetto “Sciopero nazionale 5 maggio 2015 indetto da Flc/Cgil, Cisl/scuola, Uil/scuola, Snals/Confsal e Gilda/unams”;
- prot. n. 11699 del 22.04.2015 ad oggetto “Adesione UGL Scuola allo sciopero del 5 maggio 2015”;
- prot. n. 11709 del 22.04.2015 ad oggetto “Adesione allo sciopero generale della scuola 5 maggio 2015 - Lavoratori ex LSU assimilati ATA”;
- prot.n. 11973 del 24.04.2015 ad oggetto “Sciopero nazionale 5 maggio –COBAS – Comitati di base della Scuola: Estensione sciopero nazionale a tutto il personale della scuola”
- prot. n. 11672 del 22.04.2015 ad oggetto “Sisa - Sindacato Indipendente Scuola e Ambiente. Adesione sciopero 5 e 12 maggio 2015”;
- prot. n. 11470 del 20.04.2015 ad oggetto “Cobas Scuola. Sciopero del 5, 6 e 12 maggio 2015”;
- prot. n. 11476 del 20.04.2015 ad oggetto “Cub Scuola Università e Ricerca. Sciopero 5, 6 e 12 maggio 2015”.

Si rappresenta la necessità dell’immediata adozione di tutti i prescritti adempimenti di competenza.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3397 bytes | Commenti?
Scioperi : GILDA: sciopero scuola venerdì 12 dicembre
Inviato da admin_CUSMA il 9/12/2014 0:40:00 (467 letture)

Open in new window
























“Quando scioperare è un imperativo etico !!!”
E' per questo motivo che venerdì 12 dicembre 2014 noi della Federazione Gilda-Unams sciopereremo.


Il “ Popolo” in Italia è sovrano ed esercita tale sovranità secondo le forme ed i limiti stabiliti dalla Costituzione .
Tanto viene sancito dal secondo comma dell'articolo primo della Costituzione Italiana .
Ne consegue che nella nostra democrazia parlamentare qualsiasi decisione è possibile , purchè conforme al dettato costituzionale e le scelte devono essere effettuate nell'unico posto deputato a tanto, il Parlamento della Repubblica Italiana.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4642 bytes | Commenti?
Scioperi : MIUR: COMPARTO SCUOLA - SCIOPERO - 3 Marzo 2012
Inviato da admin_CUSMA il 19/2/2012 19:20:00 (1056 letture)

Open in new window















MIUR: COMPARTO SCUOLA - SCIOPERO - 3 Marzo 2012

Proclamazioni e adesioni

- FEDERAZIONE GILDA-UNAMS: SCIOPERO 3 MARZO 2012. COMPARTO SCUOLA
Telex prot.n. 2428 del 16 Febbraio 2012


- ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE E SINDACALE ANIEF: SCIOPERO 3 MARZO 2012. COMPARTO SCUOLA
Telex prot.n. 2422 del 16 Febbraio 2012

- SISA - SINDACATO INDIPENDENTE SCUOLA E AMBIENTE -: ADESIONE ALLO SCIOPERO DEL 3 MARZO 2012 INDETTO DALL'ANIEF. COMPARTO SCUOLA
Telex prot.n. 2425 del 16 Febbraio 2012

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Scioperi : Scuola, in 200 mila sfilano contro la Gelmini in tutta Italia
Inviato da admin_CUSMA il 17/11/2010 20:10:00 (584 letture)

Scuola, in 200 mila sfilano contro la Gelmini in tutta Italia
Gli studenti: e' solo l'inizio. Tre cortei a Roma e manifestazioni nelle principali città. Slogan anche contro Tremonti
- 17.11.2010

Si dichiarano più che soddisfatte le associazioni degli studenti della scuola superiore e dell'università, organizzatori delle manifestazioni in oltre cento capoluoghi di provincia a cui hanno partecipato almeno 200mila giovani nel giorno della giornata internazionale del diritto allo studio. In diverse città - Roma, Torino, Milano, Palermo, Bologna, Napoli, Venezia, Firenze e Ancona ed altre - hanno partecipato a migliaia. Nella capitale ben tre cortei - gli universitari sono partiti da piazza della Repubblica, i 'medi' da piazzale Aldo Moro ed un terzo non autorizzato composto dai giovani che hanno occupato i licei - hanno paralizzato per una parte della mattinata il Lungotevere ed il centro. Una parte dei manifestanti romani ha anche deviato il percorso programmato, forzando il blocco delle forze dell'ordine, per raggiungere piazza Montecitorio e palazzo Madama chiedendo le dimissioni del governo. Tanti gli slogan e gli striscioni contro il governo: 'Gelmini e Tremonti appesi a un filo, lasciamoli cadere' recitava l'enorme striscione esposto nell'atro della facoltà di Giurisprudenza di Bari firmato da Link, così come a Roma la manifestazione è stata aperta dalla frase 'Governo precario, generazione precaria vediamo che casca'. Al ministro che li accusa di "utilizzare vecchi slogan", gli studenti della Rete della Conoscenza hanno risposto che "è evidente che la Gelmini non è in grado di fare il proprio mestiere: dopo le forti proteste di tutto il mondo della scuole e dell'università, continuare a ricoprire quell'incarico è solo accanimento terapeutico".
Alg/ Bol

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteDic 2021Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
IsobelJens 5/12/2021
BryonKaylo 5/12/2021
LeifNavarr 4/12/2021
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale