username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
(1) 2 3 4 ... 804 »
Comunicati : da sindacati scuola
Inviato da admin_CUSMA il 4/12/2021 19:40:00 (4 letture)

Open in new window



APPELLO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLA SCUOLA AL MONDO DELL’ASSOCIAZIONISMO

FLC CGIL – UIL SCUOLA – SNALS CONFSAL – GILDA UNAMS, preso atto delle risposte del tutto insufficienti contenute nel DDL Bilancio 2022, approvato dal Governo il 28 novembre scorso, hanno indetto lo sciopero generale del personale della scuola per il giorno venerdì 10 dicembre p.v.
Il provvedimento elaborato continua ad ignorare le gravi criticità della scuola pubblica italiana che, pur reiterate nel corso dello stato di agitazione e del tentativo obbligatorio di conciliazione, non hanno prodotto alcun esito.
Sussiste, pertanto, l’esigenza di pretendere un profondo mutamento dei contenuti del Disegno di legge in fase di esame da parte del Parlamento nella parte dedicata alla scuola che, tra le altre cose, è chiamato a reperire non solo le risorse finanziarie necessarie per consentire di rinnovare il CCNL di categoria ormai scaduto, ma anche di adottare le altre misure per affrontare la grave emergenza epidemiologica in atto, dando continuità all’attività didattica in presenza, in sicurezza.
La trattativa contrattuale da aprire con l’ARAN deve rappresentare l’occasione per superare le incursioni legislative nelle materie riservate alla contrattazione, per operare il riallineamento degli istituti giuridici depurandoli definitivamente dalle influenze del processo riformatore condotto con la Legge 107, per procedere alla valorizzazione del personale docente incrementando considerevolmente le risorse finanziarie, definalizzandole, per addivenire alla revisione dell’ordinamento professionale del personale ATA e per superare i vincoli alla mobilità.
In tale ottica devono trovare soluzione le problematiche sollevate sul decongestionamento delle classi sovraffollate, sulla proroga dei contratti di lavoro sull’organico c.d. Covid per tutto il personale scolastico (docenti e ATA), sulla definizione delle procedure in materia di reclutamento di personale per consentire la stabilizzazione del personale precario, includendo in questo anche la condizione dei DSGA ff.
Considerato come le motivazioni poste a base delle rivendicazioni trovano ampia condivisione nelle azioni proposte dall’articolato mondo dell’Associazionismo, le scriventi Organizzazioni Sindacali lanciano un appello alla partecipazione allo sciopero del 10 dicembre p.v., dichiarando la piena disponibilità ad avviare un’azione di confronto in modo da portare a sintesi le diverse rivendicazioni da proporre ai tavoli di trattativa.
Ritengono che le legittime rivendicazioni poste dal mondo della scuola necessitino di un ampio e totale sostegno del suo personale che, aderendo allo sciopero, è chiamato a fornire una risposta in termini di condivisione e di partecipazione

Roma, 03 dicembre 2021

Flc CGIL Francesco Sinopoli
UIL Scuola Rua Giuseppe Turi
SNALS Confsal Elvira Serafini
GILDA Unams Rino Di Meglio

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Reclutamento : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 3/12/2021 18:36:15 (4 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì

Esiti convocazione di venerdì 3 dicembre

Forlì, 3 dicembre 2021

Buongiorno
Si segnala pubblicazione sul nostro sito della convocazione di oggi 3 dicembre:

https://fc.istruzioneer.gov.it/2021/12 ... 2021-personale-docente-2/

La presa di servizio è di default al 6 dicembre lunedì entro le ore 8:00. Come sempre la cancellerete in caso di rinuncia per liberare il posto.
Vi invito a comunicarci tutte le rinunce entro lunedì stesso ore 9:00. E a operare contestualmente a portale per liberare il posto entro la stessa ora.
In questo modo saremo pronti per una nuova convocazione già martedì 7.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 1/12/2021 18:47:34 (24 letture)

Permessi retribuiti dei prof per motivi familiari e personali, c’è la privacy

di L. Ficara - 30/11/2021

La scuola chiede al docente di scrivere le motivazioni specifiche per giustificare il diritto alla fruizione dei permessi retribuiti familiari e personali, bisogna sapere che esiste, oltre al diritto a fruire di tre più sei giorni di permesso retribuito, anche il diritto alla privacy.

Permessi retribuiti dei docenti

La normativa di riferimento, per quanto riguarda i permessi retribuiti per motivi personali e familiari dei docenti, è il Contratto collettivo nazionale della scuola. A tal riguardo l’art.15, comma 2, del CCNL scuola 2006-2009, rimasto in vigore ai sensi dell’art.1, comma 10, del CCNL scuola 2016-208, dispone per i docenti di ruolo il diritto a fruire tre giorni di permesso retribuito per motivi familiari o personali, inoltre estende questo diritto, per gli stessi motivi, alla fruizione di sei giorni di ferie.

Nella norma è scritto: “Il dipendente, inoltre, ha diritto, a domanda, nell’anno scolastico, a tre giorni di permesso retribuito per motivi personali o familiari documentati anche mediante autocertificazione. Per gli stessi motivi e con le stesse modalità, vengono fruiti i sei giorni di ferie durante i periodi di attività didattica di cui all’art. 13, comma 9, prescindendo dalle condizioni previste in tale norma”.

È utile leggere con attenzione l’ultimo periodo del comma 2 dell’art.15 del CCNL scuola 2006/2009, in cui si chiarisce senza ombra di dubbio che è possibile fruire, dopo i tre giorni di permessi retribuiti, anche dei sei giorni di ferie, che verrebbero fruiti anziché come semplici ferie, allo stesso modo dei tre giorni come permessi retribuiti. Quindi, in ragione di quanto suddetto, i giorni di permesso retribuito, la cui fruizione sfugge alla possibile discrezionalità del dirigente scolastico, sono fino ad un massimo di nove.

segue in leggi tutto ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4485 bytes | Commenti?
Comunicati : da UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 30/11/2021 16:49:49 (9 letture)

UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì

DIRITTO ALLO STUDIO. PROROGA TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER TFA SOSTEGNO

In relazione all’oggetto si trasmette Accordo Nota prot.N 26937 dell’Ufficio scolastico regionale e Nota di quest’Ufficio prot. N.4498 del 30-11-2021.

Per i docenti che chiedono i permessi per la frequenza del TFA sostegno, il termine per la presentazione delle relative domande è stato prorogato al 10 dicembre 2021.

Si prega massima diffusione al personale interessato.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/11/2021 23:33:31 (17 letture)

Obbligo del vaccino a scuola. La norma vale anche per chi si trova in congedo?

di L. Ficara - 27/11/2021

’obbligo del vaccino per tutti gli operatori della scuola, docenti, personale Ata, Dsga e dirigenti scolastici, è una norma che potrebbe coinvolgere non solo il personale in servizio, ma anche quello che si trova in congedo con retribuzione. Ma la norma non specifica i casi particolari di docenti che non entrano a scuola perché stanno svolgendo un dottorato di ricerca a distanza o si trovano in congedo straordinario per assistenza al familiare gravemente malato.

Congedo legge 104 e vaccini obbligatori

Un docente non vaccinato che si trova nei prossimi mesi in congedo straordinario per assistenza al genitore gravemente disabile, quindi pagato al 100%, sarà obbligato a vaccinarsi per evitare la sospensione dal servizio oppure non riceverà sanzioni? Il dl 172 del 26 novembre 2021, all’art.2, estende l’obbligo vaccinale a tutto il personale scolastico, ma lo riferisce in più passaggi allo svolgimento dell’attività lavorativa, lasciando intendere che, chi non svolge l’attività lavorativa, come chi si trova in congedo, possa non essere sospeso o sanzionato.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3458 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/11/2021 23:21:53 (11 letture)

Nuovo PEI, tutto da rifare: il Consiglio di Stato boccia di nuovo il Ministero

di R. Palermo - 28/11/2021

Con una nuova ordinanza del 26 novembre il Consiglio di Stato ha bocciato in seduta collegiale la richiesta del Ministero dell’Istruzione per la sospensione della sentenza del Tar Lazio che a settembre aveva annullato il D.M. 182 sul “nuovo PEI”.

La vicenda, di cui ci siamo ampiamente occupati, può essere così ricapitolata: il decreto legislativo 66/2017 in materia di inclusione rinviava a successivi provvedimenti di natura secondaria (decreti ministeriali, circolari, ecc..) l’adozione di disposizioni applicative relative alle modalità di certificazione della disabilità e della redazione del PEI.
Con DM 182 del 29.11.2020 il Ministero dell’Istruzione aveva emanato le disposizioni in questione che però sono state impugnate da diverse associazioni con motivazioni importanti: intanto non è stata rispettata la previsione di legge secondo cui il Ministero della Salute avrebbe dovuto emanare nuove norme in materia di certificazione facendo riferimento anche al modello dell’ICF; ma, soprattutto, nel DM in questione ci sarebbe un vero e proprio eccesso di delega con l’introduzione, da parte del Ministero, di norme regolamentari non previste dalla legge (per esempio l’esonero per alcune parti del curricolo).

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4506 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 26/11/2021 12:54:07 (17 letture)

Classi in quarantena triplicate, siamo nella quarta ondata Covid con nuova variante in Sud Africa

Preoccupano i numeri della Romagna

di A. G. - 26/11/2021

Forse a più di qualcuno non è chiaro, ma l’Italia, soprattutto in alcune Regioni meno fortunate, è stata investita dalla quarta ondata di Covid: i casi ufficiali – registrati da Fondazione Gimbe e dell’Alta scuola di economia e management dei sistemi sanitari dell’Università Cattolica – sono in costante aumento per la quinta settimana consecutiva e reparti ospedalieri e terapie intensive hanno ripreso ad operare con un certo affanno per via dell’aumento dei ricoverati.

Le più in sofferenza sono le Regioni del Nord Est. L’incremento dei casi è settimanale, con un +27%, ma rispetto a metà ottobre quello che fa pensare è la media giornaliera più che quadruplicata, con 2.456 contagi lo scorso 15 ottobre e addirittura 9.866 registrati il 23 novembre.
Se si fa un quadro territoriale, tranne la Basilicata, tutte le Regioni hanno fatto registrare casi di Covid-19 in evidente aumento.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4073 bytes | Commenti?
Reclutamento : da UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 25/11/2021 22:09:42 (6 letture)

UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Unità Operativa 4^ - Organici, movimenti e reclutamento del personale docente della scuola secondario di primo e secondo grado - Tel. 0543.451325

Disponibilità convocazioni del 26 novembre - prossime convocazioni

Buongiorno,
si segnala la pubblicazione sul nostro sito delle disponibilità utili alla convocazione di domani venerdì 26 novembre 2021, qui allegate.

Informo le SS.LL che procederemo con ulteriori convocazioni già a partire dai primi giorni di dicembre. L’ obiettivo è quello di coprire tutti gli eventuali posti ancora scoperti, pertanto sarà necessario che comunichiate tempestivamente le eventuali rinunce e mancate prese di servizio e non procediate con supplenze temporanee a lunga scadenza in questa fase.

Come da normativa, questo ufficio si occuperà delle convocazioni finché le graduatorie non saranno esaurite, quindi non potrete convocare da graduatoria di istituto, se non dopo le festività. La nostra ultima convocazione avverrà entro i primi 10 giorni di gennaio 2022. Dopodiché Vi restituiremo tutti i posti ancora disponibili.

Rimaniamo a disposizione
Cordialmente

G. F.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : da "trend-online"
Inviato da admin_CUSMA il 3/12/2021 19:15:10 (19 letture)

news ...Legge 104: è ufficiale! Draghi aumenta i permessi lavoro (i giorni di permessi di lavoro concessi nel 2021 sono passati da 3 a 12 nell’arco dello stesso mese)!

di A. CICALA - non 2021

La Legge 104 subisce qualche ritocco (per il corrente anno 2021). L’esecutivo in carica, guidato dal premier Mario Draghi, ha apportato significative modifiche in questo 2021 alle legge del 1992 per renderla più adeguata al particolare momento storico e sociale che l’Itala sta vivendo a seguito della pandemia da Covid-19. Ecco di quali novità si tratta e come funziona la normativa.

La norma entrata in vigore nel lontano 1992, a sostegno dei soggetti con handicap o disabilità grave comprovata, nel 2021 è stata oggetto di modifiche da parte della cabina di regia del Governo Draghi nell’intento di garantire ancora di più l’inclusione nella società e la cura e l’assistenza dei malati, in un momento storico e sociale non proprio propizio dominato dalla pandemia da Coronavirus.

Insomma, sono state introdotte delle novità per offrire maggiore sostegno ai titolari di Legge 104 e ai familiari (caregiver) per affrontare in maniera più rilassata i gravi problemi sorti a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Procediamo con ordine per avere un quadro completo della situazione e per avanzare delle ipotesi su quali adattamenti potrebbero essere confermati anche nel 2022.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 11514 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 3/12/2021 17:47:04 (4 letture)

La scuola delusa dal Governo Draghi e per gli studenti Bianchi ha fallito: il 10 dicembre sarà sciopero, anche i presidi in piazza

di A. Giuliani - 03/12/2021

Il mondo della scuola sembra sempre più entrare in rotta di collisione con il Governo Draghi: le Legge di Bilancio in dirittura d’arrivo non piace e anche il piano di ripartizione dei fondi dell’istruzione del Recovery found, oltre 17 miliardi, non convince. Allo sciopero del personale del prossimo 10 dicembre, proclamato da quasi tutti i sindacati maggiori e minori, tranne la Cisl, si sta aggiungendo il malcontento degli studenti: alcune scuole sono state infatti occupate e nella giornata del 3 dicembre è arrivata l’adesione di alcune sigle studentesche alla protesta di venerdì 10. Quel giorno daranno il loro sostegno nelle piazze e lo faranno anche in occasione degli Stati Generali della scuola, che sono stati lanciati nelle piazze del 19 novembre, con l’obiettivo di immaginare e costruire una nuova idea di scuola, assieme a tutto il mondo del sociale.

Le voci degli studenti
“Accogliamo con favore e sosteniamo lo sciopero generale del personale scolastico convocato da numerose sigle sindacali”, ha detto Luca Redolfi, coordinatore nazionale dell’Unione Degli Studenti.
“Il 10 – ha detto Redolfi – saremo a fianco di tutto il personale della scuola a gridare che urge cambiare rotta e ripensare un altro modello di scuola, differente per tutte le componenti sociali che lo vivono”.
“Un ministro che pensa di mandare studentesse e studenti in azienda già alle elementari ma non fa nulla riguardo le classi pollaio e il benessere psicologico è un ministro che ha fallito – continua Ludovico Ottolina, dell’esecutivo nazionale – È il fallimento di un intero sistema pedagogico che sta divenendo sempre più succube alle esigenze del mercato, non fornendo capacità e strumenti nella costruzione di un pensiero critico e distruggendo il ruolo trasformativo dei luoghi della formazione”.

I dirigenti manifestano il 6 dicembre
La mobilitazione non risparmia i presidi: sempre in queste ore, Dirigentiscuola ha proclamato lo stato di agitazione e la “disobbedienza civile“.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 1/12/2021 17:30:00 (12 letture)

Open in new window L’ACCANIMENTO DELLA CONFUSIONE: IN MENO DI 24 ORE SCONTRO FRA CIRCOLARI

di P. Almirante - 30 nov 2021



Cambiano ancora le regole per le quarantene a scuola, ma non muta la confusione alla quale siamo, purtroppo, abituati. Infatti, se fino a ieri sera vigeva il protocollo dell’8 novembre, una circolare nella tarda serata lo annullava per specificare che basta un solo un contagio in classe e tutti i compagni devono restare a casa in isolamento.

Tutti d’accordo, ma anche chi più e chi meno, e via coi commenti e le precisazioni, le spiegazioni e le verifiche per sottolineare e chiarire, nell’intera giornata di oggi, le nuove direttive del Governo in ambasce perché sarebbe già arrivata in Italia la nuova variante sudafricana del virus, la famigerata Omicron, e dunque la obbligata novità protocollare per proteggere alunni e prof, dirigenza e personale delle scuole dai contagi.

E invece? E invece, neanche il tempo di terminare la sfilza delle notizie e neanche il tempo di posizionarsi con le nuove norme, e pensiamo ai presidi e ai docenti che si erano preparati alle nuove strategie dettate dalla circolare, che nel tardo pomeriggio di oggi, ovvero meno di 24 ore dopo l’annuncio del nuovo protocollo, arriva il ripensamento: “alla luce delle indicazioni della struttura commissariale si intendono conseguentemente superatele disposizioni di cui alla precedente circolare”. Tradotto: ci siamo sbagliati, ritorniamo nella vecchia trincea dell’8 novembre.

segue su leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3642 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 30/11/2021 16:44:44 (50 letture)

Open in new window
DIRETTA – Bianchi presenta Pnrr: tanti soldi sulla riforma scuola. E gli stipendi?

di Carla Virzì - 30/11/2021

Oggi martedì 30 novembre, il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, insieme alla Ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, alla Ministra per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, e alla Ministra per gli Affari Regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, presenterà alla stampa le prime misure del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) relative al settore Istruzione.

Un piano già illustrato nei mesi scorsi, su cui oggi probabilmente si scenderà nel dettaglio.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2702 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/11/2021 23:27:01 (18 letture)

Obblighi di formazione sull’inclusione, sono 25 ore che si possono fare nelle 40 ore collegiali

di L. Ficara - 28/11/2021

La legge di bilancio 2021 aveva introdotto l’obbligo di formazione per unità formative non inferiori a 25 ore da svolgere al di fuori dalle attività di insegnamento, ma che si possono svolgere dentro le 40 ore di attività collegiali previste nel CCNL scuola all’art.29.

Obbligo formazione in servizio

Nessuna legge dello Stato impone ore aggiuntive di lavoro per l’obbligo della formazione, questo obbligo può tranquillamente essere espletato all’interno delle 40 ore dedicate alle attività di Collegio docenti o alle 40 ore dedicate ai consigli di classe.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4315 bytes | Commenti?
Comunicati : da Gilda di FC/RN
Inviato da admin_CUSMA il 28/11/2021 22:50:00 (7 letture)

GILDA NAZIONALE

degli insegnanti

Federazione GILDA UNAMS



COMUNICATO STAMPA

SCUOLA, DI MEGLIO (GILDA): CONTRARI A OBBLIGO VACCINO, È UN ATTO DISCRIMINATORIO

Il Coordinatore nazionale del sindacato interviene sulle nuove misure del governo

Roma, 26 nov. "Noi da sempre siamo a favore dei vaccini, ma non possiamo tacere che l'obbligo deciso dal governo nei confronti del personale scolastico sia discriminatorio nel confronto con altre categorie lavorative, sia pubbliche che private". Così il Coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, interviene sulle misure anti-covid che l'esecutivo ha messo in campo. "In questa maniera - continua Di Meglio - il governo non sta intervenendo sulle vere cause del contagio nelle scuole: due anni di pandemia non sono stati sufficienti all’esecutivo per intervenire sulle classi affollate, sul tracciamento dei contagi e sul problema dei trasporti, l’obbligo per gli insegnanti è semplicemente una foglia di fico.

Viene solo tolta la libertà di scelta: l'obbligo vaccinale ci sia per tutti, studenti compresi, o per nessuno"


Roma, 26 novembre 2021

Ufficio stampa Gilda Insegnanti

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da "OrizzonteScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 25/11/2021 23:09:37 (24 letture)

OBBLIGO VACCINALE DOCENTI E ATA, ECCO COSA ACCADE PER CHI NON SI VACCINA

da OrizzonteScuola - giovedì 25 novembre 2021

Il governo spinge la campagna sulla terza dose del vaccino anti-Covid per evitare un nuovo aumento dei ricoveri e delle terapie intensive, visto anche il rialzo del numero dei contagi.

Per chi non si vaccina cosa accade?

Previsto l’obbligo vaccinale per il personale scolastico e le forze dell’ordine.

Come sostiene l’articolo 2 comma 3 del decreto super green pass, l’atto di accertamento dell’inadempimento determina l’immediata la sospensione dal diritto di svolgere l’attività lavorativa, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro. Per il periodo di sospensione, non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominati. La sospensione è efficace fino alla comunicazione da parte dell’interessato al datore di lavoro dell’avvio e del successivo completamento del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della dose di richiamo, entro i termini previsti dall’articolo 9, comma 3 del decreto-legge n. 52 del 2021, e comunque non oltre sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto.

Poi si legge: “Nei casi in cui non risulta l’effettuazione della vaccinazione anti SARS-CoV-2 o la presentazione della richiesta di vaccinazione nelle modalità stabilite nell’ambito della campagna vaccinale in atto, i soggetti di cui al comma 2 invitano, senza indugio, l’interessato a produrre, entro cinque giorni dalla ricezione dell’invito, la documentazione comprovante l’effettuazione della vaccinazione o il differimento o l’esenzione della stessa ai sensi dell’articolo 4, comma 2, ovvero la presentazione della richiesta di da eseguirsi in un termine non superiore a venti giorni dall’invito, o comunque l’insussistenza dei presupposti per l’obbligo vaccinale di cui al comma 1″.

“In caso di presentazione di documentazione attestante la richiesta di vaccinazione, i soggetti di cui al comma 2 invitano l’interessato a trasmettere immediatamente e comunque non oltre tre giorni dalla somministrazione, la certificazione attestante l’adempimento all’obbligo vaccinale. In caso di mancata presentazione della documentazione di cui al terzo e quarto periodo i soggetti di cui al comma 2 accertano l’inosservanza dell’obbligo vaccinale e ne danno immediata comunicazione scritta all’interessato”.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4739 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 804 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteDic 2021Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
IsobelJens 5/12/2021
BryonKaylo 5/12/2021
LeifNavarr 4/12/2021
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale