username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
Burnout : 8 marzo, per le donne insegnanti c'è poco da festeggiare
Inviato da admin_CUSMA il 8/3/2015 13:40:00 (287 letture)

8 marzo, per le donne insegnanti c'è poco da festeggiare

Domenica, 08 Marzo 2015

Ricordiamo che nel 2018 le donne che siedono dietro la cattedra, quasi l'82% dei docenti, andranno in pensione a 67 anni e con la Buona Scuola verranno assunte anche fuori regione: la maggior parte vi rimarrà almeno tre anni e lo stesso vale per tutte quelle di ruolo che continuano a chiedere di avvicinarsi a casa: eppure è scientificamente provato che fanno un lavoro estenuante.

In Italia, la correlazione tra stress da insegnamento e patologie è stata confermata dallo studio decennale ‘Getsemani’ Burnout e patologia psichiatrica negli insegnanti, da cui è emerso che la categoria degli insegnanti è quella che di più conduce verso patologie psichiatriche e inabilità al lavoro: dallo studio è emerso che ad essere stressati per il lavoro logorante sono, a vario titolo, il 73 per cento dei docenti.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Burnout : La salute a scuola: Report 2010
Inviato da admin_CUSMA il 18/1/2011 23:36:40 (663 letture)

Salute in cattedra: report 2010

Introduzione


Il fenomeno del disagio mentale professionale (DMP) degli insegnanti, più noto col nome di burnout, assume particolare rilevanza alla luce della nuova normativa sulla tutela della salute nei posti di lavoro (art. 28 del D. L.gs 81/08 e s.m.). Questa pone in capo al datore di lavoro il compito di individuare e contrastare i rischi da stress-lavoro-correlato (SLC), tenendo in giusto conto anche il genere e l'età del lavoratore. I dati del Ministero della Pubblica Istruzione, mostrano che il corpo docente è per l'82% composto da donne con un'età media di circa 50 anni. La categoria professionale dei docenti rientra tra le cosiddette helping profession e risulta essere maggiormente esposta ad usura psicofisica (2; 4; 6; 12; 13; 14; 15; 16; 17; 23; 24; 25; 26; 27; 29). Nonostante ciò, nell'opinione pubblica è ben radicata la convinzione che la suddetta categoria fruisce di una condizione privilegiata (orario di lavoro ridotto e ferie prolungate).
Con la pubblicazione dello studio "Quale rischio di patologia psichiatrica per la categoria professionale degli insegnanti?" , si arriva finalmente a investire della questione "DMP nella scuola" anche il settore medico-scientifico e non più solamente quello psicologico. Il termine burnout (4; 14) è infatti di origine "psicologica" e non è contemplato nei manuali di diagnostica psichiatrica quali il DSM IV TR americano e l'ICD 10 europeo. Ulteriori elementi volti a suffragare il rischio di usura psicofisica nella classe docente sono stati individuati nello studio pubblicato su La Medicina del Lavoro n° 3/09.
L'esposizione al rischio di sviluppare una patologia psichiatrica è confermato da ricerche mediche sul corpo docente condotte anche a Torino, Verona e Milano (30; 1; 17).
Il fenomeno del DMP tra gli insegnanti è in realtà una questione internazionale (15; 16; 17; 22; 26; 29), non relegabile ad uno specifico Paese proprio perché legato all'attività professionale svolta. Sono stati per primi la Francia (5; 12; 20; 29) e il Giappone (13) a lanciare nel 2007 rispettivamente il preoccupante allarme suicidi tra gli insegnanti e il drammatico incremento delle diagnosi psichiatriche nelle assenze da lavoro per malattia. Anche i dati tedeschi provenienti dalla Baviera confermavano un analogo problema (2) a carico della classe docente.
Un ulteriore elemento di allarme tra gli insegnanti è l'alta incidenza di malattie neoplastiche (nell'80% dei casi si tratta di tumore mammario a fronte dell'alta presenza femminile nel corpo docente). Un autorevole studio che conferma il dato osservato nelle ricerche milanesi, è quello condotto in California su 133.479 docenti (3).
La presente ricerca - condotta per conto di Orizzontescuola - integra con nuove domande e completa quella già realizzata nel 2009.

CONTINUA >>>
http://www.burnout.blogscuola.it/?p=243

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteNov 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
franticrn 9/11/2018
ElisaD4 6/11/2018
luismart 11/9/2018
syd73 24/3/2018
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale