username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
RSS Feed
Sicurezza : Mila Spicola scrive al presidente Boldrini
Inviato da admin_CUSMA il 28/5/2013 19:52:17 (348 letture)

Open in new window
Mila Spicola scrive alla Presidente Boldrini

Boldrini le classi pollaio sono un reato ci aiuti a combatterle

14 maggio 2013

Cara Presidente Boldrini,

Bellissima la sua attenzione verso i docenti e verso gli insegnanti, manifestata attraverso dichiarazioni più volte. Visto che rivelano questa sua attenzione verso il mondo della scuola ci aiuti a difenderci da chi vìola impunemente le leggi a nostro esclusivo svantaggio.

Ci riferiamo alle “classi pollaio” che rendono impossibile offrire ai ragazzi il gusto insegnamento e mettono a rischio la loro incolumità.

Il Testo Unico 81 sulla sicurezza negli edifici pubblici obbliga nella formazione delle classi di ma tenere tassativi parametri massimi di allievi per classe. Il Testo Unico sulla Sicurezza come lei ben sa ha rilevanza penale, chi lo vìola rischia il carcere e sanzioni penali ovunque: nei cantieri, negli uffici, nei luoghi di lavoro. Tranne che nella scuola.

Le classi che avrebbero come limite i 24 alunni + un docente, per rispettare le leggi antincendio per lo sfollamento, la legge sanitaria e quella sulla sicurezza arrivano a essere composte anche di 40 alunni (!!!). Mi capita costantemente di sentire lamentele di colleghi in tal senso, che insegnano in classi in cui la violazione dei parametri è la norma e non l’eccezione, specialmente nelle scuole superiori.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4291 bytes | Commenti?
Sicurezza : Provincia di Forlì-Cesena: Convocazione CTS
Inviato da admin_CUSMA il 29/5/2012 17:00:00 (661 letture)

Provincia di Forlì-Cesena, 28 maggio 2012

Convocazione COMITATO TECNICO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

COMITATO TECNICO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO
Convenzione fra Provincia di Forlì-Cesena e Istituti Scolastici di Secondo grado
Sede presso Servizio Prevenzione e Protezione della Provincia di Forlì-Cesena
Piazza Morgagni, 9 – 47100 Forlì


OGGETTO: Convocazione Comitato Tecnico Sicurezza sul Lavoro

Forlì, 28 maggio 2012

Al RSPP Scolastico membro del Comitato Tecnico per
la Sicurezza Scolastica
Agli Invitati Permanenti:
Egr. Assessore alla Sicurezza
e semplificazione Amministrativa - Sede
Egr. Dirigente Scolastico
Egr. ASPP
Alle Organizzazioni Sindacali Territoriali in indirizzo

E’ convocato, il Comitato Tecnico per la Sicurezza per il giorno 14 giugno 2012 alle ore 9.00 presso l’Istituto “Artusi”, Viale Matteotti, 54– Forlimpopoli (ingresso via per Bertinoro vecchia), con il seguente ordine del giorno:

1. Approvazione del Verbale della seduta precedente
2. Apertura di un tavolo con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative per la redazione di un Protocollo della Formazione per la Sicurezza dei Lavoratori della Scuola – esame della bozza ed avvio discussione
3. Verifica dei nominativi dei membri del C.T.S.
4. Varie ed eventuali


Si ricorda che partecipano in qualità di membri del Comitato Tecnico per la Sicurezza, con diritto di voto, tutti i Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione scolastici (in possesso dei requisiti previsti dal D.Lgs 195/2003) degli Istituti aderenti alla convenzione. La partecipazione ai lavori del Comitato è estesa ai Dirigenti Scolastici, agli eventuali RSPP che non sono ancora in possesso dei requisiti di cui al D.Lgs. 195/2003 ed agli Addetti al Servizio Prevenzione e Protezione Scolastico, quali invitati permanenti.

Distinti saluti.
Il Coordinatore del Comitato Tecnico per la Sicurezza

Ing. Renzo RIVALTA

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Sicurezza : Cittadinanzattiva su elenco 12 mila scuole a rischio: il Ministro faccia chiarezza
Inviato da admin_CUSMA il 9/6/2010 13:55:20 (507 letture)

Cittadinanzattiva su elenco 12 mila scuole a rischio: il Ministro faccia chiarezza

Chiediamo chiarezza ed informazioni precise da parte del Ministero dell’Istruzione sulla sicurezza delle 12 mila scuole a rischio come pubblicato oggi dal Sole 24 ore.
“Sappiamo dalle nostre indagini annuali che un quarto degli edifici scolastici presenta problemi di diversa entità ma, nonostante le numerose richieste al Ministro di render pubblici i dati ufficiali, ci siamo sempre trovati di fronte ad un muro di gomma”, dichiara Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della Scuola di Cittadinanzattiva. “Oggi, di fronte ad un elenco fantasma venuto alla luce sulle pagine di un giornale, chiediamo al Ministro di esprimersi, indicando con chiarezza le criticità presenti ed il livello effettivo di pericolosità per ciascuna delle 12 mila scuole dell’elenco. Sarebbe un atto dovuto di responsabilità nei confronti di studenti, insegnanti e personale che ancora, per tutto il mese di giugno, affolleranno le scuole.
Altrettanta chiarezza chiediamo sul sovraffollamento delle aule che si potrebbe ulteriormente aggravare nel prossimo anno scolastico a causa dell’innalzamento dei parametri numerici di alunni per classe come previsto dal decreto Gelmini”.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Sicurezza : gilda forlì-cesena e rimini - marzo 2013
Inviato da admin_CUSMA il 23/3/2013 15:00:00 (1014 letture)

Open in new window





noi della GILDA l'abbiamo sempre affermato, adesso......
Lo conferma l'Usr del Friuli: i corsi per la sicurezza vanno svolti interrompendo l'attività didattica (in orario di servizio).

Con la nota prot. AOODRFR-2090 del 7 marzo 2013 l'Usr del Friuli Venezia Giulia a firma del dirigente regionale dott.ssa Beltrame, si ribadisce quanto dalla GILDA sostenuto più volte, ovvero che i corsi di formazione per la sicurezza del personale docente vanno svolti in orario di servizio.
Ove svolti fuori dall'orario di lavoro i docenti hanno il diritto di recuperare le ore fatte in più o di vedersele retribuire.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Sicurezza : Scuola, scontro Gelmini-Vigili del fuoco sul numero massimo di studenti per aula
Inviato da admin_CUSMA il 28/8/2010 2:46:57 (604 letture)

Scuola, scontro Gelmini-Vigili del fuoco sul numero massimo di studenti per aula

di R. Rizzuto

Sale la temperatura in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico. Nei giorni scorsi abbiamo parlato dei malumori generati dai corposi tagli – imposti dal ministro Tremonti – sul tempo pieno nelle prime elementari. Ad essi si aggiunge il problema del sovraffollamento delle classi. Ad alimentare la polemica c’è lo “scontro” in atto tra l’Ufficio prevenzione incendi dei Vigili del fuoco e il Miur, in relazione al numero massimo di studenti per aula.

Un decreto del ministero dell’Interno, emanato nel 1992, sotto questo aspetto, parla in modo chiaro: “Il massimo affollamento ipotizzabile – si legge nel testo – è fissato in 26 unità”. Un limite, questo, difeso a spada tratta dai Vigili del fuoco, ma che fa a pugni con le disposizioni contenute in un altro decreto di emanazione più recente, che porta il nome del ministro Gelmini. Secondo la nuova normativa, infatti, le classi di nuova formazione dovranno essere costituite da almeno 27 allievi.

Si pone dunque una questione, tutt’altro che irrilevante, sul piano della sicurezza pubblica. A complicare la situazione, inoltre, ci sono i dati, non certo confortanti, relativi allo stato di salute dell’edilizia scolastica italiana. Un rapporto recentemente stilato da Legambiente, infatti, bolla inequivocabilmente come “vecchi” gli istituti italiani, visto che 60 su 100 hanno visto la luce prima del 1974. Dallo studio emerge, inoltre, che più del 30 per cento degli edifici necessiterebbe di interventi di manutenzione urgenti.

Numeri, questi, che sono alla base delle preoccupazioni avanzate da famiglie e addetti ai lavori. In attesa che la campanella ricominci a suonare, insomma, i nodi da sciogliere restano ancora tanti…
_________________

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Sicurezza : CODACONS - SCUOLA SICURA - Controlla la tua scuola - scheda fai da te
Inviato da admin_CUSMA il 7/9/2009 1:06:07 (762 letture)

CODACONS - Scheda di verifica applicazione norme igieniche e sicurezza nelle scuole:

D. Lgs nr. 626/94
APPLICAZIONE DELLE NORME D'IGIENE E SICUREZZA NELLE SCUOLE

SCHEDA VERIFICA
(applicare una crocetta nella casella del SI oppure del NO)

56 domande per capire se la scuola che frequentate è igienica, sicura e sensibile alle problematiche dei disabili

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 789 bytes | Commenti?

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteLug 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
syd73 24/3/2018
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017
RenzettiB 14/11/2016
teruccia 22/10/2016
alberto 13/9/2016

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale