username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
(1) 2 3 4 ... 8 »
Pensioni : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 3 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 3/12/2018 14:25:51 (48 letture)

Pensioni, quota 100 rinviata al 2020

di P. Almirante - 03/12/2018

“Quota 100” , ma anche la proroga di “Opzione donna”, avranno un effetto differenziato per il personale della scuola, soggetto, non al calendario solare ma a quello scolastico .

A poter lasciare il mondo del lavoro, si legge su Il Corriere della Sera, in anticipo rispetto alla legge Fornero, saranno però soltanto coloro che hanno maturato, da almeno due anni, il requisito Quota 100 (62 anni di età e 38 di contribuzione) al 31 dicembre del 2018. Almeno, in base all’ipotesi del professor Alberto Brambilla, che in veste di esperto di previdenza affianca il vice premier Salvini, lavorando come consulente alla presidenza del Consiglio.

Domanda entro il 31 marzo

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3153 bytes | Commenti?
Pensioni : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 19 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 19/11/2018 14:24:25 (110 letture)

Caos pensioni anticipate, di sicuro c’è solo l’aumento dei requisiti: 67 o 43 anni e 3 mesi di contributi

di A. Giuliani - 18/11/2018

A poche settimane dalla fine dell’anno solare, per centinaia di migliaia di docenti e Ata interessati le nuove regole sui pensionamenti si trasformano in un vero enigma: il Miur si è infatti limitato a pubblicare il decreto con le istruzioni operative per l’accesso al regime pensionistico con dei requisiti addirittura peggiori dell’anno passato, con scadenza per la presentazione delle domande di dimissioni volontarie dal servizio fissata al prossimo 12 dicembre.

Salgono i requisiti d’accesso

segue ...

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6262 bytes | Commenti?
Pensioni : da "LaTecnicadellaScuola" del 23 settembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 23/9/2018 12:50:07 (72 letture)


Pensioni quota 100, ecco l’ultima ipotesi in campo

di A.Carlino - 22/09/2018

Ecco l’ultima ipotesi sulla riforma delle pensioni per superare la Legge Fornero “osteggiata” da Lega Nord e Movimento Cinque Stelle.

Quota 100 con 36-37 anni contributi

Secondo quanto segnala l’Ansa, il governo Conte sarebbe studiando l’ipotesi di riforma con un minimo di 62 anni di età e 36-37 anni di contributi. E’ quanto si apprende da ambienti vicini al dossier.

Con minimo 36 anni di contributi uscirebbero nel 2019 450 mila lavoratori in più rispetto alle regole attuali; con 37 anni l’uscita riguarderebbe 410 mila persone in più rispetto all’attuale sistema.

Open in new window

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6060 bytes | Commenti?
Pensioni : da "scenarieconomici.it" - agosto 2018
Inviato da admin_CUSMA il 7/8/2018 16:48:07 (77 letture)

“Si può fare? Considerazioni laiche sulle pensioni”

di Raffaele SALOMONE MEGNA - 7 ago 2018

Va spiegato preliminarmente il motivo dell’aggettivo laico nel titolo di questo articolo.

Laico è notoriamente il contrario di religioso.

Discutere con pacatezza di questioni metafisiche, tra credenti di fedi differenti, soprattutto se seguaci di religioni rivelate, è cosa quanto mai difficile, poiché ciascun credente è convinto di essere nel giusto, in quanto la propria fede è depositaria di verità trasmesse direttamente dalla divinità.

E’ opportuno ricordare che religioni rivelate sono l’Ebraismo, il Cristianesimo, l’Islam , spesso in opposizione tra loro ed i libri di storia sono pieni delle feroci e sanguinosi contrasti che nei secoli hanno generato i loro seguaci.

Ma cosa centra la religione con le pensioni italiane?

Assolutamente nulla.

Ma nella laica Europa in generale e nella secolarizzata Italia in particolare, ormai , discettare di alcune questioni economiche ha assunto sempre di più la parvenza di contrapposizioni dogmatiche religiose, al limite del misticismo.

Da un lato abbiamo i sacerdoti dell’austerità, i neotolemaici, gli interpreti delle sacre scritture di Bruxelles, che ci propinano mitologie economiche, per cui esistono solo verità rivelate, come l’infallibilità del libero mercato nella corretta allocazione delle risorse.

Libero mercato, assenze di barriere doganali, indipendenza della banca centrale, stabilità dei prezzi, liberi scambi sono per essi condizioni imprescindibili per le nostre future magnifiche e progressive sorti ed hanno la stessa ineluttabilità della legge di gravità.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 10282 bytes | Commenti?
Pensioni : da "Corriere - Economia" 11 giugno 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/6/2018 18:37:32 (109 letture)

Pensioni, a casa prima con quota 100? Sì, ma l’assegno sarà più magro

I conti in tasca alla possibile riforma, dieci casi di donne e uomini, da venti a sessant’anni

di R. Bagnoli e A. Carbone

Più tempo in cambio di meno soldi
Meno anni di lavoro, assegni più magri. La riforma delle pensioni promessa dal governo potrebbe in sintesi risolversi in un baratto tempo-denaro. Che cosa significa per i giovani? Facciamo un esempio: un ventenne potrebbe staccare cinque anni e mezzo prima, ma con un assegno più basso di 210 euro al mese, il 16% in meno. Che cosa significa per i più anziani? Man mano si cresce con l’età, l’anticipo sarebbe minore e, in parallelo, più ridotto il sacrificio economico da sopportare. Illudersi che si possano ottenere gli stessi risultati economici lavorando di meno è sbagliato: il sistema contributivo, in vigore a questo punto per tutti i lavoratori, semplicemente non lo consente. Che cosa è ragionevole aspettarsi allora? Qualche conto si può fare, anche se il cambiamento, per ora, è solo un annuncio. Le simulazioni realizzate in esclusiva per L’Economia da Progetica, società indipendente di consulenza in educazione e pianificazione finanziaria e previdenziale, mostrano i possibili effetti della «controriforma» delle pensioni, la revisione radicale della legge Monti-Fornero. Un provvedimento che ha comportato un drastico allungamento dell’età pensionabile e l’adozione per tutti i lavoratori, a partire dal primo gennaio 2012, del sistema di calcolo contributivo anche a chi fino ad allora avrebbe avuto diritto a una pensione interamente basata sulle ultime retribuzioni.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6376 bytes | Commenti?
Pensioni : informativa inps
Inviato da admin_CUSMA il 8/5/2018 17:40:00 (91 letture)

News ...

Pensioni dal 1° settembre, per gli insegnanti di infanzia e primaria arrivano le conferme. Le date per ogni ordine di scuola

– In questi giorni i docenti di infanzia e primaria che avevano presentato domanda di pensionamento dal 1° settembre 2018, dopo la verifica dell’INPS, stanno ricevendo la conferma.

Da ieri 7 maggio infatti sono disponibili le nuove funzioni SIDI per interrogare il diritto a pensione restituito da INPS.

Tempistica di restituzione dell’esito dell’accertamento pensionistico da parte di INPS:

27‐apr‐18 per i Docenti scuola dell’infanzia e scuola primaria;
11‐mag‐18 per i PED;
18‐mag‐18 per i Docenti scuola secondaria di I grado;
01‐giu‐18 per gli IRC;
08‐giu‐18 per i Docenti scuola secondaria di II grado, per gli ATA e per i Dirigenti Scolastici.


Solo dopo queste date dunque, il personale potrà sapere se la domanda è andata a buon fine.

Dove è stato accertato il diritto a pensione gli uffici/istituzioni scolastiche possono procedere con le consuete funzioni SIDI per l’inserimento della relativa cessazione:

al percorso Fascicolo Personale Scuola ‐> Gestione Cessazioni per i docenti, ATA, PED, IRC.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Pensioni : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 9/4/2018 1:20:00 (131 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì 4.04.2018

SEDI LIBERATE DAI PENSIONAMENTI PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2018/2019

L'INPS stà procedendo all'accertamento dei requisiti pensionistici - pertanto i dati potrebbero subire variazioni
______________________________________________

Tabella riepilogativa cessazioni personale docente

Totale cessazioni al 31/08/2018

- n. 73 Scuola media di II grado (14 scienze motorie A048, 10 Discipline letterarie A012, 8 Discipline letterarie e latino A011, 4 Scienze naturali A050, 4 Scienze e tecnologie A042, 4 Lingua Straniera inglese AB24 ecc.;
- n. 41 scuola media di I grado (11 Italiano A022, 8 Tecnologia A060, 5 Arte e immagine A001, 5 matematica A028 ecc.;
- n. 40 scuola primaria;
- n. 15 scuola infanzia;
- n. 2 educatori;
n. 1 insegnante di RC


Totale docenti: 172


Totale personale Ata: 70 (5 dsga, 19 AA, 1 AT, 45 CS).

*qui in dettaglio la situazione per istituzione scolastica.

http://www.istruzionefc.it/categorie03.asp?id=4133

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Pensioni : da Miur - circolare inps cessazioni 2018
Inviato da admin_CUSMA il 22/1/2018 16:28:27 (174 letture)

dal MIUR: circolare Inps cessazioni 2018 19 gennaio 2018

Istruzioni operative per le cessazioni del personale del comparto scuola e dei dirigenti scolastici a valere dal 1° settembre 2018.
_______________________________________________
MIUR.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE(U).0003372.19-01-2018
_______________________________________________

Agli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI


OGGETTO: Istruzioni operative per le cessazioni del personale del comparto scuola e dei dirigenti scolastici a valere dal 1° settembre 2018.


Si trasmette, in allegato, la circolare n.4 del 17 gennaio 2018 dell’INPS condivisa con questo Ministero con la quale vengono fornite indicazioni operative relativamente alle cessazioni del personale scolastico e dei dirigenti scolastici con decorrenza dal 1° settembre 2018.
L’accertamento del diritto al trattamento pensionistico sarà effettuato dalle Strutture territoriali INPS, sulla base dei dati presenti sul conto individuale assicurativo ed integrato con i dati inseriti al sistema informativo del MIUR, entro i termini previsti per la lavorazione degli elenchi indicati nella circolare. L’inserimento dei dati richiesti dall’INPS per l’accertamento del diritto a pensione avverrà tramite l’utilizzo della piattaforma SIDI. A tal fine saranno fornite indicazioni a breve dalla DGCASIS sull’apertura e sull’utilizzo delle funzioni SIDI.
Si raccomanda, in particolare, la tempestiva lavorazione dei provvedimenti ante-subentro (domande di ricongiunzione, di riscatto, di computo) da trasmettere all’INPS e alle Ragionerie
territoriali.
Si rammenta, infine, che solo successivamente all’accertamento del diritto a pensione da parte dell’INPS sarà possibile convalidare al SIDI la cessazione da parte delle istituzioni scolastiche/UST.
Si raccomanda di dare la massima diffusione della suddetta circolare anche presso le istituzioni scolastiche.
Si ringrazia per l’attenzione.

IL DIRIGENTE
Giacomo Molitierno

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Pensioni : da "pensionioggi.it/notizie" del 30 nov 2018
Inviato da admin_CUSMA il 30/11/2018 22:38:40 (51 letture)

Open in new window
Quota 100, Il Governo è pronto a partire. Stop parziale anche alla speranza di vita

Venerdì, 30 Novembre 2018 da Nicola Colapinto

In arrivo un emendamento alla Legge di Bilancio. Confermata anche in via strutturale la dispensa dalla speranza di vita dei requisiti per l’uscita anticipata con 41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini.

Il Governo è pronto a varare con un emendamento alla Legge di bilancio il pacchetto pensioni. Lo ha ribadito ieri il sottosegretario Massimo Gravaglia nel corso dell'esame della manovra in Commissione Bilancio alla Camera. Quattro i punti cardine che dovrebbero trovare spazio in un emendamento governativo nei prossimi giorni. Si parte con la conferma della quota 100, con la combinazione nota, 62 anni e 38 di contributi, che partirebbe nella versione con quattro finestre di accesso fisse trimestrali a partire da Aprile 2019. La misura dovrebbe avere carattere temporaneo, per tre anni, sino al 2021 e, almeno secondo quanto dichiarato dal Governo, non prevederà penalità nella determinazione della misura della pensione.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3585 bytes | Commenti?
Pensioni : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 17 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 17/11/2018 13:58:16 (130 letture)

Open in new window
Pensioni, ecco il decreto con le istruzioni operative. Domande entro il 12 dicembre (mercoledì).

di A. C. - 16/11/2018

Pubblicato il decreto del Miur, di concerto con l’Inps, per i pensionamenti a partire dal 1 settembre 2019.

Le domande, tramite procedura online, possono essere inoltrate entro il 12 dicembre.

Le funzioni online per l’inoltro della domanda dovrebbero essere disponibili già da lunedì prossimo, 19 novembre.

I requisiti per accedere alla pensione

Per conseguire la pensione di anzianità e la pensione anticipata, i nuovi requisiti dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 sono i seguenti:

Pensione di vecchiaia per uomini e donne con almeno 20 anni di contributi

67 anni entro il 31 dicembre 2019.

Pensione anticipata

per le donne, 42 anni e 3 mesi di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2019;
per gli uomini, 43 anni e 3 mesi di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2019.
Opzione donna (art. 1 comma 9 della legge 23 agosto 2004, n. 243)

Per le sole donne resta in vigore la norma prevista dall’art. 1 comma 9 della Legge 243/2004, che consente l’accesso alla pensione con 57 anni e 7 mesi di età anagrafica e 35 anni di anzianità contributiva.

Il pensionamento è consentito dal 1° settembre 2019 a condizione che il requisito di contribuzione sia stato maturato entro il 31 dicembre 2015 e quello anagrafico entro il 31 luglio 2016. L’assegno pensionistico verrà conteggiato per intero col sistema contributivo.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3836 bytes | Commenti?
Pensioni : da "LaTecnicadellaScuola" del 18 settembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 18/9/2018 15:49:45 (73 letture)

Open in new window
Legge Fornero, come funziona il sistema “odiato” da Lega e M5S

di A. C. - 18/09/2018

Tutti vogliono cancellare la Legge Fornero. M5S e Lega, le due forze di maggioranza, sono compatte. La riforma promulgata nel 2011 dall’allora ministro del Lavoro non va bene.

Così funziona la Legge Fornero

La riforma del sistema di pensioni fa parte del decreto legge Salva Italia varato dal governo Monti a fine 2011.

In particolare la riforma impone il sistema di calcolo contributivo nella costruzione della pensione di tutti i lavoratori, anche per coloro che – in ragione di un’altra riforma, quella del governo Dini nel 1995 – stavano costruendo la propria pensione con il più sistema retributivo.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4207 bytes | Commenti?
Pensioni : da Gilda FC/RN 08 luglio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 8/7/2018 17:40:00 (74 letture)

Open in new window
PENSIONI 01.09.2018 PERSONALE DOCENTE IN EMILIA ROMAGNA (1.454)

8 LUGLIO 2018

Infanzia 106 (Bologna 22, Ferrara 4, Forlì 13, Modena 23, Parma 7, Piacenza 9, Ravenna 10, Reggio Emilia 4, Rimini 14)

Primaria 430 (Bologna 117, Ferrara 23, Forlì 40, Modena 77, Parma 38, Piacenza 25, Ravenna 29, Reggio Emilia 50, Rimini 31)

I grado 342 (Bologna 62, Ferrara 33, Forlì 36, Modena 41, Parma 33, Piacenza 32, Ravenna 30, Reggio Emilia 35, Rimini 40)

II grado 586 (Bologna 102, Ferrara 36, Forlì 69, Modena 104, Parma 44, Piacenza 39, Ravenna 53, Reggio Emilia 81, Rimini 58)

Rango: 5.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Commenti?
Pensioni : da "LaTecnicadellaScuola" del 23 maggio 2018
Inviato da admin_CUSMA il 23/5/2018 13:10:56 (80 letture)

Pensioni scuola, gli errori rischiano di mandare nel caos mobilità e assunzioni

di F. De Angelis - 23/05/2018

I docenti che entro il 20 dicembre 2017 hanno presentato domanda di pensionamento tremano: infatti eventuali errori derivanti dalla gestione delle pratiche potrebbe mandare in tilt il sistema e avere serie ripercussioni sulle domande di trasferimento e sulle prossime immissioni in ruolo.

A rischio i posti per mobilità e assunzioni

“È infatti sufficiente un singolo errore nella trasmissione dei dati sui versamenti dalle scuole all’Inps per inficiare il pensionamento del docente che ne ha fatto richiesta”.

Ricordiamo che la domanda di pensionamento non corrisponde automaticamente alla pensione: la pratica è lunga e dovrà superare l’ok dell’Inps. In quel caso, la domanda di pensionamento viene accettata e il lavoratore lascerà libero il posto.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Pensioni : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Rimini
Inviato da admin_CUSMA il 16/4/2018 14:00:00 (122 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Rimini 13.04.2018

News ... SEDI LIBERATE DAI PENSIONAMENTI PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2018/2019

L'INPS stà procedendo all'accertamento dei requisiti pensionistici - pertanto i dati potrebbero subire variazioni
______________________________________________

Tabella riepilogativa cessazioni personale docente

Totale cessazioni al 31/08/2018 (docenti (151) più ata (38) per complessivi n. 189).


Nello specifico:

14 docenti scuola Infanzia;
32 docenti della scuola primaria;
43 docenti scuola media di I grado;
58 docenti scuola media di II grado;
2 docenti RC.

Totale docenti 151

I posti liberati per singola scuola e per classe di concorso sono consultabili nei nostri uffici.

Rango: 1.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Commenti?
Pensioni : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 20/3/2018 15:40:00 (242 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini, sede di Forlì 20 marzo 2018

Open in new window
CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA 01/09/2018 - TRATTAMENTO PENSIONISTICO: RICHIESTA DOCUMENTAZIONE

Si trasmette, in allegato, la nota prot.1127 del 20/3/2018 relativa all’oggetto.
Cordiali saluti
____________________________________________

Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche
della Provincia di Forlì – Cesena
Loro Sedi
p.c. alle OO.SS. della Scuola – Loro Sedi


OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA 01/09/2018 – TRATTAMENTO PENSIONISTICO: RICHIESTA DOCUMENTAZIONE.

Al fine di consentire allo scrivente l’elaborazione dei prospetti informativi per la determinazione del trattamento pensionistico e del TFS, è necessario che il personale destinatario di collocamento a riposo dall’ 01/09/2018 produca la sottoelencata documentazione:

[segue]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6574 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 8 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteDic 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
franticrn 9/11/2018
ElisaD4 6/11/2018
luismart 11/9/2018
syd73 24/3/2018
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale