username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
RSS Feed
(1) 2 3 4 ... 65 »
Attività sindacale : Scuola: Gilda, Azzolina scenda non significa si dimetta,ma..
Inviato da gioacolo il 21/10/2020 22:00:00 (21 letture)

Open in new window








(ANSA) - ROMA, 21 OTT – Lo slogan “Il ministro scenda” non significa chiederne le dimissioni, ma l’apertura di un dialogo. Temo, però, che la ministra non si confronterà con noi; in questi mesi il confronto è stato assente e quando un albero nasce storto è difficile si raddrizzi". Lo ha detto Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, nel corso della conferenza stampa unitaria online “La scuola è al capolinea! La Ministra scenda!”. “Non un atto fatto dal ministro in questi mesi è andato bene: gli spazi non sono stati reperiti, di docenti ne sono stati assunti pochi ma non sappiamo quanti. Nella gestione dell’emergenza ci vorrebbero coesione e collaborazione. Ci auguriamo che il premier intervenga: con Conte e gli ex ministri dell’Istruzione avevamo sottoscritto accordi che sono stati totalmente disattesi”.
(Fonte: Ansa)

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da GILDA FC-RN
Inviato da admin_CUSMA il 14/10/2020 17:40:00 (16 letture)

Scuola e precari, i sindacati chiedono lo slittamento dei concorsi
Presidi davanti alle Prefetture e assemblee con Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams


Cesena, 14 ottobre 2020

I precari della scuola alzano la voce in tutta Italia. Stamane gli insegnanti e le sigle sindacali Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams si sono dati appuntamento davanti alle Prefettura e hanno indetto assemblee su piattaforma per chiedere al Governo il rinvio delle prove del concorso straordinario e del maxi-concorso con oltre 500 mila candidati.

Molti insegnanti precari sono chiamati a spostarsi all'interno delle regioni o anche fra regioni diverse per sostenere i concorsi. Purtroppo finora non siamo riusciti ad avviare un dialogo costruttivo col ministero. Chiediamo di spostare il concorso almeno in primavera. Presenteremo una lettera al prefetto per chiedergli un intervento urgente per bloccare le prove. Questo sit-in è propedeutico a un eventuale sciopero unitario.

C’è il rischio che gli insegnanti perdano un’occasione unica che aspettano da anni per raggiungere la stabilizzazione.

Fra l’altro, il ministero sino a oggi non ha previsto prove suppletive per i colleghi che saranno costretti a saltare i concorsi perché in quarantena.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da sindacati scuola prov Rimini
Inviato da admin_CUSMA il 9/10/2020 21:30:00 (26 letture)

Open in new window
PROVINCIA DI RIMINI

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SINDACALE

DEI DOCENTI PRECARI e NON

in videoconferenza su zoom.us al seguente link:

https://cgiler.zoom.us/j/94959401103?
pwd=dGo5NEZ6WnlTSWFyMWV2NUhOQlFzUT09
ID riunione: 949 5940 1103
Passcode: precari


LUNEDì 12 OTTOBRE 2020 dalle ore 15.30 alle 17.30

con il seguente Ordine del Giorno:
1. Il punto su le nomine a TD nella provincia di Rimini
2. Mobilitazione nazionale precariato scuola
3. Varie ed eventuali

#RENDIAMO STABILE IL LAVORO
#RENDIAMO SICURE LE SCUOLE


Centralità della scuola per far crescere il paese

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da "Gilda-FC/RN"
Inviato da admin_CUSMA il 23/9/2020 12:00:00 (20 letture)

Open in new window

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : dalla delegazione Gilda al MI
Inviato da admin_CUSMA il 1/8/2020 17:45:13 (43 letture)

dalla delegazione Gilda/FGU al MI

Resoconto incontri MI-OOSS

30 e 31 luglio 2020

Nei giorni giovedì 30 e venerdì 31 luglio 2020 si sono riunite in videoconferenza le delegazioni dell’Amministrazione (DG-Bilancio) e delle OOSS firmatarie per discutere il seguente odg: Contrattazione Collettiva Nazionale Integrativa, sottoscrizione Ipotesi di CCNI criteri FMOF a.s. 2020-2021.

Durante le riunioni l’Amministrazione ha illustrato alle OOSS la bozza dell’Ipotesi di CCNI sul FMOF per l’a.s. 2020/2021.

Nel CCNI le somme dell’ex-“bonus merito” per la valorizzazione dei docenti, istituito dalla legge 107/2015, vengano inglobate nel fondo FIS (Fondo delle Istituzioni Scolastiche) e come disposto dalla legge di bilancio del 2020, la 160/2019, sono finalizzate alla valorizzazione di tutto il personale scolastico senza ulteriore vincolo di destinazione.

Si tratta di ben € 142.800.000 euro che, in origine, erano destinati ai soli docenti; per questo la FGU-Gilda degli Insegnanti ha da sempre preteso che anche nella contrattazione integrativa nazionale o di istituto tale somma fosse riservata alle attività svolte dal solo personale docente.

L’articolato previsto dall’attuale bozza di CCNI 2020/2021, mettendoli nel calderone del FIS, estende a tutto il personale l’accesso al fondo e demanda alla contrattazione di istituto la ripartizione e i criteri di distribuzione scaricando sulla contrattazione di scuola e sulle RSU l’individuazione dei destinatari con i prevedibili conflitti che questo può creare.

La nostra delegazione durante la riunione ha sostenuto la netta contrarietà della FGU-Gilda all’ipotesi di contratto sulla quale hanno invece concordato il ministero e le altre OOSS. Ha proposto che, in attesa di riversare queste risorse nel CCNL per aumentare lo stipendio di tutti i docenti (si tratta di oltre 200,00 euro per ogni insegnante), le somme del fondo ex-bonus merito andavano separate dal FIS e riservate alle attività svolte dai soli docenti (compreso il personale educativo).

Tale indicazione è giustificata anche dalla fase di emergenza COVID 19 che ha visto, e vedrà anche nel prossimo a.s. 2020/2021, i docenti farsi carico dell’enorme lavoro aggiuntivo legato alla Didattica a Distanza a proprie spese e con risorse proprie.

Di fronte all’accordo tra ministero e le altre OO.SS la FGU-Gilda degli Insegnanti ha confermato la decisione di non firmare il CCNI sul FMOF 2020/2021.

Di conseguenza la FGU-Gilda degli Insegnanti invita le RSU di ogni scuola a difendere i sacrosanti diritti e interessi dei docenti proponendo che la quota dell’ex-bonus merito sia finalizzata al lavoro aggiuntivo del solo personale docente. A livello nazionale e al livello di ogni istituzione scolastica la FGU-Gilda degli insegnanti è dalla parte dei docenti e della scuola, posto che le basse retribuzioni del personale ATA non possono essere certo implementate con l’elemosina del FIS.

La nostra delegazione ha inoltre protestato perché i fondi per i recuperi estivi è da ben 3 anni che non vengono finanziati e perché molte scuole non hanno ancora liquidato il FMOF dell’a.s. 2019/2020, cioè di attività già svolte da mesi, perseverando nella pessima abitudine dell’Amministrazione di ritardare la retribuzione dei lavoratori.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : dal MI
Inviato da admin_CUSMA il 1/7/2020 21:50:00 (48 letture)

News ... Rinnovo graduatorie: fornite dal MI ai sindacati le bozze dell' O.M. e le tabelle valutazione titoli. Novità in arrivo un master scende a 0,5 punti, spariti dalla valutazione i titoli artistici e cambia anche la valutazione del servizio non specifico.

di redazione - 1 luglio 2020

Supplenze per il biennio 2020/21 e 2021/22: OOSS e Ministero al lavoro per l’aggiornamento delle graduatorie provinciali e di istituto.

Al momento il materiale fornito alle OOSS sono solo bozze che pertanto potranno ancora subire modifiche anche rilevanti. Il testo infatti, dopo il confronto con i sindacati, dovrà essere inviato al CSPI per il prescritto parere e solo successivamente potrà essere pubblicato in forma definitiva.

Domani, giovedì 2 luglio si avvia anche il confronto per la stesura del Protocollo per la sicurezza relativo alla ripartenza del prossimo anno scolastico.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : dalla delegazione GILDA al Ministero Istruzione
Inviato da admin_CUSMA il 14/5/2020 22:10:00 (46 letture)

Resoconto delegazione GILDA incontro MI - OO.SS del 14 maggio 2020

Incontro su adozioni libri di testo

Il giorno giovedì 14 maggio 2020, alle ore 11.00, si sono riunite in videoconferenza le delegazioni dell’Amministrazione (DG-Ordinamenti dott.ssa Palermo e dott. Lombardo) e delle OOSS firmatarie per discutere il seguente odg:

- informativa sull'ordinanza in materia di adozioni dei libri di testo (art. 2, comma 1, lett. d) DL n. 22 del 2020.

L’incontro è stato convocato dall’Amministrazione, che ha ravvisato l’urgenza dell’informativa, nella serata del 13 maggio 2020. Le OOSS hanno preso atto dell’urgenza e hanno chiesto che su ogni ordinanza prevista dal decreto 22/2020 sia fornita da parte del ministero una puntuale informazione anche con l’invio delle bozze.
La Dott.ssa Palermo ha illustrato le linee generali e il contenuto dell’O.M. che devono rispondere a quanto previsto dall’art. 2, c. 1, lett d) del Decreto 22 aprile 2020. La novità riguarda la possibilità di confermare la delibera del Collegio docenti per l’adozione dei libri di testo già fatta per l’a.s. 2019/2020 anche per il prossimo a.s. 2020/2021, facendo salvi gli scorrimenti.
In particolare sono state definite due specifiche procedure:
1- I libri vengono confermati con atto unilaterale dopo la ricognizione effettuata dal D.S. (atto dichiarativo) nel rispetto delle competenze degli organi collegiali (non è prevista alcuna discrezionalità del Ds);
2- Le nuove adozioni, là dove sono necessarie per nuovi indirizzi, libri fuori catalogo, ecc., dovranno seguire la procedura ordinaria: consigli di classe – Collegio dei Docenti per la delibera da effettuarsi entro il giorno 8 giugno.
In concreto l’adozione dei nuovi libri di testo, a detta dell’Amministrazione, dovrebbe essere consentita per il triennio dei professionali, per i libri fuori catalogo e per le attivazioni di nuovi indirizzi. Il Collegio dei Docenti, sempre secondo l’Amministrazione, potrebbe essere convocato anche su richiesta di un terzo dei componenti, come stabilito ordinariamente, in caso di inerzia o provvedimento unilaterale del DS.
La delegazione della FGU-Gilda degli Insegnanti ha espresso la necessità di specificare nel dettaglio le procedure garantendo le prerogative degli organi collegiali.
Inoltre, essendo la scelta dei libri di testo espressione dell’autonomia didattica e della libertà di insegnamento la delegazione della FGU-Gilda degli Insegnanti ha chiesto di garantire, attraverso il Consiglio di classe, la possibilità ai docenti che vogliono effettuare una nuova adozione la possibilità di esercitare tale diritto.
Per questo la modalità di richiesta del Collegio docenti non può essere limitata alla raccolta firme di un terzo dei componenti, ma deve essere anche estesa alle richieste dei Consigli di classe, altrimenti il rischio è di affidare alla discrezionalità del DS la possibilità di confermare automaticamente i libri di testo.
Si è proposto pertanto di integrare l’OM con la possibilità di verificare nei singoli consigli di classe, anche per vie brevi con l’intermediazione del coordinatore di classe, se vi è necessità di modificare le adozioni dei libri di testo per il prossimo a.s. e, nel caso i consigli esprimano l’opportunità di modifiche, si debba convocare il collegio dei docenti per la delibera. Ciò è ancora più plausibile di fronte alla necessità di convocazione dei Collegi dei Docenti a distanza anche per altre deliberazioni concernenti la fine dell’anno scolastico (valutazione, esami, ecc.).​
La delegazione ha chiesto all’Amministrazione di avere al più presto il testo della bozza dell’O.M. per esprimere in tempi rapidissimi le osservazioni per le eventuali modifiche.
La Dott.ssa Palermo ha convenuto sulla necessità di garantire la libertà di insegnamento, attraverso la scelta dei libri di testo, e la centralità agli organi collegiali, ma esprimendo la sua preoccupazione circa i tempi delle procedure da attivare.
In merito al testo richiesto sarà il Gabinetto del Ministro a decidere se e quando trasmetterlo alle OO.SS.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da UST di Forlì-Cesena e Rimini
Inviato da admin_CUSMA il 11/5/2020 11:59:32 (142 letture)

INCONTRO UST FORLI'-CESENA E OO.SS 11 maggio 2020

Cesena, 11 maggio 2020


Durante la video conferenza di questa mattina con i funzionari dell'UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì, abbiamo avuto i dati relativi alle domande di mobilità del personale scolastico per l'a.s. 2020/21, questi i numeri per ordine e grado di scuola.

- Scuola Infanzia: 68 trasferimenti e 21 passaggi
- Scuola Primaria: 186 trasferimenti e 7 passaggi
- Media di I grado: 54 trasferimenti, 6 passaggi di ruolo, 1 passaggio di cattedra
- Media di II grado: 136 trasferimenti, 44 passaggi di ruolo e 23 passaggi di cattedra
- personale ATA 127 trasferimenti provinciali, 32 interprovinciali, 2 passaggi profilo provinciale e 2 passaggi di profilo interprovinciale.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 21/10/2020 21:35:52 (9 letture)

Sindacati della scuola: “I dati della ministra non ci convincono”

di Sara Adorno - 21/10/2020

Oggi pomeriggio si sono riuniti in conferenza stampa i cinque sindacati della scuola (Cgil, Cisl, Uil, Snals e GILDA degli Insegnanti) per discutere di alcune questioni riguardanti il comparto scolastico. In particolare, temi centrali dell’incontro sono stati il dibattito sul concorso straordinario che avrà inizio a partire da domani e la richiesta di accedere ai dati reali del contagio nell’ambito scolastico, visto che c’è uno scollamento tra quelli comunicati dai vari territori e quelli dichiarati dal governo. Solo avendo accesso ai dati reali, secondo quanto emerso, sarà possibile poter fare delle valutazioni e attuare delle misure di intervento.

Diverse, inoltre, sono state le criticità riscontrate da parte dei sindacati per quanto concerne il concorso straordinario. Infatti, è stata evidenziata la difficile situazione nella quale si ritrovano diversi docenti partecipanti. Se da un lato un gruppo non esiguo si trova in quarantena insieme ad alcune classi del proprio istituto, dall’altro ci sono delle città sedi di esame che ad oggi sono zone rosse e, quindi, con l’impossibilità di transito dall’esterno.

I sindacati annunciano la possibilità di diversi contenziosi in vista della scelta di proseguire con le prove d’esame del concorso straordinario.

Durante la conferenza è stato ricordato l’appuntamento di domani giovedì 22 ottobre alle ore 16:00 di un tavolo convocato per definire i diversi aspetti del contratto integrativo lavorativo sulla didattica a distanza e lo smart working.

Inoltre, i sindacati hanno comunicato che la ministra Azzolina li ha convocati per mercoledì 28 ottobre alle ore 17:00 per un tavolo di confronto.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da sindacati scuola Forlì-Cesena
Inviato da admin_CUSMA il 14/10/2020 14:30:00 (15 letture)

Open in new window
PROVINCIA DI FORLI'-CESENA

mercoledi 14 ottobre 2020 una giornata di mobilitazione dei precari della scuola

Convocazione assemblea sindacale

14 OTTOBRE 2020 dalle 15.00 alle 17.00
DEI DOCENTI PRECARI di tutte le scuole
della provicia di FORLI – CESENA


Ordine del giorno:
1. Concorso straordinario 22 ottobre in un contest o di emergenza sanitaria
2. Rischi e criticità per il personale coinvolto e per le scuole individuate sedi di concorso
3. Mancate assunzioni in ruolo e situazione supplenze
4. Varie ed eventuali

#RENDIAMO STABILE IL LAVORO
#RENDIAMO SICURE LE SCUOLE


Questo è il link per accedere all'assemblea: https://cgiler.zoom.us/j/2678062652

Centralità della scuola per far crescere il paese

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da Gilda/FGU Nazionale
Inviato da admin_CUSMA il 23/9/2020 12:40:00 (20 letture)

Open in new window

Roma, 22 settembre 2020



Care colleghe e cari colleghi,
vi ricordo gli appuntamenti della mobilitazione del fine settimana alla quale partecipiamo come Federazione GILDA - Unams:

• venerdì 25 settembre ore 10.30 - 13.00 si terrà un’assemblea sindacale nazionale unitaria in videoconferenza a cui sono invitati i quadri nazionali e territoriali e le RSU, con l'utilizzo da parte di queste ultime dei permessi loro dedicati; i nostri dirigenti sindacali e le RSU potranno collegarsi e seguire l’assemblea dal canale facebook della FGU che trovate al link:

https://www.facebook.com/GildaInsegnantiFanPage/live/

• sabato 26 settembre ore 15.00 - 19.00 manifestazione nazionale in presenza “PRIORITÀ ALLA SCUOLA” che si svolgerà a Roma in Piazza del Popolo.

Sono consapevole dell’enormità degli sforzi prolungati che tutte e tutti noi stiamo compiendo ad ogni livello organizzativo nazionale e locale per dare assistenza e supporto ai colleghi e dare visibilità alle nostre proposte per la scuola, sforzi necessari per evitare
l’isolamento in cui questo ministero tenta di recludere l’azione e la partecipazione sindacale.
Per questo concludo con un grande ringraziamento a tutte e tutti.

Il Coordinatore nazionale FGU
Rino Di Meglio

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : Diffida ai DS
Inviato da admin_CUSMA il 3/9/2020 23:00:00 (39 letture)

Open in new window
Diffida sui corsi di recupero (PAI, PIA) senza deliberazione collegiale e senza pagamento della prestazione lavorativa

Cesena, 3 settembre 2020
URGENTE

- Ai dirigenti degli istituti scolastici della provincia di Forlì-Cesena
- All’albo sindacale
e p.c. Ai Docenti di ogni plesso scolastico - Loro sedi

Documento trasmesso per posta elettronica all’indirizzo istituzionale di tutte le istituzioni scolastiche della provincia di Forli-Cesena

OGGETTO: diffida dall’imporre ai docenti corsi di recupero degli apprendimenti (PAI, PIA) per il periodo 1-12 settembre 2020 senza deliberazione collegiale e senza pagamento della prestazione lavorativa.

Premesso:
- che la nota ministeriale n. 1494 del 26 agosto 2020, a firma del dott. Marco Bruschi, Capo Dipartimento per il sistema formativo di istruzione e formazione, non può in alcun modo modificare disposizioni di legge e di contratto sull’obbligo di lavoro dei docenti;
- che il D.L. 22/2020, convertito nella L. 41/2020, individua quali “attività ordinarie” quelle inerenti il recupero e l’integrazione degli apprendimenti relativi all’anno scolastico 2019/20;
- che, altresì, il d. lgs. 75/2017 (c.d. “Madia”) stabilisce che l’orario di servizio è comunque normato dal contratto e non dalla legge;
- che l’orario settimanale di cattedra, precisamente calendarizzato, costituisce un obbligo per il personale docente solo da quando viene disposto l’inizio delle lezioni da parte della Regione territorialmente competente;
- che, nel caso della Regione Emilia Romagna, nel lasso di tempo da 1 settembre a 13 settembre 2020 l’orario di lavoro dei docenti è impegnato dalle attività programmate dal collegio dei docenti nel piano delle attività (CCNL/2007, art. 28 comma 4 e seguenti tuttora vigenti) per le necessità propedeutiche di inizio anno scolastico (collegi, consigli di classe, dipartimenti e monodisciplinari, formazione e programmazione), attività dunque che rientrano funzionalmente nell’azione didattica successivamente da espletare;
- che i recuperi secondo il Piano di Apprendimento Individualizzato e il Piano di Integrazione degli Apprendimenti devono essere programmati e deliberati dal collegio dei docenti e non semplicemente ordinati dal dirigente scolastico nell’ambito della propria potestà organizzativa;
- che per tale attività di recupero degli apprendimenti e del curricolo, i docenti sono soggetti ad un aggravio aggiuntivo e straordinario delle condizioni lavorative mediante la necessaria intensificazione dell’attività e l’adozione di una nuova flessibilità organizzativa e didattica volta all’ampliamento dell’offerta formativa (CCNL 2007, art. 88 comma 2 lettera a);
- che, quindi, per i suddetti recuperi consegue obbligo retributivo per il datore di lavoro (CCNL 2007, art. 88 comma 2) in favore dei docenti impegnati;
- che le risorse possono essere reperibili all’interno della contrattazione integrativa ai livelli nazionale e di istituzione scolastica, senza ulteriori oneri per lo Stato;
- che l’articolazione dell’orario di lavoro del personale docente, educativo ed ATA deve essere oggetto di confronto tra dirigenza scolastica ed RSU e OO.SS. territoriali (art. 22 comma 8 lettera b – b1 del CCNL 2016/18);
per tutto quanto sopra premesso,
la scrivente O.S. diffida le SS.LL. dal procedere come in oggetto, al fine di evitare contenzioso a tutela della dignità lavorativa del personale docente della scuola.
Distinti saluti Federazione GILDA-UNAMS/Gilda degli Insegnanti

Il coordinatore provinciale
Prof Aldo Cusmà Piccione Cadetto

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 16/7/2020 22:10:57 (43 letture)

Incontro tra sindacati e ministro: rientro in sicurezza, più risorse per gli organici

di A. Toscano - 16/07/2020

Incontro interlocutorio quello odierno in videoconferenza tra le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative e la ministra Azzolina (in rappresentanza del Ministero dell’istruzione erano presenti anche il capo Gabinetto e i capi Dipartimento degli uffici del personale e delle risorse) su temi importanti come il rientro a scuola in sicurezza e maggiori risorse per gli organici.

In effetti Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Gilda Unams hanno chiesto con un comunicato unitario un provvedimento legislativo urgente per garantire la massima sicurezza nella ripresa delle attività didattiche in presenza a settembre e l’apertura di un confronto sugli organici.

Evitare assolutamente le “classi pollaio” ed investire sull’edilizia scolastica

Nell’introduzione dei lavori, la ministra Azzolina ha sottolineato la volontà di deroga, attraverso un apposito emendamento, ai parametri del Dpr n. 81/2009 relativo ai criteri per la formazione delle classi (Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dell’art. 64, comma 4 del D.L. 25 giugno 2008 n. 112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008 n. 133). In pratica, la possibilità di derogare ai criteri sul numero di alunni per classe fissati dall’art. 64 della legge 133/2008 (con la Gelmini ministro dell’istruzione) la quale, imponendo l’innalzamento dei parametri, ha provocato il fenomeno delle “classi pollaio” che in diversi casi superano i 30 alunni.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4109 bytes | Commenti?
Attività sindacale : dalla delegazione GILDA/FGU al MI
Inviato da admin_CUSMA il 26/5/2020 20:13:19 (52 letture)

dalla delegazione Gilda/FGU al Ministero Istruzione

Resoconto dell’incontro con il Ministero per informativa sulla chiamata veloce.

Oggi martedì 26 maggio, nel pomeriggio alle ore 15:30 si è svolta una riunione per via telematica con il Ministero dell’Istruzione ai
fini di ricevere l’informativa in relazione alle modalità e alle tempistiche con le quali si procederà al conferimento delle nomine in ruolo per “chiamata veloce” che si effettueranno al termine delle usuali nomine in ruolo.

Per l’amministrazione erano presenti Il Dott. Bruschi e la Dott.ssa Alonzo che hanno brevemente illustrato il DM in questione. Si riporta di seguito una sintesi dei vari punti esaminati:

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4403 bytes | Commenti?
Attività sindacale : comunicato sindacale
Inviato da admin_CUSMA il 14/5/2020 21:41:50 (41 letture)

COMUNICATO

Scuola: più di un lavoratore su tre collegato nelle assemblee on line. (Buone le adesioni alle tre assemblee unitarie della provincia di Forlì-Cesena).

Sono state quasi duecento le assemblee sindacali in modalità on line promosse oggi da FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, Snals Confsal e [b]Gilda Insegnanti Unams, che hanno puntato i riflettori sulle problematiche legate all’emergenza in atto, alle modalità di svolgimento del lavoro imposte dal lockdown ma ancor più su quelle che caratterizzeranno la ripresa delle attività in presenza.
[/b]
Modi nuovi di lavorare che richiedono anche intese sindacali propedeutiche alle necessarie integrazioni della disciplina contrattuale, qualora si presentasse anche nel prossimo anno scolastico la necessità di ricorrervi.
La mobilitazione telematica ha visto una straordinaria partecipazione, tanto che l’elevatissimo numero di contatti ha messo più volte a dura prova le piattaforme, affollando oltre i limiti di capienza le aule virtuali allestite in ogni territorio. Tanto per fare alcuni esempi, oltre 2000 contatti per gli istituti
comprensivi, e 1600 per la secondaria, nelle assemblee di Roma, 1600 a Firenze, oltre 3.000 a Torino, piattaforme piene a Milano, Bari, Genova, Palermo e Catania, quasi ovunque la necessità di replicare con successive riunioni per far fronte alle richieste di connessione.
“ Una risposta che va oltre le aspettative – commentano i segretari generali Francesco Sinopoli, Maddalena Gissi, Giuseppe Turi, Elvira Serafini e Rino Di Meglio – siamo soddisfatti per il buon esito di una prova impegnativa anche sul piano tecnico, ma soprattutto per l’enorme quantità di persone che siamo riusciti a coinvolgere. Anche se costretti a seguire modalità a distanza, abbiamo promosso e reso possibile una vicinanza con le persone e tra le persone di cui tutti sentiamo quanto mai bisogno.
Da questa emergenza si può uscire, oltre che con ingenti investimenti finanziari, solo rafforzando solidarietà e coesione, in questo senso il sindacato gioca un ruolo decisivo ”.
Dagli interventi è emerso un forte e diffuso desiderio di ritorno alle attività in presenza, insieme alla richiesta di poterlo fare con le dovute garanzie di tutela della salute e della sicurezza. Una tutela che riguarda il personale, ma si estende in generale agli alunni e di riflesso alle loro famiglie. “È una consapevolezza che dev’essere di tutti – sottolineano i leader delle cinque organizzazioni – ci pare che anche l’incontro di ieri col Comitato Tecnico Scientifico dimostri la complessità di intervento sul settore, non è certo un caso se la scuola è stata l’unica categoria consultata in modo diretto e specifico dal CTS ”. Grande spazio anche ai temi del contrasto alla precarietà, in una situazione che impone di assicurare alle scuole risorse adeguate per gestire una ripresa delle attività condizionata dall’obbligo di osservare misure ancora indispensabili di cosiddetto “distanziamento sociale”.
“ Lavorare con gruppi più ristretti di alunni, assicurare l’assistenza e la sorveglianza necessarie, non si può certo fare a costo zero, servono più insegnanti e più collaboratori, almeno per qualche tempo.
Servono presìdi sanitari di supporto e prevenzione e serve stabilità del lavoro – concludono i segretari generali – non è pensabile che una gestione complessa come quella che ci attende dal primo settembre, con tante regole e procedure da seguire scrupolosamente, si possa reggere senza avere tutte le risorse di personale stabilmente a disposizione: insegnanti, educatori, personale ATA, dirigenti scolastici e direttori dei servizi. Guai se ci ritrovassimo in quella fase con una marea di posti coperti
precariamente, magari con le nomine ancora da gestire. Una situazione che va assolutamente evitata, così come è da escludere che possano svolgersi in presenza, nell’attuale fase di emergenza, le annunciate prove concorsuali ”.

Roma, 13 maggio 2020


FLC CGIL CISL SCUOLA UIL SCUOLA RUA SNALS CONFSAL GILDA UNAMS

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
(1) 2 3 4 ... 65 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteOtt 2020Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale