username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
RSS Feed
(1) 2 3 4 ... 7 »
Innovazione : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 20/9/2021 10:51:54 (35 letture)

STOP ALLA LEZIONE FRONTALE, LARGO ALLA DIDATTICA PER COMPETENZE E AL DIGITALE: LA ‘RIVOLUZIONE’ DI BIANCHI

di F. De Angelis - 18 settembre 2021

Quella di quest’anno “è una scuola che deve ripensarsi ed essere più consapevole di se stessa” e che deve “farci sentire un Paese”, ha detto il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi pochi giorni fa in merito al nuovo anno scolastico. In realtà il quadro di come la scuola debba ripensarsi il Ministro lo ha impresso nell’atto di indirizzo reso pubblico il 16 settembre.

Stop alla lezione frontale
In altre occasioni il Ministro aveva proposto un cambio di passo sulle metodologie didattiche. Adesso, il tutto si trova nero su bianco: “È prioritario continuare a promuovere la sperimentazione e la diffusione capillare in tutte le scuole di nuove metodologie didattiche, orientate al superamento del modello di insegnamento tradizionale di stampo trasmissivo, incentrato sulla lezione frontale“.

Largo alla didattica per competenze
Bianchi però ha già una traccia precisa, ovvero quello della didattica per competenze, tanto discussa negli ultimi anni, “necessario favorire lo sviluppo di una didattica per competenze, di tipo collaborativo ed esperienziale, per consentire una maggiore personalizzazione dei processi di apprendimento degli studenti, in considerazione delle loro specifiche esigenze“.

Secondo Bianchi bisogna essere molto precisi per arrivare all’obiettivo, e dunque, a suo modo di vedere, “occorrerà valorizzare ogni strumento, a partire dai materiali didattici tradizionali e dei libri di testo, rispetto ai quali costituirà impegno specifico del Ministero fornire alle scuole indicazioni e strumenti diretti a favorire le migliori scelte adozionali e l’individuazione delle più efficaci metodologie per la costruzione di materiali didattici”.

Dunque, in base a quanto si legge, Bianchi vuole fornire delle vere e proprie linee di indirizzo, destinate per i docenti affinché possano impiegare tali “consigli” per le lezioni da svolgere in classe.

Già alcuni sindacati, come la Gilda, non piace molto questa formula pensata dal Ministro: “Affermare che la lezione frontale debba essere superata in favore di nuovi approcci significa entrare a gamba tesa su un terreno che non è affatto di competenza del ministro dell’Istruzione ma che spetta ai docenti. Soltanto a loro deve essere affidato il compito di decidere, in base agli specifici contesti in cui operano, quali metodologie e strumenti didattici utilizzare, nel pieno rispetto della libertà di insegnamento che l’articolo 33 della Costituzione assegna loro”, dice Rino di Meglio, coordinatore nazionale Gilda degli insegnanti.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4646 bytes | Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/11/2020 13:00:00 (121 letture)

Didattica Digitale Integrata, ecco le indicazioni dopo la firma del CCNI [NOTA MI]

di Lara La Gatta - 10/11/2020

Come avevamo preannunciato, il Ministero ha pubblicato la nota operativa che fa seguito alla sottoscrizione del CCNI sulla Didattica Digitale Integrata (DDI) anche da parte della CGIL.

NOTA DDI
Nella nota (che sostituisce la contestata nota precedente) viene ribadita l’obbligatorietà della DDI: “l’attivazione della DDI, che dunque rappresenta un dovere, definito per legge, sia per le istituzioni scolastiche sia per i lavoratori coinvolti. Un dovere che è correlato strettamente alla missione di ogni comunità educante: quella di garantire, a tutti, l’istruzione”.

Orario di servizio
La nota entra poi nel merito dell’orario di servizio. Il personale docente è tenuto al rispetto del proprio orario di servizio, anche nel caso in cui siano state adottate unità orarie inferiori a 60 minuti, con gli eventuali recuperi, e alle prestazioni connesse all’esercizio della professione docente, nelle modalità previste dal Piano DDI.

In particolare, il docente assicura le prestazioni in modalità sincrona al gruppo classe o a gruppi circoscritti di alunni della classe, integrando dette attività in modalità asincrona a completamento dell’orario settimanale di servizio.

segue su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4877 bytes | Commenti?
Innovazione : da Ministero Istruzione 26 ottobre 2020
Inviato da admin_CUSMA il 26/10/2020 18:20:00 (96 letture)

Indicazioni operative per lo svolgimento delle attività didattiche nelle scuole del territorio nazionale

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
- 26.10.2020

- ai Dirigenti Scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione
- ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
- ai dirigenti titolari degli Uffici scolastici Regionali per l’Umbria, la Basilicata e il Molise
e, p.c., al Sovrintendente Scolastico per la Scuola in lingua italiana di Bolzano
- all’Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
- all’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine di Bolzano
- al Dirigente del Dipartimento Istruzione e c ultura per la Provincia di Trento
- al Sovrintendente Scolastico per la Regione Valle D’Aosta
- ai Coordinatori Didattici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione
- alle OO.SS. del comparto istruzione e ricerca e della dirigenza scolastica


Oggetto: Indicazioni operative per lo svolgimento delle attività didattiche nelle scuole del territorio nazionale in materia di Didattica digitale integrata e di attuazione del decreto del Ministro della pubblica amministrazione 19 ottobre 2020

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 25663 bytes | Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 24/6/2020 8:38:34 (112 letture)

“Bozza” delle linee guida: turni, gruppi di apprendimento, lezioni di sabato e dad

di P. Almirante - 24/06/2020

La Presse è venuta in possesso di una bozza del ‘Piano Scuola 2020-2021’ da cui si evincono alcune eventuali soluzioni per il ritorno in classe e dove vengono coinvolti gli Enti locali, le istituzioni pubbliche e private variamente operanti sul territorio, le realtà del Terzo settore.

Tutte queste realtà, secondo la bozza, si impegnerebbero a sottoscrivere “specifici accordi, quali “Patti educativi di comunità”.

Patti educativi di comunità

segue su "leggi tutto" ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 8492 bytes | Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 1/5/2020 18:00:47 (106 letture)

Open in new window
Villani (M5S): le scuole chiuse fanno più danni del virus e la DaD mina l’equilibrio psichico degli alunni

di A. Giuliani - 01/05/2020

Mentre il Movimento 5 Stelle si pone in modo decisamente cauto rispetto alla riapertura degli istituti, con la ministra Lucia Azzolina che non esclude del tutto che a settembre la situazione possa rimanere immutata, alcuni deputati “grillini” vanno controcorrente.

Con la DaD addio capacità relazionale

Propensa alla riapertura prima di settembre è, ad esempio, l’on. Virginia Villani (M5S), dirigente scolastica nominata in commissione Cultura della Camera, secondo la quale “il prolungamento delle attuali misure di didattica a distanza annulla la capacità relazionale della scuola e questo potrebbe essere molto rischioso per l’equilibrio psichico degli alunni”.

segue su "leggi tutto" ...

Rango: 10.00 (2 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3339 bytes | Commenti?
Innovazione : da ItaliaOggi - Azienda scuola del 26 nov 2019
Inviato da admin_CUSMA il 26/11/2019 21:43:34 (217 letture)

Sciopero, scontro Aran-sindacati
In ballo la possibilità di precettare gli insegnanti necessari

di M. Nobilio - 26/11/2019

L'Aran rimane irremovibile sulla precettazione dei docenti in caso di sciopero.
È scontro aperto, dunque, tra l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (Aran) e i sindacati rappresentativi del comparto istruzione e ricerca. E il nodo da sciogliere riguarda proprio la scuola. L'Aran insiste sulla necessità di modificare le regole sui servizi minimi da erogare in caso di sciopero, comprendendo tra tali servizi la vigilanza sugli alunni, da assicurare anche tramite la precettazione di un certo numero di docenti da definire a livello di contrattazione integrativa di istituto.

L'ultimo incontro negoziale si è tenuto ieri all'Aran, ma le parti non hanno fatto alcun passo avanti in questa direzione. Perché tutti i sindacati presenti al tavolo (Cgil, Cisl, Uil, Snals, GILDA e Anief) hanno evidenziato la necessità di non comprimere ulteriormente l'esercizio del diritto di sciopero evitando, quindi, la possibilità di inserire nei contingenti minimi anche i docenti. Docenti che, fino ad ora, sono sempre stati esentati dalla possibilità di essere precettati.

segue in "leggi tutto" ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5655 bytes | Commenti?
Innovazione : da Circolo Didattico 6 RIMINI (Scuola capofila) luglio 2019
Inviato da admin_CUSMA il 25/7/2019 20:19:50 (297 letture)

CIRCOLO DIDATTICO 6 RIMINI (18 luglio 2019)

Rete delle Istituzioni Scolastiche della provincia

Rimini, Prot. e data ( s i veda segnatura)

- Ai Rappre sentanti delle OO.SS. provinciali del comparto scuola:
FLC - CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, GILDA degli Insegnanti e
SNALS - Loro sedi

e , p.c. Ai Dirigenti Scolastici delle Istituzioni Scolastiche
presenti sul territorio della provincia di Rimini

- Al Dirigente dell’Ufficio VII per l’ Ambito Territoriale delle provincie di Forlì - Cesena e di Rimini sede di Rimini

- Al prof. Filippo Albertini


Oggetto: Rete delle Istituzioni Scolastiche della provincia di Rimini per l’individuazione degli aventi diritto alla stipula di un contratto a tempo determinato tra il personale scolastico
docente e A.T.A. inserito nelle graduatorie provinciali e ad esaurimento e nelle graduatorie d’istituto . Convocazione incontro in data venerdì 26/07/2019 ore 10:00


Con la presente, in qualità di Dirigente Scolastico della scuola capofila dell ’ accordo di rete indicato in oggetto, si comunica che tutti i Dirigenti Scolastici pro - tempore delle Istituzioni Scolastiche Statali presenti sul territorio della provincia di Rimini e il Dirigente dell’Ufficio VII per l’ Ambito Territoriale delle provincie di Forlì - Cesena e di Rimini sede di Rimini hanno siglato l'accordo di rete che si trasmette in allegato.
Le SS.VV. sono invitate a partecipare in data 26/07/2019 alle ore 10:00, presso i locali del Circolo Didattico 6 Rimini (Via G. B. Casti 13 – Rimini) ad un incontro per la presentazione della piattaforma internet che è stata realizzata e che consentirà la realizzazione della chiamata unificata dei docenti da graduatoria di Istituto.
L' incontro servirà anche per raccogliere eventuali osservazioni e rispondere ad eventuali quesiti circa la procedura. Si rinvia ad un incontro successivo il confronto circa gli accordi da prendere circa le operazioni che
saranno svolte.
Vi chiedo gentilmente di rispondere alla presente per accusarne la ricevuta e per confermare o meno la vostra presenza all'incontro.
Rimanendo a disposizione per ulteriori chiarimenti e ringraziando anticipatamente per la partecipazione di coloro che potranno essere presenti, colgo l’ occasione per porgere a tutti distinti saluti.

Il Dirigente Scolastico
del Circolo Didattico 6 Rimini
scuola capofila della Rete in oggetto
prof. Christian Montanari

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 14 feb 2019
Inviato da admin_CUSMA il 14/2/2019 21:31:47 (200 letture)

Open in new window

Regionalizzazione: tutti contrari, anche i nostri lettori, ma il Governo va avanti

di Redazione - 14/02/2019

La regionalizzazione della scuola va avanti a strappi: fino a qualche giorno fa si dava per certo per il 15 febbraio un incontro fra il Governo e le tre regioni che chiedono più autonomia (Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto).

Poi si sono diffuse voci sul rinvio dell’incontro e tutti avevano pensato che se ne sarebbe riparlato fra qualche settimana.

Mercoledì 13 l’accelerazione voluta dalla Lega: il Governatore del Veneto Luca Zaia ha firmato l’intesa con il MEF e insieme con la ministra degli Affari Regionali Erika Stefani ha annunciato che al Consiglio dei Ministri in programma per il giorno 14 l’intesa verrà recepita dal Governo.

I lettori che hanno risposto al nostro sondaggio si sono espressi in modo netto e univoco: poco meno del 90% è contrario al progetto.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 21/1/2021 19:08:10 (111 letture)

Fine ingloriosa della DAD, da salvifica a “gravemente dannosa”

di Anna Maria Bellesia - 21/01/2021

Nata con il lockdown della primavera 2020 come unico strumento per mantenere un canale aperto fra scuola e studenti in epoca di pandemia, la DAD è stata poi elaborata come DDI, con una metodologia e finalità specifiche, per finire poi reietta come “gravemente dannosa”.

La DAD del primo lockdown e l’impulso al rinnovamento

Durante il primo lockdown, la DAD ha salvato un anno scolastico. Certamente una funzione positiva l’ha avuta, dal rapporto scuola-studenti in un momento grave, all’impulso di rinnovamento dato alle scuole, soprattutto a quelle ancora poco abituate alla tecnologia nella didattica. Ha stimolato gli insegnanti a un grande impegno professionale e creativo, quando mancavano indirizzi e linee guida ministeriali. Insomma si è fatto di necessità virtù.
La DAD ha spinto a rivedere la metodologia della lezione e della valutazione, ha aperto una fase di riflessione critica su quello che funzionava poco o male. Si è cercato di raggiungere via via anche gli studenti che, per un motivo per l’altro, in un primo momento non erano stati non coinvolti.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 7643 bytes | Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 4/11/2020 15:10:00 (58 letture)

Open in new window
Nuovo Dpcm, cosa cambia per la scuola? Segui lo SPECIALE di Tecnica della Scuola

di Redazione - 04/11/2020



Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm con le misure anti covid-19. Il testo entra in vigore il 5 novembre e avrà validità fino al 3 dicembre.

Con le nuove misure ci sono alcuni cambiamenti che riguardano il mondo della scuola: alcuni validi su tutto il territorio nazionale e altri che invece valgono solo nelle zone rosse.

Per capire cosa esattamente è cambiato, alle 19,00 di oggi, mercoledì 4 novembre, seguite il nuovo appuntamento di Tecnica della Scuola Live in diretta su Facebook e YouTube.

In compagnia di Fabrizio De Angelis, giornalista, ci saranno Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica e Dino Caudullo, avvocato specializzato in diritto scolastico.
--------------------------------------------------------------

Il nuovo Dpcm, tocca anche la spinosa questione concorso straordinario, al centro delle polemiche già da prima del suo avvio (22 ottobre).
Il decreto, infatti, per effetto dell’emergenza pandemica in atto, sospende “lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private” (ad eccezione delle professioni sanitarie).

La sospensione delle prove fa nascere dubbi e perplessità, non tanto sullo stop, ritenuto sacrosanto (e tardivo) da molti, quanto sul nuovo scenario che si potrebbe configurare. La sospensione durerebbe sino al 3 dicembre (fino a quando resterà in vigore il nuovo Dpcm), data troppo ravvicinata che potrebbe essere allungata. Dunque un rinvio che permetterebbe, a partire da una data ancora non stabilita, di completare le prove a quelle classi di concorso ancora mancanti.


QUI IL TESTO DEFINITIVO IN PDF
https://www.tecnicadellascuola.it/wp-c ... /dpcm-3-novembre-2020.pdf

ALLEGATI AL DPCM
http://www.governo.it/sites/new.gover ... pcm_3_novembre_2020_0.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 25/10/2020 22:39:15 (91 letture)

Open in new window
NEWS ... Didattica a distanza: chiuso il contratto nazionale, ma forse non tutti firmano

di R. Palermo - 25/10/2020

Dopo settimane di attesa il Contratto nazionale integrativo per regolare la “didattica digitale integrata” è finalmente arrivato sul tavolo della firma, seppure in modo non del tutto lineare.

Per il momento (e cioè alle ore 19.30 di domenica) hanno firmato solo Anief e Cisl Scuola, mentre Uil Scuola ha preso una posizione nettamente contraria:
“La UIL – si legge in una nota di pochi minuti fa – non vuole concorrere al disfacimento dei diritti che una nota mascherata da articolato
contrattuale introduce nelle scuole. Un accordo che non affronta i nodi cruciali delle tutele ai lavoratori”.
Flc-Cgil, Gilda e Snals avrebbero deciso di consultare i propri organismi nazionali riservandosi una risposta nella giornata di domani.

Il Contratto si compone di 7 articoli.

Il primo individua i casi in cui si può ricorrere alla DDI e chiarisce che “fino al perdurare dello stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei ministri l’attività didattica sarà effettuata a distanza attraverso la modalità di didattica digitale integrata, in forma complementare o esclusiva qualora dovesse disporsi la sospensione dell’attività didattica in presenza”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3899 bytes | Commenti?
Innovazione : da "Repubblica.it" scuola
Inviato da admin_CUSMA il 27/5/2020 20:01:17 (92 letture)

Alle elementari torna giudizio, stop ai voti

E' quanto prevede un emendamento presentato dai senatori Verducci, Iori e Rampi e approvato in commissione Cultura e Istruzione.

"L'emendamento prevede che nella scuola primaria i bambini non possano essere considerati dei numeri. Dare un 4 può essere un macigno pesante da comprendere mentre una valutazione più complessiva prende in considerazione le caratteristiche del bambino. Ovviamente vanno trovate le parole adeguate e la valutazione va fatta in termini di giudizio sintetico", spiega la senatrice Vanna Iori.

"Il giudizio tiene conto della specificità e della individualità di ogni singolo bambino - mentre il voto numerico livella e rende tutti uguali, anche se ci sono diverse motivazioni dietro a quel voto".

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellaScuoila.it" del 4.01.2020
Inviato da admin_CUSMA il 6/1/2020 18:10:00 (213 letture)

Iscrizioni nuovo anno, si fa tutto via web fino al 31 gennaio: la metà degli studenti 14enni è indecisa

È tutto pronto per le iscrizioni alle prime classi del prossimo anno scolastico, il 2020/2021, introdotta von la Circolare prot. n. 22994 del 13 novembre scorso. Dalle 8.00 di martedì 7 alle 20.00 di venerdì 31 gennaio 2020, sarà infatti possibile scegliere gli istituti scolastici che frequenteranno gli alunni dal mese di settembre.

La procedura per iscriversi

Il Miur ha confermato a famiglie e studenti che la procedura per inoltrare “la domanda è sempre via web tramite il portale Iscrizioni online”.
Per coloro che devono ancora “scegliere la scuola è a disposizione la nuova App del portale Scuola in Chiaro che permette di accedere con maggiore facilità alle principali informazioni sugli istituti”.
A questo proposito, il ministero ha predisposto in sito internet sulle Iscrizioni on-line 2020/2021, contenente anche la normativa aggiornata e una serie di guide e dei video tutorial utili alle famiglie.
Dallo stesso sito www.iscrizioni.istruzione.it è possibile inviare la domanda di iscrizione a scuola, non prima però di avere effettuato la preventiva registrazione al portale dedicato.

Per chi non ha pc e internet


A supporto delle famiglie che dovessero non riuscire ad iscrivere gli alunni o siano sprovvisti di computer o connessione internet, è possibile chiedere l’aiuto e il supporto delle segreterie degli istituti scolastici.
Si ricorda che il sistema di Iscrizioni online avvisa in tempo reale, tramite posta elettronica, dell’avvenuta registrazione o delle variazioni di stato della domanda.
Dal dicastero di Viale Trastevere ricordano che le iscrizioni a scuola sono obbligatorie per gli alunni delle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e di II grado.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5019 bytes | Commenti?
Innovazione : da "LaTecnicadellascuola.it" del 6 ott 2019
Inviato da admin_CUSMA il 7/10/2019 15:51:01 (199 letture)

Open in new window
Come fare il coordinatore a scuola: le info utili con il corso online

di Redazione - 06/10/2019

Il Piano nazionale per la formazione degli insegnanti prevede che ciascun docente abbia l’opportunità di migliorare le sue prestazioni professionali per tutta la durata delle sua vita lavorativa e di soddisfare i suoi bisogni di formativi attraverso un proprio Piano di formazione individuale.

Il Piano individuale confluirà nel Piano di ciascuna scuola e farà parte di un portfolio digitale che contiene la storia formativa e professionale di ciascun docente.

Tra le priorità tematiche nazionali previste dal Piano per la formazione vi è l’autonomia organizzativa e didattica che presuppone forme di coordinamento volto a valorizzare le risorse e le attività messe in campo per raggiungere i risultati fissati nel Piano triennale dell’offerta formativa.

Il coordinamento a diversi livelli implica il possesso di competenze di tipo organizzativo, didattico, disciplinare, relazionale.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3325 bytes | Commenti?
Innovazione : da "Acli" 6 giugno 2019
Inviato da admin_CUSMA il 10/6/2019 15:08:29 (162 letture)

CONGEDO DI MATERNITÀ: LA MAMMA PUÒ SCEGLIERE IL PERIODO DI ASTENSIONE OBBLIGATORIA

di R. De Leo - giugno 2019

Da quest’anno le mamme possono scegliere in piena libertà il periodo di astensione dal lavoro per maternità: congedo obbligatorio che, ricordiamo, ha una durata di cinque mesi.

Se prima il congedo obbligatorio poteva essere richiesto esclusivamente per i due mesi antecedenti al parto e per i tre mesi successivi, ora è possibile scegliere l’opzione di astenersi dal lavoro per i cinque mesi successivi al lieto evento.

Nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, è questo il periodo più impegnativo e più intenso per accudire il neonato.

La scelta della lavoratrice di posticipare l’astensione obbligatoria deve essere formalizzata almeno due mesi prima della data presunta del parto.

Questa nuova opzione, al fine di tutelare la salute della mamma e del nascituro, è vincolata all’approvazione di due medici: il ginecologo della ASL o di altra struttura medica convenzionata con il SSN, ed il medico competente per la prevenzione e la tutela della salute nel luogo di lavoro. I medici dovranno rilasciare un’attestazione che confermi che il rinvio del congedo dopo il parto non arrechi danno alla salute della gestante e a quella del nascituro.

Tali attestazioni dovranno essere consegnate in busta chiusa alla propria sede Inps con la dicitura “contiene dati sensibili”.

Le sedi del Patronato ACLI sono a disposizione per inoltrare la richiesta del congedo obbligatorio di maternità. Trova la sede a te più vicina o Prenota il tuo appuntamento, ti aspettiamo!

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
(1) 2 3 4 ... 7 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteOtt 2021Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
MelisaMagr 23/10/2021
JackieCour 23/10/2021
EliseBreen 22/10/2021
RandyPik09 22/10/2021
ScuttJason 22/10/2021

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale